Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 132 del 28/12/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 132 del 28/12/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 132 del 28 dicembre 2018


Materia: Appalti

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE ACQUISTI AFFARI GENERALI E PATRIMONIO n. 378 del 31 ottobre 2018

Determina a contrarre e affidamento diretto, ex art. 36 comma 2 lett. a) del D.lgs. 50/2016, per l'incarico del servizio di rilievo orografico/topografico dell'intera area del complesso monumentale denominato "Rocca di Monselice" in Monselice (PD). Affidamento all'impresa Multioptic Drone s.r.l., Codice Fiscale e Partita Iva 02620640413, a seguito di trattativa diretta n. 650169 sul Me.PA di Consip S.p.A. - CIG. ZEF255090F. Impegno di spesa di Euro 29.158,00 sul bilancio di esercizio 2019. (L.R.39/2001).

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si dà atto delle risultanze della trattativa diretta n. 650169 effettuata sul portale telematicoMe.PA di Consip S.p.A. e si provvede ad affidare, ai sensi dell'art. 36 co. 2 lett. a) del D. Lgs. 50/2016, il servizio di rilievo orografico/topografico dell'intera area del complesso monumentale denominato "Rocca di Monselice" in Monselice (PD), assumendo il relativo impegno di spesa sul bilancio di esercizio 2019.

Il Direttore

PREMESSO CHE

  • la Regione del Veneto è proprietaria del complesso monumentale denominato “Rocca di Monselice” in Monselice (PD), giusta contratto di compravendita Notaio Giovanni Candiani in Venezia Rep n. 67848 n. raccolta 23978 in data 24 marzo 1982 e atto di assegnazione di beni ai soci Notaio Francesco Ruggeri in Venezia Rep. n. 29668 n. raccolta 12246 in data 23 dicembre 1985, già appartenente alla Fondazione Cini, acquisito ai sensi della L.R. n. 25/81 al fine di garantirne la conservazione, la valorizzazione e l’uso pubblico;
  • il complesso monumentale è composto da circa 21 ettari di territorio collinare denominato “Monte della Rocca” sul quale insistono i seguenti fabbricati: ruderi di fortificazioni medioevali e cinta murarie, Casa Salotto, Palazzo della Biblioteca, Castello di Monselice, Casa del Custode, complesso monumentale di Villa Duodo, Casa ex Bernardini e compendio sommitale comprensivo del Mastio Federiciano e delle sue pertinenze;
  • tali beni sono sottoposti a vincolo, ex legge n. 1089/1939 con Decreti del Ministero della Pubblica Istruzione in data 26 settembre 1955 e 30 marzo 1957 (vincoli architettonici), nonché con Decreto 19 febbraio 1957, dichiarazione di notevole interesse pubblico ai sensi della legge n. 1497/1939 (vincolo paesaggistico), ora D.lgs. n. 42/2004 (Codice dei Beni Culturali).

DATO ATTO CHE allo stato attuale non esiste un rilievo “esterno” completo, in formato digitale, dell’intero complesso monumentale sopra descritto, comprensivo dei percorsi di accesso, degli scoperti di pertinenza degli edifici storici e di tutte le costruzioni dirute nonché delle aree naturali e boschive in esso contenute;

CONSIDERATO CHE il suddetto rilievo orografico/topografico risulta necessario per eseguire una corretta ed efficiente programmazione degli interventi manutentivi di consolidamento, messa in sicurezza, regimazione idraulica nonché di restauro del colle e dei fabbricati in esso contenuti, che risultano necessari e urgenti per conservare la preziosa memoria storica e paesaggistica del luogo e delle sue architetture;

CONSIDERATO CHE il suddetto rilievo risulta altresì necessario anche per procedere all’analisi delle problematiche legate al rischio di stabilità statica dei versanti con accentuato gradiente topografico, soggetti frequentemente a movimenti franosi soprattutto in prossimità dell’ex cava di trachite insistente sul versante ovest del colle;

CONSIDERATA l’estensione del rilievo, l’andamento orografico del colle e dei suo diversi versanti, la presenza di numerosi plessi monumentali isolati e diruti, la presenza di numerosi terrapieni e muretti a secco, nonché valutato il “disturbo” generato dalla presenza di una folta vegetazione, si ritiene necessario utilizzare una tecnologia di rilievo di tipo Laser Scanner e LIDAR a doppio ritorno di segnale, integrata da metodologia tradizionale (stazione totale, GPS, GNSS) al fine di acquisire una modellazione 3D del suolo adeguatamente dettagliata, finalizzata anche alla restituzione grafica plani-altimetrica bidimensionale;

DATO ATTO CHE l’importo complessivo per lo svolgimento del suddetto servizio è stimato complessivamente in Euro 24.000,00=, Iva di legge esclusa;

RITENUTO opportuno, in ragione dell’importo massimo dell’affidamento (inferiore a Euro 40.000,00=) e della specificità della prestazione, avviare una trattativa diretta tramite la piattaforma telematica Me.PA di Consip S.p.A. per l’affidamento del suddetto servizio con l’operatore economico Multioptic Drone s.r.l., con sede legale in Gabicce Mare (PU), Codice Fiscale e Partita Iva 02620640413, impresa individuata dal R.U.P., ing. Stefano Angelini, direttore dell’U.O. Complessi Monumentali, in quanto start-up innovativa, operante nel campo della ricerca avanzata e dotata di tecnologia di rilevazione iperspettrale e LIDAR (dual return 16 bim) unita ad un sistema di analisi/elaborazione dati avanzato, tale da consentire una elevata precisione di rilievo (anche in presenza di un consistente disturbo dato dalla folta ed estesa vegetazione) che un comune operatore di mercato, operante nel settore topografico, non riuscirebbe ad ottenere con la strumentazione tradizionale;

