Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 124 del 14/09/2021
Scarica la versione firmata del BUR n. 124 del 14/09/2021
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 124 del 14 settembre 2021


Materia: Acque

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE DIFESA DEL SUOLO E DELLA COSTA n. 29 del 03 agosto 2021

Impegno di spesa e contestuale accertamento in entrata per l'importo complessivo di Euro 5.973,12 in favore di Studio Tecnico Zangheri & Basso P.I. 03267580284 - con sede in Padova. Programma di cooperazione transfrontaliera 2014-2020 Interreg V A Italia-Croazia. Progetto MoST "Monitoring Sea-water intrusion in coastal aquifers and Testing pilot projects for its mitigation". CUP: H35J18000190007. Decreto a contrarre e contestuale affidamento diretto ai sensi dell'art. 1 comma 2 lett. a) del D.L 10/07/2020 n. 76, convertito con modificazioni in Legge n. 120/2020, come modificato dal D.L. 01/05/2021, n. 77 (in G.U. 31/05/2021 n.129), per il tramite di Trattativa Diretta in MePA, per l'affidamento del servizio per la realizzazione della Carta idro-geo-morfologica di cui al deliverable del WP 5.2., punto 1, dell'Application Form del progetto. CIG: Z263272D2B.

Note per la trasparenza

Il presente provvedimento costituisce Decreto a contrarre e contestuale affidamento diretto del servizio per la realizzazione della Carta idro-geo-morfologica di cui al deliverable del WP 5.2., punto 1, dell'Application Form del progetto. Si provvede inoltre ad impegnare la spesa ed al contestuale accertamento in entrata per l'importo complessivo di Euro 5.973,12.

Estremi dei principali documenti dell’istruttoria:
- DGRV n. 1405 del 02/10/2018
- Subsidy Contract
- Amendment Act to the Subsidy Contract
- Partnership Agreement.

Il Direttore

PREMESSO CHE:

  • con D.G.R.V. n. 1405 in data 02/10/2018 la Giunta Regionale:
  • ha preso atto delle graduatorie definitive relative ai progetti ammessi al beneficio del finanziamento nell’ambito del primo pacchetto di bandi per la selezione delle proposte progettuali ricadenti nella tipologia “Standard” a valere sul Programma di Cooperazione Trasfrontaliera Interreg V A Italia – Croazia 2014/2020;
  • ha dato mandato ai Direttori delle Strutture regionali responsabili dei progetti selezionati, tra i quali rientra il progetto MoST “Monitoring Sea-water intrusion in coastal aquifers and Testing pilot projects for its mitigation”, di sottoscrivere i documenti necessari secondo il Programma e di adottare i conseguenti atti di adempimento amministrativo e contabile per avviare le attività tecniche e di gestione dei progetti;
  • che il budget complessivo del progetto MoST è di € 2.598.608,61 e che viene realizzato dai seguenti parteners:

    Lead Partner – Università di Padova – Dipartimento di Ingegneria Civile Edile e Ambientale.
    PP1: CNR
    PP2: Consorzio di Bonifica Adige-Euganeo
    PP3: Regione Veneto – Direzione Difesa del Suolo
    PP4: University of Split, Faculty of Civil Engineering, Architecture and Geodesy
    PP5: Croatian Waters
    PP6: Regional Development Agency Dubrovnik-Neretva County (DUNEA).
     
  • che alla Regione del Veneto, è stato assegnato un budget di € 321.500,00 così ripartiti:
  • € 273.275,00 - 85% quota Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR),
  • € 48.225,00 - 15% quota Fondo Di Rotazione (FDR);
  • che, per la Struttura Regionale Direzione Difesa del Suolo (dal 01/07/2021 Direzione Difesa del Suolo e della Costa), partner del progetto MoST, la responsabilità dell’implementazione del progetto è attribuita al suo Direttore;

VISTA la nota prot. n. 85220 in data 28/02/2019 con la quale l’Autorità di Gestione ha comunicato al Lead Partner che:

