Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 9 del 23/01/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 9 del 23/01/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 9 del 23 gennaio 2018


Materia: Difesa del suolo

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE DIFESA DEL SUOLO n. 449 del 04 dicembre 2017

PAR FSC (ex FAS) 2007/2013 - Asse prioritario 2 - Difesa del suolo. Linea di intervento 2.1 - Accordo di Programma Quadro del 18/12/2013 e 1° Atto integrativo del 25/06/2015. Soggetto Attuatore: U.O. Genio Civile di Treviso (gia' Sezione Bacino Idrografico Piave Livenza - Sezione di Treviso). "Interventi per la laminazione delle piene del fiume Monticano alla confluenza con il fosso Borniola in Comune di Fontanelle - (VE20P033). Importo E.2.300.000,00 - CUP H91H13000870001 - Impegno di spesa e accertamento in entrata per complessivi E.129.719,32 per lavori perizia di variante.

Note per la trasparenza

 Con il presente provvedimento si assume l’impegno di spesa per la realizzazione del progetto in oggetto specificato, sulla base di quanto disposto dalla l.r. 39/2001, dalla l.r. 27/2003, dal D.Lgs. 118/2011 e dal D.Lgs. 126/2014 integrativo e correttivo del D.Lgs. 118/2011e il correlato accertamento in entrata delle risorse FSC destinate al progetto e si prenotano le somme necessarie a dare copertura completa al quadro economico.

Il Direttore

DATO ATTO che:

  • Con DGRV n. 2330 del 16.12.2013 la Giunta regionale ha approvato il programma degli interventi finanziati con la prima tranche delle risorse PAR FSC (ex FAS) 2007 – 2013 assegnate alla Regione del Veneto per le Azioni specificate della Linea 2.1 e 2.2 nell’ambito dell’Asse prioritario 2 del PAR FSC, nonché lo schema di Accordo di Programma Quadro (APQ) sottoscritto il 18/12/2013;
  • con la DGR n. 2463 del 23/12/2014, a seguito dei nuovi termini per l’avvio degli interventi del PAR introdotti dalla Delibera CIPE n. 21 del 30/06/2014 e al fine di recepire i tagli previsti dalle manovre di finanza pubblica imputate al Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, è stato riprogrammato il PAR FSC Veneto 2007-2013 ed è stato approvato l’elenco aggiornato degli interventi finanziabili nell’ambito dell’Asse 2 Difesa del Suolo Linee di intervento 2.1 e 2.2 a cui risultano destinate risorse FSC per complessivi euro 72.622.900,00;
  • Con successiva DGRV n.532 del 21.04.2015 la Giunta regionale ha riapprovato il programma degli interventi finanziati con le risorse sopra citate, nonché lo schema di Atto integrativo all’Accordo di Programma Quadro;
  • con la Delibera CIPE n. 40 del 29.4.2015 è intervenuta la presa d’atto da parte del CIPE della proposta di riprogrammazione del PAR FSC prevista dalla DGR n. 2463/2014;
  • l’Atto Integrativo sopra citato, indispensabile per l’avvio degli interventi, è stato sottoscritto con l’Agenzia per la Coesione Territoriale e il MATTM in data 25/06/2015;
  • con nota prot. 325069/2015 la Sezione (ora Direzione) Difesa del suolo, accertata la disponibilità delle risorse finanziarie, ha autorizzato il Soggetto Attuatore ad avviare le procedure di appalto degli interventi finanziati con i fondi PAR FSC (ex FAS) 2007-2013 ricompresi nell’Atto Integrativo sottoscritto in data 25/06/2015;
  • con DGR n. 1571 del 10/10/2016, a seguito del nuovo assetto organizzativo regionale approvato con DGR n. 802 e 803 del 27/05/2016 in attuazione della L.R. 54/2012 novellata dalla L.R. n. 14/2016, le funzioni di Autorità di Gestione FSC sono attribuite alla Direzione Programmazione Unitaria e le funzioni dell’ex Sezione Difesa del Suolo risultano ora attribuite alla Direzione Difesa del Suolo;

CONSIDERATO che:

