Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 52 del 29/05/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 52 del 29/05/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 52 del 29 maggio 2018


Materia: Acque

Decreto DEL DIRETTORE DELLA UNITA' ORGANIZZATIVA GENIO CIVILE TREVISO n. 395 del 09 maggio 2018

Rinnovo concessione di derivazione d'acqua dalla falda sotterranea ad uso irriguo in Comune di Resana (TV) per moduli 0.00317 Concessionario: Priamo Gianni - Omissis. Pratica n. 2371.

Note per la trasparenza

Rinnovo concessione derivazione d'acqua dalla falda sotterranea.

Il Direttore

VISTO il decreto n.298 del 14.03.2011 con il quale questo Ufficio ha rilasciato la concessione di derivazione d’acqua in oggetto;

VISTA la domanda in data 30.04.2018 della ditta Priamo Gianni, intesa ad ottenere il rinnovo della medesima concessione;

VISTI gli atti dell’istruttoria esperita a norma di legge;

VISTO il T.U. sulle acque e sugli impianti elettrici n. 1775 del 11.12.1933 e successive modificazioni ed integrazioni;

VISTI il D.Lgs 112/98 e la L.R. n.11/01;

VISTO il disciplinare n. 4704 di repertorio del 01.03.2011 contenente gli obblighi e le condizioni cui deve essere vincolata la concessione stessa

decreta

ART. 1 – Salvi i diritti dei terzi è assentita alla Ditta Priamo Gianni (C.F. Omissis ), con sede a Omissis , il rinnovo della concessione di derivazione d'acqua dalla falda sotterranea ad uso irriguo nel comune di Resana (TV), fg. 17 mapp.97, per complessivi moduli medi 0.00317.

ART. 2 – Il rinnovo della concessione è accordato per un periodo di venti anni decorrente dalla data del 13.03.2018, subordinatamente all’osservanza delle condizioni contenute nel citato disciplinare in data 01.03.2011 n.4704 di repertorio e verso il pagamento del canone annuo di € 48,66 riferito al corrente anno calcolato ai sensi della vigente normativa, da adeguarsi per le annualità successive ai sensi di legge.

ART. 3 – A modifica dell’art.1 del decreto n.298 del 14.03.2011 e dell’art.1 del disciplinare n.4704 del 01.03.2011, il prelievo d’acqua concesso viene aumentato a moduli 0,00317 pari a metri cubi annui 10000.

ART. 4 – Di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’art. 23 lett. a) del D.Lgs. n. 33 del 14.03.2013.

ART. 5 – Di pubblicare il presente decreto in formato integrale nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto.

Alvise Luchetta

Torna indietro