Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 82 del 29/10/2010
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 82 del 29 ottobre 2010


Materia: Agricoltura

Deliberazione della Giunta Regionale n. 2442 del 14 ottobre 2010

Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013. Integrazione finanziaria, modifiche procedurali e adeguamento di termini ai bandi di cui alle deliberazioni della Giunta regionale n. 4083/2009, n.745/2010 e 2595/2009.

(La parte di testo racchiusa fra parentesi quadre, che si riporta per completezza di informazione, non compare nel Bur cartaceo, ndr) [

Note per la trasparenza:

Il provvedimento dispone il finanziamento di tutte le domande validamente presentate sul bando della misura 133 Promozione di cui alla DGR 4083/2009. La modifica delle disposizioni generali e specifiche consente il finanziamento completo dell'ultima domanda in posizione utile di graduatoria e delle domande della misura 215 Benessere degli animali di cui alla DGR 745/2010. E' disposto un adeguamento dei termini previsti dal bando della misura 111 azione 1 di cui alla DGR 2595/2009.

L'Assessore regionale dott. Franco Manzato riferisce quanto segue.

Con Decisione C(2007) 4682 del 17 ottobre 2007, la Commissione Europea ha formalmente approvato il Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013, dando garanzia del cofinanziamento comunitario e dell'ammissibilità delle spese a valere sulle risorse assegnate.

Con Deliberazione del 13 novembre 2007, n. 3560 la Giunta regionale ha pertanto confermato il testo vigente del PSR 2007 - 2013 che definisce la pianificazione finanziaria per anno, per asse e per misura, la classificazione dei comuni del Veneto ai fini dell'applicazione degli assi 3 e 4 del Programma e la delimitazione per comune delle aree montane del Veneto, ai sensi dell'articolo 50 del regolamento (CE) n. 1698/2005. Il Programma è stato poi oggetto di successive modifiche, da ultimo con Deliberazione della Giunta regionele 29 dicembre 2009, n.4082 "Approvazione finale della revisione del Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013 in relazione alle nuove sfide ed alle infrastrutture a banda larga a seguito dell'Health Check e del Recovery Package. Art. 6, comma 1, lett. a) del reg. (CE) n. 1974/2006. Art. 37, comma 2, l.r. 1/91. Deliberazione/CR n. 80 del 16 giugno 2009.".

Infine, con Deliberazione della Giunta regionale del 23 febbraio 2010, n.373 "Approvazione proposta di modifica del Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013 ai sensi dell'articolo 6, paragrafo 1, lett. c) del regolamento (CE) n. 1974/2006.", è stata presentata una ulteriore proposta di modifica alla Commissione europea, in corso di valutazione da parte dei Servizi della Commissione stessa.

Dal punto di vista attuativo, facendo seguito delle previste consultazioni della Quarta Commissione consiliare e del Comitato di Sorveglianza sullo sviluppo rurale, e di un ulteriore ampio confronto con il partenariato, la Giunta regionale con propria Deliberazione del 12 febbraio 2008, n. 199, ha approvato l'apertura dei termini del primo bando generale di presentazione delle domande a valere sul PSR 2007 - 2013, mettendo a bando risorse del Programma pari a 404.450.000,00 euro su un gran numero di misure ed azioni, secondo modalità e procedure sia singole che integrate di attuazione dettagliate negli stessi bandi.

Con successive deliberazioni n. 2437/2008, n. 2440/2008, n. 2904/2008, n. 544/2009, n. 877/2009, n. 2595/2009, n. 4083/2009, n. 288/2010, n. 745/2010, n.2063/2010 la Giunta regionale ha provveduto ad approvare ulteriori bandi per la presentazione delle domande a valere sulle misure dei tre assi del Programma di sviluppo rurale.

La pianificazione finanziaria prevista dall' ultimo bando, di cui alla DGR 4083/2009, assegnava per le operazioni che afferiscono alla misura 133 Attività di informazione e promozione - domande singole - un limite massimo di contributo assegnabile individuale pari a 400.000,00 €, per un importo complessivo per le operazioni approvate di 4.000.000,00 €. Si stimava che l'importo a bando, stante il numero e l'entità delle produzioni potenzialmente interessate, risultasse del tutto sufficiente a favorire, in questa fase di implementazione del Programma, la realizzazione di una gamma completa e diversificata di progetti di promozione, tale da consentire la più ampia efficacia della misura e il più ampio interessamento di tutti i settori produttivi interessati.

Il bando stabilisce che i fondi vengano assegnati sulla base di criteri di priorità e preferenza che tengono conto delle aree di produzione, delle dimensioni economiche delle produzioni interessate, delle modalità di realizzazione dei progetti.

