Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 132 del 28/12/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 132 del 28/12/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 132 del 28 dicembre 2018


Materia: Appalti

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE ACQUISTI AFFARI GENERALI E PATRIMONIO n. 432 del 19 dicembre 2018

Procedura negoziata per l'affidamento dei lavori di restauro architettonico dei fronti secondari del corpo principale di fabbrica della Villa presso il "Complesso Monumentale di Villa Contarini", sito in Piazzola sul Brenta (PD). CUP: H38I1300009001. CIG. 7714863A57. Nomina della Commissione giudicatrice, ai sensi dell'art. 77 del D.lgs 50/2106.

Note per la trasparenza

Con il presente atto si provvede alla nomina della Commissione giudicatrice di cui all’art. 77 del D.lgs 50/2016 per l’affidamento dei lavori di restauro architettonico dei fronti secondari del corpo principale di fabbrica della Villa presso il “Complesso Monumentale di Villa Contarini”, sito in Piazzola sul Brenta (PD).

Il Direttore

PREMESSO CHE:

  • con decreto dello scrivente n. 417 del 3 dicembre 2018 si è preso atto che la procedura negoziata, ex artt. 36 co. 2 lett. c) e 66 co. 1 del D.lgs. 50/2016, per l’affidamento dei lavori di restauro dei sistemi dei fronti secondari del corpo principale di fabbrica della Villa presso il “Complesso Monumentale di Villa Contarini” in Piazzola sul Brenta (PD), CUP: H38I13000090001, CIG. 7677564E3A, è andata deserta non essendo pervenuta alcuna offerta, così come rilevabile dal report generato dal sistema del MePA;
  • con il medesimo decreto è stata approvata l’indizione di una nuova procedura negoziata con confronto concorrenziale per l’affidamento dei lavori in oggetto, tramite richiesta di offerta (RdO) sul portale del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (Me.PA) di Consip S.p.A., CUP: H38I13000090001, CIG. 7714863A57, alle medesime condizioni e patti di cui agli atti già approvati con proprio decreto n. 382/2018 (condizioni particolari di RdO con relativa modulistica, capitolato speciale d’appalto, schema integrativo d’appalto, documentazione ed elaborati grafici di progetto);
  • l’invito a presentare offerta, per le motivazioni descritte nel suddetto decreto, è stato rivolto a tutti gli operatori economici, iscritti ed abilitati al Bando MePA “Lavori di Manutenzione – Opere Specializzate” nella categoria di abilitazione “OS 2-A Superfici decorate di beni immobili del patrimonio culturale e beni culturali di interesse storico, artistico, archeologico ed etnoantropologico”, che – in esito alla precedente procedura andata deserta - avevano già effettuato il sopralluogo obbligatorio presso il “Complesso Monumentale di Villa Contarini” e, quindi, già a “conoscenza di tutte le circostanze di fatto e di luogo riguardanti l’esecuzione delle prestazioni oggetto dell’affidamento avendo proceduto alla verifica dello stato dei luoghi di intervento, delle circostanze e delle condizioni ambientali, eseguendo direttamente tutti gli accertamenti e le ricognizioni necessarie ……”;
  • il criterio di aggiudicazione prescelto è quello del migliore rapporto qualità/prezzo (offerta economicamente più vantaggiosa), ai sensi del combinato disposto dell’art. 148 co. 6 e dell’art. 95 co. 2 del D.lgs 50/2016, per un importo complessivo a base di gara di Euro 766.022,97= di cui Euro 678.849,60= per lavori soggetti a ribasso ed Euro 87.173,37= per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso, Iva di legge esclusa, così come risultante dal quadro economico approvato con proprio decreto n. 362/2018.
  • il Responsabile Unico del Procedimento (R.U.P.), ai sensi dell’art. 31 del D.Lgs 50/2016, è l’ing. Stefano Angelini, direttore dell’Unità Organizzativa Complessi Monumentali.

VISTO il D.lgs 50/2016, come modificato dal D.lgs 56/2017 e, in particolare gli artt. 77, 78 e 216 co. 2, che disciplinano la composizione delle commissioni giudicatrici nelle procedure di gara da aggiudicare con il criterio del migliore rapporto qualità/prezzo.

CONSIDERATO CHE il menzionato art. 216, comma 12, dispone che “fino all’adozione della disciplina in materia di iscrizione all’Albo di cui all’articolo 78, la commissione giudicatrice continua ad essere nominata dall’organo della stazione appaltante competente ad effettuare la scelta del soggetto affidatario del contratto, secondo regole di competenza e trasparenza preventivamente individuate da ciascuna stazione appaltante …..”.

VISTE le Linee Guida n. 5 adottate in merito dall’ANAC recanti “Criteri di scelta dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici”.

TENUTO CONTO del Comunicato del Presidente dell’ANAC del 18 luglio 2018, “Istruzioni operative per l’iscrizione all’Albo nazionale obbligatorio dei commissari di gara e per l’estrazione dei commissari”, dal quale si può evincere la durata del periodo transitorio di disciplina delle commissioni, essendo stato al riguardo precisato che: “Ai fini dell’iscrizione degli esperti, l’Albo è operativo dal 10 settembre 2018” (punto 16) e che “Ai fini dell’estrazione degli esperti, l’Albo è operativo, per le procedure di affidamento per le quali i bandi o gli avvisi prevedano termini di scadenza della presentazione delle offerte a partire dal 15 gennaio 2019. Da tale data, è superato il periodo transitorio di cui all’articolo 216, comma 12, primo periodo, del Codice dei contratti pubblici” (punto 17).

