Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 14 del 08/02/2019
Scarica la versione firmata del BUR n. 14 del 08/02/2019
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 14 del 08 febbraio 2019


Materia: Servizi sociali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE SERVIZI SOCIALI n. 123 del 20 novembre 2018

Accertamento d'entrata, impegno di spesa e erogazione dei fondi a favore dell'Azienda Zero di Padova per le attività di formazione di cui alla DGR n. 1677 del 12 novembre 2018 ad oggetto: "Fondo per la formazione del personale ai sensi dell'art. 4, comma 2, L. n. 7/2006 "Disposizioni concernenti la prevenzione e il divieto delle pratiche di Mutilazione Genitale Femminile", anno 2018."

Note per la trasparenza

Con il presente atto si dispongono l’accertamento dell’entrata, l’impegno e l’erogazione dell’importo assegnato all’Azienda Zero di Padova, per l’attuazione di quanto previsto dalla L. n. 7 del 9 gennaio 2006, art. 4, comma 2, relativamente alle risorse afferenti il Ministero della Salute, anno 2018.

Il Direttore

VISTO il Decreto del Ministero della Salute – Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del 5 giugno 2018 recante riparto del Fondo di cui alla Legge n. 7/2006 “Disposizioni concernenti la prevenzione e il divieto delle pratiche di mutilazione genitale femminile”, per l’anno 2018, con il quale alla Regione del Veneto sono stati assegnati € 15.677,71;

VISTO l’art.20 c.2 lett. a) del D. Lgs. del 23/06/2011 n. 118 il quale prevede che le Regioni: “accertano ed impegnano nel corso dell'esercizio l'intero importo corrispondente al finanziamento sanitario corrente, ivi compresa la quota premiale condizionata alla verifica degli adempimenti regionali, le quote di finanziamento sanitario vincolate o finalizzate …”;

PRESO ATTO che con nota prot. 228288 del 15/6/2018 la Direzione Bilancio e Ragioneria ha comunicato l’avvenuto incasso da parte della Regione Veneto della somma di € 15.677,71 con bolletta n. 20302 del 13/6/2018, versata dalla Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute;

RITENUTO di dover procedere, per quanto sopra esposto, all’accertamento di € 15.677,71, relativamente al credito regionale verso il Ministero della Salute, ai sensi dell’art. 53 D. Lgs. 118/2011 e s.m.i., allegato 4/2, principio 3.2, a valere sul capitolo 100365 ”Assegnazione statale per prevenire, contrastare e reprimere le pratiche di mutilazione genitale femminile (L. 9/01/2006, n. 7)”, del bilancio regionale 2018/2020, per l’esercizio 2018, codice conto All.to 6/1 D. Lgs. 118/2011 e s.m.i. E.2.01.01.01.001 “Trasferimenti correnti da Ministeri”;

PREMESSO che con la DGR n. 1677 del 12 novembre 2018 ad oggetto “Fondo per la formazione del personale ai sensi dell’art. 4, comma 2, L. n. 7/2006 “Disposizioni concernenti la prevenzione e il divieto delle pratiche di Mutilazione Genitale Femminile”, anno 2018.”, è stato affidato all’Azienda Zero di Padova l’incarico per le attività formative nell’ambito delle mutilazioni genitali femminili, per la realizzazione di eventuali fabbisogni formativi che si dovessero presentare, nonché per l’effettuazione del monitoraggio e verifica dell’impatto relativo alle attività svolte sul territorio, assegnando per tale scopo la quota pari ad € 15.677,71; 

RICHIAMATO in particolare l’art.2, lett. b) della L.R. 19/2016 in base al quale, a decorrere dal 1 gennaio 2017, tutte le somme da destinare alle Aziende Sanitarie ed Ospedaliere del Veneto devono essere erogate per il tramite di Azienda Zero, in quanto ente al quale spetta la gestione dei flussi di cassa relativi al finanziamento del fabbisogno sanitario regionale di cui all'articolo 20 del D. Lgs.n 118/2011;

