Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 6 del 14/01/2022
Scarica la versione firmata del BUR n. 6 del 14/01/2022
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 6 del 14 gennaio 2022


Materia: Protezione civile e calamità naturali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE PROTEZIONE CIVILE, SICUREZZA E POLIZIA LOCALE n. 233 del 20 dicembre 2021

DCM del 28.07.2016 e OCDPC n.671/2020. Concessione di contributi per i danni occorsi alle imprese agricole a seguito degli eventi calamitosi che hanno interessato alcuni territori della Regione Veneto dal 30 gennaio al 18 febbraio 2014, ai sensi della Legge n. 208/2015 art. 1 commi da 422 a 428 ter. Approvazione, a conclusione dell'istruttoria e delle verifiche effettuate in SIAN ai sensi del D.M. 31 maggio 2017 n. 115 "Regolamento recante la disciplina per il funzionamento del Registro nazionale degli aiuti di Stato'' svolte dall'Organismo istruttore, dell'elenco delle domande ammesse al fine dell'assegnazione, nei limiti degli importi autorizzati, dei contributi da ammettere a finanziamento agevolato a ristoro dei danni subìti in conseguenza degli eventi calamitosi che hanno interessato alcuni territori della Regione Veneto dal 30 gennaio al 18 febbraio 2014. Acquisizione dei codici CUP e COR.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si approva, a conclusione dell'istruttoria e delle verifiche effettuate in SIAN ai sensi del D.M. 31 maggio 2017 n. 115 "Regolamento recante la disciplina per il funzionamento del Registro nazionale degli aiuti di Stato'' svolte dall'Organismo istruttore, dell'elenco delle domande ammesse al fine dell'assegnazione, nei limiti degli importi autorizzati, dei contributi da ammettere a finanziamento agevolato a ristoro dei danni subìti in conseguenza degli eventi calamitosi che hanno interessato alcuni territori della Regione Veneto dal 30 gennaio al 18 febbraio 2014. Acquisizione dei codici CUP e COR.

Il Direttore

VISTA la Legge n. 208 del 28 dicembre 2015 art. 1 commi da 422 a 428 ter con la quale è stata avviata la procedura per l’assegnazione di contributi pubblici a privati cittadini ed attività economiche e produttive per i danni subìti a seguito di eventi calamitosi per i quali, a partire dalla primavera del 2013, sia stato decretato lo stato di emergenza;

VISTO che, ai sensi della Legge n. 208/2015, con Delibera del Consiglio dei Ministri 28 luglio 2016 (DCM), è stata effettuata una prima ricognizione degli stati emergenziali, che ha incluso, per la Regione del Veneto, quelli relativi agli eventi verificatisi dal 16 al 24 maggio 2013 (OCDPC n. 112/2013), dal 30 gennaio al 18 febbraio 2014 (OCDPC n. 170/2014), l’8 luglio e il 4 agosto 2015 (OCDPC nn. 274 e 278/2015), e sono state definite le disposizioni in merito a criteri, termini e modalità per l’erogazione dei contributi;

DATO ATTO che con Ordinanza del Capo Dipartimento di Protezione Civile (OCDPC) n. 385 del 16 agosto 2016 sono state dettate disposizioni per la concessione di contributi a favore di soggetti privati e attività economiche e produttive danneggiati dagli eventi calamitosi oggetto della ricognizione di cui alla DCM 28 luglio 2016;

VISTO in particolare che l’allegato 2 della citata OCDPC, paragrafo 1 specifica che la presentazione della domanda tesa ad ottenere i contributi in argomento è consentita ai titolari delle attività economiche e produttive che abbiano già segnalato i danni subìti con le apposite schede C “Ricognizione dei danni subiti dalle attività economiche e produttive” approvate con ordinanze del competente dipartimento, e paragrafo 3 relativo alla determinazione del contributo;

VISTA la Delibera di Giunta regionale (DGR) n. 2198 del 23 dicembre 2016 con la quale, in attuazione del disposto di cui all’allegato 2 della OCDPC n. 385/2016, sono state approvate le modalità tecniche per la gestione delle domande di contributo previsto dalla Legge n. 208/2015, ed in particolare, in allegato A, sono definiti i requisiti di ammissibilità del soggetto richiedente;

PRESO ATTO che con DCM del 21 dicembre 2019 si sono rese disponibili le risorse finanziarie necessarie al ristoro dei danni provocati in alcuni territori della Regione del Veneto dagli eventi calamitosi accaduti dal 20 gennaio al 18 febbraio 2014;

 VISTA l’OCDPC n. 671 del 7 maggio 2020 che ha consentito la regolarizzazione delle istanze di richiesta di contributi presentate, nei termini, da aziende agricole utilizzando una modulistica diversa dalla scheda “C” allegata alle ordinanze di protezione civile, a ristoro dei danni, come individuati all’art. 1 della stessa, causati dagli eventi calamitosi elencati nella DCM 21 dicembre 2019, che, per la Regione del Veneto, si sostanziano negli eventi compresi tra il 30 gennaio e il 18 febbraio 2014;

VISTA la DGR n. 1358 del 16 settembre 2020 con la quale si approva la modulistica per la regolarizzazione delle istanze di contributo a valere sulla OCDPC n. 671/2020;