  • erano state soddisfatte le condizioni poste dal Comitato di Sorveglianza nella riunione del 19-20 luglio 2018,
  • erano in corso le procedure per la firma del Subsidy Contract,
  • si poteva procedere con l’implementazione del progetto a decorrere dalla data indicata nell’ultima versione dell’Application Form, ovvero dal 01/01/2019;

DATO ATTO che:

  • in data 24/05/2019 il Lead Partner Università di Padova – Dipartimento di Ingegneria Civile Edile e Ambientale ha sottoscritto il Subsidy Contract con l’Autorità di Gestione;
  • in data 05/07/2019 è stato sottoscritto tra il Lead partner ed i partner impegnati nel progetto il Partnership Agreement, che disciplina i diritti e gli obblighi di ogni partner nell’esecuzione delle attività progettuali;
  • con nota dell’Autorità di gestione del progetto INTERREG Italia-Croazia, prot. n. 626 del 18/02/2021, è stata concessa la proroga di un anno al progetto, regolamentata dall’allegato “Amendment Act to the Subsidy Contract”;

CONSIDERATO che,

  • la gestione finanziaria del Programma prevede che i fondi a carico del FESR (85%) e quelli a carico del Fondo Nazionale di Rotazione (15%) vengano trasferiti per il tramite del Lead Partner alla Regione, la quale deve quindi sostenere anticipatamente le spese necessarie alla realizzazione del Progetto;
  • al fine di anticipare le spese di cui sopra, che saranno rimborsate come previsto dalle regole del Programma, previa certificazione di spesa, debitamente validata dal First Level Control, con DGR n. 599 del 15/05/2019 sono stati istituiti appositi capitoli di entrata e di spesa.

DATO ATTO che:

  • il progetto MoST ha l’obiettivo di sviluppare un monitoraggio dell'intrusione salina negli acquiferi costieri e di sperimentare progetti pilota per la sua mitigazione.
  • il sito pilota relativo all’area italiana è ubicato in Comune di Chioggia, località Ca’ Bianca. Si tratta di un appezzamento di terreno coltivato in proprietà privata, delle dimensioni di circa 42 ha, dove viene realizzata una piccola infrastruttura che preleva acqua dolce mediante un’opera di presa su un canale di bonifica (Canal Morto) e la immette nel campo mediante un dreno, impostato lungo un paleoalveo, dal quale si alimenta l’irrigazione del campo stesso, attraverso i terreni a maggiore permeabilità del paleoalveo. La costruzione dell’infrastruttura è stata realizzata. E’ ora in corso un monitoraggio agronomico e idrogeologico (piezometria e salinità) del sito pilota. E’ stato avviato anche un monitoraggio di un’area più estesa (circa 210 kmq), riguarda i livelli e la conducibilità elettrica di acque superficiali e sotterranee (pozzi e piezometri), area già oggetto in passato di indagine, misure e monitoraggi, in gran parte pubblicati.
  • il monitoraggio è in corso ad opera dei Partner di Progetto (CNR, Università di Padova, Consorzio di Bonifica e Regione del Veneto).
  • il Progetto MoST prevede un pacchetto di lavoro (WORK PACKAGE 5 – TRANSFERRING) che ha come obiettivo lo sviluppo di piani di adattamento specifici per supportare le autorità pubbliche che gestiscono le aree costiere che soffrono di contaminazione da acqua salata e i proprietari di questi terreni agricoli: verranno proposte linee guida e strategie di adattamento sulla base dei risultati tecnici raggiunti dalle reti di monitoraggio, della conoscenza aggiornata del contesto idrogeologico, delle infrastrutture e degli interventi specifici realizzati nelle aree di studio. Verranno inoltre pianificate procedure specifiche per l'utilizzo di acque sotterranee e / o superficiali per l'irrigazione in funzione dei valori di salinità forniti dalle reti di monitoraggio.
  • i risultati attesi del WP5 riguardano la diffusione del piano di misure di adattamento e del sistema di monitoraggio con l’emanazione di linee guida e strumenti che devono rimanere disponibili ed essere diffusi presso le amministrazioni e una vasta comunità di stakeholder.
  • in questo contesto è prevista, tra le altre, la realizzazione da parte della Regione del Veneto di una Carta idro-geo-morfologica del sito di studio (delivearble WP5.2.1 dell’Application Form - AF).

