Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 10 del 26/01/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 10 del 26/01/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 10 del 26 gennaio 2018


Materia: Appalti

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE INFRASTRUTTURE TRASPORTI E LOGISTICA n. 65 del 28 dicembre 2017

Affidamento diretto tramite Trattativa Diretta sul MEPA di un servizio per attività di georeferenziazione e di supporto tecnico per la realizzazione di una banca dati relativa ai datset "Piste ciclabili". Determina a contrarre e relativo affidamento. CIG: Z582153025

Note per la trasparenza

Con il presente atto, si provvede, ai sensi dell'art. 36, comma 2 lettera a) del D.Lgs 50/2016, all'affidamento diretto tramite Trattativa Diretta sul MEPA del servizio in oggetto allo studio dott. Federico Gianoli di Padova.

Il Direttore

PREMESSO che:

  • è compito della Regione del Veneto provvedere alla promozione e diffusione della mobilità ciclabile, ai sensi dell’art. 13 della L.R. n. 39/91, direttamente o in concorso con altri soggetti pubblici o privati;
  • negli ultimi anni la Regione del Veneto ha provveduto alla adozione di numerose iniziative volte a favorire nel proprio territorio lo sviluppo della mobilità ciclistica, nonché finalizzate alla sensibilizzazione ed informazione dei cittadini sulle tematiche di tale forma di mobilità, anche con riferimento alle opportunità di sviluppo turistico ed economico che ne derivano;
  • con deliberazione n. 1792 del 06 ottobre 2014 la Giunta Regionale ha provveduto all'aggiornamento del "Master Plan delle piste ciclabili" del territorio della Regione del Veneto, realizzato con DGR
  • n. 336/2005 al fine di incentivare la mobilità ciclistica definendo compiutamente la rete degli itinerari ciclabili regionali;
  • è aperto un tavolo di confronto anche con la Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB) al fine di raccogliere dati ed informazioni utili a conoscere la domanda turistica ed acquisire indicazioni per migliorare i servizi, le infrastrutture e i prodotti turistici dei diversi itinerari ciclabili;

CONSIDERATO che:

  • l’Amministrazione regionale, coinvolta in progetti di informatizzazione che prevedono anche la partecipazione di altri soggetti esterni pubblici, ha la necessità di provvedere all'acquisizione di beni e servizi informatici e telematici, per rispondere alle richieste delle varie Strutture regionali, garantire l'ordinario funzionamento, manutenzione ed evoluzione del Sistema Informativo Regionale e per garantire l'erogazione dei servizi al territorio;
  • con deliberazione n. 1763 del 2 novembre 2016 la Giunta Regionale ha istituito un Tavolo tecnico regionale in materia di mobilità ciclistica a composizione mista pubblico-privato al fine di dare attuazione ad una strategia regionale di sviluppo e promozione della viabilità ciclabile e del cicloturismo, nonché di raccogliere indicazioni tecnico organizzative connesse a tale forma di mobilità;
  • il Tavolo tecnico sulla mobilità ciclistica, costituito con la citata DGR n. 1763/2016, tra le altre cose, ha rilevato la necessità di predisporre una cartografia dei percorsi ciclabili, quale utile strumento per la pianificazione di una rete ciclabile e per l’individuazione delle priorità, anche ai fini dell’assegnazione delle risorse regionali;
  • è diventato improcrastinabile, anche in vista dell’imminente completamento della Infrastruttura Dati Territoriali (IDT), realizzare una banca dati integrata relativa ai dataset “Piste ciclabili” con, alla base, i dati informatici forniti dalle Province del Veneto e dalla Città Metropolitana di Venezia e raccolti in sede del medesimo Tavolo Tecnico, da rendere fruibile attraverso il geoportale regionale anche agli utenti esterni;

DATA la settorialità e complessità della materia in argomento, che necessariamente richiede la presenza di figure dotate di elevata specializzazione nel settore, si ritiene opportuno procedere all’affidamento esterno dell’attività di georeferenziazione e di supporto tecnico per la realizzazione di una banca dati relativa ai dataset “Piste ciclabili”. In particolare l’oggetto del servizio concerne le seguenti attività:

  • raccolta delle informazioni riguardanti i diversi progetti di “piste ciclabili” fornite dalla Regione Veneto;
  • attività di georeferenziazione attraverso software GIS dei dati di cui al punto precedente e omogeneizzazione degli stessi in un’unica Banca Dati;
  • realizzazione di una legenda tematizzata, in formato SLD (Standard OGC), da concordare con il RUP;
  • la banca dati dovrà essere realizzata secondo quanto previsto dal D.M. 10 novembre 2011 “Regole tecniche per la definizione delle specifiche di contenuto dei database geotopografici” e corredata dai relativi metadati secondo quanto previsto dal D.M. 10 novembre 2011 “Regole tecniche per la definizione del contenuto del Repertorio nazionale dei dati territoriali, nonché delle modalità di prima costituzione e di aggiornamento dello stesso”;
  • la digitalizzazione dei diversi layer dovrà essere effettuata, a una scala 1:2000, su Carta Tecnica Regione o su DB geotopografico, ove presente; potranno inoltre essere utilizzate come base di riferimento le ortofoto messe a disposizione dalla Regione del Veneto;
  • tutte le banche dati dovranno essere consegnate in formato shape file sia in coordinate geografiche nel sistema di riferimento ETRF2000 che in coordinate piane nel Fuso12 sistema di riferimento ETRF2000 (epsg 6876) (D.M. 10 novembre 2010 “Adozione del sistema di riferimento geodetico nazionale”) utilizzando il software ConVE2014;

CONSIDERATO che:

  • per lo svolgimento delle attività in argomento il corrispettivo, soggetto a ribasso, è stimato un importo pari Euro 6.500,00 (IVA esclusa) omnicomprensivo di ogni altro onere, nonché di tutte le spese necessarie per lo svolgimento delle attività connesse all’incarico, somma così quantificata dalla U.O. Infrastrutture Strade e Concessioni;
  • ai sensi del comma 2 lettera a) dell’art. 36 del D.Lgs 50/2016 l’affidamento di importo inferiore a Euro 40.000,00 può avvenire mediante affidamento diretto anche senza previa consultazione di due o più operatori economici, nel rispetto dei principi di cui all’art. 30 del suddetto Codice, nonché del principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti;
  • anche per gli affidamenti di importo inferiore ad Euro 40.000,00, ai sensi dell'art. 37 del D.Lgs. 50/2016 e dell’art. 1, comma 450, della L. 296/2006, le Pubbliche Amministrazioni devono fare ricorso obbligatoriamente al mercato elettronico della pubblica amministrazione (M.E.P.A.);
  • non risultano attive convenzioni Consip di cui all'articolo 26, comma 1, della Legge n. 488/1999 aventi ad oggetto servizi comparabili con quello relativo al presente affidamento, a cui poter aderire o di cui utilizzare i parametri di prezzo-qualità;

CONSULTATO il sito www.acquistinretepa.it e verificato che nel MEPA. risulta attivo il Bando “Servizi” e in particolare la relativa categoria merceologica “Servizi per l'Information & Communication Technology” nell’ambito del metaprodotto “ Supporto in ambito ICT”;

PRESO ATTO che in data 06.08.2016 nell’ambito del MEPA è stata istituita, in caso di affidamento ai sensi dell’art. 36, comma 2 lettera a) del D.Lgs 50/2016, la possibilità di utilizzare, oltre all’Ordine Diretto ed alla Richiesta di Offerta, un nuovo strumento denominato “ Trattativa Diretta” (TD);

CONSIDERATO che la Trattativa Diretta si configura come una modalità di negoziazione semplificata rispetto alla tradizionale RDO, rivolta ad un unico operatore economico, in quanto, non dovendo garantire pluralità di partecipazione, non ne presenta le tipiche caratteristiche, tra cui le richieste formali come per esempio l’indicazione del criterio di aggiudicazione, l’invito ai fornitori, la gestione delle buste d’offerta, le fasi di aggiudicazione, riducendo notevolmente le tempistiche;

RITENUTO, pertanto, di procedere ad una richiesta di offerta attraverso procedura negoziata (TD) con singola ditta abilitata sul catalogo MEPA Bando “Servizi” e in particolare la relativa categoria merceologica “Servizi per l'Information & Communication Technology” per non dilatare inutilmente la durata del procedimento di selezione del contraente;

PRECISATO che la modalità attraverso la quale il fornitore deve presentare la sua offerta è quella del “Prezzo a Corpo” e che ai sensi dell’art. 51 del D.Lgs. 50/2016, l’affidamento in parola non può essere suddiviso in lotti funzionali trattandosi di un’unica tipologia di specifico servizio;

ATTESO che:

  • dopo un’analisi sul MEPA tra gli operatori economici abilitati al citato Bando per la categoria merceologica “Servizi per l'Information & Communication Technology” nell’ambito del metaprodotto “Supporto in ambito ICT” è stato individuato quale soggetto in possesso delle conoscenze e qualificazioni necessarie per il servizio in argomento l’operatore economico Studio Federico Gianoli, con sede a Padova, via Giardino 13 – (omissis) e P.IVA 04679140287;
  • le ragioni di tale scelta sono motivate dalla pluriennale esperienza del soggetto in attività analoghe in termini di contenuto e grado di complessità, a quella in argomento. Nel caso di specie assume particolare rilievo l’aver creato la cartografia del cicloturismo a Padova e della ciclovia
  • Treviso-Ostiglia, l’aver partecipato alla creazione di sistemi WebGIS, l’attività di docenza in GIS e WebGIS e nell’ambito del Master di II livello “GiScience e Sistemi Aerei a Pilotaggio Remoto nell’ambito della gestione integrata del territorio e delle risorse naturali”;
  • con nota in data 15.12.2017, n. prot. 525877, è stata richiesta alla Direzione Bilancio e Ragioneria la prenotazione di risorse sul capitolo di spesa 7012, denominato: “Spese per studi e progettazioni di nuove opere in materia di trasporti e di lavori pubblici (L.R. 28.01.1982, n. 8)”, in quanto ancora in essere i termini per la presentazione delle offerte ai fini dell’affidamento dell’incarico;
  • in data 19.12.2017 è stato inviato mediante la piattaforma informatica MEPA invito a Trattativa Diretta n.358922 CIG Z582153025, corredato dall’allegato Capitolato Speciale (Allegato A), all’operatore economico Studio Federico Gianoli;
  • in data 28.12.2017 è stato richiesto al professionista, per sopravvenute urgenze, di completare l’attività d’incarico entro il 31.12.2017;
  • in data 28.12.2017, il professionista ha espressamente accettato la modifica della durata contrattuale;

PRESO ATTO dell’esito della Trattativa Diretta n. 358922 per la quale l’operatore economico Studio Federico Gianoli, con sede a Padova, via Giardino 13 - (omissis) e P. IVA 04679140287, ha presentato, entro i termini previsti nella TD, un’offerta per un importo pari a Euro 6.495,00 (IVA esclusa) per il servizio in oggetto (CIG Z582153025);

RITENUTO il prezzo offerto congruo;

DATO ATTO che:

  • ai fini dell’affidamento in oggetto è stata verificata la regolarità contributiva dell’operatore economico Studio Gianoli Federico tramite piattaforma dedicata (DURC online) n. Protocollo INPS_8979289 con scadenza validità 19/04/2018;
  • il RUP provvederà a verificare il possesso dei requisiti di carattere generale, di cui all’art. 80 del D.Lgs 50/2016, dell’operatore economico Studio Federico Gianoli;
  • nel caso di acquisto effettuato attraverso il mercato elettronico e nel caso di affidamenti effettuati ai sensi dell’art. 36, comma 2, lettere a) e b), ai sensi dell’art. 32, comma 10, lett. b) del D.Lgs.
  • n. 50/2016, il termine dilatorio di trentacinque giorni non si applica;

ACCERTATO che nel presente appalto sono assenti rischi interferenziali e pertanto nessuna somma riguardante la gestione dei suddetti rischi viene riconosciuta all’operatore economico, né è stato predisposto il DUVRI;

ATTESO che:

  • la spesa di Euro 7.924,00, al lordo di IVA ed ogni altro onere, trova copertura sul capitolo n. 7012 denominato “Spese per studi e progettazioni di nuove opere in materia di trasporti e di lavori pubblici (L.R. 28.01.1982, n. 8)” del bilancio regionale per l’esercizio finanziario 2017, che presenta sufficiente disponibilità;
  • l’obbligazione in questione genera un debito di natura commerciale;
  • la spesa per l’affidamento del servizio in argomento non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. 1/2011;
  • VISTA la L.R. n. 39/2001;
  • VISTO il D.Lgs. 50/2016;
  • VISTO il D.Lgs. 118/2011;
  • VISTE le Linee Guida dell’ANAC;
  • VISTA la DGR n. 1475 del 18 settembre 2017;
  • VISTA la L.R. n. 54/2012 s.m.i.;

