Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 130 del 03 ottobre 2023


Materia: Ambiente e beni ambientali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE AMBIENTE E TRANSIZIONE ECOLOGICA n. 168 del 08 settembre 2023

Impegno di spesa. Acquisizione, in attuazione della DGR n. 387 del 07/04/2023, di un servizio di messa in onda di spot televisivi della durata di 3 minuti relativi a tematiche ambientali. Affidamento diretto ai sensi dell'articolo 50, comma 1, lettera b), del D.Lgs. n. 36 del 31/03/2023 tramite piattaforma "APPTEL". Determina a contrarre e copertura dell'obbligazione passiva giuridicamente perfezionata a favore della ditta Teleradio Diffusione Bassano Srl con sede in via Melchiorazzo, 7 Bassano del Grappa (VI), P. IVA 01711410249, (anagrafica 00020833) - CIG n. Y283BFBAC2.

Note per la trasparenza

Il provvedimento dispone la copertura dell'obbligazione passiva giuridicamente perfezionata e impegna a favore della ditta Teleradio Diffusione Bassano Srl, P. IVA 01711410249, la somma € 35.999,99=(IVA al 22% inclusa) a titolo di corrispettivo per l'acquisizione del servizio di messa in onda di spot televisivi della durata di 3 minuti relativi a tematiche ambientali, a seguito di trattativa n. 275 tramite piattaforma "APPTEL" ai sensi dell'articolo 50, comma 1, lettera b), del D.Lgs. n. 36 del 31/03/2023. CIG n. Y283BFBAC2.

Il Direttore

Premesso che:

  • con DGR n. 238 del 2 marzo 2021, la Giunta regionale ha approvato una serie di misure straordinarie volte al miglioramento della qualità dell’aria nel territorio regionale, anche in attuazione degli impegni presi con lo Stato nell’ambito dell’Accordo di Bacino Padano;
  • in particolare il suddetto provvedimento ha stanziato la somma di euro 600.000,00, della quale euro 200.000,00 per l’annualità 2021, sul capitolo di Bilancio regionale 100051, per la realizzazione di specifiche campagne informative;
  • il medesimo provvedimento ha incaricato, tra gli altri, il Direttore della Direzione Ambiente, ora Direzione Ambiente e Transizione Ecologica, di provvedere agli adempimenti necessari e conseguenti per l’attuazione delle azioni di specifica competenza previste dal pacchetto delle misure straordinarie approvate;
  • nel corso delle annualità 2021 e 2022 sono state pertanto impiegate le corrispondenti risorse per l’ammontare complessivo di euro 400.000,00;
  • con DGR n. 387 del 7 aprile 2023, la Giunta regionale, considerato che specifiche finalità perseguite dalla DGR 238/2021 sono state sviluppate dalle iniziative avviate nel 2021 e 2022 e che i loro effetti si produrranno anche nel corso del 2023, ha ritenuto di rimodulare, in riferimento alla residua quota di euro 200.000,00 da utilizzarsi nella corrente annualità, le azioni previste dal provvedimento originale estendendo gli interventi di comunicazione a tutte le tematiche ambientali che concorrono al raggiungimento degli obiettivi indicati nel Documento di Economia e Finanza Regionale (DEFR) 2023-2025, approvato con DACR n. 163 del 6 dicembre 2022; 
  • la Legge n. 150/2000, all’art. 13, prevede che le Amministrazioni dello Stato si dotino di progetti di comunicazione a carattere pubblicitario, i quali prevedano la diffusione dei messaggi sui mezzi di comunicazione di massa da realizzarsi attraverso l’acquisto di spazi su stampa, tv, radio, internet ed affissioni (c.d. pubblicità), con indicazione delle modalità/mezzi ritenuti più idonei al raggiungimento della massima efficacia della comunicazione stessa;

Considerato che:

  • si ravvisa la necessità di individuare un idoneo operatore economico al fine di assicurare l’ottimale attuazione della campagna di comunicazione/informazione televisiva in parola, da attuare avvalendosi di una gamma di emittenti in grado di garantire una capillare copertura dell’intero territorio regionale ed il coinvolgimento di diversi target di telespettatori, raggiungendo così un’importante e significativa porzione della popolazione regionale;
  • nello specifico, il richiesto servizio di diffusione di spot televisivi (tramite emittenti caratterizzate da indici di ascolto ritenuti ottimali per l’attuazione di efficaci campagne d’informazione in materia ambientale) si articolerà in n. 30 passaggi video da 3’ ciascuno sulle emittenti Antenna Tre e Rete Veneta;