DATO ATTO altresì che la Direzione Difesa del Suolo e della Costa intende appaltare il servizio per la realizzazione di tale Carta idro-geo-morfologica prevista come deliverable del WP 5.2.1. del progetto MoST, vista la necessità di affidare l’incarico ad un professionista esterno con le seguenti caratteristiche: geologo, esperto in idrogeologia e con esperienza di studi idrogeologici svolti in aree di bassa pianura costiera, anche a scala territoriale;

DATO ATTO che la Stazione Appaltante:

  • ha predisposto il progetto del servizio, contenente condizioni particolari di contratto, Allegato A al presente provvedimento, a cui sono allegate, tra l’altro, le specifiche tecniche del servizio in argomento;
  • ha predeterminato, con le modalità di cui all’art. 6 del sopra richiamato progetto di servizio, il prezzo a base d’asta per tale affidamento in € 4.900,00, oltre IVA ed oneri previdenziale;

VISTI:

  • l’art. 36, comma 2, lett. a del D.Lgs. n. 50/2016;
  • l’art. 1 del D.L 10/07/2020 n. 76, convertito con modificazioni in Legge n. 120/2020, come modificato dal D.L. 01/05/2021, n. 77 (in G.U. 31/05/2021 n.129), che deroga all’articolo sopra citato;

DATO ATTO altresì, che:

  • ricorrono i presupposti per poter procedere ad un affidamento diretto ai sensi di quanto previsto dall’art. 1 comma 2 lett. a) del D.L 10/07/2020 n. 76, convertito con modificazioni in Legge n. 120/2020, come modificato dal D.L. 01/05/2021, n. 77 (in G.U. 31/05/2021 n.129);
  • il Responsabile Unico del Procedimento, ai sensi dell’art. 31 del D.Lgs. n. 50/2016 è il Direttore della Direzione Difesa del Suolo e della Costa della Regione del Veneto;
  • il Responsabile del Procedimento ha avviato all’interno del MePA in data 27/07/2021 la “trattativa diretta” n. 1778867 per la proposta di un preventivo non vincolante rivolta ad un unico operatore economico, sulla base delle condizioni di cui all’Allegato A al presente provvedimento, ponendo a base d’asta un importo di € 4.900,00;
  • come previsto dall’art. 5 del progetto del servizio, come requisiti di capacità tecnica e professionale al fine di poter essere affidatari del presente incarico, è richiesto di:
  • essere iscritti nell’<<Elenco Regionale di professionisti per l’affidamento di incarichi di progettazione e attività tecnico-amministrative connesse, per corrispettivo stimato di importo inferiore a 100.000,00 Euro>> della Regione del Veneto;
  • essere geologo professionista iscritto all’ordine o ad altro operatore economico avente nello staff geologo professionista iscritto all’ordine;
  • essere iscritti in MePA al bando “servizi - servizi professionali - architettonici, di costruzione, ingegneria, ispezione e catasto stradale”;
  • avere svolto attività analoghe per altre Pubbliche Amministrazioni.
  • l’operatore economico a cui è stato richiesto di presentare offerta è lo Studio Tecnico Zangheri & Basso - P.I. 03267580284 - con sede in Padova, in quanto soggetto abilitato ad operare in MePA nell’ambito del bando Servizi professionali - architettonici, di costruzione, ingegneria, ispezione e catasto stradale” Categoria/Lotto Servizi professionali - architettonici, di costruzione, ingegneria, ispezione e catasto stradale” e nell’elenco <<Elenco Regionale di professionisti per l’affidamento di incarichi di progettazione e attività tecnico-amministrative connesse, per corrispettivo stimato di importo inferiore a 100.000,00 Euro>> della Regione del Veneto, con curriculum adeguato al servizio da svolgere;
  • lo Studio sopra citato ha presentato offerta per un importo di € 4.800,00;