Sono stati presentati alla scadenza dei termini del 31 marzo 2010, n. 28 progetti per un importo complessivo richiesto ammissibile di 5.855.000,00 euro. Tale numero di domande e tale importo dei progetti non erano preventivabili in fase di programmazione del bando, considerato il numero definito di soggetti potenzialmente interessati e alla luce degli esiti del precedente bando per le domande di soggetti non in filiera. In ragione di ciò, infatti, l'importo a bando era stato aumentato di 1.000.000,00 di euro.

Pertanto, alla luce delle numerose domande presentate e dell'insufficienza dell'importo a bando, rischiano di venire esclusi dalla graduatoria dei soggetti che in termini di rappresentatività territoriale, qualità dei prodotti, valore delle produzioni interessate, comunque rivestono un indubbio valore e potenzialità.

In tal senso, considerato che comunque anche i progetti a più basso punteggio hanno comunque una sicura ricaduta in termini di valorizzazione delle produzioni venete, e non essendo giustificabile, in base alle risorse attualmente disponibili, una integrazione finanziaria parziale, si ritiene opportuno integrare con ulteriori fondi la dotazione a bando, in misura tale da consentire il finanziamento di tutte le domande ammissibili.

Va anche sottolineato che la programmazione finanziaria del PSR sulla misura 133, ha una dotazione complessiva residua nel Programma di 10.438.000 €, tale da consentire l'integrazione finanziaria delle disponibilità a bando, senza modificare sostanzialmente la programmazione finanziaria della misura nel restante periodo di attuazione. Per le considerazioni espresse in premessa, si ritiene quindi opportuno destinare la somma di euro 1.855.000 delle disponibilità recate dalla misura 133 del PSR al finanziamento integrativo della graduatoria relativa alle domande della misura 133 "Attività di informazione e promozione", domande singole, di cui al bando DGR 4083/2009.

Le disposizioni generali (Indirizzi procedurali), riviste complessivamente con la DGR 4083/2009, laddove regolano la formazione delle graduatorie di finanziabilità e l'applicazione delle risorse a bando alle domande in graduatoria, consentono il finanziamento solo parziale dell'ultima domanda in posizione utile, qualora siano esaurite le disponibilità finanziarie della corrispondente misura del PSR. Questa limitazione, motivata sul piano finanziario, può però determinare situazioni nelle quali viene concesso un contributo molto basso a fronte dell'impegno di realizzazione dell'intero progetto finanziato, con conseguente evidente e sostanziale inefficacia del contributo stesso. Si propone quindi che nel caso prospettato, verificata l'insufficienza della dotazione residua della misura per finanziare completamente l'ultima domanda in posizione utile, si possa fare riferimento in seconda battuta alla dotazione finanziaria residua dell'asse. In quest'ultimo caso, in sede di monitoraggio e pianificazione finanziaria, andrà verificata la necessità di un successivo corrispondente incremento della dotazione della misura interessata. Tale modifica si applica a partire dalle graduatorie regionali approvate nel corso del 2010.

La misura 215 Benessere animale azione 1 allevamento estensivo di specie ruminanti e azione 4 incremento della lettiera permanente nell'allevamento delle bovine da latte, ha trovato la sua prima applicazione a livello regionale con la DGR 745/2010. Si tratta di interventi assolutamente innovativi, per i quali, sia in fase di programmazione sia in fase di applicazione, si poteva solo effettuare una stima approssimativa dei potenziali soggetti interessati. In ragione delle considerazione suesposte, si sono stimati sufficienti complessivamente 8.000.000,00 di euro, suddivisi in 5 milioni euro per l'azione 1 e 3 milioni per l'azione 4, con possibilità di compensazione tra le due azioni. Tuttavia, sull'azione 4 tali risorse si sono rivelate del tutto insufficienti a coprire le esigenze espresse, circa tre volte le disponibilità poste a bando, mentre si è verificato un sostanziale sottoutilizzo delle risorse a bando su gran parte delle misure e sottomisure attivate nell'ambito dell'asse 2 Agroambiente - sottoasse utilizzo sostenibile dei terreni agricoli. Stante questa situazione, si propone quindi, a modifica dell'allegato A alla DGR 745/2010, di prevedere la possibilità di compensazione tra le due misure 214 e 215 appartenenti allo stesso sottoasse, senza incremento delle risorse complessivamente a bando. Anche in questo caso, in sede di monitoraggio e pianificazione finanziaria, andrà verificata la necessità di un successivo corrispondente incremento della dotazione della misura interessata.

Alle operazioni finanziate con i predetti fondi andranno applicate le modalità, le procedure, le condizioni, i termini e i livelli di aiuto approvati dalla Commissione europea per le misure del Programma di sviluppo rurale, come definiti dal bando di apertura dei termini Dgr 4083/2009 e successive modificazioni ed integrazioni.

