Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 115 del 20/11/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 115 del 20/11/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 115 del 20 novembre 2018


Materia: Trasporti e viabilità

Decreto DEL DIRETTORE DELLA UNITA' ORGANIZZATIVA INFRASTRUTTURE STRADE E CONCESSIONI n. 47 del 13 settembre 2018

Decreto di determinazione definitiva del contributo - PAR FSC 2007-2013 Linea 4.4 Regia Piste ciclabili DGR 2049/2015 VE44P006 Comune di Longarone (BL) "Intervento Lunga Via delle Dolomiti - Tratto Castellavazzo - Soverzene" CUP C51B15000430006, con rilevazione economia di spesa.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si procede alla determinazione definitiva del contributo per il finanziamento dell’opera denominata “Intervento Lunga Via delle Dolomiti - Tratto Castellavazzo - Soverzene” – CUP C51B15000430006, finanziata con risorse del PAR Veneto FSC 2007-2013, Linea 4.4. Regia Piste ciclabili, per cui è stata sottoscritta con il comune di Longarone (BL), la Convenzione/Disciplinare repertoriata al n. 32038 rilevando contestualmente l’economia di spesa.

Estremi documenti principali:
Delibere CIPE n. 166/2007 e successive nn. 1/2009, 1/2011, e 21/2014, 57/2016;
DGR n. 1186 del 26/07/2011;
DGR n. 533 del 21/04/2015;
DGR n. 2049 del 23/12/2015;
DGR n. 1571 del 10/10/2016;
L. 208/2015, art. 1, cc. 807-809;
DDR n. 274 del 31/12/2015;
Nota del comune di Longarone n. 3426 del 12/03/2018 (prot. Regione del Veneto n. 94771/2018).

Il Direttore

PREMESSO CHE:

  • Il CIPE con delibera n. 166/2007 e successive nn. 1/2009 e 1/2011 ha definito le modalità di utilizzo delle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione (ex Fondo Aree Sottoutilizzate, FSC/FAS);
  • Con Delibera di Giunta (DGR) n. 1186 del 26/07/2011 è stato approvato il Programma Attuativo Regionale (PAR) per la programmazione 2007-2013;
  • In attuazione del PAR FSC, Asse 4 Mobilità sostenibile Linea 4.4. Piste ciclabili, la Regione del Veneto ha emanato la DGR n. 533 del 21/04/2015, con cui ha approvato l’elenco dei progetti finanziabili mediante Regia regionale per un importo di € 27.480.000,00;
  • Con la DGR n. 2049 del 23/12/2015 la Regione del Veneto, ha provveduto a redigere una graduatoria dei progetti inseriti a Regia, onde far fronte al taglio delle risorse operato a livello centrale e recepito con DGR n. 1499 del 29/10/2015 per un importo di € 14.035.000,00;
  • Nell’elenco dei progetti finanziabili a regia regionale, nella graduatoria allegata alla DGR 2049/2015, è stato inserito il progetto presentato dal comune di Longarone (C.F.: 01155460254) denominato “Intervento Lunga Via delle Dolomiti - Tratto Castellavazzo - Soverzene” – CUP C51B15000430006;
  • Con medesima Delibera è stato stabilito di assegnare al comune di Longarone in qualità di soggetto attuatore e beneficiario del contributo, l’importo di € 1.600.000,00 a valere sulle risorse assegnate alla linea 4.4. Piste Ciclabili del PAR FSC 2007-2013 e di impegnare il medesimo importo per la realizzazione dell’intervento sopraccitato, il cui costo totale ammissibile previsto ammonta a € 2.000.000,00, restando a carico del comune di Longarone la quota non coperta dal cofinanziamento regionale;
  • Di conseguenza la quota di cofinanziamento, ai sensi dell’art. 54, L.R. 27/2003, è pari all’80,00%;
  • L’intervento è stato inserito nel Sistema Gestione Progetti (SGP) ministeriale con il codice VE44P006;
  • Con Decreto del Direttore (DDR) della Sezione Infrastrutture (ora U.O. Infrastrutture strade e concessioni) n. 274 del 31/12/2015 è stata impegnata per l’intervento summenzionato la somma di € 1.600.000,00 a favore del Comune di Longarone sul capitolo n. 102172/U denominato “Programmazione FSC 2007-2013 - Asse Prioritario 4 PAR FSC 2007-2013: Interventi per la Mobilità Sostenibile - Contributi Agli Investimenti (Del. CIPE 21/12/2007, n.166 - Del. CIPE 06/03/2009, n.1 - Del. CIPE 11/01/2011, n.1 - Del. CIPE 20/01/2012, n.9 - D.G.R. 16/04/2013, n.487)” con imputazione per € 872.000,00 nell’esercizio finanziario 2016 con impegno n. 4559/2016 e per € 728.000,00 nell’esercizio finanziario 2017 con impegno 659/2017 con copertura a carico degli accertamenti in entrata assunti dalla Sezione Affari Generali e FAS-FSC (ora Direzione Programmazione Unitaria) con decreto n. 158/2015 sul capitolo n. 100349/E (accertamenti n. 7/2016 e 5/2017);
  • L’Unita Organizzativa Infrastrutture Strade e Concessioni, in qualità di Struttura Responsabile dell’Attuazione (SRA) della linea di intervento 4.4 Piste ciclabili del PAR FSC 2007-2013, come previsto dalla DGR 2049/2015, ha sottoscritto apposita convenziona con il beneficiario, per la regolazione dell’assegnazione e dell’erogazione del contributo (rep. n. 32038/2016);
  • Con nota prot. n. 329517 del 01/09/2016 la Direzione Programmazione Unitaria, struttura assegnataria di budget dei capitoli di spesa e di entrata destinati all’attuazione del PAR FSC 2007-2013, ha autorizzato, tra le altre, la Direzione Infrastrutture Trasporti e Logistica ad assumere gli impegni di spesa per l’attuazione degli interventi dell’Asse 4 Mobilità sostenibile nel limite degli importi programmati per ciascun intervento e i correlati accertamenti in entrata sul capitolo E100349, in attuazione di quanto previsto al paragrafo 3.6 lettera c) dell’Allegato 4/2 del D.lgs. 118/2011 per i trasferimenti statali che costituiscono contributi a rendicontazione;
  • Con decreti del Direttore della Direzione Infrastrutture Trasporti e Logistica n. 13 del 26/07/2016 e n. 36 del 31/08/2016 è stata conferita delega al Direttore dell’U.O. Infrastrutture Strade e Concessioni ad emettere i provvedimenti amministrativi e contabili relativamente alle materie assegnate alla competenza della citata U.O.;
  • Con i DDR della Unità Organizzativa Infrastrutture Strade e Concessioni) n. 95 del 03/10/2017 e n. 10 del 08/02/2018 è stato ridefinito il cronoprogramma dell’intervento posticipando le tempistiche di attuazione stabilendo infine la data del 15/03/2018 come termine per la presentazione della documentazione contabile da parte del comune di Longarone;

CONSIDERATO che a seguito modifiche al cronoprogramma di spesa per la realizzazione dell’intervento comunicate dal soggetto attuatore recepite in sede di Riaccertamento ordinario dei residui al 31/12/2016 con DGR n. 537 del 28/04/2017 e 31/12/2017 con DGR n. 448 del 17/04/2018, il contributo FSC di € 1.600.000,00 assegnato al soggetto beneficiario con il decreto n. 274/2015 risulta imputato come segue sul capitolo di spesa n. 102172/U e sul capitolo di entrata n. 100349/E:

  • per € 63.147,27 impegno n. 4559/2016, correlato all’accertamento n. 7/2016;
  • per € 808.852,73 impegno n. 2968/2017, correlato all’accertamento n. 704/2017;
  • per € 721.403,51 impegno n. 659/2017, correlato all’accertamento n. 5/2017;
  • per € 6.596,49 impegno n. 3579/2018, correlato all’accertamento n. 1123/2018; 

VISTA la nota del Comune di Longarone n. 3426 del 12/03/2018 (prot. Regione del Veneto n. 94771/2018) di richiesta del saldo definitivo del contributo, in cui si dichiara che le spese rendicontate sono state effettivamente ed unicamente sostenute per la realizzazione dell’iniziativa ammessa a contributo e in cui si dichiara l’ammontare complessivo del costo dell’intervento;