Dato atto che:

  • le prestazioni da acquisire non risultano presenti in convenzioni Consip attive;
  • a far data dal 01/07/2023 hanno acquisito efficacia le disposizioni del D.Lgs. n. 36 del 31/03/2023 (entrato in vigore in data 01/04/2023) recante il “Nuovo Codice dei contratti pubblici”. L’articolo 17, comma 2 del citato D.Lgs. n. 36/2023 stabilisce in particolare la possibilità di avviare le procedure “ad affidamento diretto tramite determina a contrarre, o atto equivalente, che contenga, in modo semplificato, l’oggetto dell’affidamento, l’importo, il fornitore, le ragioni della scelta del fornitore, il possesso da parte sua dei requisiti di carattere generale, nonché il possesso dei requisiti tecnico-professionali, ove richiesti”;
  • l’articolo 50 (procedure per l’affidamento), comma 1, lettera b, del D.Lgs. n. 36/2023 dispone che le Stazioni Appaltanti, per contratti di forniture di importo inferiore alle soglie di cui all’art. 14 (vale a dire € 140.000 per gli appalti pubblici di forniture) procedono all'affidamento diretto “anche senza previa consultazione di più operatori economici, assicurando che siano scelti soggetti in possesso di documentate esperienze pregresse idonee all’esecuzione delle prestazioni contrattuali”;
  • la scelta procedurale in parola trova altresì conferma nelle indicazioni per la gestione delle procedure di acquisizione di servizi, forniture e lavori sotto soglia comunitaria di cui alla DGR n. 1823 del 06/12/2019 e alla DGR n. 1004 del 21/07/2020.

Atteso che:

  • a fronte dell’esigenza di cui sopra, è stata individuata la ditta Teleradio Diffusione Bassano Srl con sede in via Melchiorazzo, 7 – Bassano del Grappa (VI), P. IVA 01711410249, quale operatore economico particolarmente qualificato nell’erogazione dei servizi in parola. Si tratta di impresa iscritta sulla piattaforma APPTEL per il Settore Attività Economica: M.73.1 - Pubblicità ed in possesso di adeguate professionalità nel settore di competenza nonché di indiscussa affidabilità tecnico-operativa;
  • tale Impresa si configura segnatamente come la struttura deputata alla gestione della programmazione dell’emittente televisiva succitata, la quale è riconosciuta in grado di garantire l’ottimale risultato in termini di diffusione di contenuti di natura ambientale verso diversificati target di telespettatori. L’emittente di cui sopra, per la copertura della stessa sul territorio, è considerata particolarmente strategiche ai fini degli obiettivi di informazione/educazione ambientale perseguiti dall’Amministrazione regionale;
  • alla luce di quanto sopra, è stata avviata la trattativa sulla piattaforma APPTEL per l'acquisto dei servizi in oggetto rivolgendosi alla predetta Impresa, la quale (entro la data fissata del 28/07/2023 - ore 13.00) ha presentato un’offerta per l’importo di € 29.508,19=(IVA al 22% esclusa) di cui è stata verificata la corrispondenza tecnico/economica alle esigenze dell’Amministrazione. In particolare, è stata appurata la rispondenza di quanto offerto all’interesse pubblico perseguito dalla Stazione Appaltante e la congruità del prezzo offerto a fronte della prestazione richiesta;
  • ciò detto, è stato perfezionato in data odierna su piattaforma APPTEL l’Ordinativo identificato con CIG n. YBF3BFBC3D con conseguente assunzione della relativa obbligazione giuridica passiva nei confronti della ditta Teleradio Diffusione Bassano Srl con sede in via Melchiorazzo, 7 – Bassano del Grappa (VI), P. IVA 01711410249, per l’acquisizione del servizio in parola.