RITENUTO che l’offerta sia congrua ed accoglibile in relazione al costo dei servizi oggetto di affidamento, con riferimento all’importo a base d’asta preventivamente determinato dalla Direzione Difesa del Suolo e della Costa;

DATO ATTO che l’operatore economico:

  • ha presentato l’offerta nei termini previsti;
  • ha accettato, in fase di presentazione dell’offerta, le condizioni particolari di contratto, attraverso la sottoscrizione per accettazione del progetto del servizio di cui all’Allegato A al presente provvedimento;
  • ha prodotto tutta la documentazione amministrativa richiesta;

RITENUTO di avvalersi della clausola indicata nelle linee guida ANAC n. 4 “Procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici” che, per lavori, servizi e forniture di importo fino a 5.000,00 euro, in caso di affidamento diretto, dà facoltà alla Stazione Appaltante di procedere alla stipula del contratto sulla base di un’apposita autodichiarazione resa dall’operatore economico ai sensi e per gli effetti del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, anche secondo il modello del documento di gara unico europeo, dalla quale risulti il possesso dei requisiti di carattere generale di cui all’articolo 80 del Codice dei contratti pubblici e speciale, ove previsti; In tal caso la stazione appaltante procede comunque, prima della stipula del contratto, da effettuarsi nelle forme di cui all’articolo 32, comma 14, del Codice dei contratti pubblici, alla consultazione del casellario ANAC, alla verifica del documento unico di regolarità contributiva (DURC), nonché della sussistenza dei requisiti speciali ove previsti e delle condizioni soggettive che la legge stabilisce per l’esercizio di particolari professioni o dell’idoneità a contrarre con la P.A. in relazione a specifiche attività (ad esempio ex articolo 1, comma 52, legge n. 190/2012);

VISTI:

  • il DGUE e le dichiarazioni integrative prodotte dall’Operatore Economico in fase di presentazione dell’offerta;
  • il Casellario ANAC e il DURC dell’operatore economico in parola e il certificato di regolarità contributiva rilasciato dalla Cassa di appartenenza dei Soci dello Studio citato, acquisiti dalla Stazione Appaltante;

VERIFICATO che la documentazione prodotta è regolare e l’operatore economico risulta, sulla base del DGUE e dell’elenco delle attività rese per altre pubbliche amministrazioni, in possesso dei requisiti di cui all’art. 83 del D.Lgs. n. 50/2016 richiesti ai fini dell’affidamento del servizio;

CONSIDERATO, che dall’analisi della documentazione di cui al paragrafo precedente, non emergono cause ostative all’affidamento secondo quanto previsto dalle linee guida ANAC n. 4 innanzi citate;

RITENUTO, per quanto espresso in premessa:

  • di approvare l’Allegato A al presente provvedimento, relativo al progetto del servizio, contenente condizioni particolari di contratto e a cui sono allegate le specifiche tecniche del servizio in argomento, che è stato accettato dall’operatore economico in sede di presentazione dell’offerta;
  • che vi siano i presupposti per aggiudicare le attività in oggetto, come meglio precisate nell’Allegato A al presente provvedimento, ai sensi dell’art. 1 comma 2 lett. a) del D.L 10/07/2020 n. 76, convertito con modificazioni in Legge n. 120/2020, come modificato dal D.L. 01/05/2021, n. 77 (in G.U. 31/05/2021 n.129), allo Studio Tecnico Zangheri & Basso - P.I. 03267580284 - con sede in Padova;

