Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 10 del 26/01/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 10 del 26/01/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 10 del 26 gennaio 2018


Materia: Demanio e patrimonio

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE ACQUISTI AFFARI GENERALI E PATRIMONIO n. 582 del 07 dicembre 2017

Proroga tecnica dal 1 febbraio 2018 al 30 giugno 2018 del contratto per il "Servizio di vigilanza per le sedi e gli uffici della Giunta regionale del Veneto in comune di Venezia" a favore del raggruppamento d'imprese tra AXITEA S.p.A., C.F. 00818630188, mandataria e C.I.V.I.S. S.p.A., C.F. 80039930153, mandante. CIG 4448813C9D. Impegno di spesa di euro 156.377,16= sul bilancio di previsione 2018 L.R. 39/2001.

Note per la trasparenza

Proroga tecnica del contratto in essere con l'operatore economico r.t.i AXITEA S.p.A., mandataria, e C.I.V.I.S. S.p.A., mandante, per il "Servizio di vigilanza per le sedi e gli uffici della Giunta regionale del Veneto in comune di Venezia" e relativo impegno di spesa sul bilancio per l'esercizio 2018 al fine di garantire la continuità del servizio nelle more dell'espletamento della procedura di gara indetta dall'U.O. Acquisti Centralizzati SSR CRAV.

Il Direttore

PREMESSO CHE:

  • con contratto di appalto Rep. 28247 del 12 aprile 2013, a seguito di esperimento di procedura di gara comunitaria, è stato disposto al raggruppamento d’imprese tra Axitea S.p.A., mandataria, e C.I.V.I.S. S.p.A., l’affidamento del servizio di vigilanza per le sedi e gli uffici della Giunta regionale del Veneto siti in comune di Venezia;
     
  • la durata dell’affidamento è stabilita in anni 5 (cinque) con decorrenza dalla data del 1 febbraio 2013 e scadenza alla data del 31 gennaio 2018.

PRESO ATTO che con deliberazione della Giunta regionale n. 415 in data 6 aprile 2017 è stata approvata la programmazione per il biennio 2017/2018 delle forniture e dei servizi per l’Amministrazione Regionale e relative determinazioni ai sensi dell’art. 21 del D.Lgs. 50/2016, dell’art. 1 comma 505 della L. 208 del 28/12/2015 (legge di stabilità 2016) e dell’art. 1 comma 424 della L. 232 dell’11/12/2016 (legge di bilancio 2017) che prevedeva tra le procedure di affidamento di importo superiore a Euro 1.000.000,00= Iva esclusa, anche la procedura per l’affidamento di servizi di cui trattasi.

CONSIDERATO CHE con DPCM 24 dicembre 2015 sono state individuate le categorie merceologiche di beni e servizi per le quali, al di sopra di determinate soglie, è obbligatorio ricorrere a Consip S.p.A. o ad altri soggetti aggregatori e tra queste rientrano i “servizi di vigilanza e guardiania”.

DATO ATTO CHE l’U.O. Acquisti Centralizzati SSR – CRAV, nell’espletamento delle funzioni di soggetto aggregatore per la Regione del Veneto, ex art. 9 comma 1 del D.L. 66/2014 convertito con L. 89 del 23/06/2014, con nota prot. 9051 dell’11/01/2017 ha comunicato a tutti gli enti regionali di avere in programma, per il 2017, l’esperimento della procedura di gara per i “servizi di vigilanza armata e guardiania” a favore degli enti che operano nel territorio regionale.

DATO ATTO CHE la scrivente Direzione, riscontrando la predetta nota, ha trasmesso all’U.O. Acquisti Centralizzati SSR – CRAV entro la data stabilita del 06/02/2017, il fabbisogno regionale relativo ai servizi di vigilanza armata mediante la compilazione di un apposito file di rivelazione affinché possa costituire “un’utile base istruttoria per la redazione degli atti di gara da parte del Gruppo Tecnico regionale”.

PRESO ATTO CHE con decreto del Direttore della U.O. Acquisti Centralizzati SSR – CRAV n. 127 del 6 luglio 2017 è stata indetta la gara d’appalto mediante procedura aperta telematica, suddivisa in 10 lotti funzionali per l’affidamento dei “servizi di vigilanza attiva e attività correlate di guardiania a favore degli enti che operano nel territorio regionale del Veneto per la durata complessiva di tre anni, con opzione di proroga per ulteriori sei mesi”.

