Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 102 del 01 agosto 2023


Materia: Difesa del suolo

Decreto DEL DIRETTORE DELLA UNITA' ORGANIZZATIVA SERVIZI FORESTALI n. 295 del 27 aprile 2023

O.C.D.P.C. n. 943 del 09/11/2022 di subentro all'O.C.D.P.C. n. 704 del 01/10/2020 - O. C. n. 1 del 19/02/2021. Codice Intervento 21: "Ripristrino danni e rimozione del materiale vegetale e alluvionale prodotto dalla piena del Rio Cusighe in località Veneggia in Comune di Belluno e consolidamento dei versanti dissestati". Importo intervento € 329.000,00 Affidamento incarico di Collaudo statico per l'importo di € 3.052,91 oneri compresi. CUP H35H20000060001 - CIG: Z053ABC2F7.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si affida all’Ing. Stefania Stella legale rappresentante della società Concept Area S.r.l. con sede legale a Villanova di Camposampiero (PD) in Via Caltana 89, C.F. e P.Iva 05191540284, l’ incarico di Collaudo statico per l’importo di € 3.052,91 oneri compresi.
O.C.D.P.C. n. 704 del 01/10/2020;
O.C.D.P.C. n. 943 del 09/11/2022.

Il Direttore

PREMESSO CHE:

  • nel mese di agosto 2020 il territorio delle province di Belluno, di Padova, di Verona e di Vicenza è stato interessato da eventi meteorologici di eccezionale intensità che hanno determinato una grave situazione di pericolo per l’incolumità delle persone, con danneggiamenti alle infrastrutture viarie e ad edifici pubblici e privati, nonché danni alle attività produttive;
  • con decreto n. 90 del 24/08/2020 il Presidente della Giunta Regionale ha dichiarato, conseguentemente, lo “stato di crisi” ai sensi dell’art. 106, comma 1 lett. a), della L.R. n. 11/2001 a seguito degli eventi eccezionali sopra specificati;
  • con Delibera in data 10/09/2020, il Consiglio dei Ministri (D.C.M.) ha provveduto per l’attuazione dei primi interventi, nelle more della valutazione dell’effettivo impatto dell’evento in rassegna, ad uno stanziamento nel limite di Euro 6.800.000,00 a valere sul Fondo per le emergenze nazionali di cui all'articolo 44, comma 1, del decreto legislativo n. 1 del 2018;
  • successivamente con Ordinanza n. 704 (O.C.D.P.C.), in data 1° ottobre 2020, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 254 del 14/10/2020 il Capo del Dipartimento della Protezione Civile ha nominato il Presidente della Regione Veneto quale Commissario delegato per la realizzazione degli interventi necessari al superamento del contesto emergenziale in argomento;
  • con Ordinanze commissariali n. 1 del 23/10/2020 e n. 2 del 31/12/2020 è stato individuato, nominato e confermato Soggetto attuatore per il SETTORE PIANIFICAZIONE ED ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI il Dott. Nicola Dell’Acqua, già Direttore dell’Area Tutela e Sviluppo del Territorio della Regione del Veneto e dal 1° Gennaio 2021 Direttore dell’Agenzia regionale Veneto Agricoltura, che per lo svolgimento delle attività si avvale del personale e delle Strutture afferenti all’Area Tutela e Sviluppo del Territorio ora Area Tutela e Sicurezza del Territorio, come individuate con nota commissariale in data 12/10/2020 prot. n. 432361;
  • con Ordinanza n. 793 del 07/09/2021 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 227 del 22/09/2021 si provvede alla parziale modifica di quanto disposto all’art. 1, comma 1, dell’ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile n. 704 del 1° ottobre 2020, dove in sostituzione del presidente della Regione Veneto è nominato Commissario delegato per l’emergenza in rassegna il dott. Nicola Dell’Acqua, direttore dell’Agenzia regionale Veneto Agricoltura;