RITENUTO di aggiudicare le attività in oggetto, come meglio precisate nell’Allegato A al presente provvedimento, ai sensi dell’art. 1 comma 2 lett. a) del D.L 10/07/2020 n. 76, convertito con modificazioni in Legge n. 120/2020, come modificato dal D.L. 01/05/2021, n. 77 (in G.U. 31/05/2021 n.129), allo Studio Tecnico Zangheri & Basso - P.I. 03267580284 - con sede in Padova, per l’importo offerto di € 4.800,00;

VISTO l’art. 103 c. 11 del D.Lgs. n. 50/2016 nel quale è disposto che: <<E' facoltà dell'amministrazione in casi specifici non richiedere una garanzia per gli appalti di cui all’articolo 36, comma 2, lettera a), …………………. L'esonero dalla prestazione della garanzia deve essere adeguatamente motivato ed è subordinato ad un miglioramento del prezzo di aggiudicazione.>>

RITENUTO, in ragione dell’esiguità dell’importo della fornitura affidata e del fatto che il pagamento avviene in un’unica soluzione, di non richiedere la garanzia definitiva di cui all’art. 103 del D.Lgs. n. 50/2016 sulla base di quanto previsto dal comma 11 del medesimo articolo del D.Lgs. n. 50/2016 e dalla DGRV n. 1823/2019;

DATO ATTO che l’incarico è stato perfezionato in data odierna mediante sottoscrizione digitale del Documento di Stipula del contratto in MePA;

RITENUTO di procedere all’accertamento e contestuale impegno della somma complessiva di Euro 5.973,12 (I.V.A. ed oneri compresi) per il pagamento delle competenze relative al servizio in argomento;

DATO ATTO che:

  • i seguenti capitoli di spesa presentano la necessaria disponibilità in termini di competenza e cassa per procedere ora all’impegno di spesa sul Bilancio Pluriennale 2021-2023, come di seguito indicato:

Capitolo

Beneficiario (anagrafica)

Codice PdC

Esercizio 2021

n. 103928
programma di cooperazione transfrontaliera INTERREG V A Italia-Croazia (2014-2020) progetto "MoST" - acquisto di beni e servizi - quota comunitaria
FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale – 85%)

Anagrafica
n. 00177825
Studio Tecnico Zangheri & Basso

U.1.03.02.11.999
Art. 16 - Altre prestazioni
professionali e specialistiche n.a.c.

5.077,15

n. 103929
programma di cooperazione transfrontaliera INTERREG V A Italia-Croazia (2014-2020) progetto "MoST" - acquisto di beni e servizi - quota statale
FDR (Fondo Nazionale di Rotazione – 15%)

Anagrafica
n. 00177825
Studio Tecnico Zangheri & Basso

U.1.03.02.11.999
Art. 16 - Altre prestazioni
professionali e specialistiche n.a.c.

895,97

Totale

5.973,12

 

DATO ATTO che i suddetti impegni di spesa per complessivi Euro 5.973,12 trovano copertura sullo stanziamento di risorse da accertare, in applicazione di quanto previsto dall’Allegato 4.2, paragrafo 3.12 del Principio Applicato della competenza finanziaria, nelle stesse annualità di bilancio in cui la spesa risulta esigibile, rispettivamente:

Capitolo

Anagrafica versante

Codice PdC

Esercizio 2021

n. 101360
assegnazione comunitaria per la cooperazione transfrontaliera 2014-2020 - programma INTERREG V Italia-Croazia - progetto "MoST"

Anagrafica
n. 00036414
Università di Padova – Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale - ICEA

E.2.01.01.02.008
Trasferimenti correnti da Università

5.077,15

n. 101361
assegnazione statale per la cooperazione transfrontaliera 2014-2020 - programma INTERREG V Italia-Croazia - progetto "MoST"

Anagrafica
n. 00036414
Università di Padova – Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale - ICEA

E.2.01.01.02.008
Trasferimenti correnti da Università

895,97

Totale

5.973,12

 