VISTE le DGR di riorganizzazione delle Strutture regionali nn. 802, 803, 1111 e 1507 del 2016;

VISTA la DGR n. 1571 del 10/10/2016 di individuazione delle SRA strutturate secondo la nuova organizzazione dell’Ente;

VISTE la DGR n. 536 del 28/04/2017 di riaccertamento ordinario dei residui attivi e passivi al 31 dicembre 2016 con la DGR 537 n. 28/04/2017 di variazioni di bilancio conseguenti al riaccertamento ordinario dei residui 2016 e la DGR n. 483 del 17/04/2018 di riaccertamento ordinario dei residui attivi e passivi al 31 dicembre 2017 con la DGR 484 n. 17/04/2018 di variazioni di bilancio conseguenti al riaccertamento ordinario dei residui 2017;

PRESO ATTO della determinazione del responsabile Area LL.PP. e Manutenzioni n. 61/2018 - determinazione della spesa finale dell’opera – ove è esplicitato il quadro economico riepilogativo generale relativamente ai lavori in oggetto;

PRESO ATTO dell’apposizione della Targa di fine lavori, la cui foto è stata trasmessa per via telematica (riferimenti nota prot. Regione n. 293285/2018), ai sensi della Convenzione;

PRESO ATTO della documentazione di cui all’art. 8, lett. e) ed u) della Convenzione, inviata per via telematica (riferimenti note prot. Regione n. 175147/2017, 215332/2018 e 216107/2018);

PRESO ATTO che il costo effettivo finale dell’opera è pari ad € 1.995.936,11 secondo il seguente quadro economico:

 

N.

DESCRIZIONE

IMPORTO

A.1

Lavori a base d'asta

1.572.540,54

A.2

oneri sicurezza

43.064,60

 

TOTALE LAVORI

1.615.605,14

B.01

lavori economia

0,00

B.02

spese tecniche prog. e direzione lavori

52.194,70

B.03

spese tecniche coordinamento sicurezza

26.950,00

B.04

spese tecniche prog. e direzione strutture

38.100,00

B.05

spese tecniche perizia geologica

6.250,00

B.06

collaudo statico

3.550,00

B.07

oneri previdenziali su spese tecniche

2.869,00

B.08

IVA si Lavori (10%)

161.560,52

B.09

IVA su spese tecniche (22%)

17.098,18

B.10

incentivi art 113 Dlgs 50/2016

29.359,51

B.11

spese pubblicità ANAC

825,00

B.12

imprevisti (veneto Strade - reg. Veneto)

513,26

B.13

segnaletica (iva 10%)

41.060,80

B.14

acquisizione aree - indennizzi

0,00

B.15

recupero ribassi d'asta

0,00

 

TOTALE SOMME A DISPOSIZIONE

380.330,97

TOTALE COMPLESSIVO

1.995.936,11

 

VISTA la Nota della Sezione Affari Generali n. prot. 251211 del 17/06/2015 di precisazione sull’individuazione delle spese tecniche;

CONSIDERATO che le spese tecniche non sopravanzano il limite percentuale di cui al Manuale per il Sistema di Gestione e Controllo (pag. 20) allegato al DDR della Sezione Affari Generali e FAS-FSC n. 16 del 07/03/2016;

CONSIDERATO che per l’intervento in oggetto non sono state effettuate spese per espropri ed acquisto di terreni; (ulteriore voce per cui è previsto un limite percentuale di cui al Manuale per il Sistema di Gestione e Controllo (pag. 20) allegato al DDR della Sezione Affari Generali e FAS-FSC n. 16 del 07/03/2016);

VISTA la nota del comune di Longarone n. 18359 del 29/12/2016 (prot. Regione del Veneto n. 526992/2016) in cui venivano trasmesse le determinazione del responsabile della centrale unica di committenza (CUC) costituita presso l’unione Montana Cadore - Longaronese – Zoldo di aggiudicazione (in lotti) dei lavori dell’intervento in oggetto – rispettivamente n. 256 del 21/12/2016 relativamente ai lavori del I lotto, n. 259 del 22/12/2016 relativamente ai lavori del II lotto e n. 260 del 21/12/2016 relativamente ai lavori del III lotto - in ottemperanza a quanto previsto dall’art. 4 punto b della convenzione Rep. 32038/2016 sottoscritta tra Regione Veneto e Comune di Longarone in ordine all’assegnazione del contributo concesso con DGR n. 2049 del 23/12/2015;