Ritenuto che in relazione alle attività previste dalla DGR n. 387/2023 e DGR 238/2021, il pertinente capitolo di Bilancio regionale, a budget della scrivente Direzione, che dispone delle necessarie risorse per l’esercizio 2023, risulta essere il n. 100051, relativo a " Finanziamento delle attività di informazione, sperimentazione e monitoraggio nel campo della tutela ambientale – acquisto di beni e servizi (art. 70, D.lgs. 31/03/1998, n. 112 – L.R. 21/01/2000, n. 3)" del bilancio di previsione 2023-2025, di competenza della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica.

Ritenuto pertanto di doversi provvedere alla copertura dell’obbligazione giuridica passiva perfezionata e di impegnare, a favore dell’Impresa citata - secondo le specifiche e l’esigibilità contenute nell’Allegato contabile del presente atto, del quale costituisce parte integrante e sostanziale - la spesa complessiva di € 35.999,99=(IVA al 22% inclusa) a valere sul capitolo n. 100051 relativo a " Finanziamento delle attività di informazione, sperimentazione e monitoraggio nel campo della tutela ambientale – acquisto di beni e servizi (art. 70, D.lgs. 31/03/1998, n. 112 – L.R. 21/01/2000, n. 3)" del bilancio regionale per l’annualità 2023 avente l’occorrente disponibilità (bilancio pluriennale di previsione 2023-2025) - art. 26 “Organizzazione eventi, pubblicità e servizi per trasferta”, V livello “Pubblicità”, Piano dei Conti U.1.03.02.02.004 - con pagamento a 30 gg Data Ricevimento Fattura come di seguito dettagliato (si tratta di debito commerciale):

Beneficiaria: ditta Teleradio Diffusione Bassano Srl, P. IVA 01711410249. Modalità di fatturazione: fatturazione ad esecuzione della prestazione con pagamento a 30 gg Data Ricevimento Fattura. La fattura dev’essere trasmessa in forma elettronica ex Legge 244/2007, art. l, commi da 209 a 214, conformemente al nuovo formato utilizzato sia per la fatturazione elettronica verso la P.A. sia per la fatturazione elettronica tra privati, secondo un unico tracciato XML e sempre attraverso il Sistema di Interscambio (SdI) come previsto dal D.Lgs. n. 127/2015 e ss.mm.ii. Il Codice Univoco Ufficio della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica, gestito dall’Agenzia delle Entrate, per recapitare correttamente la fattura è il seguente: X343L6.

Capitolo n. 100051
" Finanziamento delle attività di informazione, sperimentazione e monitoraggio nel campo della tutela ambientale – acquisto di beni e servizi (art. 70, D.lgs. 31/03/1998, n. 112 – L.R. 21/01/2000, n. 3)”
Gestione ordinaria e precisamente: art. 26 “Organizzazione eventi, pubblicità e servizi per trasferta”, V livello “Pubblicità”, Piano dei Conti U.1.03.02.02.004

Annualità
2023

€ 35.999,99=

(IVA al 22%
inclusa)

 

Dato atto che:

  • alla procedura in oggetto è stato assegnato dall’ANAC il Codice Identificativo Gara n. YBF3BFBC3D e, trattandosi di contratto di importo inferiore a 40.000,00 euro, non vi è obbligo di pagare il contributo a favore di ANAC negli importi fissati con deliberazione dell’Agenzia n. 1300 del 20/12/2017 e ss.mm.ii;
  • in merito al possesso in capo al Fornitore dei requisiti di carattere generale e speciale di cui agli articoli 94 e 95 del D.Lgs. n. 36/2023, è stata acquisita la relativa attestazione con dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’articolo 52, comma 1, del D.Lgs. n. 36/2023. Il predetto articolo prevede che negli affidamenti diretti di importo inferiore a € 40.000, la stazione appaltante è esonerata dall’obbligo di verifica puntuale dei requisiti dell’affidatario, salva la facoltà di risolvere il contratto laddove le successive verifiche (a campione) non confermino il possesso dei predetti requisiti;
  • si applica alla procedura in oggetto l’articolo 55, comma 2 del D.Lgs. n. 36/2023 relativamente alla mancata applicazione del termine dilatorio per la stipulazione del contratto;
  • per le modalità previste di esecuzione della prestazione di cui si tratta, ai sensi della determinazione ANAC n. 3 del 05/03/2008, non si rilevano rischi da interferenza ed i costi della sicurezza sono pari a zero;
  • Responsabile Unico del Procedimento e Responsabile dell’Esecuzione ex art. 15 del D.Lgs. n. 36/2023 è il Direttore della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica, dott. Paolo Giandon;
  • all’affidamento si applicano le clausole del Protocollo di legalità sottoscritto dalla Regione del Veneto in data 17/09/2019 e approvato con DGR n. 951 del 02/07/2019, ai fini della prevenzione dei tentativi d’infiltrazione della criminalità organizzata nel settore dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, consultabile sul sito della Giunta regionale: https://www.regione.veneto.it/web/lavori-pubblici/protocollo-di-legalita;
  • l’incarico configura un servizio di natura imprenditoriale riconducibile al contratto d’appalto di servizi ex art. 1655 c.c.

