Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 10 del 24/01/2023
Scarica la versione firmata del BUR n. 10 del 24/01/2023
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 10 del 24 gennaio 2023


Materia: Formazione professionale e lavoro

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE FORMAZIONE E ISTRUZIONE n. 1349 del 30 novembre 2022

Assunzione impegno di spesa e successiva liquidazione ai sensi art. 44 L.R.39/2001 e artt. 56 e 57 D. Lgs.118/2011 e ss.mm.ii., in relazione al contributo previsto dalla DGR n. 1521 del 29/11/2022. Percorsi per lo sviluppo delle competenze in materia di storia e cultura del Veneto negli Istituti scolastici statali e paritari di ogni ordine e grado e nelle Scuole di formazione professionale del Veneto. Approvazione dell'Avviso pubblico per la presentazione di progetti da realizzare nell'Anno Scolastico-Formativo 2022/2023. L.R. 13 aprile 2001, n. 11, art.138, comma 1, lettera f).

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si dispone l’assunzione dell’impegno di spesa e la successiva liquidazione del contributo, ai sensi degli artt. 56 e 57 del D.Lgs. 118/2011 e art. 44 della L.R. 39/2001 e ss.mm.ii. a favore dell’Istituto “I.I.S. Liceo L. Stefanini” di Venezia – Mestre, individuato quale scuola polo dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto per la gestione amministrativa dell’iniziativa prevista dalla DGR n. 1521 del 29/11/2022.

Il Direttore

(omissis)

decreta

  1. di stabilire che le premesse al presente decreto ne siano parte integrante e sostanziale;
  2. di disporre, per le motivazioni esposte in premessa, ai sensi dell’art. 56 del D.Lgs. n. 118/2011 e s.m.i., la registrazione contabile dell’impegno di spesa di Euro 50.000,00, in relazione all’obbligazione prevista dalla DGR n. 1521 del 29/11/2022, a favore dell’I.I.S. Liceo “L. Stefanini” di Venezia – Mestre, codice meccanografico VEPM02000G e C.F. 90067670274 a  carico delle sufficienti disponibilità del capitolo di spesa n. 100171 “Istruzione scolastica, funzioni della Regione per la  promozione, la programmazione ed il sostegno (art. da 135 a 142, L.R. 13/04/2001, n. 11)”, iscritte nel Bilancio regionale di previsione 2022-2024, approvato con L.R. n. 36 del 20/12/2021, secondo le specifiche e l’esigibilità di cui all’Allegato AAllegato contabile”, parte integrante e sostanziale del presente atto;
  3. di dare atto che la somma impegnata di cui al punto precedente è destinata secondo la seguente ripartizione, conformemente alle disposizioni di cui alla DGR 1521/2022:
    • Euro 45.500,00 per percorsi rivolti agli studenti;
    • Euro 1.000,00 per la realizzazione di un dossier digitale, curato dalla scuola polo, che raccolga i progetti realizzati nelle scuole, in attuazione del presente provvedimento;
    • Euro 3.000,00 per il rimborso spese sostenute dai docenti individuati dal USRV per la realizzazione del programma di formazione;
    • Euro 500,00 quale contributo specifico alla scuola polo a titolo di compartecipazione dei costi sostenuti per le attività amministrative necessarie alla gestione dell’iniziativa;
  4. di procedere alla liquidazione della spesa di cui al punto 2, a favore della “Scuola polo” come individuata da parte dell’USRV, anticipatamente ed in un’unica soluzione, ad avvenuta esecutività del presente provvedimento, ai sensi dell’art. 57 del D.Lgs. 118/2011 e s.m.i., in conformità alle previsioni di cui alla DGR n. 1521 del 29/11/2022. Stante la natura di ente pubblico del beneficiario, non è prevista alcuna polizza fideiussoria a garanzia dell’anticipazione;
  5. di stabilire che i beneficiari e l’USRV per conto dei docenti di Area 10, entro 60 giorni dalla conclusione delle attività, dovranno inviare all’Amministrazione regionale, a mezzo PEC, all’indirizzo “formazioneistruzione@pec.regione.veneto.it”, il rendiconto delle spese sostenute, sulla base delle disposizioni di cui al DDR n. 556 del 15 maggio 2017, per l’approvazione, con apposito atto, da parte del Direttore della Direzione Formazione e Istruzione;
  6. di dare atto che la scuola polo, provvederà alla liquidazione del contributo assegnato alle scuole beneficiarie, ad avvenuta approvazione del rendiconto da parte della Direzione Formazione e Istruzione e che la stessa invierà successivamente alla medesima Direzione a mezzo  PEC, entro 30 gg. dalla conclusione delle attività di liquidazione, il rendiconto delle spese sostenute relativamente ai contributi assegnati , sulla base delle disposizioni di cui al DDR n. 556 del 15 maggio 2017, comprendente la dichiarazione sostitutiva di atto di  notorietà circa la congruità delle spese sostenute rispetto al contributo approvato e l’elenco dei trasferimenti  effettivamente eseguiti verso i beneficiari finali, regolarmente quietanzati;
  7. di dare atto che qualora in sede di rendicontazione della spesa emerga un credito regionale derivante dalla minor spesa ammissibile rispetto alle somme già erogate, si procederà senza indugio alla richiesta di reintroito e alla contestuale adozione del correlato atto di accertamento ai sensi art. 53 D.Lgs. 118/2011 e s.m.i.;
  8. di dare atto che l’obbligazione di cui al presente atto è giuridicamente perfezionata, scade nel corrente esercizio e che, ai sensi art. 56, comma 6, D.Lgs. 118/2011 e s.m.i., il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
  9. di trasmettere alla “Scuola polo” I.I.S. Liceo “L. Stefanini”, il presente provvedimento ai sensi art. 56, comma 7, D.Lgs. 118/2011 e s.m.i.;
  10. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi degli artt. 26 e 27 del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33;
  11. di trasmettere il presente provvedimento alla Direzione Bilancio e Ragioneria per l’apposizione del visto di regolarità contabile ai fini del perfezionamento dell’efficacia;
  12. di pubblicare il presente atto per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione, nonché nel sito istituzionale regionale all’indirizzo https://supportoformazione.regione.veneto.it/istruzione/sistema-scuola/storia-cultura;
  13. di informare che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale avanti il Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dall’avvenuta conoscenza ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni.

Massimo Marzano Bernardi

Allegato (omissis)

Torna indietro