DATO ATTO CHE la trattativa diretta è uno strumento telematico di negoziazione che può essere avviata da un’offerta a catalogo o da un oggetto generico di fornitura (metaprodotto) presente nella vetrina della specifica iniziativa merceologica, indirizzata ad un unico Fornitore ed ammissibile nei soli casi di affidamento diretto, con procedura negoziata, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lettera a) del D.lgs. 50/2016, come nel caso di cui trattasi, ovvero di procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando, con un solo operatore economico, ai sensi dell’art. 63 D.lgs. 50/2016 (per importi fino a 1 milione di euro nel caso di lavori di manutenzione).

ATTESO CHE il richiamato operatore economico ha offerto un importo complessivo di Euro 23.900,00= per l’effettuazione delle prestazioni richieste, Iva esclusa.

RITENUTO l’offerta nel suo complesso congrua ed affidabile si procede con il presente provvedimento all’affidamento del servizio cui trattasi, ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. a) del D. Lgs. 50/2016, all’operatore economico Multioptic Drone s.r.l., Via Caduti del Mare 20/A, Gabicce Mare (PU), Codice Fiscale e Partita Iva 02620640413, per una spesa complessiva di Euro 29.158,00= (di cui Euro 5.258,00= per Iva di legge).

DATO ATTO che, per quanto sopra, necessita ora impegnare la somma di Euro 29.158,00= a favore del suddetto operatore economico sul capitolo di spesa 100630 “Lavori di manutenzione straordinaria, ristrutturazione o recupero su beni immobili, demaniali o patrimoniali nonché su locali ed uffici sedi regionali”, art.018 “Incarichi professionali per la realizzazione di investimenti”, P.d.C. U.2.02.03.05.001 “Incarichi professionali per la realizzazione di investimenti” del bilancio di esercizio 2019, che presenta sufficiente disponibilità.

VISTO il D.lgs. 118/2011 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42”.

VISTO il D.lgs. n. 33/2013, "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle PP.AA." e gli indirizzi applicativi previsti con la DGR n. 677/2013.

VISTO il D.lgs. 50/2016, “Codice dei Contratti Pubblici”.

VISTA la L.R. n. 47 del 29.12.2017 “Bilancio di previsione 2018-2020” e la D.G.R.V. n. 81 del 26.01.2018 relativamente alle Direttive per la gestione del bilancio di previsione 2018-2020.

VISTA la L. 190/14.

VISTA la L.R. 6/80.

VISTA la L.R. 54/12 e s.m. e i.

VISTA la L.R. 39/01 e s.m. e i.

VISTA la L.R. 1/11.

ATTESTATA l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale.

VISTA la documentazione agli atti.

decreta

  1. di dare atto che le premesse formano parte integrante del presente provvedimento e di attestare che l’obbligazione di cui si dispone l’impegno è perfezionata;
  2. di approvare le risultanze della procedura negoziata di cui all’art. 36, comma 2, lett. a) del D.lgs. 50/2016, espletata mediante trattativa diretta sulla piattaforma telematica Me.PA di Consip S.p.A. (trattativa n. 650169), giusta art. 33 comma 1 del D.lgs. 50/2016 e, conseguentemente, di affidare all’operatore economico Multioptic Drone s.r.l., con sede legale in Gabicce Mare (PU), Codice Fiscale e Partita Iva 02620640413, il servizio di rilievo orografico/topografico dell’intera area del complesso monumentale denominato “Rocca di Monselice” in Monselice (PD), CIG ZEF255090F, per un importo complessivo di Euro 29.158,00= (di cui Euro 5.258,00= per Iva di legge);
  3. di impegnare la somma di Euro 29.158,00= a favore del predetto operatore economico sul capitolo di spesa 100630 “Lavori di manutenzione straordinaria, ristrutturazione o recupero su beni immobili, demaniali o patrimoniali nonché su locali ed uffici sedi regionali”, art.018 “Incarichi professionali per la realizzazione di investimenti”, P.d.C. U.2.02.03.05.001 “Incarichi professionali per la realizzazione di investimenti”, CIG ZEF255090F, del bilancio di esercizio 2019, che presenta sufficiente disponibilità;
  4. di dare atto che la spesa in argomento rientra nell’obiettivo SFERE 01.06.01 “Valorizzazione complessi monumentali” assegnato alla presente Struttura per l’esercizio 2018;
  5. di dare atto che l’obbligazione ha la natura di debito commerciale, è esigibile entro il 31/12/2019 e non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. n. 1/2011;
  6. di dare atto che si provvederà a comunicare al suddetto beneficiario l’avvenuta assunzione dell’impegno di spesa ai sensi dell’art. 56 comma 7 del D.lgs. 118/2011;
  7. di provvedere alla liquidazione ed al pagamento del suddetto servizio, su presentazione di fatture a norma di legge, previo accertamento e verifica della regolare esecuzione degli stessi, secondo quanto previsto dal contratto d’appalto;
  8. di dare atto che alla liquidazione della spesa si procederà ai sensi dell’art. 44 e seguenti della L.R. n. 39/2001;
  9. di dare atto che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
  10. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi del combinato disposto degli artt. 23 e 37 del D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33;
  11. di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione.

Giulia Tambato

Torna indietro