Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 20 del 26/02/2019
Scarica la versione firmata del BUR n. 20 del 26/02/2019
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 20 del 26 febbraio 2019


Materia: Servizi sociali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA UNITA' ORGANIZZATIVA DIPENDENZE, TERZO SETTORE, NUOVE MARGINALITÀ E INCLUSIONE SOCIALE n. 38 del 26 novembre 2018

Affidamento alla Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora "Fio.psd" onlus di un servizio relativo alla realizzazione del progetto "DOM.Veneto" - Modello di Housing first Regione Veneto. Avviso n. 4/2016. Art. 36, comma 2, lett.a) D.lgs. n. 50/2016 e s.m.i. CUP H11E17000780007 CIG Z1425EA9C2.

Note per la trasparenza

Con il presente atto si accerta e si impegna la somma di Euro 49.660,40 (IVA inclusa) in favore dell'operatore economico Fio.psd onlus per l'affidamento di un servizio relativo alla realizzazione del progetto "DOM. Veneto" - Modello di Housing first Regione Veneto, di cui all'Avviso n. 4/2016 del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Art. 36, comma 2, lett. a) del D.lgs. 50/2016 e s.m.i.

Il Direttore

VISTI

  • la legge 8 novembre 2000, n. 328 “legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”;
  • le linee di indirizzo per il contrasto alla grave emarginazione adulta in Italia, approvate in Conferenza Unificata il 5.11.2015;
  • l’Avviso n. 4/2016 adottato con decreto direttoriale n. 256 del 3 ottobre 2016 del direttore generale della Direzione generale per l’inclusione e le politiche sociali del Ministero del lavoro relativo alla presentazione di proposte di intervento per il triennio 2017-2019 per il contrasto alla grave emarginazione adulta e alla condizione dei senza dimora; proposte finanziate a valere sul Fondo sociale europeo PON “Inclusione” e sul Fondo di aiuti indigenti PO I FEAD, programmazione 2014 – 2020;
  • il decreto direttoriale n. 701 del 7.12.2017 della Direzione Generale per la lotta alla povertà e per la programmazione sociale del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali con cui è stato approvato il progetto “DOM. Veneto” – Modello di Housing first Regione Veneto presentato in data 15.02.2017 che vede in qualità di partner i Comuni di Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, e Vicenza;
  • la DGR n. 2201 del 29.12.2017 con cui si è preso atto dell’approvazione del progetto e si è autorizzato il Direttore dell’U.O. Dipendenze, Terzo Settore, Nuove Marginalità ed Inclusione sociale allo svolgimento di ogni attività successiva e conseguente;
  • la convenzione di sovvenzione n. AV4 – 2016 – VEN sottoscritta in data 30 gennaio 2018 tra la Direzione Generale per la lotta alla povertà e per la programmazione sociale del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, rappresentata dal dott. Raffaele Michele Tangorra, direttore generale della suddetta Direzione e la Regione Veneto (beneficiario) rappresentata dalla dott.ssa Maria Carla Midena, Direttore U.O. Dipendenze, Terzo settore, Nuove Marginalità ed Inclusione sociale;
  • la nota prot. n. 1146771 del 26.03.2018 a firma del Direttore U.O. Dipendenze, Terzo Settore, Nuove Marginalità ed Inclusione sociale relativa alla comunicazione di inizio attività del progetto “DOM. Veneto” – Modello di housing first Regione Veneto in data 30.01.2018 e la richiesta di erogazione, a titolo di anticipo, del pagamento del 15% del finanziamento complessivo accordato, corrispondente ad Euro 496.605,00;
  • la DGR n. 1504 del 16 ottobre 2018 con cui è stato approvato in via definitiva il Piano regionale per il Contrasto alla Povertà a seguito della valutazione di coerenza del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali con il Piano nazionale per il contrasto alla Povertà;

CONSIDERATO

  • che, come riportato nella tabella 3 dell’Avviso 4/2016, l’ammontare complessivo del finanziamento in favore della Regione Veneto da parte dell’Autorità di Gestione PON Inclusione e PO I FEAD, ammonta ad Euro 3.310.700,00 di cui 1.655.350,00 a valere sul PON Inclusione ed Euro 1.655.350,00 a valere sul PO I FEAD;

TENUTO CONTO

  • che il beneficiario, come previsto dall’art. 3, lett.m) della convenzione di sovvenzione succitata, ha tra gli altri, l’obbligo di assicurare che, per l’insieme delle operazioni avviate ed attuate, vengano effettuate spese ammissibili sostenute e pagate entro e non oltre il 31 dicembre 2019, salvo proroga. A tale fine le spese dichiarate devono essere legittime e regolari oltre che conformi alle norme e agli orientamenti europei nazionali in materia di costi ammissibili e di rendicontazione;