Atteso che:

  • il pagamento del corrispettivo è subordinato all’esaurimento delle procedure amministrative/contabili dell’Amministrazione ed avverrà in coerenza con gli obblighi previsti dalla Legge n. 248 del 04/08/2006 oltre che con le nuove regole di contabilità introdotte dal D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.
  • la procedura è compatibile con la vigente legislazione comunitaria, statale e regionale.

Richiamati i principi di economicità, efficacia, tempestività e correttezza dell’attività della pubblica amministrazione per l’affidamento e l’esecuzione dei lavori, servizi e forniture in considerazione del valore del servizio da affidare.

Preso atto che con la DGR n. 845 del 30/06/2020 “Direttive sul contenimento della spesa pubblica. Aggiornamento anno 2020” si è dato conto del fatto che, in base al co. 2 dell’art. 57 del D.L. n. 124/2019, come sostituito dalla legge di conversione n. 157/2019, a decorrere dall'anno 2020 cessano di applicarsi alle Regioni, tra le altre, le disposizioni in materia di contenimento e di riduzione della spesa e di obblighi informativi di cui all'art. 6, commi 7, 8, 9, 12 e 13 del D.L. n. 78 del 31/05/2010, convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 122 del 30/07/2010.

TUTTO CIO’ PREMESSO

  • VISTO il D.lgs. n. 36 del 31/03/2023 (“Nuovo Codice dei contratti pubblici” efficace dal 01/07/2023);
  • RICHIAMATE la Legge n. 94 del 06/07/2012, la Legge n. 296 del 27/12/2006 (art. 1, co. 450), la Legge n. 208 del 28/12/2015, art.1, commi 502 e 503, la Legge n. 232 del 11/12/2016 e la Legge n. 145 del 30/12/2018;
  • VISTO il D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;
  • VISTO il D.lgs. n. 33 del 14/03/2013 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;
  • VISTE la DGR n. 1823 del 06/12/2019 e la DGR n. 1004 del 21/07/2020, recanti gli indirizzi operativi per la gestione delle procedure di acquisizione di servizi, forniture e lavori sotto soglia comunitaria per le esigenze della Regione del Veneto;
  • VISTE le Linee Guida di ANAC n. 3 e n. 4;
  • VISTO il DPR n. 101 del 04/04/2002 “Regolamento recante criteri e modalità per l'espletamento da parte delle amministrazioni pubbliche di procedure telematiche di acquisto per l'approvvigionamento di beni e servizi”;
  • VISTA l’offerta presentata dalla ditta Teleradio Diffusione Bassano Srl, P. IVA 01711410249- agli atti della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica e l’ordinativo perfezionato in data odierna su piattaforma APPTEL a favore della stessa con assunzione della relativa obbligazione giuridica passiva;
  • VISTA la Legge Regionale n. 39 del 29/11/2001 con cui si è approvato l’Ordinamento del bilancio e della contabilità della Regione) e ss.mm.ii.;
  • VISTA la L.R. del 23.12.2022 n. 32 “Bilancio di previsione 2023 - 2025”;
  • VISTA la DGR n. 1665 del 30.12.2022 che approva il Documento tecnico di accompagnamento del Bilancio di previsione 2023-2025 e successive variazioni;
  • VISTO il Decreto n. 71 del 28.12.2022 del Direttore dell’Area Risorse Finanziarie, Strumentali, ICT ed Enti locali di approvazione del Bilancio finanziario gestionale 2023–2025, su delega conferita con Decreto del Segretario Generale della Programmazione n.15 del 28 dicembre 2022;

decreta

1. di approvare le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

2. di approvare la procedura d’acquisto descritta in premessa, dando atto che l'oggetto della prestazione è costituito dalla fornitura di un servizio di messa in onda di spot televisivi della durata di 3 minuti relativi a tematiche ambientali da parte della ditta Teleradio Diffusione Bassano Srl con sede in via Melchiorazzo, 7 – Bassano del Grappa (VI), P. IVA 01711410249 - CIG n. YBF3BFBC3D;