VISTI

  • i Reg. (UE) n. 1303/2013, 1299/2013 e 481/2014;
  • il D.Lgs. 18/04/2016, n. 50 “Codice dei Contratti pubblici” e s.m.i.;
  • il D.L. n. 76/2020, convertito con modificazioni in Legge n. 120/2020;
  • il D.L. n. 77/2021;
  • le Linee Guida ANAC;
  • la L.R. 39/2001 “Ordinamento del bilancio e della contabilità della Regione” e s.m.i..;
  • il D.Lgs. 118/2011 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli artt. 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e s.m.i.;
  • la deliberazione della Giunta regionale 17 dicembre 2019 n. 1823 “Aggiornamento degli indirizzi operativi per la gestione delle procedure di acquisizione di servizi, forniture e lavori sotto soglia comunitaria per le esigenze della Regione del Veneto. DGR 1475/2017. D.Lgs. 50/2016, D.L. 32/2019.”;
  • la deliberazione della Giunta regionale 21 luglio 2020 n. 1004 “Aggiornamento degli indirizzi operativi per la gestione delle procedure di acquisizione di servizi, forniture e lavori sotto soglia comunitaria per le esigenze della Regione del Veneto. D.G.R. 1823/2019, D.Lgs. 50/2016”;
  • la L.R. n. 41 del 29.12.2020 che approva il “Bilancio di previsione 2021-2023” e successive variazioni;
  • la DGR n. 1839 del 29/12/2020 che approva il documento tecnico di accompagnamento del Bilancio di previsione 2021-2023 e successive variazioni;
  • il DGSP n. 1 del 08.01.2021 che approva il “Bilancio Finanziario Gestionale 2021-2023” e successive variazioni;
  • la DGR n. 30 del 19.01.2021 che approva le “Direttive per la gestione del Bilancio di Previsione 2021-2023”;

decreta

1. di dare atto che le premesse costituiscono parte integrante del presente provvedimento;

2. di approvare il progetto di servizio di cui all’Allegato A al presente provvedimento, contenente condizioni particolari di contratto e al quale sono allegate, tra l’altro, le specifiche tecniche del servizio in argomento, già sottoscritto per accettazione da parte dell’operatore economico in sede di presentazione dell’offerta;

3. di procedere con l’affidamento diretto della fornitura ad operatore economico qualificato del Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione, ai sensi dell’art. 1 comma 2 lett. a) del D.L 10/07/2020 n. 76, convertito con modificazioni in Legge n. 120/2020, come modificato dal D.L. 01/05/2021, n. 77 (in G.U. 31/05/2021 n.129);

4. di dare atto di avere proceduto in MePa alla “Trattativa diretta per la proposta di preventivo non vincolante per l’affidamento del servizio per la realizzazione della Carta idro-geo-morfologica di cui al deliverable del WP 5.2., punto 1, dell’Application Form del progetto. CIG: Z263272D2B” con lo Studio Tecnico Zangheri & Basso - P.I. 03267580284 - con sede in Padova, con un base d’asta di Euro 4.900,00;

5. di aggiudicare, ai sensi dell’art. 1, c. 2, lett. a) del Decreto Legge n. 76/2020 convertito con modificazioni in Legge n. 120/2020, allo Studio Tecnico Zangheri & Basso - P.I. 03267580284 - con sede in Padova, come meglio dettagliata nell’Allegato A al presente provvedimento, nell’ambito del progetto, denominato MoST “Monitoring Sea-water intrusion in coastal aquifers and Testing pilot projects for its mitigation”, CUP: H35J18000190007, CIG Z263272D2B, per l’importo di Euro 4.800,00, oltre ad IVA ed oneri, per l’importo complessivo di Euro 5.973,12;

6. di dare atto che l’incarico è perfezionato in data odierna mediante sottoscrizione digitale del Documento di Stipula del contratto sul MePA;

7. di dare atto che l’affidamento in argomento è soggetto alle ulteriori condizioni previste nel progetto di servizio e relativo allegato “specifiche tecniche”, di cui all’Allegato A al presente provvedimento;