VISTA la nota del comune di Longarone n. 2 del 02/01/2017 (prot. Regione del Veneto n. 1193/2017) in cui si comunicava l’avvenuta approvazione della variante urbanistica;

VISTA la DGR n. 1097 del 13 luglio 2017 avente ad oggetto “Programma Attuativo Regionale del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (PAR FSC Veneto 2007 - 2013). Stato di attuazione del Programma. Raggiungimento delle Obbligazioni Giuridicamente Vincolanti e applicazione delle sanzioni ai sensi delle Delibere CIPE nn. 21/14 e 57/16. Rimodulazione del Piano finanziario” nella quale si prende atto che il Soggetto beneficiario non è incorso in alcuna decurtazione del contributo in applicazione di quanto previsto dalla L. 208/2015, art. 1, cc. 807-809;

VISTA la nota n. 249882 del 26/06/2017 della Autorità di Gestione PAR FSC 2007-2013 con la quale viene indicato che la quota del 20% del fondo destinato alle funzioni tecniche svolte dai dipendenti pubblici, di cui l’art 113 c. 4 del D.lgs. 50/2016 non può essere rendicontata per l’acquisto di beni e strumentazione tecnologica funzionali a progetti di innovazione, ove non siano strettamente funzionali all’opera finanziata essendo le risorse FSC di natura vincolata;

VISTA la nota n. 255825 del 29/06/2017 della U.O. Infrastrutture strade e concessioni con la quale venivano informati i soggetti beneficiari degli interventi finanziati con risorse a valere sul PAR FSC 2007-2013 della applicazione dell’art 113 c.4 del D.lgs 50/2016 e pertanto la non rendicontabilità degli acquisti di beni e strumentazione tecnologica;

RITENUTO, ai sensi di quanto sopra, di non ritenere ammissibile la voce di spesa presentata in sede di rendicontazione per € 652,43 e di determinare pertanto in € 1.995.283,68 l’importo totale di spesa ammissibile sulla quale calcolare la quota di cofinanziamento da assegnare in via definitiva al comune di Longarone, (ai sensi dell’art. 54, L.R. 27/2003, nonché della Convenzione sottoscritta tra il Comune e la Regione del Veneto), quota che ammonta ad € 1.596.226,94 corrispondente al 80,00% dell’importo totale ammesso;

RITENUTO di quantificare in € 4.716,32 l’economia complessiva di spesa relativa all’intervento, di cui € 3.773,06 da attribuirsi alla quota di cofinanziamento FSC;

CONSIDERATO che al Soggetto beneficiario sono stati erogati dalla Regione del Veneto i seguenti acconti/tranche:

 

Capitolo

impegno

n. liquidazione

anno

importo

102172

4559/2016

26228

2017

63.147,27

102172

2968/2017

26229

2017

 € 808.852,73

102172

659/2017

26232

2017

 € 440.139,23

 

 

 

TOTALE

€ 1.312.139,23

 

rimangono da liquidare al Soggetto Beneficiario € 284.087,71;

DATO ATTO che, non essendo più sussistente alcuna obbligazione nei confronti del comune di Longarone, in relazione alla quota di contributo eccedente l’importo definitivo come sopra rideterminato, è necessario disporre la minor  spesa corrispondente ad € 3.773,06 da portare in riduzione dell’impegno n. 3579/2018 sul capitolo 102172/U;

RILEVATO che il suddetto impegno di spesa risulta correlato all’accertamento in entrata n. 1123/2018 assunto sul capitolo 100349/E di competenza della Direzione Programmazione Unitaria, che dovrà disporre, in applicazione di quanto previsto al paragrafo 3.6 lettera c) dell’Allegato 4/2, la correlata minor entrata per lo stesso importo di € 3.773,06;