CONSIDERATO che il medesimo provvedimento regionale n. 1677 del 12 novembre 2018 incarica il Direttore della struttura regionale competente ad assumere ogni atto conseguente, compreso l’impegno di spesa a favore dell’Azienda Zero di Padova;

CONSIDERATO che si rende necessario assumere l’impegno di spesa di € 15.677,71 destinato a favore all’Azienda Zero di Padova, c.f. e p. iva 05018720283, anagrafica 00165738, sul cap. 101069 ad oggetto “Misure per prevenire, contrastare e reprimere le pratiche di mutilazione femminile” del Bilancio Regionale 2018-2020, esercizio 2018, art.002, P.d.C. V° livello U.1.04.01.02.011;

DATO ATTO che l’obbligazione con cui si dispongono l’accertamento e l’impegno con il presente atto sono giuridicamente perfezionati ed esigibili nell’esercizio corrente;

VISTO il D. Lgs. n. 126/2014 integrativo e correttivo del D. Lgs. n. 118/2011;

VISTA la L.R. n. 54/2012 in ordine ai compiti e alle responsabilità di gestione attribuiti ai dirigenti;

VISTA la L.R. n. 47 del 29 dicembre 2017 “Bilancio di previsione 2018-2020”;

decreta

  1. di prendere atto di quanto esposto in premessa, che costituisce parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di accertare, ai sensi dell’art. 20, co. 2, lett. a) e dell’art. 53 D. Lgs. 118/2011 e s.m.i., allegato 4/2, principio 3.2, per quanto espresso in premessa, parte integrante e sostanziale del presente Decreto, l’importo di € 15.677,71, relativamente al credito regionale verso il Ministero della Salute, a valere sul capitolo 100365 ”Assegnazione statale per prevenire, contrastare e reprimere le pratiche di mutilazione genitale femminile (L. 09/01/2006, n. 7)”, codice conto All.to 6/1 D. Lgs. n. 118/2011 e s.m.i. E.2.01.01.01.001 “Trasferimenti correnti da Ministeri” del bilancio regionale 2018-2020, per l’esercizio 2018;
  3. di dare atto che l’obbligazione di cui si dispone l’accertamento con il presente atto è giuridicamente perfezionata ed esigibile nel corrente esercizio;
  4. di dare atto che l’importo di cui al punto 2. risulta accreditato presso il conto Sanità di Tesoreria regionale con bolletta n. 20302 del 13.6.2018;
  5. di impegnare, ai sensi dell’art. 20, co. 2, lett. a), del D.Lgs. n. 118 del 2011 e con riferimento alla DGR n. 1677 del 12 novembre 2018, l’importo complessivo di € 15.677,71 a favore dell’Azienda Zero di Padova, c.f. e p. iva 05018720283, anagrafica 00165738 a valere sul capitolo 101069 ad oggetto “Misure per prevenire, contrastare e reprimere le pratiche di mutilazione femminile” , del bilancio di previsione 2018-2020 per l’esercizio corrente, art. 002, P.d.C. V° livello U.1.04.01.02.011;
  6. di dare atto che la copertura finanziaria dell’obbligazione è assicurata con l’accertamento di cui al precedente punto 2.;
  7. di assegnare ed erogare in unica soluzione all’Azienda Zero di Padova la somma di cui al precedente punto 5. ad esecutività del presente atto;
  8. di dare atto che l’obbligazione di cui si dispone l’impegno con il presente atto è giuridicamente perfezionata ed è esigibile nell’esercizio corrente;
  9. di attestare che il programma dei pagamenti in argomento è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
  10. di dare atto che la spesa di cui si dispone l’impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. n. 1/2011 e non ha natura di debito commerciale;
  11. di informare che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale (T.A.R.) del Veneto o, in alternativa, ricorso straordinario al Capo dello Stato rispettivamente entro 60 e 120 giorni dall’avvenuta conoscenza;
  12. di notificare il presente atto all’Azienda Zero di Padova;
  13. di pubblicare il presente decreto in forma integrale sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.

Fabrizio Garbin

Torna indietro