PREMESSO ALTRESI’ CHE ai sensi dell’art. 1, commi 3 e 4 dell’O.C.D.P.C. n. 704/2020, il Commissario delegato predispone il Piano degli interventi necessari per salvaguardare la pubblica e privata incolumità della popolazione coinvolta, anche per stralci e può essere successivamente rimodulato ed integrato, nei limiti delle risorse stanziate di cui all’art. 7 della D.C.M. del 10/09/2020 nonché delle ulteriori risorse finanziarie finalizzate al superamento del contesto emergenziale in rassegna;

VISTA la Delibera del Consiglio dei Ministri del 20 maggio 2021, pubblicata in G.U. n. 133, serie generale, del 03/06/2021, con la quale, sono state assegnate alla Regione Veneto, ad integrazione delle somme già stanziate, le risorse pari ad Euro 10.877.926,18 per gli interventi di cui alle lettere a), b) e c) del comma 2 dell’art.25 del D.Lgs n.1/2018 per un totale complessivo di € 17.677.926,18;

VISTA l’ordinanza commissariale n. 1 del 19/02/2021 con la quale è stato approvato, come autorizzato dal Dipartimento della Protezione civile con nota n. POST/0017383 del 22/04/2022, ulteriore Stralcio del Piano degli interventi, a valere sul fondo per le emergenze nazionali di cui all’art. 44, comma 1 del D.Lgs. n. 1/2018, per interventi immediati di messa in sicurezza e ripristino delle situazioni di pericolo per la pubblica e privata incolumità, per il ripristino dei servizi pubblici e delle infrastrutture di reti strategiche, e per le attività di gestione dei rifiuti del materiale vegetale e alluvionale delle terre e delle rocce da scavo prodotte dagli eventi, nonché per le misure volte a garantire la continuità amministrativa nel territorio interessato, anche mediante interventi di natura temporanea, di cui all’OCDPC 704/2020;

RISULTATO che la sopraccitata Ordinanza Commissariale n. 1/2021 ha individuato il Soggetto Attuatore U.O. Forestale per l’espletamento delle funzioni di cui sopra e che nella stessa rientra nell’elenco di cui all’Allegato B il progetto Codice Intervento 21: Ripristino danni e rimozione del materiale vegetale e alluvionale prodotto dalla piena del Rio Cusighe in località Veneggia in Comune di Belluno e consolidamento dei versanti dissestati - CUP: H35H20000060001, quale 2° stralcio esecutivo del progetto Codice intervento DLgs 1/2018-622-BL-139 “Consolidamento alveo e versanti dissestati lungo il Rio Cusighe in località Veneggia in Comune di Belluno”, finanziato con O.C.D.P.C. n. 622 del 17/12/2019;

CONSIDERATO che con deliberazione n. 571 in data 04/05/2021, successivamente integrata con deliberazione n. 715 in data 08/06/2021, la Giunta regionale, in esecuzione degli adempimenti connessi all’avvio della XI legislatura ha proceduto all’individuazione delle Direzioni e delle Unità Organizzative nelle stesse incardinate, in attuazione dell’art. 9 della L. R. 54 del 31/12/2012 e s.m.i.;

PRESO ATTO che in applicazione dei succitati provvedimenti la preesistente “U.O. Forestale” ha assunto la denominazione di “U.O. Servizi Forestali” subentrando nelle attribuzioni e nelle funzioni di competenza;

VISTA la nota del 25 maggio 2022 prot. 238840 a firma del sottoscritto Soggetto Attuatore di nomina a Responsabile Unico del Procedimento del dott. Mario Gaio, funzionario dell’U.O. Servizi Forestali della Regione Veneto;

VISTO che lo stato di emergenza dichiarato con DCM del 10/09/2020, prorogato con successive disposizioni, risulta scaduto il 10/09/2022;

VISTA l’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile, n. 943 del 9 novembre 2022, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 269 del 17 novembre 2022, con la quale la Regione Veneto è stata individuata quale Amministrazione competente alla prosecuzione, in via ordinaria, dell’esercizio delle funzioni del Commissario Delegato di cui all’art. 1, comma 1, dell’O.C.D.P.C. n. 704 del 1 ottobre 2020, come sostituto ai sensi dell’O.C.D.P.C. n. 793 del 7 settembre 2021, nelle iniziative finalizzate al superamento della situazione di criticità determinatasi in conseguenza degli eventi meteorologici verificatisi nel mese di agosto 2020 nel territorio delle province di Belluno, di Padova, di Verona e di Vicenza;