  • l’intervento in oggetto specificato è ricompreso nel riparto degli interventi previsti nell’APQ sottoscritto in data 18/12/2013 per un importo di € 1.800.000,00, successivamente integrati con € 500.000,00 all’interno dell’Atto Integrativo del 25/06/2015, per un importo finanziato complessivo di € 2.300.000,00, avente quale Soggetto Attuatore l’Unità Organizzativa Genio civile di Treviso (già Sezione Bacino idrografico Piave Livenza - Sezione di Treviso);
  • il Direttore della Sezione Bacino idrografico Piave Livenza - Sezione di Treviso (ora Unità Organizzativa Genio civile di Treviso) con decreto n. 701 in data 25/11/2015 ha approvato il progetto esecutivo in argomento nell’importo complessivo di € 2.100.000,00;
  • con decreto dello stesso Direttore n. 406 in data 26/05/2016 è stata disposta l’aggiudicazione definitiva dei lavori in argomento e con decreto n. 213 in data 03/11/2016 è stato approvato il nuovo quadro economico di progetto, rimodulato a seguito degli affidamenti effettuati;
  • con nota prot. 255784 in data 29/06/2017 il Direttore della Unità Organizzativa Genio Civile di Treviso aveva richiesto alla scrivente Direzione l’utilizzo delle economie di gara per la realizzazione di lavorazioni aggiuntive, quali rinforzi arginali e della viabilità di accesso alle aree, resesi necessarie a seguito di rilevazioni puntuali effettuate in fase di cantiere e finalizzate alla funzionalità dell’opera;
  • con nota prot. 264818 in data 04/07/2017 la scrivente Direzione aveva espresso il proprio nulla osta in merito;
  • con nota prot. 391982 in data 20/09/2017 il Soggetto Attuatore comunicava alla SRA che erano in fase di predisposizione e a breve sarebbero state approvate una perizia suppletiva e di variante nonché una perizia per lavori complementari, che avrebbero portato il quadro economico dell’intervento all’importo finanziato di euro 2.300.000,00, come stabilito nell’APQ di dicembre 2013 e nel successivo Atto Integrativo di giugno 2015;
  • con decreto del Direttore della Unità Organizzativa Genio Civile di Treviso n. 656 in data 10/11/2017 è stata approvata la perizia suppletiva e di variante redatta dagli uffici in data 25/09/2017, nonché il relativo schema di atto di sottomissione, di importo pari a euro 129.719,32;
  • col medesimo decreto è stato altresì approvato il quadro economico rimodulato dell’intervento, nell’importo complessivo di euro 2.300.000,00, come di seguito riportato:

A) LAVORI

Lavori a misura

719.435,50

Lavori a corpo

81.352,76

Lavori in economia

21.000,00

Oneri per la sicurezza

31.270,00

IVA 22%

187.672,82

Sommano A)

1.040.731,08

B) SOMME A DISPOSIZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE

1. Lavori in economia, previsti in progetto ed esclusi
    dall’appalto, ivi inclusi i rimborsi previa fattura

110.898,00

2. Opere elettromeccaniche previste in progetto,
    soggette ad altro appalto

152.014,70

3. Rilievi, accertamenti, indagini

56.984,00

4. Allacciamenti ai pubblici servizi

61.000,00

5. Acquisizione aree o immobili e pertinenti indennizzi

352.084,11

6. Accantonamento art. 133 Dlgs 163/2006

9.989,95

7. Spese tecniche

64.455,04

8. Incentivo art. 93, c.7 D.Lgs. 163/2006

17.981,91

9. Lavori complementari

429.474,00

10. Collaudo statico in corso d’opera

4.387,21

Sommano B)

1.259.268,92

TORNANO (importo progetto finanziato FSC)

2.300.000,00

 