PRESO ATTO che la minor spesa, si renderà disponibile per la riprogrammazione della medesima quota a favore di nuovi interventi da finanziare nell’ambito del PAR FSC, così come previsto dal “Manuale per il Sistema di gestione e controllo del Programma Attuativo Regionale (PAR) del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2007-2013” e dal relativo “Manuale operativo delle procedure”, approvati con D.G.R. n. 1569/2015 e successivamente modificati con decreto n. 16 del 07/03/2016 della Sezione Affari Generali e FAS-FSC;

PRESO ATTO della nota di assenso del Comune n. prot. 10393 del 03/08/2018 (prot. Regione del Veneto n. 326377 del 03/08/2018) alla comunicazione di avvio del procedimento prot. n. 323911 del 02/08/2018 per la quantificazione del contributo definitivo;

VISTA la L.R. statutaria n. 1 del 17/04/2012;

VISTA la L.R. n. 54 del 31/12/2012;

VISTE Delibere CIPE n. 166/2007 e successive nn. 1/2009, 1/2011, e 21/2014, 57/2016;

VISTA la L. 208/2015, art. 1, cc. 807-809;

VISTO il D.L. n. 244 del 30/12/2016;

VISTA la DGR n. 1186 del 26/07/2011;

VISTA la DGR n. 533 del 21/04/2015;

VISTA la DGR n. 2049 del 23/12/2015;

VISTA la DGR n. 1571 del 10/10/2016;

VISTA la DGR n. 1097 del 13/07/2017;

VISTI il Manuale Operativo ed il Manuale per il Sistema di Gestione e Controllo di cui al DDR della Sezione Affari Generali e FAS-FSC n. 16 del 07/03/2016;

decreta

  1. di considerare le premesse parte integrante del presente provvedimento;
  2. di dare atto che il costo finale dell’intervento in oggetto è pari ad € 1.995.936,11 e che le spese ritenute ammissibili ammontano invece ad € 1.995.283,68;
  3. di determinare in € 1.596.226,94 l’ammontare del contributo definitivo assegnato al Comune di Longarone con DGR n. 2049/2015 per il finanziamento dell’opera denominata “Intervento Lunga Via delle Dolomiti - Tratto Castellavazzo - Soverzene” – codice SGP VE44P006 – CUP C51B15000430006, finanziata con risorse del PAR Veneto FSC 2007-2013, Linea 4.4. Regia Piste ciclabili;
  4. di liquidare al comune di Longarone la somma di € 284.087,71 a valere per € 281.264,28 sull’impegno n. 659 del Bilancio 2017 e per € 2.823,43 sull’impegno n. 3579 del Bilancio 2018 del Capitolo 102172/U denominato “Programmazione FSC 2007-2013 - Asse Prioritario 4 PAR FSC 2007-2013: Interventi per la Mobilità Sostenibile - Contributi Agli Investimenti (Del. CIPE 21/12/2007, n.166 - Del. CIPE 06/03/2009, n.1 - Del. CIPE 11/01/2011, n.1 - Del. CIPE 20/01/2012, n.9 - D.G.R. 16/04/2013, n.487)”, art 002 "contributi agli investimenti Amministrazioni locali" (Piano dei conti U.2.03.01.02.004 – Codice Amministrazione aperta 2916318 e codice CUP C51B15000430006)
  5. di rilevare, per le motivazioni indicate in premessa, la minor spesa di € 3.773,06 a valere sull’impegno di spesa n. 3579/2018 assunto sul Capitolo 102172/U derivante dalla reimputazione in sede di Riaccertamento ordinario al 31/12/2017 dall’impegno n. 659/2017 originariamente assunto con decreto n. 274/2015;
  6. di dare atto che la minor spesa rilevata al punto 5) risulta correlata all’accertamento in entrata n. 1123/2018 assunto sul capitolo 100349/E di competenza della Direzione Programmazione Unitaria;
  7. di trasmettere il presente atto alla Direzione Programmazione Unitaria per le attività di competenza;
  8. di dare atto che il presente decreto è trasmesso al beneficiario del contributo e pubblicato integralmente sul Bollettino Ufficiale della Regione;
  9. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi degli articoli 26, c. 2 e 27, del D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33;
  10. di dare atto che è ammesso il ricorso giurisdizionale al TAR o, in alternativa, il ricorso straordinario al Capo dello Stato rispettivamente entro 60 e 120 giorni dalla notifica.

Marco d'Elia

Torna indietro