RILEVATO CHE la gara in oggetto sarà aggiudicata secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 95 comma 2 del D.lgs. n. 50/2016 e, pertanto, con decreto del Direttore della U.O. Acquisti Centralizzati SSR – CRAV n. 45 del 15/03/2017 è stata nominata la Commissione di aggiudicazione, incaricata di effettuare la valutazione qualitativa delle offerte ammesse alla gara d’appalto, nonché l’attribuzione del punteggio riservato alle offerte economiche ai sensi dell’art. 77 del D.lgs. 50/2016;

PRESO ATTO CHE i lavori della Commissione per la valutazione delle offerte tecniche sono ancora in corso visto anche il considerevole numero di lotti funzionali in cui è stata suddivisa la gara e considerati altresì i tempi tecnici prescritti dal vigente D.lgs. 50/2016 per l’espletamento della procedura di gara e per la stipula del contratto, si rende necessario garantire il regolare svolgimento dei servizi di vigilanza in scadenza nelle more dell’espletamento delle procedure di gara;

DATO ATTO CHE l’art 106, comma 11 del D.lgs. 50/2016 prevede che la durata del contratto possa essere modificata esclusivamente per contratti in corso di esecuzione se è prevista dal bando e nei documenti di gara, precisando che la proroga è limitata nel tempo strettamente necessario alla conclusione delle procedure necessarie per l’individuazione di un nuovo aggiudicatario, restando inteso che nel periodo di proroga il contraente è tenuto all’esecuzione delle prestazioni previste nel contratto agli stessi prezzi e condizioni;

ATTESO CHE l’art. 3 del citato contratto Rep. 28247 del 12/04/2013, richiamando quanto previsto in sede di capitolato di gara, ha stabilito che “….qualora l’Amministrazione non abbia individuato un nuovo contraente entro la scadenza del contratto potrà chiedere all’Appaltatore la prosecuzione del servizio alle stesse condizioni e modalità per il periodo strettamente necessario all’espletamento della nuova procedura di gara (proroga tecnica) e, comunque, per un periodo non superiore a sei mesi dalla data di scadenza del contratto”.

DATO ATTO CHE con note prot. 497086 del 28/11/2017 e prot. 501544 del 30/11/2017 entrambe le imprese del raggruppamento, per quanto sopra interpellate in merito, hanno espresso la propria disponibilità ai fini della proroga tecnica del contratto in scadenza per ulteriori cinque mesi, vale a dire fino alla data del 30 giugno 2018, fermo restando il mantenimento degli stessi prezzi, patti e condizioni previsti nel vigente contratto;

PRESO ATTO CHE le attuali condizioni contrattuali prevedono la corresponsione dei seguenti costi, al netto di IVA, comprensivi del costo della manodopera e delle incidenze per spese generali, sicurezza e utile aziendale:

  • costo orario di € 21,50 (ventuno/50) per il servizio di piantonamento fisso (sedi di Palazzo Balbi e Palazzo della Regione);
  • canone mensile di € 115,50 (centoquindici/50) per il servizio di teleallarme mediante ponte radio bidirezionale per n. 16 sedi.

DATO ATTO che la spesa da impegnare per il suddetto periodo di proroga (dal 1 febbraio al 30 giugno 2018), ammonta complessivamente a € 156.377,16=, Iva di legge inclusa, come di seguito indicato:

 

Servizio di piantonamento fisso

n. ore

Costo orario

Tot. Imponibile

Iva di legge

Tot. Iva inclusa

Sede di Palazzo Balbi
(h24 tutti i giorni, inclusi festivi; n. 6 ore aggiuntive nei giorni di Giunta)
Servizio effettuato da Axitea S.p.A.

n. 3.732

€ 21,50=

€ 80.238,00=

€ 17.652,36=

€ 97.890,36=

Sede di Palazzo della Regione
(dalle 19,30 alle 07,30 tutti i giorni, inclusi festivi)
Servizio effettuato da Civis S.p.A.

n. 1.800

€ 21,50=

€ 38.700,00=

€ 8.514,00=

€ 47.214,00=

Servizio di teleallarme

n. sedi

Canone/mese

Tot. Imponibile

Iva di legge

Tot. Iva inclusa

Sedi regionali in Venezia, Mestre e Marghera
(Servizio effettuato al 50% da Axitea S.p.A. e al 50% da Civis S.p.A.)

16

€ 115,50=

€ 9.240,00=

€ 2.032,80=

 

€ 11.272,80=

 

€ 128.178,00=

€ 28.199,16=

€ 156.377,16=

 

DATO ATTO CHE:

  • ciascuna impresa del raggruppamento provvederà a fatturare disgiuntamente gli importi di propria spettanza in base alla ripartizione dell’esecuzione dei servizi prevista all’art. 1 del contratto;
     
  • il pagamento di tutte le spettanze relative al suddetto periodo di proroga sarà disposto a favore della sola capogruppo-mandataria, Axitea S.p.A., sulla quale grava l’adempimento di redistribuzione interna degli importi dovuti all’impresa mandante, C.I.V.I.S. S.p.A., ai sensi dell’art. 48 comma 15 del D.lgs 50/2016.

