Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 97 del 27/11/2009
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 97 del 27 novembre 2009


Materia: Programmi e progetti (comunitari, nazionali e regionali)

Deliberazione della Giunta Regionale n. 3346 del 10 novembre 2009

Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013. Modifiche procedurali al bando della misura 214H "Rete regionale della biodiversità" Allegato C alla DGR 199/2008.

Il Vice Presidente e Assessore regionale per le politiche dell'agricoltura e del turismo Franco Manzato riferisce quanto segue.

Con Decisione C(2007) 4682 del 17 ottobre 2007, la Commissione Europea ha formalmente approvato il Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013, dando garanzia del cofinanziamento comunitario e dell'ammissibilità delle spese a valere sulle risorse assegnate.

Con Deliberazione del 13 novembre 2007, n. 3560 la Giunta regionale ha pertanto confermato il testo vigente del PSR 2007 - 2013 che definisce la pianificazione finanziaria per anno, per asse e per misura, la classificazione dei comuni del Veneto ai fini dell'applicazione degli assi 3 e 4 del Programma e la delimitazione per comune delle aree montane del Veneto, ai sensi dell'articolo 50 del regolamento (CE) n. 1698/2005.

A seguito delle previste consultazioni della Quarta Commissione consiliare, nonché del Comitato di Sorveglianza sullo sviluppo rurale, e di un ulteriore ampio confronto con il partenariato, la Giunta regionale con propria Deliberazione del 12 febbraio 2008, n. 199, ha quindi approvato l'apertura dei termini del primo bando generali di presentazione delle domande a valere sul PSR 2007 - 2013, mettendo a bando risorse del Programma pari a 404.450.000,00 euro, secondo le modalità e procedure generali e specifiche di attuazione dettagliate negli stessi bandi. In particolare, nel documento allegato A al provvedimento, vengono approvati gli "Indirizzi Procedurali", cioè le disposizioni attuative e procedurali generali ai fini dell'adesione al primo bando per la presentazione delle domande di adesione agli interventi previsti dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto2007 - 2013; negli altri allegati da B a E sono invece riportate le specifiche condizioni e le priorità per l'accesso ai benefici delle misure relative ai diversi asse del PSR per il Veneto 2007 - 2013, mentre gli importi a bando e i termini di scadenza di presentazione per le domande individuali e i progetti integrati sono stati riepilogati nell'allegato F. I restanti allegati, da G a N, contengono invece norme generali e specifiche di natura tecnica.

In particolare, nell'allegato C è contenuto il bando relativo alla Misura 214 sottomisura H "Rete regionale della biodiversità" con il quale sono stati aperti i termini per la presentazione delle domande per il sostegno agli interventi di conservazione ex situ o all'attività di raccolta e/o caratterizzazione della biodiversità di interesse agrario del Veneto da parte degli Enti pubblici aventi comprovata esperienza in merito.

Lo stesso bando al capitolo 4.4 "Termini e scadenze" indica i termini per la realizzazione degli interventi prevedendo, in particolare, l'articolazione triennale dei programmi di conservazione, suddivisi in progetti di durata di dodici mesi ciascuno, a partire dalla data di approvazione della graduatoria.

A seguito dell'apertura termini, con il decreto 11 novembre 2008, n. 29, l'Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura (AVEPA) ha approvato la graduatoria delle domande ammissibili e contestualmente individuato le domande finanziabili.

Sulla base delle previsioni del bando, per i programmi approvati, il termine per il completamento delle attività risulta quindi essere l'11 novembre 2011.

Le novità procedurali previste dal bando, la complessità delle attività connesse allo svolgimento dei programmi approvati, nonché alcuni aspetti collegati alle procedure di spesa degli Enti pubblici, hanno motivato le richieste di alcuni beneficiari di considerare l'anno solare quale termine per lo svolgimento delle attività annuali.

A seguito di quanto sopra esposto, al fine di migliorare l'esecutività dei programmi approvati, armonizzandola alle procedure amministrative di spesa degli Enti pubblici beneficiari, risulterebbe opportuno fissare il termine per la conclusione delle operazioni al 31 dicembre 2011.

Conseguentemente, in coerenza a quanto indicato al capitolo 4.4 del bando, i progetti annuali avrebbero le seguenti scadenze:

  • primo anno 31 dicembre 2009;
  • secondo anno 31 dicembre 2010;
  • terzo anno 31 dicembre 2011.