PRESO ATTO che per le suddette finalità, il Direttore della Direzione Protezione Civile è stato individuato quale soggetto responsabile delle iniziative finalizzate al completamento degli interventi contenuti nei Piani degli interventi di cui all’art. 1 dell’O.C.D.P.C. n. 704 del 1 ottobre 2020, come integrati dall’art. 1 dell’O.C.D.P.C. n.839 del 12 gennaio 2022, e nelle eventuali rimodulazioni degli stessi, già formalmente approvati dal Dipartimento della protezione civile alla data di adozione della O.C.D.P.C. n. 943/2022, a tal fine autorizzato ad utilizzare le risorse disponibili sulla contabilità speciale n. 6249, aperta ai sensi della richiamata O.C.D.P.C. n. 704/2020, che viene conseguentemente al medesimo intestata fino al 10 settembre 2024;

VISTA la nota prot. n. 547149 del 25/11/2022 con la quale il Direttore della Direzione Protezione Civile, Sicurezza e Polizia Locale ha fornito alle Strutture regionali, già Soggetti Attuatori, coinvolte nell’ambito del contesto emergenziale in argomento, indicazioni in merito alle modalità di svolgimento, in via ordinaria, delle attività di rispettiva competenza;

DATO ATTO che:

  • con Ordinanza Commissariale n. 1 del 19/02/2021 sono stati, tra l’altro, approvati gli interventi afferenti al settore Idrogeologico (Allegato B) relativi all’OCDPC n. 704/2020 per l’Emergenza eventi meteorologici verificatesi nel mese di agosto 2020;
  • tra gli interventi di cui all’Ordinanza Commissariale n. 1 del 19/02/2021, Allegato B, è ricompreso anche l’intervento denominato codice intervento 21 “Ripristino danni e rimozione del materiale vegetale e alluvionale prodotto dalla piena del Rio Cusighe in località Veneggia in Comune di Belluno e consolidamento dei versanti dissestati” – Importo progetto pari ad €. 329.000,00;

PRESO ATTO che è necessario procedere all’affidamento per la prestazione professionale di Collaudo Statico dell’intervento di “Ripristino danni e rimozione del materiale vegetale e alluvionale prodotto dalla piena del Rio Cusighe in località Veneggia in Comune di Belluno e consolidamento dei versanti dissestati

VISTO che l’art. 1 c. 2 lett. a) del decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, convertito con modificazioni dalla legge 11 settembre 2020 n. 120 e sostituito dall’art. 51 della L.108/2021, consente l’affidamento diretto per i servizi di ingegneria e architettura e l’attività di progettazione, di importo inferiore a 139.000,00 euro;

VISTO che l’art. 1 dell’Ordinanza n. 943 sopra richiamata, autorizza il soggetto responsabile alla prosecuzione degli interventi con le modalità, anche derogatorie, stabilite dall’art. 4 dell’Ordinanza. n. 704/2020 e ss.mm.ii. e ritenuto di dover applicare le deroghe ivi contenute relativamente alle procedure di affidamento degli incarichi, perdurando il rischio idrogeologico e l’urgente esigenza di tutela della pubblica e privata incolumità mediante la messa in sicurezza di situazioni di rischio elevato;

CONSIDERATO che:

  • per l’espletamento dell’incarico in oggetto, con nota prot. 155142 del 21/03/2023, è stato richiesto un preventivo all’Ing. Stefania Stella legale rappresentante della società Concept Area S.r.l. con sede legale a Villanova di Camposampiero (PD) in Via Caltana 89, C.F. e P.Iva 05191540284;
  • è stato acquisito al protocollo n. 166818 del 27/03/2023, il preventivo inviato dall’Ing. Stefania Stella sopra generalizzata per l’incarico di Collaudo statico dell’intervento in oggetto pari ad € 2.406,14 più Cassa previdenziale e assist. 4% € 96,25, più IVA 22% € 550,52. Totale compensi e oneri previdenziali € 3.052,91;
  • l’ipotesi di spesa quantificata dall’ l’Ing. Stefania Stella risulta adeguata dal punto di vista economico-finanziario, in quanto sulle prestazioni da affidare sono stati calcolati i compensi professionali applicabili (ai sensi del D.M 17 giugno 2016, attuativo degli artt. 24 e 31, comma 8, del D.Lgs n. 50/2016) e lo stesso ha effettuato uno sconto pari all’8%, come risulta dalla verifica di congruità effettuata dai referenti di progetto;

CONSIDERATO altresì che questo Ente ha rispettato il principio di rotazione non avendo affidato nel recente passato altro incarico per tale tipologia al medesimo professionista;

ATTESO che l’incarico dell’Ing. Stefania Stella sarà espletato dalla data del presente atto e verrà formalizzato con contratto sottoscritto tra le parti, il quale conterrà le modalità ed i termini dell’incarico;

ATTESO che la spesa per l’incarico all’Ing. Stefania Stella trova copertura all’interno del quadro economico del progetto Codice intervento OCDPC-704-21 finanziato con i fondi stanziati a valere sulla Contabilità Speciale n. 6249 di cui all'O.C.D.P.C. 704/2020;

VISTO il D. Lgs 50/2016 e s.m.i.;

VISTO il D.Lgs n. 1/2018;

VISTA il DCM del 10/09/2020;

VISTA l’O.C.D.P.C. n. 704 del 01/10/2020;

VISTA l’O.C.D.P.C. n. 943 del 09/10/2022;

VISTA l’Ordinanza Commissariale n. 1 del 19/02/2021

decreta

1.   di dare atto che le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

2.   di affidare all’Ing. Stefania Stella, legale rappresentante della società Concept Area S.r.l. con sede legale a Villanova di Camposampiero (PD) in Via Caltana 89, C.F. e P.Iva 05191540284,- l’incarico per la prestazione di Collaudo statico per l’Intervento ex OCDPC-704-21: “Ripristrino danni e rimozione del materiale vegetale e alluvionale  prodotto dalla piena del Rio Cusighe in località Veneggia in Comune di Belluno e consolidamento dei versanti dissestati” - CUP H35H20000060001 - CIG: Z053ABC2F7;

3.   di dare atto che l’attività tecnica di cui al precedente punto 2) da parte del professionista sopra generalizzato, avverrà secondo le modalità ed i termini contenuti nell’atto di affidamento che verrà stipulato tra le parti;

4.   di dare atto che il corrispettivo per la realizzazione dell’attività meglio evidenziata al precedente punto 2) viene quantificato nell’importo per l’incarico in oggetto pari ad € 2.406,14 più Cassa previdenziale e assist. 4% € 96,25, più IVA 22% € 550,52. Totale compensi e oneri previdenziali € 3.052,91, spesa che risulta congrua dal punto di vista economico-finanziario, rispondente alla tipologia ed alla complessità delle opere strutturali da realizzare;

5.   di dare atto che l’affidamento dell’incarico sarà perfezionato mediante la stipula di apposito contratto in deroga al termine dilatorio di cui all’art. 32, c. 9 del D.Lgs. 50/2016;

6.   di dare atto che la spesa di € 3.052,91 comprensivi di oneri fiscali, trova copertura all’interno del quadro economico del progetto Codice intervento ex OCDPC-704-21 finanziato con i fondi stanziati a valere sulla Contabilità Speciale n. 6249 di cui all'O.C.D.P.C. 704/2020;

7.   di pubblicare integralmente il presente decreto sul BUR della Regione del Veneto ai sensi art. 42 del D. Lgs 33/2013, nonché sul sito internet della Regione del Veneto nell’apposita sezione Sicurezza del Territorio dedicata alla Gestione Commissariali e Post Emergenziali.        

Gianmaria Sommavilla

Torna indietro