3. di dare atto che l'acquisizione delle prestazioni in oggetto è stata effettuata tramite trattativa n. 275 su piattaforma APPTEL ai sensi dell’articolo 50, comma 1, lettera b), del D.Lgs. n. 36 del 31/03/2023;

4. di affidare il servizio di cui al precedente punto 2) alla succitata ditta Teleradio Diffusione Bassano Srl con sede in via Melchiorazzo, 7 – Bassano del Grappa (VI), P. IVA 01711410249, e di conferire alla stessa l’incarico di fornire la prestazione in oggetto per l’importo di € 29.508,19=(IVA al 22% esclusa), alle condizioni di cui alla richiesta di offerta pubblicata sulla piattaforma APPTEL, all’offerta presentata (agli atti) nonché all’obbligazione giuridica contrattuale perfezionata in data odierna;

5. di approvare la spesa complessiva di € 35.999,99=(IVA al 22% inclusa) per la fornitura delle prestazioni in oggetto, a fronte della positiva verifica di congruità tecnico-economica di quanto offerto rispetto alle necessità dell’Amministrazione;

6. di corrispondere in favore della ditta Teleradio Diffusione Bassano Srl con sede in via Melchiorazzo, 7 – Bassano del Grappa (VI), P. IVA 01711410249, (anagrafica 00020833) la somma di € 35.999,99=(IVA al 22% inclusa), con pagamento a 30 gg Data Ricevimento Fattura, subordinatamente alla verifica della fattura emessa e all’esaurimento delle procedure amministrative/contabili proprie dell’Amministrazione;

7. di provvedere, per le motivazioni di cui in premessa, alla copertura dell’obbligazione giuridica passiva perfezionata e di impegnare (secondo le specifiche e l’esigibilità contenute nell’Allegato contabile del presente atto, di cui costituisce parte integrante e sostanziale) la spesa di € 35.999,99=(IVA al 22% inclusa) a valere sul capitolo n. 100051 relativo a " Finanziamento delle attività di informazione, sperimentazione e monitoraggio nel campo della tutela ambientale – acquisto di beni e servizi (art. 70, D.lgs. 31/03/1998, n. 112 – L.R. 21/01/2000, n. 3)" del bilancio regionale per l’annualità 2023 avente l’occorrente disponibilità (bilancio pluriennale di previsione 2023-2025) - art. 26 “Organizzazione eventi, pubblicità e servizi per trasferta”, V livello “Pubblicità”, Piano dei Conti U.1.03.02.02.004 - con pagamento a 30 gg Data Ricevimento Fattura come di seguito dettagliato (si tratta di debito commerciale):

Beneficiaria: ditta Teleradio Diffusione Bassano Srl con sede in via Melchiorazzo, 7 – Bassano del Grappa (VI), P. IVA 01711410249. Modalità di fatturazione: fatturazione ad esecuzione della prestazione con pagamento a 30 gg Data Ricevimento Fattura. La fattura dev’essere trasmessa in forma elettronica ex Legge 244/2007, art. l, commi da 209 a 214, conformemente al nuovo formato utilizzato sia per la fatturazione elettronica verso la P.A. sia per la fatturazione elettronica tra privati, secondo un unico tracciato XML e sempre attraverso il Sistema di Interscambio (SdI) come previsto dal D.Lgs. n. 127/2015 e ss.mm.ii. Il Codice Univoco Ufficio della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica, gestito dall’Agenzia delle Entrate, per recapitare correttamente la fattura è il seguente: X343L6.

