Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 114 del 16/11/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 114 del 16/11/2018
Scarica versione stampabile Decreto del Presidente della Giunta regionale

Bur n. 114 del 16 novembre 2018


Materia: Caccia e pesca

Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 142 del 02 novembre 2018

Revoca del DPGR n. 138 del 28 ottobre 2018 ed istituzione di limitazione temporanea dell'esercizio dell'attività di pesca dilettantistico-sportiva in alcune località del territorio regionale, nel periodo 3- 4 novembre 2018. Art. 16 L. R. n. 19/1998.

Note per la trasparenza

In considerazione dell’evoluzione favorevole del quadro meteorologico su parte del territorio regionale, si decreta la revoca della limitazione temporanea all’esercizio della pesca dilettantistico-sportiva disposta con il decreto presidenziale n. 138 del 28 ottobre 2018. Contestualmente verificate la permanenza di elevata allerta e criticità territoriale nella Provincia di Belluno il fermo viene confermato fino al 4 novembre 2018.

Il Presidente

VISTA la L.R. n. 19/1998 “Norme per la tutela delle risorse idrobiologiche e della fauna ittica e per la disciplina dell’esercizio della pesca nelle acque interne e marittime interne della Regione Veneto” e fatto specifico riferimento all’articolo 16, comma 2, che prevede che “Il Presidente della Giunta regionale, ove circostanze eccezionali lo richiedano, può disporre divieti o limitazioni all’esercizio della pesca, allo scopo di conservare l’ambiente o di salvaguardare la popolazione ittica”;

VISTO il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 138 del 28 ottobre 2018 con il quale si è disposto il divieto temporaneo all’esercizio dell’attività di pesca dilettantistico-sportiva nelle acque interne e marittime interne delimitate dell’intero territorio regionale, nel periodo 29 ottobre – 4 novembre 2018;

VISTO il quadro meteorologico che ha interessato il territorio regionale nell’ultima settimana, con intense precipitazioni e forte ventosità;

RICHIAMATO il DPGR n. 135 del 28 ottobre 2018, con cui si è disposta l’attivazione dell’Unità di Crisi Regionale (UCR), a monitoraggio dell’evoluzione del quadro meteo e presidio e coordinamento degli interventi, anche a carattere preventivo, nelle zone a rischio e nelle zone colpite del territorio regionale;

RICHIAMATO il DPGR n. 138 del 28 ottobre 2018, con cui, sulla base del quadro meteorologico previsto e delle indicazioni diramate dall’UCR, si è disposto di istituire il divieto all’esercizio dell’attività di pesca nelle acque interne e marittime interne, sull’intero territorio regionale e per il periodo dal 29 ottobre al 4 novembre 2018;

DATO ATTO che, su conforme indicazione dell’UCR e sulla base del quadro meteo previsto, permane un generale regime di attenzione rispetto a tutto il territorio regionale, mentre, in alcune specifiche aree, in ragione degli ingenti danni occorsi nei giorni scorsi, della necessità di assicurare la massima priorità agli interventi di soccorso e di ripristino dei collegamenti e dei servizi, il regime applicabile deve necessariamente assicurare tali priorità;

DATO ATTO che, nelle medesime aree, accanto a danni alle strutture ed attività antropiche, il regime di generale dissesto idrogeologico concretizza condizioni di difficoltà anche per le popolazioni ittiche ivi presenti;

RITENUTO, su conforme indicazione dell’Unità di Crisi, di individuare tali criticità nell’intero territorio amministrativo della Provincia di Belluno, mentre nel restante territorio regionale le condizioni di criticità che hanno motivato il predetto DPGR n. 138/2018 possono considerarsi superate;

RITENUTO, quindi, che sussistano le condizioni:

-   per revocare, con efficacia dal 3 novembre 2018, il DPGR n. 138/2018, con il quale è stato istituto il divieto generale all’esercizio dell’attività di pesca nelle acque interne e marittime interne, sull’intero territorio regionale;
-   per istituire, contestualmente, il divieto all’esercizio dell’attività di pesca nelle acque interne e marittime interne limitatamente all’intero territorio amministrativo della Provincia di Belluno, per il periodo da sabato 3 a domenica 4 novembre 2018;

SU CONFORME PROPOSTA della Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca, che ha attestato l’avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

decreta

1. di dare atto che le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

2. di revocare, per le motivazioni esposte in premessa, il DPGR n. 138/2018 con cui è stato istituito il divieto temporaneo all’esercizio dell’attività di pesca, nelle acque interne e marittime interne, sull’intero territorio regionale e nel periodo 29 ottobre – 4 novembre 2018, con efficacia dal 3 novembre 2018;

3. di istituire, per le motivazioni espresse in premessa, il divieto temporaneo all’esercizio dell’attività di pesca, nelle acque interne con riferimento all’intero territorio amministrativo della provincia di Belluno per i giorni da sabato 3 a domenica 4 novembre 2018;

4. di incaricare la Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca dell’esecuzione del presente atto;

5. di informare che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale avanti il Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dall’avvenuta conoscenza ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni;

6. di dare atto che il presente provvedimento non comporta spesa a carico del bilancio regionale;

7. di pubblicare il presente Decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto.

Luca Zaia

Torna indietro