Con Deliberazione del 15/09/2009, n. 2595 la Giunta regionale ha disposto l'apertura dei termini di presentazione delle domande per la misura 111 azione 1 Interventi di formazione ed informazione a carattere collettivo. Il punto 2 della citata deliberazione prevedeva che la graduatoria delle domande ammissibili e finanziate fosse disposta dall'Organismo Pagatore Regionale AVEPA entro e non oltre il termine dell'11 gennaio 2010. Le attività formative e informative devono essere realizzate e concluse entro il termine di 12 mesi dalla data di approvazione del progetto, e quindi concluse alla data dell'11 gennaio 2011. E' pervenuta da parte dei principali beneficiari della misura la richiesta di una proroga ai termini di realizzazione degli interventi, che si ritiene di accogliere, al fine di non sovrapporre le iniziative formative con altre in atto.

Per altro, stante la caratteristica particolare della misura, che prevede spese per il personale, in deroga alle disposizioni generali vigenti, si ritiene opportuno fissare i termini per l'effettuazione dei pagamenti entro il mese successivo alla conclusione delle iniziative, insieme alla domanda di pagamento e alla rendicontazione di spesa. Ritenendo corretta questa impostazione, si propone di fissare i nuovi termini per la realizzazione degli interventi, i pagamenti e la rendicontazione delle spese relativi al citato bando DGR n.2595 del 15 settembre 2009 secondo il seguente schema:

Bando e Misura

Descrizione adempimento

Nuovo termine

DGR 15/09/2009, n.2595 Misura 111 azione 1

Realizzazione e conclusione attività formative ed informative

28 febbraio 2011

Effettuazione pagamenti e domanda di pagamento del saldo

31 marzo 2011

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

  • UDITO il relatore incaricato dell'istruzione dell'argomento in questione ai sensi dell'art. 33, secondo comma, dello Statuto, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione regionale e statale;
  • VISTO il Regolamento CE n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);
  • VISTO il regolamento (CE) del Consiglio n. 1290 del 21 giugno 2005 relativo al finanziamento della politica agricola comune;
  • VISTA la Decisione del Consiglio del 20 febbraio 2006 relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale (periodo di programmazione 2007-2013);
  • VISTO il regolamento (CE) n. 1974/2006 del 15 dicembre 2006 della Commissione recante disposizioni di applicazione del regolamento (CE) n.1698/2005;
  • VISTO il regolamento (CE) n. 1975/2006 del 7 dicembre 2006 della Commissione recante disposizioni di applicazione del regolamento (CE) n.1698/2005, per quanto riguarda l'attuazione delle procedure di controllo e della condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale;
  • VISTA la Deliberazione del 12/02/2008, n. 199 e successive modifiche ed integrazioni con la quale la Giunta regionale ha approvato l'apertura dei termini del primo bando generale di presentazione delle domande a valere sul PSR 2007 - 2013;
  • VISTA la deliberazione della Giunta regionale del 29/12/2009, n. 4082 "Approvazione finale della revisione del Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013 in relazione alle nuove sfide ed alle infrastrutture a banda larga a seguito dell'Health Check e del Recovery Package. Art. 6, comma 1, lett. a) del reg. (CE) n. 1974/2006. Art. 37, comma 2, l.r. 1/91. Deliberazione/CR n. 80 del 16 giugno 2009.";
  • VISTA la deliberazione del 29 dicembre 2009, n. 4083, "Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013 Apertura dei termini di presentazione delle domande per talune misure dell'asse 1 e dell'asse 3. Condizioni e priorità per l'accesso ai benefici. Deliberazione/CR n. 138 del 20 ottobre 2009";
  • VISTA la deliberazione della Giunta regionale del 15/03/2010 n. 745 "Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013 Apertura dei termini di presentazione delle domande per talune misure dell'asse 1 e dell'asse 2. Condizioni e priorità per l'accesso ai benefici. Deliberazione/CR n. 20 del 9 febbraio 2010";
  • VISTA la deliberazione della Giunta regionale del 15/09/2009, n.2595 "Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013 Apertura dei termini di presentazione delle domande per la misura 111 azione 1 Interventi di formazione ed informazione a carattere collettivo. Condizioni e priorità per l'accesso ai benefici."
  • VISTA la deliberazione della Giunta regionale del 03/08/2010, n.2063 "Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013 Apertura dei termini di presentazione delle domande di contributo per la misura 111 e 114. Condizioni e priorità per l'accesso ai benefici. Deliberazione CR n. 78 del 6 luglio 2010."
  • RITENUTO opportuno destinare la somma di euro 1.855.000,00 delle disponibilità recate dalla misura 133 del PSR al finanziamento integrativo della graduatoria relativa alle domande della misura 133 "Attività di informazione e promozione", domande singole, di cui al bando DGR 4083/2009;
  • DATO ATTO che l'integrazione finanziaria euro 1.855.000,00 delle disponibilità a bando, non comporta la modifica sostanziale della programmazione finanziaria della misura 133 nel restante periodo di attuazione;
  • VISTO che le disposizioni generali (Indirizzi procedurali) vigenti consentono il finanziamento solo parziale dell'ultima domanda in posizione utile, qualora siano esaurite le disponibilità finanziarie della corrispondente misura del PSR e che questa limitazione può determinare situazioni nelle quali è evidente l'inefficacia del contributo stesso
  • RITENUTO quindi opportuno che, verificata l'insufficienza della dotazione residua della misura, si possa fare riferimento in seconda battuta alla dotazione finanziaria residua dell'asse, così da consentire di finanziare completamente l'ultima domanda in posizione utile;
  • VERIFICATO un sostanziale sottoutilizzo delle risorse a bando su gran parte delle misure e sottomisure attivate nell'ambito dell'asse 2 Agroambiente - sottoasse utilizzo sostenibile dei terreni agricoli, mentre invece risorse a bando si sono rivelate del tutto insufficienti a coprire le esigenze espresse sull'azione 4 della misura 215 Benessere animale;
  • RITENUTO quindi opportuno, per porre a rimedio a queste situazioni, di prevedere la possibilità di compensazione tra le due misure 214 e 215 dello stesso sottoasse, senza incremento delle risorse complessivamente a bando;
  • RAVVISATA la necessità di operare opportune proroghe ai termini per la realizzazione degli interventi, i pagamenti e la rendicontazione delle spese relativi al bando Misura 111 azione 1 Interventi di formazione ed informazione a carattere collettivo di cui alla DGR n.2595 del 15 settembre 2009:
  • VERIFICATO che dette modificazioni non riguardano i criteri di selezione approvati in sede di Comitato di Sorveglianza, consentendo comunque il finanziamento delle domande ammissibili e utilmente in graduatoria, fino alla concorrenza dell'importo prescelto;
  • RAVVISATA l'opportunità di accogliere la proposta del relatore facendo proprio quanto esposto in premessa]