Capitolo n. 100051

" Finanziamento delle attività di informazione, sperimentazione e monitoraggio nel campo della tutela ambientale – acquisto di beni e servizi (art. 70, D.lgs. 31/03/1998, n. 112 – L.R. 21/01/2000, n. 3)”

Gestione ordinaria e precisamente: art. 26 “Organizzazione eventi, pubblicità e servizi per trasferta”, V livello “Pubblicità”, Piano dei Conti U.1.03.02.02.004

Annualità
2023

€ 35.999,99=

(IVA al 22%
inclusa)

 

8. di attestare che l’obbligazione di spesa di cui si dispone l’impegno è perfezionata ed esigibile nell’anno 2023, configurandosi come debito commerciale con beneficiario e importo determinati;

9. di dare atto che alla liquidazione si procederà ai sensi dell’art. 44 della Legge Regionale n. 39/2001, previo accertamento della regolare esecuzione e su presentazione di regolare fattura;

10. di attestare che l’imputazione della spesa avviene secondo esigibilità nell’esercizio finanziario indicato nel suddetto Allegato contabile;

11. di disporre che il pagamento relativo all'incarico in parola venga corrisposto all’appaltatore su presentazione di fattura (elettronica) di spesa che dev’essere previa verifica del corretto svolgimento del servizio affidato con le modalità di cui all’art. 3 della Legge n. 136/2010 e ss.mm.ii. (bonifico su conto corrente bancario/postale dedicato alle commesse pubbliche e previo espletamento con esito positivo delle verifiche di legge);

12. di dare atto che è, in merito al possesso in capo al Fornitore dei requisiti di carattere generale di cui agli articoli 94 e 95 del D.Lgs. n. 36/2023, è stata acquisita la relativa attestazione con dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’articolo 52, comma 1, del D.Lgs. n. 36/2023;

13. di attestare che il pagamento è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;

14. di dare atto, ai fini della fatturazione elettronica, che il Codice Univoco Ufficio della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica è il seguente: X343L6;

15. di dare atto che le prestazioni da acquisire non risultano presenti in convenzioni Consip attive;

16. di dare atto che Responsabile Unico del Procedimento nonchè Responsabile dell’Esecuzione ex artt. 31 e 101 del D.lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii. è il Direttore della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica della Regione del Veneto, dott. Paolo Giandon;

17. di informare che avverso il presente atto può essere proposto ricorso giurisdizionale avanti il TAR del Veneto entro 30 gg dall'avvenuta pubblicazione (Legge n. 1034 del 06/12/1971 e D.lgs. n. 104 del 02/07/2010) ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 gg dallo stesso termine (DPR n. 1199 del 24/11/1971);

18. di comunicare al destinatario della spesa le informazioni relative all’impegno ai sensi dell’art. 56, co. 7 del D. Lgs. n. 118/2011;

19. di attestare la regolarità amministrativa del provvedimento;

20. di confermare l'assenza di rischi interferenziali e pertanto di stabilire che nessuna somma riguardante la gestione dei suddetti rischi verrà riconosciuta all'operatore economico affidatario dell'appalto, e che non si rende necessaria la predisposizione del Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali (DUVRI);

21. di prendere atto che con DGR n. 845 del 30/06/2020 “Direttive sul contenimento della spesa pubblica. Aggiornamento anno 2020” si è dato conto del fatto che, in base al co. 2 dell’art 57 del D.L. n. 124/2019, come sostituito dalla Legge di conversione n. 157/2019, a decorrere dall'anno 2020 cessano di applicarsi alle Regioni, tra le altre, le disposizioni in materia di contenimento e di riduzione della spesa e di obblighi informativi di cui all'art. 6, commi 7, 8, 9, 12 e 13 del D.L. n. 78 del 31/05/2010, convertito con modificazioni dalla Legge n. 122 del 30/07/2010;

22. di trasmettere il presente atto alla Direzione Bilancio e Ragioneria per l’apposizione del visto di regolarità contabile al fine del perfezionamento dell’efficacia;

23. di trasmettere il presente atto alla Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti ai sensi dell’art. 1, co. 173 della Legge n. 266 del 23/12/2005;

24. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi degli artt. 23 e 37 del D.Lgs. n. 33 del 14/03/2013 ed ai sensi dell’art. 29 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii.;

25. di pubblicare il presente atto sul Profilo Committente della Regione del Veneto, www.regione.veneto.it, all'interno del link "Bandi, Avvisi e Concorsi", ai sensi dell'art. 29, co. 1 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii.;

26. di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione, omettendo l’Allegato contabile.

Paolo Giandon

Allegato (omissis)

Torna indietro