RICHIAMATO

  • in particolare l’art. 9 della convenzione di sovvenzione - cui si rinvia - in cui è previsto che “Il beneficiario e/o ciascun partner di progetto, potranno - sotto propria responsabilità – affidare a soggetti terzi, con comprovata e documenta esperienza professionale nel settore oggetto del progetto, l’esecuzione di parte di esso”;

DATO ATTO

  • che, come da proposta progettuale, una quota pari a Euro 49.660,40 è riservata alla Regione del Veneto per le attività di coordinamento e monitoraggio a valere sul PON Inclusione;

DATO CONTO

  • che con decreto direttoriale numero 36 del 22.10.2018 si è avviata una procedura di affidamento diretto di una prestazione di servizi dell’importo massimo di Euro 39.700,00 (IVA esclusa), ai sensi dell’art. 36 c. 2 lett. a) del D.lgs. n. 50/2016 per la realizzazione del progetto de quo;

TENUTO CONTO

  • che a seguito della pubblicazione sul BUR n. 107 del 26 ottobre 2018 dell’avviso pubblico di cui Allegato A del DDR n. 36/2018 è pervenuta un’unica offerta;

DATO ATTO

  • che tale offerta è stata presentata da Fio.Psd onlus con nota prot. n. 455652 del 09/11/2018, corredata dalla dichiarazione sostitutiva inerente al possesso dei requisiti per la partecipazione alla procedura contrattuale (ai sensi del decreto-legislativo 18.4.2016, numero 50, in particolare dell’articolo 80), per un importo di Euro 39.700,00 (IVA esclusa);

CONSIDERATO che la proposta di cui alla nota del 09/11/2018 è rispondente:

  • alle esigenze dell'amministrazione;
  • alla fattibilità della proposta e della soluzione prospettata;
  • alla chiarezza nell'esposizione degli impegni assunti;

DATO ATTO

  • che con nota del 15.03.2018 prot. n. 100073 a firma del Direttore U.O. Dipendenze, Terzo Settore, Nuove Marginalità ed Inclusione sociale “Richiesta di variazione di bilancio per l’istituzione di nuovi capitoli in seguito all’assegnazione di risorse per la realizzazione del progetto “DOM. Veneto” – Modello di Housing first Regione Veneto” si è chiesto alla Direzione Bilancio e Ragioneria l’istituzione dei capitoli di entrata e dei relativi capitoli di spesa relativi al PON Inclusione e al PO I Fead;
  • che, con DGR n. 542 del 30/04/2018 e DDR n. 58 del 3.05.2018 sono stati iscritti nel Bilancio di previsione 2018-2020 gli stanziamenti relativi ai fondi sopracitati;

VISTO

  • il D.lgs. del 23.06.2011 n. 118 come modificato e integrato con il D.lgs. del 10.08.2014 n. 126, art. 53 “Accertamenti” che definisce elementi essenziali, principi e modalità per la registrazione contabile ed imputazione a bilancio delle obbligazioni giuridicamente perfezionate attive;

RICHIAMATO

  • il decreto-legislativo 19.4.2017, numero 56 “Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50”, in particolare l’articolo 22, che modifica l’articolo 32 del decreto-legislativo 18.4.2016, numero 50;

RICHIAMATO

  • il decreto-legislativo 18.4.2016, numero 50, in particolare l’articolo 32, comma 7, che stabilisce che l’aggiudicazione diventa efficace dopo la verifica del possesso dei requisiti di cui all’articolo 80, che descrive i motivi di esclusione dell’operatore economico dalle procedure d’appalto;

RITENUTO

  • di aggiudicare, nelle more degli esiti positivi della verifica del possesso dei requisiti di cui all’operatore economico Fio.Psd onlus di Roma, la prestazione di servizi prevista dal decreto numero 36 del 22/10/2018, per un importo di € 39.700,00 (IVA esclusa), ai sensi del D.lgs. n. 50/2016;

