Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 121 del 07/12/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 121 del 07/12/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 121 del 07 dicembre 2018


Materia: Acque

Decreto DEL DIRETTORE DELLA UNITA' ORGANIZZATIVA GENIO CIVILE VERONA n. 282 del 03 luglio 2018

R.D. 523/1904 concessione per l'occupazione emporanea, ad uso sfalcio di prodotti erbosi spontanei, di terreno demaniale lungo le pertinenze del fiume Adige, in sx idraulica, della superificie complessiva di ha. 15.52.27 catastalmente identificato al foglio 9, mappali 47,85 - foglio 12, mappali 5,7,72,74,84,119 - foglio 13, mappali 65,83,86 - foglio 15, mappali 8/Parte, 48 - foglio 17, mappali 2,39,0,67,69 - foglio 23, mappali 14,15 Parte, 18,20,23, 76,77, 105/parte nel Comune di Bonavigo (VR). Ditta Rugolotto Lino - pratica n. 10581

Note per la trasparenza

Estremi principali documenti istruttoria: disciplinare prot. n. 170785 del 17.4.2014; Decreto di concessione n. 198 del 12.5.2014; nota prot. n. 178001 del 15.5.208; nota di adesione al rilascio della concessione temporanea prot. n. 181445 del 17.5.2018. Atto soggetto a pubblicazione nel BUR del Veneto, ai sensi della L.R. n. 29 del 27.12.2011 e della D.G.R 14.5.2013 n. 677, e nella sezione Amministrazione trasparente della Regione Veneto con le modalità previste dall'art. 23 del Dlgsn. 33/2013e s.m.i.

Il Direttore

PREMESSO che con Decreto della Sezione Bacino idrografico Adige Po - Sezione di Verona n. 198 del 12/05/2014 è stata rilasciata, alla ditta Rugolotto Lino la concessione per l’occupazione, ad uso sfalcio di prodotti erbosi spontanei, di terreno demaniale lungo le pertinenze del fiume Adige, in sx idraulica, della superficie complessiva di ha 15.52.27 catastalmente identificato al foglio 9, mappali 47, 85 – foglio 12, mappali 5, 7, 72, 74, 84, 119 – foglio 13, mappali 65, 83, 86 – foglio 15, mappali 8/Parte, 48 – foglio 17, mappali 2, 39, 0, 67, 69 – foglio 23, mappali 14, 15/Parte, 18, 20, 23, 76, 77, 105/Parte, nel comune di Bonavigo (VR).

PRESO ATTO della scadenza della concessione, per la quale è necessario pubblicare apposito avviso pubblico in ottemperanza alle disposizioni di cui alla DGRV n. 783/2005;

CONSIDERATO che le vigenti disposizioni in tema di utilizzazione agricola di terreni demaniali e patrimoniali indisponibili, in particolare l’art. 6, comma 4)bis del D.Lgs 228/2001, delineano un quadro normativo di difficile interpretazione ed applicazione, che può dare adito a situazioni incompatibili con la tutela dell’interesse pubblico sotteso al rilascio dei titoli concessori;

CONSIDERATO, inoltre, che tale condizione di incertezza normativa ha reso necessario richiedere un parere alle competenti Autorità, al fine di individuare una prassi applicativa della suddetta legislazione, univoca e conforme al sopra citato interesse pubblico;

CONSIDERATO, altresì, che la mancata pulizia degli argini, nel periodo intercorrente tra la scadenza della concessione attuale ed il rilascio del parere richiesto alle Autorità di cui al precedente “considerato”, comporterebbe, oltre al mancato introito del canone nel periodo vacante, una situazione di incuria e disordine degli argini e pertinenze demaniali del fiume Adige, compromettendo così la sicurezza pubblica nell’eventualità di condizioni climatiche particolarmente piovose;

RITENUTO opportuno, al fine di una corretta manutenzione degli argini dei corso d’acqua nel periodo estivo ed autunnale, concedere ai precedenti concessionari l’occupazione temporanea del terreno demaniale, fissando come termine di scadenza il 31/12/2018;

RILEVATO che la ditta Rugolotto Lino ha aderito, con nota prot. n. 181445 del 17/05/2018, alla proposta di concessione temporanea di terreno demaniale;

RILEVATO che in data 15/06/2018, prot. n. 228167, è stato sottoscritto dalle parti interessate il disciplinare contenente gli obblighi e le condizioni a cui il concessionario dovrà attenersi;

VISTO il R.D. 523/1904;

VISTO il D.Lgs 228/2001, art. 6, comma 4)bis;

VISTO il D.Lgs. 112/1998;

VISTA la L.R. 41/1988;

VISTA la L.R. 11/2001;

VISTA la DGR n. 783/2005;

VISTA la DGR n. 1997/2004;

VISTO il Decreto del Direttore della Direzione operativa n. 4 dell’11/08/2016;

VISTO il Decreto del Direttore della Direzione operativa n. 15 dell’01/09/2016

decreta

1. di dare atto che le premesse formano parte integrante e sostanziale al presente atto;

2. Nei limiti delle disponibilità dell’Amministrazione concedente, salvi quindi ed impregiudicati i diritti dei terzi, di rilasciare alla ditta Rugolotto Lino (C.F.: omissis), nato il (omissis) ad (omissis), la concessione per l’occupazione temporanea, ad uso sfalcio di prodotti erbosi spontanei, di terreno demaniale lungo le pertinenze del fiume Adige, in sx idraulica, della superficie complessiva di ha 15.52.27 catastalmente identificato al foglio 9, mappali 47, 85 – foglio 12, mappali 5, 7, 72, 74, 84, 119 – foglio 13, mappali 65, 83, 86 – foglio 15, mappali 8/Parte, 48 – foglio 17, mappali 2, 39, 0, 67, 69 – foglio 23, mappali 14, 15/Parte, 18, 20, 23, 76, 77, 105/Parte, nel comune di Bonavigo (VR).

3. La presente concessione è subordinata all’osservanza delle condizioni contenute nel disciplinare d’uso sottoscritto dalle parti in data 15/06/2018, prot. n. 228167, che forma parte integrante del presente decreto.

4. La concessione scadrà in data 31/12/2018; il canone per il corrente anno viene stabilito in €. 240,60 (euro duecentoquaranta/60), calcolato ai sensi della DGRV n. 1997/2004 per il tipo d’uso sfalcio di prodotti erbosi spontanei.

5. Di pubblicare integralmente il presente decreto, ad esclusione dell’allegato disciplinare di concessione, nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto, ai sensi della L.R. n. 29 del 27/12/2011 e della D.G.R. 14/05/2013 n. 677, e nella sezione “Amministrazione trasparente“ della Regione Veneto con le modalità previste dall’art. 23 del D.Lgs n. 33/2013, relativo ai provvedimenti amministrativi adottati dai dirigenti.

Contro il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale amministrativo al T.A.R. del Veneto o, in alternativa, ricorso straordinario al Capo dello Stato rispettivamente entro 60 e 120 giorni dal suo ricevimento.

Marco Dorigo

Allegati (omissis)

Torna indietro