DATO ATTO CHE in data 3 dicembre 2018 è stata avviata sul portale telematico del MePA la procedura negoziata in oggetto e che il termine per la presentazione delle offerte è scaduto alle ore 12.00 del 19 dicembre 2018.

CONSIDERATO CHE ai fini della valutazione delle offerte occorre effettuare la nomina della Commissione giudicatrice, ai sensi dei precedentemente richiamati articoli 77, 78 e 216, comma 12, del D.lgs. 50/2016, la quale procederà all’espletamento delle operazioni di rito e alla conseguente proposta di aggiudicazione dell’affidamento in questione.

DATO ATTO CHE, stante l’oggetto dell’appalto, i componenti della Commissione giudicatrice da nominare devono essere in possesso di adeguata professionalità ed esperienza in materia di procedure di affidamento di lavori.

RITENUTO CHE siano presenti, nell’ambito di questa stazione appaltante, le professionalità necessarie allo svolgimento dell’incarico di componente della Commissione giudicatrice.

RITENUTO pertanto di nominare quali componenti della Commissione giudicatrice cui affidare la valutazione delle offerte e la conseguente proposta di aggiudicazione, conformemente a quanto disposto dall’art. 77 del D.lgs. 50/2016, i seguenti dipendenti di ruolo:

  • ing. Stefano Angelini, direttore dell’Unità Organizzativa Complessi Monumentali, in qualità di presidente;
  • arch. Marco Riolfatto, Alta Professionalità “Staff RUP Facility Management Sedi Consiliari” del Consiglio regionale del Veneto, in qualità di componente;
  • ing. Silvia Cagnin, Alta Professionalità “Facility Management delle Sedi” della Direzione Acquisti AA.GG. e Patrimonio, in qualità di componente.

DATO ATTO CHE saranno acquisite agli atti le dichiarazioni, da parte dei predetti componenti della Commissione giudicatrice, circa l’inesistenza di cause di incompatibilità e astensione in relazione allo svolgimento dell’incarico.

DATO altresì ATTO CHE, in ottemperanza a quanto disposto dall’art. 29 del D.lgs. 50/2016, il presente provvedimento, unitamente ai curricula dei componenti la Commissione giudicatrice, sarà pubblicato sul profilo committente della Regione del Veneto www.regione.veneto.it, nella sezione “Bandi, Avvisi e Concorsi”, al link originario ove è stata pubblicata la documentazione relativa alla presente procedura.

VISTO il D.lgs 50/2016 “Codice dei contratti pubblici”.

VISTO il proprio decreto nn. 362/2018, 382/2018 e 417/2018.

VISTE le Linee Guida ANAC n. 5 di attuazione del D.lgs 50/2016, recanti “Criteri di scelta dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici”.

VISTO il Comunicato del Presidente dell’ANAC del 18 luglio 2018, “Istruzioni operative per l’iscrizione all’Albo nazionale obbligatorio dei commissari di gara e per l’estrazione dei commissari”.

VISTO il Piano Triennale per la prevenzione della corruzione 2018-2020 approvato con DGR n. 59 del 26 gennaio 2018.

VISTE le LL.RR. n. 1/2012 e n. 54/2012, come modificata dalla L.R. n. 14/2016.

VISTO il D.lgs. n. 33/2013.

ATTESTATA l’avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale.

decreta

  1. di dare atto che le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.
  2. di nominare, ai sensi dell’art. 77 del D.lgs. 50/2016, quali componenti della Commissione giudicatrice per la valutazione delle offerte e la conseguente proposta di aggiudicazione della procedura di gara in oggetto, CUP H38I13000090001, CIG 7714863A57, i seguenti dipendenti di ruolo aventi adeguata professionalità ed esperienza in materia di procedure di affidamento di lavori:
  • ing. Stefano Angelini, direttore dell’Unità Organizzativa Complessi Monumentali, in qualità di presidente;
  • arch. Marco Riolfatto, Alta Professionalità “Staff RUP Facility Management Sedi Consiliari” del Consiglio regionale del Veneto, in qualità di componente;
  • ing. Silvia Cagnin, Alta Professionalità “Facility Management delle Sedi” della Direzione Acquisti AA.GG. e Patrimonio, in qualità di componente.
  1. di acquisire agli atti le dichiarazioni dei componenti della Commissione giudicatrice circa l’inesistenza di cause di incompatibilità ed astensione in relazione allo svolgimento dell’incarico.
  2. di dare atto che le funzioni di segretario verbalizzante saranno svolte dal funzionario Alberto Gallina, P.O. Affidamenti sopra soglia, in servizio presso la scrivente Direzione Acquisti AA.GG. e Patrimonio.
  3. di dare atto che, ai sensi dell’art. 29 co. 1 del D.lgs. 50/2016, che il presente provvedimento, unitamente ai curricula dei componenti la Commissione giudicatrice, sarà pubblicato sul profilo committente della Regione del Veneto www.regione.veneto.it, nella sezione “Bandi, Avvisi e Concorsi”, al link originario ove è stata pubblicata la documentazione relativa alla presente procedura.
  4. di dare atto che il presente provvedimento non comporta spese a carico del bilancio regionale.
  5. di pubblicare il presente provvedimento integralmente nel Bollettino ufficiale della Regione del Veneto.

Giulia Tambato

Torna indietro