Poiché non appare opportuno modificare gli altri termini già precedentemente fissati, si conferma che, entro novanta giorni dalle scadenze sopra indicate, il richiedente beneficiario del contributo dovrà presentare, secondo le modalità già indicate dall'Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura, il Progetto di attività relativo alla nuova annualità (dal 01/01 al 31/12), la relazione sullo svolgimento delle attività dell'annualità precedente nonché la domanda di pagamento di contributo sulle spese sostenute in tale periodo (primo o secondo acconto/saldo finale).

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

  • UDITO il relatore incaricato dell'istruzione dell'argomento in questione ai sensi dell'art. 33, secondo comma, dello Statuto, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione regionale e statale;
  • VISTO il Regolamento CE n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);
  • VISTO il regolamento (CE) del Consiglio n. 1290 del 21 giugno 2005 relativo al finanziamento della politica agricola comune;
  • VISTA la Decisione del Consiglio del 20 febbraio 2006 relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale (periodo di programmazione 2007-2013);
  • VISTO il regolamento (CE) n. 1974/2006 del 15 dicembre 2006 della Commissione recante disposizioni di applicazione del regolamento (CE) n.1698/2005;
  • VISTO il regolamento (CE) n. 1975/2006 del 7 dicembre 2006 della Commissione recante disposizioni di applicazione del regolamento (CE) n.1698/2005, per quanto riguarda l'attuazione delle procedure di controllo e della condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale;
  • VISTO il Regolamento (CE) n. 796/2004 della Commissione, del 21 aprile 2004 recante modalità di applicazione della condizionalità, della modulazione e del sistema integrato di gestione e controllo di cui al regolamento (CE) n. 1782/2003 che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno diretto nell'ambito della politica agricola comune ed istituisce taluni regimi di sostegno a favore degli agricoltori;
  • VISTO il Regolamento (CE) n. 1320 della Commissione, del 5 settembre 2006 recante disposizioni per la transizione al regime di sostegno alla sviluppo rurale istituito dal regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio;
  • VISTA la Raccomandazione della Commissione 2003/361/CE del 6 maggio 2003 relativa alla definizione delle microimprese, piccole e medie imprese;
  • VISTA la Decisione C(2007) 4682 del 17 ottobre 2007 con la quale la Commissione Europea ha formalmente approvato il Programma;
  • VISTO il testo definitivo del Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007 - 2013, l'approccio strategico previsto, la ripartizione finanziaria approvata e le disposizioni tecnico-amministrative contenute nel Programma;
  • VISTE le decisioni del Comitato di Sorveglianza assunte nella riunione tenutasi il 22 gennaio 2008;
  • VISTA la Deliberazione del 12 febbraio 2008, n. 199 con la quale la Giunta regionale ha approvato l'apertura dei termini del primo bando generali di presentazione delle domande a valere sul PSR 2007 - 2013;
  • VISTE le successive deliberazioni del 26 febbraio 2008, n. 372, del 18 marzo 2008, n. 595, del 8 aprile 2008, n. 704, DPGR del 29 aprile 2008, n. 92, ratificato con DGR del 6 maggio 2008, n. 899, DPGR del 14 maggio 2008, n. 113, ratificato con DGR del 26 maggio 2008, n. 1158, del 6 giugno 2008, n. 1439, del 24 giugno 2008, n. 1658, del 8 luglio 2008, n. 1857, del 16 settembre 2008, n. 2440, del 14 ottobre 2008, n.2905, del 16 dicembre 2008, n.3923, del 17 febbraio 2009, n.318, del 10 marzo 2009, n.546, del 23 giugno 2009, n.1818, , con le quali la Giunta regionale ha provveduto ad apportare opportune modifiche, integrazioni ed errata corrige delle disposizioni procedurali generali e specifiche dei bandi, nonché proroghe dei termini di presentazione delle domande e della documentazione;
  • RAVVISATA la necessità di apportare modeste modificazioni procedurali alle disposizioni di cui all'allegato C al citato primo bando generale, in particolare all'articolazione temporale delle attività della misura 214 H "Rete regionale della biodiversità";
  • RITENUTO opportuno fissare il termine per la conclusione delle operazioni al 31 dicembre 2011, modificando le scadenze annuali dei progetti annuali al 31 dicembre di ciascun anno;
  • VERIFICATO che dette modificazioni non riguardano i criteri di selezione approvati in sede di Comitato di Sorveglianza, consentendo comunque il finanziamento di tutte le domande ammissibili;
  • RAVVISATA l'opportunità di accogliere la proposta del relatore facendo proprio quanto esposto in premessa

delibera

1. di approvare l'allegato A al presente provvedimento recante modificazionial bando della misura 214 sottomisura H di cui all'allegato C alla Deliberazione della Giunta regionale del 12 febbraio 2008, n.199.


(seguono allegati)

3346_AllegatoA_219879.pdf

Torna indietro