Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 12 del 02/02/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 12 del 02/02/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 12 del 02 febbraio 2018


Materia: Demanio e patrimonio

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE ACQUISTI AFFARI GENERALI E PATRIMONIO n. 587 del 13 dicembre 2017

Determinazione a contrarre mediante affidamento diretto alla ditta CIMA Impianti s.r.l., con sede in Treviso C.F./P.IVA 01774210262, di interventi urgenti di manutenzione dell'ascensore KONE n.1179 matr. VE 9/2006 installato presso "Palazzo Gussoni", in Venezia, Cannaregio, n. 2277/2278. Impegno di spesa di Euro 1.805,60 Iva inclusa sul bilancio per l'esercizio 2017. CIG Z44212438F. Art. 36 co. 2 lett. a) del D.Lgs. n. 50/2016. L.R. 39/2001.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si impegnano sul bilancio per l'esercizio 2017 le risorse economiche necessarie per liquidare gli interventi urgenti di manutenzione dell'ascensore KONE n. 1179 matr. VE 9/2006 installato presso la sede del TAR del Veneto in Palazzo Gussoni, in Venezia, Cannaregio, n. 2277/2278, espletati a cura di operatore economico specializzato.

Estremi dei principali documenti dell'istruttoria: Preventivo-offerta n. 17 TV0277 assunto agli atti in data 29.11.2017 con prot. 499018.

Il Direttore

PREMESSO CHE l’U.O. Affari Generali della Direzione Acquisti AA. GG. e Patrimonio, provvede, fra l’altro, alla manutenzione ordinaria ed al corretto mantenimento in efficienza delle componenti edilizie ed impiantistiche installate presso le Sedi centrali della Giunta Regionale site in Venezia, Mestre e Marghera.

RILEVATA la necessità di dover procedere alla effettuazione, con carattere di urgenza, di tre interventi urgenti di manutenzione dell’ascensore KONE n. 1179 matr. VE 9/2006 – installato presso la sede del TAR del Veneto in Palazzo Gussoni, in Venezia, Cannaregio, n. 2277/2278, per garantire il ripristino delle condizioni di funzionalità e fruibilità dell’impianto ascensore installato, al fine di scongiurare disservizi per l’utenza.

DATO ATTO CHE, in relazione all’urgenza rappresentata, si è ritenuto di interpellare la ditta CIMA Impianti s.r.l., con sede in Viale Fra Giocondo, 45 – Treviso, che conosce l’impianto interessato in quanto è affidataria della manutenzione ordinaria dello stesso, ed ha già svolto interventi nella sede regionale in argomento.

VISTO il preventivo formulato dalla ditta CIMA Impianti s.r.l., con sede in Treviso, assunto agli atti in data 29.11.2017 con prot. 499018, la quale ha richiesto per l’esecuzione dei servizi in parola la somma di Euro 1.480,00 – Iva esclusa, somma ritenuta congrua per la natura, quantità e localizzazione dei servizi da espletarsi, anche in ragione dei prezzi applicati in analoghi servizi precedentemente attuati.

RILEVATO CHE l’importo della spesa complessiva ammonta ad Euro 1.805,60 oneri fiscali inclusi, come da offerta succitata, risultando quindi inferiore al valore di Euro 40.000,00 individuato dall’art. 36, comma 2, lett. a) del D.Lgs n. 50/2016 e s.m. e i. per l’affidamento diretto.

RISCONTRATA la regolarità contributiva della ditta CIMA Impianti s.r.l., come risulta dal DURC agli atti d’ufficio.

RITENUTO pertanto di provvedere ad impegnare con il presente provvedimento la spesa complessiva di Euro 1.805,60 – Iva inclusa, relativa ai servizi urgenti descritti in premessa, sul capitolo di spesa 100482 “Spese per la manutenzione ordinaria dei locali ed impianti, nonché dei beni mobili ed apparecchiature” – art. 014 e P.d.c. U.1.03.02.09.004 “Manutenzione ordinaria e riparazioni di impianti e macchinari” imputandola a carico del bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2017 che presenta sufficiente disponibilità.

DATO ATTO CHE l’obbligazione si configura quale debito commerciale e che la stessa è esigibile entro l’anno corrente.

PRECISATO CHE la spesa relativa al presente affidamento non rientra nelle tipologie soggette a limitazione ai sensi della L.R. n. 1/2011.

Vista la L.R. n. 6/80;

Visto il D.Lgs. 50/16 e s.m. e i.;

Visto il D.P.R. 207/10 e s.m. e i. per la parte ancora vigente;

Visto il D.Lgs. 118/2011 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42”;

Visto il D.Lgs. n. 165/2001;

Viste le LL.RR. n. 39/01, n. 1/2011 e n. 54/2012;

Visto il D.Lgs. n. 33 del 14/03/13, "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle PP.AA." e gli indirizzi applicativi previsti con la DGR n. 677/2013;

Vista la L.R. n. 32 del 30.12.2016 “Bilancio di previsione 2017-2019” e la D.G.R.V. n. 108 del 7.02.2017 relativamente alle Direttive per la gestione del bilancio di previsione 2017-2019.

Attestata l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale.

Vista la documentazione agli atti.

decreta

  1. di dare atto che le premesse formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di affidare gli interventi urgenti di manutenzione dell’ascensore KONE n. 1179 matr. VE 9/2006 – installato presso la sede del TAR del Veneto in Palazzo Gussoni, in Venezia, Cannaregio, n. 2277/2278, come descritto in premessa, alla Ditta CIMA Impianti s.r.l., con sede in Viale Fra Giocondo, 45 – Treviso, C.F./P.Iva 01774210262, per l’importo di Euro 1.480,00 al netto degli oneri fiscali, come riportato nel preventivo-offerta assunto agli atti in data 29.11.2017.2017 con prot. 499018, agli atti dell’U.O. Affari Generali;
  3. di impegnare la somma di Euro 1.805,60 – Iva inclusa a favore della Ditta CIMA Impianti s.r.l., con sede in Viale Fra Giocondo, 45 – Treviso, C.F./P.Iva 01774210262, sul capitolo di spesa 100482 art. 014 e P.d.c. U.1.03.02.09.004 “Manutenzione ordinaria e riparazioni di impianti e macchinari” CIG Z44212438F, imputandola a carico del bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2017 che presenta sufficiente disponibilità;
  4. di dare atto che l’obbligazione di cui si dispone l’impegno è perfezionata, ha la natura di debito commerciale, non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. n.1/2011 e che la stessa è esigibile entro l’anno corrente;
  5. di provvedere a comunicare al fornitore le informazioni relative all’impegno, ai sensi dell’art. 56 c. 7 del D.Lgs. 118/2011;
  6. di provvedere alla liquidazione ed al pagamento della somma spettante, ai sensi dell'art. 44 e seguenti della L.R. n. 39/2001, alla Ditta CIMA Impianti s.r.l., con sede legale in Viale Fra Giocondo, 45 – Treviso, C.F./P.Iva 01774210262, entro 30 giorni dalla data di presentazione di regolare fattura, previa verifica della regolare esecuzione dei servizi richiesti;
  7. di dare atto che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
  8. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione nella sezione Amministrazione Trasparente ai sensi del combinato disposto degli artt. 23 e 37 del D.Lgs. 14 marzo 2013 n. 33;
  9. di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Giulia Tambato

Torna indietro