Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 48 del 22/05/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 48 del 22/05/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 48 del 22 maggio 2018


Materia: Agricoltura

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE AGROAMBIENTE, CACCIA E PESCA n. 25 del 02 marzo 2018

DGR n. 1835/2016, allegato A, sulla disciplina dell'utilizzazione degli effluenti di allevamento e digestati ai fini agronomici. Approvazione del documento di compendio dei criteri tecnici di riferimento per la determinazione e la gestione amministrativa e informatica delle informazioni sui trattameni degli effluenti di allevamento e delle ulteriori biomasse di provenienza varia. Approvazione della ricognizione della documentazioen integrativa alla Comunicazione di spandimento.

Note per la trasparenza

Con il presente decreto vengono forniti chiarimenti interpretativi e indicazioni operative per agevolare la gestione delle informazioni relative ai trattamenti aziendali degli effluenti nell’ambito della procedura informatizzata (A-58 web – “Applicativo Nitrati”) per la presentazione della Comunicazione per l’utilizzo agronomico degli effluenti e dei digestati (allegato A). Si effettua, nel contempo, la ricognizione delle disposizioni sull’obbligo della trasmissione all’Ente competente della documentazione integrativa alla Comunicazione Nitrati, e/o il suo inserimento nell’ambito della Comunicazione compilata tramite “Applicativo Nitrati” (allegato B).

Elenco dei principali documenti dell’istruttoria:
Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152   DDR 10 marzo 2017, n. 31
Decreto Ministeriale 25.2.2016, n. 5406   DDR 16 maggio 2017, n. 74
DGR 25 novembre 2016, n. 1835   DDR 4 luglio 2016, n. 104

Il Direttore

PREMESSO che tutti gli operatori che svolgono attività produttive primarie impattanti sulle risorse naturali e ambientali sono soggetti ad adempimenti amministrativi necessari allo svolgimento dei controlli su determinati aspetti della gestione aziendale, affinché siano recepiti i criteri di buona gestione delle pratiche agricole orientati alla salvaguardia delle componenti ambientali interessate;

DATO ATTO che la Regione del Veneto, a partire da settembre 2007 ha messo a disposizione degli utenti una procedura che consente il trattamento della documentazione amministrativa e del relativo quadro informativo in via telematica, tramite un “applicativo” reso disponibile a beneficio sia dei dichiaranti, sia degli Enti competenti nei controlli amministrativi e ambientali;

CONSIDERATO che l’aggiornamento della documentazione amministrativa ha richiesto significativi adeguamenti contenutistici anche nella procedura informatizzata, essendo intervenuta a livello regionale, a cavallo tra il 2016 e il 2017, un’evoluzione normativa che ha rinnovato l’inquadramento sistematico del processo di digestione anaerobica nell’ambito dei trattamenti aziendali degli effluenti;

VERIFICATO che, a oltre 10 anni dalla sua attivazione, la procedura informatizzata di comunicazione per l’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento informatizzata è divenuta un supporto indispensabile, anche ai fini della gestione istruttoria e di controlli più uniformi tra i Soggetti con competenze diverse (Province e Comuni, ARPAV, AVEPA), e nelle relazioni intersoggettive tra le Amministrazioni di diverso livello di operatività territoriale;

CONSIDERATO che deve essere ulteriormente perseguito l’obiettivo della semplificazione e dell’armonizzazione del quadro regolamentare in materia, e che è pertanto necessario fornire, a beneficio degli operatori agricoli e delle Pubbliche Amministrazioni, chiarimenti interpretativi e indicazioni applicative sulla gestione delle informazioni relative ai trattamenti aziendali degli effluenti, stante l’ulteriore complessità indotta dall’ingresso del “digestato” tra i materiali utilizzabili ai fini agronomici in regime di comunicazione alla Provincia;