RITENUTO

  • di disporre l’impegno di spesa, ai sensi dell’art. 56 del D.Lgs. 118/2011 e s.m.i., della somma di Euro 49.660,40 a carico dei seguenti capitoli di spesa:
    capitolo n. 103665 “Realizzazione del progetto Dom. Veneto” – Modello di housing first Regione Veneto – Pon Inclusione – quota comunitaria – acquisto di beni e servizi (DEC. UE 17/12/2014, n. 101300)” del Bilancio di previsione 2018-2020, art. 025, P.d.C V° livello U.1.03.02.99.999 secondo la seguente ripartizione:
  • Euro   4.966,00 per l’esercizio 2018;
  • Euro 19.864,20 per l’esercizio 2019;

capitolo n. 103666 “Realizzazione del progetto Dom. Veneto” – Modello di housing first Regione Veneto – PON Inclusione – quota statale – acquisto di beni e servizi (DEC. UE 17/12/2014, n. 101300)” del Bilancio di previsione 2018-2020, art. 025, P.d.C V° livello U.1.03.02.99.999 secondo la seguente ripartizione:

  • Euro   4.966,00 per l’esercizio 2018;
  • Euro 19.864,20 per l’esercizio 2019;
  • di disporre l’accertamento in entrata, ai sensi dell’art.53 del D.Lgs. 118/2011 e s.m.i., e allegato 4/2, punto 3.12, per complessivi Euro 49.660,40 con debitore il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (cod. anagrafica 98426) a valere sui seguenti capitoli di spesa:
    capitolo n. 101190 -  “Assegnazione comunitaria PON Inclusione nell'ambito della programmazione 2014 - 2020 FSE - progetto Dom. Veneto DEC. UE 17/12/2014, n. 101300)" del bilancio regionale 2018-2020, codice conto All.to 6/1 D.Lgs. 118/2011 e sm.i. E.2.01.01.01.001 Trasferimenti correnti da Ministeri” con imputazione ai seguenti esercizi:
  • Euro   4.966,00 per l’esercizio 2018;
  • Euro 19.864,20 per l’esercizio 2019;

capitolo n. 101191 – “Assegnazione statale PON Inclusione nell'ambito della programmazione 2014-2020 FSE - progetto Dom. Veneto DEC. UE 17/12/2014, n.101300)" del bilancio regionale 2018-2020, codice conto All.to 6/1 D.Lgs. 118/2011 e sm.i. E.2.01.01.01.001 Trasferimenti correnti da Ministeri” con imputazione ai seguenti esercizi:

  • Euro   4.966,00 per l’esercizio 2018;
  • Euro 19.864, 20 per l’esercizio 2019;

DATO ATTO

  • che le obbligazioni attive e passive di cui si dispone l’impegno con il presente atto sono giuridicamente perfezionate;

RITENUTO

  • di procedere alla liquidazione dell’impegno, a carico dei capitoli 103665 e 103666, ai sensi dell’art. 44 L.R. 39/2001 e art. 57 del D.lgs. n 118/2011 e s.m.i., previa ricezione della pertinente documentazione fiscale, nel rispetto delle modalità di erogazione di seguito esposte:
  • erogazione anticipo di € 9.932,00, pari a circa il 20% del finanziamento, esigibile nel corrente esercizio, all’esecutività del presente atto;
  • erogazione pagamenti intermedi, previa presentazione della documentazione di rendicontazione intermedia, nonché delle relazioni sulle attività svolte, nella misura massima del 50% del finanziamento entro la data del 30.06.2019;
  • ulteriori erogazioni intermedie e saldo finale successivamente all’invio della rendicontazione finale entro la data del 31.12.2019;

VISTA la L.R. n. 54/2012 in ordine ai compiti e alle responsabilità di gestione attribuite ai dirigenti;

VISTA la L.R. n. 47 del 29.12.2017 “Bilancio di previsione 2018-2020”;

VISTE le “Direttive per la Gestione del Bilancio di previsione 2018 e Pluriennale 2018/2020”, appprovate con DGR n. 81 del 26/01/2018;

ATTESTATA la regolarità dell’istruttoria, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