  • Ad oggi sono stati assunti, con i provvedimenti di seguito riportati, impegni di spesa per complessivi euro 1.314.194,53:
  • con decreti n. 446 del 19/12/2013 e n. 278 del 29/06/2014 della Direzione Difesa del Suolo sono stati disposti gli impegni per complessivi euro 48.595,04 per l’avvio dell’intervento in argomento;
  • con decreto del Direttore Direzione Difesa del suolo n. 213 in data 14/11/2016 è stato disposto l’impegno di euro 999.344,88 sul capitolo 101914/U per l’esecuzione dell’intervento in argomento e il correlato accertamento in entrata sul capitolo 100349/E;
  • con decreto del Direttore Direzione Difesa del suolo n. 281 in data 08/08/2017 è stato disposto l’impegno di euro € 143.103,43 sul capitolo 101914/U per l’esecuzione dell’intervento in argomento, in particolare per la parte di opere elettromeccaniche e per l’incentivo alla progettazione ex art. 92 D.Lgs.163/06, e il correlato accertamento in entrata sul capitolo 100349/E;
  • l’impegno per opere elettromeccaniche, assunto con il citato decreto 281/2017, è stato integrato con successivo decreto n. 350 del 12/10/2017 per l’importo di € 26.893,18, corrispondente all’IVA, e con il medesimo decreto è stato assunto il correlato accertamento in entrata sul capitolo 100349/E;
  • con decreto del Direttore Direzione Difesa del suolo n. 282 in data 08/08/2017 è stato disposto l’impegno di euro € 48.678,00 sul capitolo 101914/U per l’esecuzione dell’intervento in argomento, in particolare per l’esecuzione scavi, sondaggi, posizionamento piezometri a supporto delle attività del geologo, dell’archeologo e per l’aggiornamento Valutazione Rischio bellico residuo, e il correlato accertamento in entrata sul capitolo 100349/E;
  • con decreto del Direttore Direzione Difesa del suolo n. 360 in data 19/10/2017 è stato disposto l’impegno di euro € 47.580,00 sul capitolo 101914/U per l’esecuzione dell’intervento in argomento, in particolare per la fornitura dell’impianto di lavaggio ruote automezzi pesanti adibiti a trasporto terra e per la realizzazione delle opere propedeutiche alla sua installazione, e il correlato accertamento in entrata sul capitolo 100349/E;

VISTO il citato decreto del Direttore della Unità Organizzativa Genio Civile di Treviso n. 656 in data 10/11/2017;

DATO ATTO che:

  • I lavori e le attività specificate nel quadro economico sopra citato sono state affidate – in via definitiva - con i provvedimenti ed agli operatori economici (contraenti) specificati nell’allegato A, parte integrante del presente provvedimento;
  • In forza dei provvedimenti di aggiudicazione / affidamento sopra citati nei confronti dei Contraenti si sono instaurate “obbligazioni giuridicamente vincolanti”, comportando una spesa al momento necessaria per l’esecuzione del progetto in oggetto pari a € 129.719,32, IVA inclusa;

PRESO ATTO che per tutti gli aspetti attuativi e di monitoraggio dell’intervento si dovrà fare riferimento alle previsioni del Manuale per il sistema di gestione e controllo del Programma Attuativo Regionale del Fondo per lo Sviluppo e Coesione (ex FAS) 2007-2013 e agli obblighi stabiliti dall’APQ del 18/12/2013; in particolare, la U.O. Genio civile di Treviso dovrà assumere tutti gli obblighi in capo al Soggetto attuatore previsti dal Manuale per il Sistema di gestione e controllo del PAR FSC e in capo al Responsabile dell’attuazione degli interventi (RUP) stabiliti dell’Accordo di Programma Quadro sottoscritto, con specifico riferimento alle modalità di realizzazione dell’intervento, alle attività di monitoraggio e controllo, rendicontazione della spesa, conservazione dei documenti contabili, pubblicità e conoscibilità degli interventi realizzati; al fine di accelerare il trasferimento delle risorse dal Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica (DPS) alla Regione, dovrà fornire tempestivamente alla Regione, su richiesta di questa, ogni informazione relativa all’attuazione dell’intervento nonché trasmettere tempestivamente scansione dei provvedimenti di liquidazione inerenti alla realizzazione dell’intervento;

CONSIDERATO che:

  • la disponibilità delle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione deriva dal provvedimento di assegnazione delle risorse al PAR Regione Veneto, adottato il 01/08/2012 dall’ex Direzione Generale per la Programmazione Regione Unitaria Nazionale (DGPRUN) del Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica in attuazione del punto 3.1.3 della delibera CIPE n. 166/2007 e s.m.i. e ai sensi del combinato disposto dei punti 2.10 e 2.12 della Delibera CIPE n. 1/2009, registrato alla Corte dei Conti il 22/08/2012, registro n. 10, foglio n. 17, struttura ora incardinata presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri con la denominazione Dipartimento per le politiche di coesione;
  • sul capitolo di spesa 101914/U “Programmazione FSC 2007-2013 - Asse prioritario 2 PAR FSC 2007-2013: Difesa del Suolo (Del. CIPE 21/12/2007 n. 166 – Del. CIPE 07/03/2009, N.1 – Del. CIPE 11.01.2011, N. 1 – Del. CIPE 20.01.2012, N. 9 – D.G.R. 16/04/2013, N. 487)”, assegnato alla responsabilità di budget della Direzione Programmazione Unitaria, risultano stanziate le risorse destinate al finanziamento degli interventi dell’Asse 2 Difesa del Suolo del PAR FSC;
  • le risorse iscritte sul capitolo di spesa 101914/U risultano correlate al capitolo di entrata 100349/E “Assegnazione statale per la programmazione FSC 2007-2013 (Del. CIPE 21/12/2007, N.166 - Del. CIPE 06/03/2009, N.1 - Del. CIPE 11/01/2011, N.1 - Del. CIPE 20/01/2012, N.9)” assegnato alla responsabilità di budget della Direzione Programmazione Unitaria e l’accertamento in entrata delle risorse iscritte sul detto capitolo risulta riconducibile a quanto previsto al paragrafo 3.6 lettera c) dell’Allegato n. 4/2 del D.lgs. 118/2011, che prevede che per i trasferimenti “a rendicontazione” da parte di soggetti che non adottano il medesimo principio della contabilità finanziaria, l’ente beneficiario, a seguito della formale deliberazione da parte dell’ente erogante dell’assegnazione delle risorse, accerta l’entrata negli esercizi “in cui l’ente beneficiario stesso prevede di impegnare la spesa cui il trasferimento è destinato (sulla base del crono programma), in quanto il diritto di riscuotere il contributo (esigibilità) sorge a seguito della realizzazione della spesa, con riferimento alla quale la rendicontazione è resa”,

VISTA le note prot. n. 329517 del 1/09/2016 e n. 29184 del 25/01/2017 della Direzione Programmazione Unitaria, con cui si autorizza, tra le altre, la Direzione Difesa del suolo ad assumere gli impegni di spesa per l’attuazione degli interventi programmati nell’ambito dell’Asse 2 del PAR FSC nel limite degli importi programmati per ciascun intervento e con cui si delega la medesima Direzione alla registrazione, in sede di impegno, dei relativi accertamenti in entrata delle risorse FSC destinate all’attuazione degli interventi finanziati, ai fini della corretta applicazione di quanto previsto dal paragrafo 3.6 del Principio contabile applicato della competenza finanziaria previsto dal D.Lgs. 118/2011 per l’accertamento delle risorse derivanti da trasferimenti statali che costituiscono “contributi rendicontazione”;

RITENUTO che siano verificate le condizioni per poter procedere ora all’impegno di spesa delle seguenti somme:

  • € 129.719,32 a favore dei beneficiari individuati nel quadro “A – Lavori – perizia di variante” dell’Allegato A al presente provvedimento, necessaria per l’esecuzione dei lavori in argomento, a valere sui fondi disponibili sul capitolo 101914 (PDC 2.02.01.09.010) del bilancio regionale 2017-2019, ai sensi delle vigenti direttive di bilancio, per la realizzazione del progetto VE20P033 (CUP H91H13000870001);

CONSIDERATO che i suddetti impegni di spesa per complessivi € 129.719,32 trovano copertura sullo stanziamento di risorse FSC da accertare, in applicazione di quanto previsto dal paragrafo 3.6 del Principio applicato della competenza finanziaria, sul capitolo di entrata n. 100349/E“ Assegnazione statale per la programmazione FSC 2007-2013 (del. CIPE 21/12/2007, n.166 - del. CIPE 06/03/2009, n.1 - del. CIPE 11/01/2011, n.1 - del. CIPE 20/01/2012, n.9)” (codice V livello alla P.d.C. 4.02.01.01.003 soggetto debitore Presidenza del Consiglio dei Ministri) nelle stesse annualità di bilancio in cui la relativa spesa risulta esigibile;

ATTESTATO che le obbligazioni derivanti dal presente provvedimento sono perfezionate e che la copertura finanziaria risulta essere completa fino al V livello del piano dei conti;

DATO ATTO:

  • che le obbligazioni da assumere con il presente provvedimento sono riconducibili a “debiti commerciali” ai sensi delle vigenti direttive di bilancio;
  • che le liquidazioni di spesa afferenti i lavori e le attività in argomento saranno effettuate dal Soggetto Attuatore su presentazione di regolare fattura, nonché secondo le modalità previste dalla LR 27/2003 e smi;
  • che in base a quanto previsto dal paragrafo 5.3 dell’Allegato 4/2 del D.lgs. 118/2011 ss.mm.ii. la spesa derivante dal presente provvedimento risulta esigibile per euro € 129.719,32 nell’esercizio finanziario 2017;

RITENUTO che l’intervento troverà attuazione e dovrà essere costantemente monitorato secondo le procedure operative previste nel “Manuale per il sistema di gestione e controllo” e il “Manuale operativo delle procedure” del PAR FSC 2007-2013;

VISTE le modalità di “Gestione della spesa” previste nel “Manuale per il Sistema di Gestione e Controllo” del PAR FSC 2007-2013;

VISTA l’aggiudicazione provvisoria di cui al verbale di gara redatto in data 29/12/2015 e la successiva aggiudicazione definitiva con decreto del Direttore della Sezione Bacino idrografico Piave Livenza - Sezione di Treviso n. 406 in data 26/05/2016, che consentono di rispettare i termini previsti dalla delibera CIPE n. 21/2014 per l’assunzione delle obbligazioni giuridicamente vincolanti;

DATO ATTO che si da copertura alla spesa per i lavori e le attività in argomento con un capitolo i cui fondi derivano da assegnazioni statali, per cui la stessa non è soggetta nelle limitazioni di cui alla L.R. 1/2011.

PRESO ATTO di dare completa copertura finanziaria al quadro economico dell’intervento in argomento, rimodulato con il citato decreto del Direttore della Unità Organizzativa Genio Civile di Treviso n. 656 in data 10/11/2017.

CONSIDERATO che le somme ad ora impegnate ammontano ad € 1.443.913,85 (di cui € 129.719,32 impegnate con il presente provvedimento).

DATO ATTO che residuano somme per € 856.086,15, IVA inclusa;

RITENUTO di prenotare l’importo di € 856.086,15 sul capitolo di spesa n. 101914, esercizio finanziario 2018, al fine di dare completata copertura al progetto sopra descritto VE20P033 (CUP H91H13000870001) secondo il seguente PdC 2.02.01.09.010 – art. 008 e che le spese si configurano come debito commerciale.

VISTI

la L.R. n. 27/2003,

il D.Lgs. n. 163/2006,

il D.P.R. n. 207/2010,

il D.Lgs. n. 50/2016;

il D.lgs. n. 118/2011 e s.m.i.;

la L. R. n. 39/2001,

il D.P.R. n. 327/2001 e successive modifiche e integrazioni.

il Manuale per il Sistema di Gestione e Controllo (Si.Ge.Co.) e il Manuale operativo della procedure del PAR FSC 2007-2013;

l’Accordo di Programma Quadro in materia di Difesa del Suolo e della Costa, sottoscritto il 18/12/2013 e il successivo Atto integrativo, sottoscritto il 25/06/2015;