RILEVATO che l’organizzazione sistematica delle indicazioni sopra menzionate, delle quali si ritiene necessaria la diffusione, deve rimanere nell’ambito del perimetro di competenza delle “misure” di tutela ambientale sottoposte alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica – VAS (approvata con DGR 25 novembre 2016, n. 1835);

PRESO ATTO delle osservazioni e delle proposte formulate dalle Province, conseguenti alla discussione della bozza di allegato tecnico nel corso della riunione del 20 dicembre 2017, e fatte pervenire alla Direzione Agroambiente Caccia e Pesca fino al 24 gennaio 2018;

CONSIDERATA la necessità di approvare il documento “Comunicazioni di spandimento effluenti e digestati, Piani di Utilizzazione Agronomica (PUA) e Registri delle concimazioni – Gestione delle informazioni con applicativo A58-web nitrati in presenza di trattamenti”, riportato all’allegato A al presente decreto;

RITENUTO altresì necessario effettuare la ricognizione delle numerose disposizioni riguardanti l’obbligo della trasmissione all’Autorità competente della documentazione integrativa alla Comunicazione Nitrati, e/o il suo inserimento nell’ambito della Comunicazione compilata tramite la procedura A58-web, che sono state approvate in tempi successivi e con provvedimenti di livelli amministrativi diversi, e di fornire adeguati chiarimenti tramite l’approvazione dell’allegato B al presente decreto;

VISTA la legge regionale n. 33/85 – “Norme per la tutela dell’ambiente”, con particolare riferimento all’articolo 5 “Competenze delle Province”, comma 1, lettera f) del numero 2);

VISTO il D. Lgs. n. 152/2006, “Norme in materia ambientale”;

VISTA la DGR 8 agosto 2011, n. 1349, all’allegato A – “Accordo tipo di fornitura di biomasse”;

VISTO il DM 25 febbraio 2016, concernente criteri e norme tecniche generali per la disciplina regionale dell’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento e delle acque reflue aziendali, e per la produzione e l’utilizzazione agronomica del digestato;

VISTA la DGR 25 novembre 2016, n. 1835, con particolare riferimento all’allegato B – “Disciplina per la distribuzione degli effluenti, dei digestati e delle acque reflue comprensiva del Programma d’Azione per le Zone Vulnerabili ai Nitrati di origine agricola del Veneto”;

VISTO il DDR 10 marzo 2017, n. 31, recante la tabella con le matrici individuate dall’articolo 22 del DM 25.2.2016, come modificato dal successivo DDR 4.7.2016, n. 104;

VISTO il DDR 16 maggio 2017, n. 74, che approva i documenti di cessione del digestato e del digestato, in conformità a quanto previsto dall’articolo DM 25.2.2016;

decreta

  1. di approvare quanto premesso, che costituisce parte integrante e sostanziale al presente decreto;
  2. di approvare l’allegato A al presente decreto, denominato “Comunicazioni di spandimento effluenti e digestati, Piani di Utilizzazione Agronomica (PUA) e Registri delle concimazioni – Gestione delle informazioni con applicativo A58-web nitrati in presenza di trattamenti”, destinato a fornire chiarimenti interpretativi e indicazioni applicative sulla gestione delle informazioni relative ai trattamenti aziendali degli effluenti e l’utilizzo agronomico dei digestati;
  3. di approvare l’allegato B al presente decreto, denominato “Comunicazioni di utilizzazione agronomica effluenti di allevamento e digestato: documentazione integrativa”, che compie una sintesi delle modalità con cui i documenti integrativi della Comunicazione devono essere resi disponibili per i controlli amministrativi e le verifiche istruttorie dell’Ente competente;
  4. di pubblicare integralmente il presente decreto nel Bollettino ufficiale della Regione.

Andrea Comacchio

(seguono allegati)

25_Allegato_A_DDR_25_02-03-2018_370467.pdf
25_Allegato_B_DDR_25_02-03-2018_370467.pdf

Torna indietro