decreta

  1. di incaricare mediante affidamento diretto ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett.a) del D.lgs. n. 50/2016, per le motivazioni riportate in premessa, Fio.Psd onlus, avente sede legale in via G. Soria 13 a Roma e c. fiscale - partita iva 03852830102, per il servizio relativo alla realizzazione del progetto “DOM. Veneto” Modello Housing first di cui all’Avviso n. 4/2016 del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, come da proposta di cui alla nota prot. n. 455652 del 09/11/2018 da realizzare nell’anno 2019, per un importo di € 39.700,00 (IVA esclusa);
  2. di stipulare il contratto per mezzo di corrispondenza, secondo l’uso commerciale, ai sensi della legge regionale del 4.2.1980, numero 6 “Disciplina dei servizi di approvvigionamento, manutenzione e conservazione dei beni regionali”, in particolare dell’articolo 46, dando atto che la materiale sottoscrizione del medesimo avviene da parte del Direttore dell’Unità organizzativa “Dipendenze, Terzo settore, Nuove marginalità e inclusione sociale”;
  3. di impegnare, ai sensi dell’art.56 del D.Lgs. 118/2011 e s.m.i, la somma complessiva di Euro 49.660,40 (IVA inclusa) a favore di Fio.Psd onlus, per le attività di coordinamento e monitoraggio realizzazione del progetto “DOM. Veneto” Modello Housing, del bilancio di previsione 2018-2020, a carico dei seguenti capitoli di spesa:
  • capitolo n. 103665 “Realizzazione del progetto Dom. Veneto” – Modello di housing first Regione Veneto – Pon Inclusione – quota comunitaria – acquisto di beni e servizi (DEC. UE 17/12/2014, n. 101300)” del Bilancio di previsione 2018-2020, art. 025, P.d.C V° livello U.1.03.02.99.999 secondo la seguente ripartizione:
  • Euro 4.966,00 per l’esercizio 2018;
  • Euro 19.864,20 per l’esercizio 2019;
  • capitolo n. 103666 “Realizzazione del progetto Dom. Veneto” – Modello di housing first Regione Veneto – PON Inclusione – quota statale – acquisto di beni e servizi (DEC. UE 17/12/2014 n. 101300)” del Bilancio di previsione 2018-2020, art. 025, P.d.C V° livello U.1.03.02.99.999 secondo la seguente ripartizione:
  • Euro   4.966,00 per l’esercizio 2018;
  • Euro 19.864,20 per l’esercizio 2019;
  1. di disporre l’accertamento in entrata, ai sensi dell’art.53 del D.Lgs. 118/2011 e s.m.i., e allegato 4/2, punto 3.12, per complessivi Euro 49.660,40, con debitore il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (cod. anagrafica 98426) a valere sui seguenti capitoli di spesa:
  • capitolo n. 101190 “Assegnazione comunitaria PON Inclusione nell'ambito della programmazione 2014-2020 FSE - progetto Dom. Veneto DEC. UE 17/12/2014, n.101300)" del bilancio regionale 2018-2020, codice conto All.to 6/1 D.Lgs. 118/2011 e sm.i. E.2.01.01.01.001 Trasferimenti correnti da Ministeri” con imputazione ai seguenti esercizi:
  • Euro   4.966,00 per l’esercizio 2018;
  • Euro 19.864,20 per l’esercizio 2019;
  • capitolo n. 101191 “Assegnazione statale PON Inclusione nell'ambito della programmazione 2014 - 2020 FSE - progetto Dom. Veneto DEC. UE 17/12/2014, n.101300)" del bilancio regionale 2018 - 2020, codice conto All.to 6/1 D.Lgs. 118/2011 e sm.i. E.2.01.01.01.001 Trasferimenti correnti da Ministeri” con imputazione ai seguenti esercizi:
  • Euro  4.966,00 per l’esercizio 2018;
  • Euro 19.864,20 per l’esercizio 2019;
  1. di dare atto che la copertura finanziaria dell’impegno di cui al punto 3. è assicurata dall’accertamento in entrata che si dispone con il presente atto al precedente punto 4. del dispositivo;
  2. dare atto che le obbligazioni attive e passive di cui si dispone l’impegno con il presente atto sono giuridicamente perfezionate;
  3. di assegnare e liquidare l’importo assegnato al beneficiario di cui al punto 1., previa ricezione della pertinente documentazione fiscale, con le seguenti modalità:
  • erogazione anticipo di € 9.932,00, pari a circa il 20% del finanziamento, esigibile nel corrente esercizio, all’esecutività del presente atto;
  • erogazione pagamenti intermedi, previa presentazione della documentazione di rendicontazione intermedia, nonché delle relazioni sulle attività svolte nella misura massima del 50% entro la data del 30.06.2019;
  • ulteriori erogazioni intermedie e saldo finale successivamente all’invio della rendicontazione finale entro la data del 31.12.2019;
  1. di comunicare al soggetto beneficiario di cui al punto 1. le informazioni di cui all’art. 56 c.7 del D.Lgs. n.118/2011 e s.m.i.;
  2. di attestare che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
  3. di dare atto che la spesa di cui si prevede l’impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. n.1/2011 ed ha natura di debito commerciale;
  4. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi del decreto-legislativo 14.3.2013, numero 33, in particolare dell’articolo 23;
  5. di informare che avverso il presente atto può essere proposto ricorso giurisdizionale avanti il Tribunale amministrativo regionale entro 60 giorni dall’avvenuta conoscenza ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni;
  6. di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione.

Maria Carla Midena

Torna indietro