CONSIDERATO CHE l’obbligazione di spesa di cui al contratto in argomento è perfezionata ed esigibile;

DATO ATTO che le prestazioni rientrano tra quelle previste dall’articolo 10, comma 3, del D.lgs. n. 118/2011;

RITENUTO necessario, per le motivazioni sopra descritte, procede in merito.

VISTA la L.R. statutaria 17/04/2012, n.1;

VISTA la L.R. n. 54 del 31/12/2012 “Ordinamento e attribuzioni delle strutture della Giunta regionale

VISTE le LL.RR. n. 6/1980, n. 39/2001 e n. 36/2004;

VISTA la L. n. 190 del 23/12/2014;

VISTA la L.R. 32 del 30/12/2016 “Bilancio di previsione 2017-2019

VISTO il D.lgs. n. 33 del 14/03/2013 ;

VISTO il D.lgs. 50 del 18/04/2016 “Codice dei Contratti Pubblici di Lavori, Servizi, Forniture”;

VISTO il contratto Rep.28247 del 12/04/2013, stipulato con l’impresa Axitea S.p.A.

VISTA la documentazione agli atti.

decreta

  1. di considerare le premesse come parte integrante del presente atto e di attestare che l’obbligazione di cui di dispone l’impegno è perfezionata;
     
  2. di autorizzare, nelle more dell’espletamento della procedura di gara indetta dall’U.O. Acquisti Centralizzati SSR – CRAV, soggetto aggregatore regionale ai sensi dell’art. 9 comma 1 del D.L. 66/2014 convertito con L. 89 del 23/06/2014, la proroga tecnica del contratto Rep. 28247 del 12/04/2013 stipulato con l’impresa Axitea S.p.A., C.F. 00818630188, mandataria del r.t.i. con C.I.V.I.S. S.p.A., C.F. 80039930153, mandante, dalla data del 1 febbraio 2018 e fino al 30 giugno 2018, agli stessi prezzi, patti e condizioni previsti dal contratto in scadenza;
     
  3. di dare atto che la spesa in argomento è un debito commerciale, che il fornitore provvederà agli adempimenti a suo carico secondo contratto, che si procederà al pagamento delle relative fatture entro 30 giorni dalla data di ricevimento delle stesse come da disposizioni contrattuali e che l’obbligazione è esigibile come di seguito indicato:
    •  Euro 156.377,16 = entro il 31 dicembre 2018;
  1. di impegnare, la somma di Euro 156.377,16=, Iva di legge inclusa, per il pagamento a favore di Axitea S.p.A., C.F. e P.I. 00818630188, mandataria del raggruppamento d’imprese con C.I.V.I.S. S.p.A., sul capitolo di spesa “Acquisto di beni e servizi” - Articolo n. 018 – “Servizi ausiliari per il funzionamento dell’Ente” - U. 1.03.02.13.001 “Servizi di sorveglianza e custodia” - ex capitolo 5128 “Spese per vigilanza e portierato” - CIG 4448813C9D, imputando la predetta somma al bilancio di previsione 2018, che presenta sufficiente disponibilità,
     
  2. di attestare che tale programma di pagamento è compatibile con lo stanziamento di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
     
  3. di dare atto che tutte le spettanze relative suddetto periodo di proroga saranno pagate e liquidate a favore della capogruppo-mandataria, Axitea S.p.A., sulla quale grava l’adempimento di redistribuzione interna degli importi dovuti all’impresa mandante, C.I.V.I.S. S.p.A., ai sensi dell’art. 48 comma 15 del D.lgs 50/2016;
     
  4. di dare atto che alla liquidazione della spesa si procederà ai sensi dell’articolo 44 e seguenti della L.R. 39/2001;
     
  5. di dare atto che la spesa di cui si dispone l’impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazione ai sensi della L.R. 1/2011;
     
  6. di dare atto che si provvederà a comunicare al suddetto beneficiario l’avvenuta assunzione dell’impegno di spesa di cui al punto 4, ai sensi dell’articolo 56, comma 7 del D.lgs. n. 118/2011;
     
  7. di pubblicare il presente provvedimento ai sensi dell’art. 23 del D.lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii.;
     
  8. di pubblicare integralmente il presente decreto nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Giulia Tambato

Torna indietro