 

decreta

  1. le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di affidare, per le motivazioni in premessa esposte, ai sensi dell’art. 36, c. 2 lett. a), del D.Lgs. 50/2016 ed in esito alla Trattativa Diretta n. 358922 effettuata tramite MEPA, allo Studio Federico Gianoli, con sede a Padova, via Giardino 13 - (omissis) e P.IVA 04679140287, il servizio per attività di georeferenziazione e di supporto tecnico per la realizzazione di una banca dati relativa ai dataset “Piste ciclabili” (CIG Z582153025), per un importo pari a Euro 6.495,00 (IVA esclusa), omnicomprensivo di ogni altro onere, nonché di tutte le spese necessarie per lo svolgimento delle attività connesse all’incarico affidato;
  3. di approvare le condizioni previste dal Capitolato Speciale (Allegato A), che si allega quale parte integrante del presente provvedimento;
  4. di disporre che, per l’incarico di cui al precedente punto 2., venga corrisposto un compenso globale ed omnicomprensivo di importo pari ad Euro 7.924,00 (IVA inclusa), da liquidarsi ad incarico eseguito previa approvazione del Direttore della Direzione Infrastrutture Trasporti e Logistica e presentazione di regolare fattura;
  5. di confermare l’assenza di rischi interferenziali e pertanto di stabilire che nessuna somma riguardante la gestione dei suddetti rischi verrà riconosciuta all’operatore economico affidatario dell’appalto, e che non si rende necessaria la predisposizione del Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali (DUVRI);
  6. di dare atto che il contratto è stipulato mediante sottoscrizione digitale del documento prodotto informaticamente dal MEPA (comprensivo anche delle condizioni di cui al precedente punto 3., ai sensi dell’articolo 32 comma 14 del D.Lgs. 50/2016;
  7. l’incarico dovrà essere svolto, come da modifica del Capitolato Speciale pubblicato sul MEPA, espressamente accettata dall’incaricato, entro il 31.12.2017, salva la facoltà della Regione di richiedere integrazioni e/o modifiche alla documentazione prodotta;
  8. di impegnare, a favore dello Studio Federico Gianoli, con sede a Padova, via Giardino 13 - (omissis) e P.IVA 04679140287, l’importo di Euro 7.924,00, comprensivo di IVA e di ogni altro onere, sul capitolo n. 7012 denominato “Spese per studi e progettazioni di nuove opere in materia di trasporti e di lavori pubblici (L.R. 28.01.1982, n .8)”, art. 18, del bilancio regionale per l’esercizio finanziario 2017, che presenta sufficiente disponibilità, dando atto che la spesa rientra nella classificazione di V° livello del piano dei conti n. U. 2.02.03.05.001 “Incarichi professionali per la realizzazione di investimenti”;
  9. di precisare che la spesa per l’affidamento del servizio in argomento non è soggetta alle limitazioni di cui alla L.R. 1/2011;
  10. di attestare che l’obbligazione di cui si dispone l’impegno per un importo complessivo di Euro 7.924,00 è giuridicamente perfezionata;
  11. di disporre che l’erogazione dell’importo di cui al punto 8., venga effettuata nel corso del corrente esercizio 2017;
  12. di dare atto che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e le regole di finanza pubblica;
  13. di dare atto che il debito di cui al punto 8. rientra nella tipologia dei debiti commerciali;
  14. di rinviare a successivo provvedimento la liquidazione dell’importo di Euro 7.924,00 a favore dello Studio Federico Gianoli di Padova, previa presentazione di documentazione contabile;
  15. di comunicare gli estremi del presente provvedimento al soggetto beneficiario sopra specificato, ai sensi dell’art. 56 comma 7 del D.Lgs. 118/2011;
  16. di precisare che, ai sensi dell’art. 31 del D.Lgs. 50/2016 e dell’art. 3 del Regolamento regionale “Indirizzi operativi per la gestione delle procedure di acquisizione di servizi, forniture e lavori sotto soglia comunitaria per le esigenze della Regione Veneto”, approvato con DGR n.1475 del 18/09/2017, il Responsabile del procedimento è l’ing. Giuseppe Fasiol, Direttore della Direzione Infrastrutture Trasporti e Logistica, al quale competono tutti i successivi atti di gestione;
  17. di dare atto che l’esito dell’affidamento in oggetto verrà reso noto tramite avviso di post-informazione sul profilo del committente, nonché sulla piattaforma ANAC e sul sito del MIT, ai sensi dell’art. 29 del D.Lgs. 50/2016;
  18. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’art 23 del
  19. D.Lgs 33/2013;
  20. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Giuseppe Fasiol

(seguono allegati)

65_Allegato_DDR_65_28-12-2017_361806.pdf

Torna indietro