decreta

  1. Di dare atto che quanto riportato in premessa costituisce parte integrante del presente provvedimento;
  2. di impegnare, per le motivazioni in premessa, sul capitolo 101914 (art.8 PDC 2.02.01.09.010) “Programmazione FSC 2007-2013 – Asse prioritario 2 PAR FSC 2007-2013: difesa del suolo” la somma di € 129.719,32 necessaria per l’esecuzione dell’intervento in argomento VE20P033 (CUP H91H13000870001), ricompreso nell’APQ del 18/12/2013 e nel successivo Atto Integrativo del 25/06/2015 (approvati con le citate DGRV 2330/2013 e 532/2015);
  3. di imputare l’importo di Euro € 129.719,32, di cui al punto 2, sul capitolo di spesa n. 101914/U “Programmazione FSC 2007-2013 – Asse prioritario 2 PAR FSC 2007-2013: difesa del suolo” (art.8 PDC 2.02.01.09.010 CUP H91H13000870001) a valere sulle risorse dell’esercizio finanziario 2017, che presenta sufficienti disponibilità;
  4. di procedere, per le motivazioni indicate nelle premesse, all’accertamento di € 129.719,32 a valere sulle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2007-2013 iscritte sul capitolo di entrata n. 100349/E “Assegnazione statale per la programmazione FSC 2007-2013 (del. CIPE 21/12/2007, n.166 - del. CIPE 06/03/2009, n.1 - del. CIPE 11/01/2011, n.1 - del. CIPE 20/01/2012, n.9)” (codice V° livello del P.d.C. 4.02.01.01.003 soggetto debitore Presidenza del Consiglio dei Ministri), destinate, in base alla DGRV n.532 del 21.04.2015, alla copertura delle spese relative al progetto VE20P033 (CUP H91H13000870001) della Linea 2.1 del PAR FSC Veneto 2007-2013, derivanti dall’assegnazione di risorse disposta con il Provvedimento di messa a disposizione della risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione assegnate al PAR Regione Veneto, adottato il 01/08/2012 dall’ex Direzione Generale per la Programmazione Regione Unitaria Nazionale (DGPRUN) del Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica (struttura ora incardinata presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri con la denominazione Dipartimento per le politiche di coesione) in attuazione del punto 3.1.3 della delibera CIPE n. 166/2007 e s.m.i. e ai sensi del combinato disposto dei punto 2.10 e 2.12 della Delibera CIPE n. 1/2009, registrato alla Corte dei Conti il 22/08/2012, registro n. 10, foglio n. 17;
  5. di imputare l’accertamento di euro € 129.719,32 previsto al punto 4, con soggetto debitore Presidenza del Consiglio dei Ministri (codice anagrafica 37548), sul capitolo di entrata n. 100349/E ad oggetto “Assegnazione statale per la programmazione FSC 2007-2013 (del. CIPE 21/12/2007, n.166 - del. CIPE 06/03/2009, n.1 - del. CIPE 11/01/2011, n.1 - del. CIPE 20/01/2012, n.9)” (codice V° livello del P.d.C. 4.02.01.01.003) con modalità di competenza, sulla base dell’esigibilità della spesa prevista dagli impegni derivanti dal presente provvedimento per la realizzazione del progetto VE20P033 (CUP H91H13000870001) nell’esercizio finanziario 2017, importi che dovranno essere opportunamente aggiornati sulla base della determinazione della spesa effettivamente esigibile in ciascun esercizio finanziario a valere sugli impegni assunti con il presente provvedimento;
  6. di dare atto che l’impegno di spesa in argomento è a favore degli operatori economici (contraenti) specificati nell’allegato A del presente provvedimento, ai sensi delle vigenti direttive di bilancio;
  7. di prenotare l’importo residuo di € 856.086,15 sul capitolo di spesa 101914 – esercizio finanziario 2018 -che offre sufficiente disponibilità in termini di competenza, al fine di dare copertura al quadro economico di progetto, art. 008 – PdC 2.02.01.09.010 e che la spesa si configura come debito commerciale.
  8. le liquidazioni di spesa afferenti i lavori e le attività in argomento saranno effettuate dal Soggetto Attuatore su presentazione di regolare fattura, nonché sulla base di quanto disposto dalla LR 27/2003 e smi;
  9. di attestare che le obbligazioni derivanti dal presente provvedimento sono perfezionate e che la copertura finanziaria risulta essere completa fino al V livello del piano dei conti;
  10. di dare atto che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
  11. di provvedere a comunicare ai soggetti beneficiari le informazioni relative all’impegno, ai sensi dell’art. 56 c. 7 del D.Lgs. n. 118/2011;
  12. il Soggetto Attuatore, come già disposto con decreto di impegno di spesa n. 213/2016, entro il 30.06.2018 dovrà emettere il provvedimento di accertamento ed approvazione della spesa complessivamente sostenuta per la realizzazione delle opere in parola;
  13. di dare atto che la spesa per i lavori e le attività in argomento di cui si dispone l’impegno con il presente atto non è soggetta alle limitazioni di cui alla L.R. 1/2011, per le motivazioni espresse in premessa, da considerarsi parte integrante del presente provvedimento e costituisce un debito commerciale;
  14. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi degli artt. 26 e 27 del D.lgs. 14/03/2013, n. 33;
  15. il presente decreto sarà pubblicato integralmente nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto;
  16. di trasmettere il presente provvedimento alla Direzione Bilancio e Ragioneria, per il tramite della Direzione Programmazione Unitaria, per gli adempimenti di competenza.

Marco Puiatti

Torna indietro