delibera

1. di destinare la somma di euro 1.855.000,00 per il finanziamento della graduatoria delle domande presentate ai sensi del bando DGR 4083/2009 sulla misura 133 Attività di Informazione e Promozione, così da consentire il finanziamento di tutte le domande ammissibili dopo l'istruttoria; la somma di euro 1.855.000,00 viene imputata alle disponibilità assegnate alla stessa misura dal Piano finanziario del Programma di sviluppo rurale 2007 - 2013, che reca una dotazione residua di euro 10.438.000,00;

2. di sostituire l'ottavo capoverso del punto 1.2.3.1 La formazione della graduatoria su bandi regionali di cui all'allegato A Indirizzi Procedurali alla Dgr n.4083/2009 con il seguente testo: "Nel caso in cui la disponibilità finanziaria del bando con fondi PSR non sia sufficiente a coprire integralmente il fabbisogno per il finanziamento dell'operazione che ricade nel limite di demarcazione, ovvero del gruppo di operazioni ammesse che si ritrova a pari punteggio e livello di priorità, preferenza e precedenza, si procede comunque al finanziamento integrale di dette operazioni, nel limite del budget totale di asse del Programma". Tale modifica si applica a partire dalle graduatorie regionali approvate nel corso del 2010.

3. di prevedere, a modifica dell'allegato A "Importi a bando, termini di scadenza di presentazione domande e priorità di compensazione" alla DGR 745/2010, la possibilità di ulteriore compensazione tra le dotazioni a bando assegnate complessivamente alle due misure 214 e 215 dell'asse 2 Agroambiente - sottoasse Utilizzo sostenibile dei terreni agricoli, senza incremento delle risorse complessivamente a bando;

4. di fissare i nuovi termini di cui al bando DGR n. 2595 del 15 settembre 2009 relativo all'apertura dei termini di presentazione delle domande per la misura 111 azione 1 Interventi di formazione ed informazione a carattere collettivo, secondo il seguente schema:

Bando e Misura

Descrizione adempimento

Nuovo termine

DGR 15/09/2009, n.2595 Misura 111 azione 1

Realizzazione e conclusione attività formative ed informative

28 febbraio 2011

Effettuazione pagamenti e domanda di pagamento del saldo

31 marzo 2011


Torna indietro