CONSIDERATO che, in forza della convenzione stipulata tra la Regione del Veneto e l’AVEPA, rep. contratti e convenzioni n. 124/2018, il cui schema è stato approvato con DGR n. 1353 del 18 settembre 2018, è affidato all’AVEPA l’espletamento, quale Organismo Istruttore, delle attività di gestione dei contributi alle attività produttive, previsti dalla Legge 208/2015, sulla base delle disposizioni operative impartite con Delibera del Consiglio dei Ministri e connesse Ordinanze del Capo Dipartimento della Protezione Civile;

VISTA la nota prot. n. 94870 del 11 giugno 2020 con cui la Regione del Veneto conferma all’AVEPA l’assegnazione delle attività previste dalla richiamata convenzione anche per le istanze presentate a valere sulla OCDPC n. 671/2020;

VISTO che con Avviso pubblico inviato dall’AVEPA tramite posta elettronica certificata a tutti i Comuni della Regione del Veneto interessati dall’evento calamitoso del 30 gennaio - 18 febbraio 2014, è stata data diffusione delle facoltà previste dalla OCDPC n. 671/2020, indicando quale termine per la presentazione delle domande il 30 novembre 2020;

VISTO il D.M. 31 maggio 2017 n. 115 "Regolamento recante la disciplina per il funzionamento del Registro nazionale degli aiuti di Stato'' che, in attuazione dell’art. 52 della Legge n. 234/2012, dispone l’obbligo di indicare, nei provvedimenti di concessione degli aiuti individuali, i codici di concessione COR, acquisiti alla registrazione dell’aiuto nel pertinente Registro aiuti di stato, in esito alle consultazioni preventive previste dal citato D.M. n. 115/2017;

VISTO che l’articolo 41 del DL n. 76 del 16/07/2020 (“Decreto semplificazioni”) convertito in legge con Legge 120/2020, dispone l’obbligo per le Amministrazioni, che emanano atti amministrativi che dispongono il finanziamento pubblico o autorizzano l’esecuzione di progetti di investimento pubblico, di associare negli atti stessi il Codice unico di progetto (CUP) dei progetti autorizzati;

VISTO che, come da nota prot. 242925 della Regione del Veneto – Direzione Protezione civile, Sicurezza, Polizia Locale inviata all’Organismo istruttore AVEPA in data 25 ottobre 2021, le concessioni in argomento debbono essere registrate, ai sensi del D.M. n. 115/2017, nel pertinente registro aiuti di stato SIAN in regime de minimis agricolo (Reg. UE 1408/2013 come modificato dal Reg. UE 2019/316), non potendo esse afferire ad un regime esentato, nel rispetto del quale, ai sensi del Reg. (UE) n. 702/2014 art. 30, i contributi avrebbero dovuto essere liquidati entro quattro anni dalla data dell’evento calamitoso;

VISTO il codice SIAN-CAR 1004163;

VISTO che con nota n. 571654 del 06/12/2021 AVEPA, in esito alle consultazioni preventive effettuate in SIAN, ha comunicato la tabella riepilogativa dei soggetti e dei danni ammissibili a contributo e dei contributi massimi concedibili, comprensiva dei codici CUP e SIAN-COR, a valere sull’Ordinanza del Capo Dipartimento di Protezione Civile n.671 del 07/05/2020, Delibera di Giunta Regionale n.1358 del 16.09.2020;

RITENUTO di approvare la tabella riepilogativa dei soggetti e dei danni ammissibili a contributo e dei contributi massimi concedibili in regime de minimis agricolo (Reg. UE 1408/2013 come modificato dal Reg. UE 2019/316), comprensiva dei codici CUP e SIAN-COR come Allegato A al presente provvedimento, integralmente trasmesso con la sopracitata nota ai fini dell’assegnazione, nei limiti dell’impegno massimo di spesa autorizzato, dei contributi di cui all’oggetto;

VISTA la L.208 del 28/12/2015;

VISTO il DCM del 21/12/2019;

VISTA la DGR n.1358 del 16/09/2020;

decreta

  1. che le premesse costituiscano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
     
  2. di approvare l’allegato A al presente provvedimento, contenente l’elenco dei soggetti e dei danni ammissibili a contributo e dei contributi massimi concedibili in regime de minimis agricolo (Reg. UE 1408/2013 come modificato dal Reg. UE 2019/316) a valere sull’Ordinanza del Capo Dipartimento di Protezione Civile n.671 del 07/05/2020, Delibera di Giunta Regionale n.1358 del 16.09.2020, comprensivo dei codici CUP e SIAN-COR identificativi delle concessioni, e trasmesso all’esito positivo delle verifiche nel SIAN dall’Organismo istruttore AVEPA, ai fini dell’assegnazione, nei limiti dell’impegno massimo di spesa autorizzato, dei contributi di cui all’oggetto;
     
  3. di dare atto che il presente provvedimento non comporta spese a carico del Bilancio regionale;
     
  4. di trasmettere il presente provvedimento all’Organismo istruttore - AVEPA per l’esecuzione delle conseguenti attività;
     
  5. di pubblicare integralmente il presente provvedimento sulla sezione "Amministrazione Trasparente" dei siti istituzionali della Regione Veneto e di AVEPA, ai sensi dell'art. 26 del D.Lgs. 33/2013, nonché sul sito internet della Regione del Veneto all’apposita sezione dedicata nell’area delle Gestioni Commissariali e Post Emergenziali e sul B.U.R. del Veneto.

Luca Soppelsa

(seguono allegati)

233_Allegato_DDR_233_20-12-2021_466860.pdf

Torna indietro