8. di impegnare a favore dello Studio Tecnico Zangheri & Basso, anagrafica n. 00177825, dipendenza 0001 – CIG: Z263272D2B – CUP: H35J18000190007, per le motivazioni riportate nelle premesse, la suddetta somma di Euro 5.973,12 (I.VA. e ogni onere inclusi), sui capitoli di spesa del Bilancio Pluriennale 2021-2023, come di seguito riportato:

Capitolo

Beneficiario (anagrafica)

Codice PdC

Esercizio 2021

n. 103928
programma di cooperazione transfrontaliera INTERREG V A Italia-Croazia (2014-2020) progetto "MoST" - acquisto di beni e servizi - quota comunitaria
FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale – 85%)

Anagrafica
n. 00177825
Studio Tecnico Zangheri & Basso

U.1.03.02.11.999
Art. 16 - Altre prestazioni professionali e specialistiche n.a.c.

5.077,15

n. 103929
programma di cooperazione transfrontaliera INTERREG V A Italia-Croazia (2014-2020) progetto "MoST" - acquisto di beni e servizi - quota statale
FDR (Fondo Nazionale di Rotazione – 15%)

Anagrafica
n. 00177825
Studio Tecnico Zangheri & Basso

U.1.03.02.11.999 Altre prestazioni professionali e specialistiche n.a.c.

895,97

Totale

5.973,12

 

9. di registrare, in base al punto 3.12 dell’Allegato 4/2 del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii. (principio applicato della contabilità finanziaria), in corrispondenza degli impegni di spesa di cui al punto 9), i seguenti accertamenti di entrata per complessivi Euro 5.973,12 che saranno utilizzati per la riscossione dei rimborsi delle quote di cofinanziamento UE (quota FESR) e statale (quota FDR), secondo lo schema seguente:

Capitolo

Anagrafica versante

Codice PdC

Esercizio 2021

n. 101360
assegnazione comunitaria per la cooperazione transfrontaliera 2014-2020 - programma INTERREG V Italia-Croazia - progetto "MoST"

5.077,15

 E.2.01.01.02.008
Trasferimenti correnti da Università

5.077,15

n. 101361
assegnazione statale per la cooperazione transfrontaliera 2014-2020 - programma INTERREG V Italia-Croazia - progetto "MoST"

895,97

E.2.01.01.02.008
Trasferimenti correnti da Università

895,97

Totale

5.973,12

 

10. di dare atto che, secondo il cronoprogramma di esigibilità, l’obbligazione perfezionatasi con il presente provvedimento, pari ad Euro 5.973,12 (omnicomprensivo di I.V.A. e di ogni altro onere), sarà liquidata su presentazione di regolare fattura, secondo le modalità previste nel progetto di servizio, Allegato A al presente provvedimento, in un’unica soluzione sull’esercizio finanziario 2021;

11. di dare atto che l’obbligazione, derivante dal presente provvedimento, è riconducibile a debito commerciale;

12. di attestare che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e le regole di finanza pubblica;

13. di attestare che la copertura finanziaria per la parte di spesa risulta essere completa fino al V livello del piano dei conti e per la parte dell’entrata con l’accertamento disposto con il presente atto;

14. di dare atto che la spesa di cui si dispone l’impegno con il presente atto non rientra tra le tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. 1/2011;

15. di dare atto che gli impegni assunti con il presente provvedimento non sono correlati agli obiettivi del DEFR;

16. di provvedere a comunicare al soggetto beneficiario le informazioni relative all'impegno assunto, ai sensi dell'articolo 56 comma 7 del D. Lgs n. 118/2011;

17. di attestare la regolarità amministrativa del provvedimento;

18. di trasmettere il presente provvedimento alla Direzione Bilancio e Ragioneria, l’apposizione del visto di regolarità contabile al fine del perfezionamento e dell’efficacia;

19. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’articolo 23 lettera b) e 37 del D.Lgs. n. 33/2013;

20. di pubblicare integralmente il presente provvedimento (OMISSIS ALLEGATI) sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.

Marco Puiatti

Allegati (omissis)

Torna indietro