Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 8 del 19/01/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 8 del 19/01/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 8 del 19 gennaio 2018


Materia: Appalti

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE ICT E AGENDA DIGITALE n. 117 del 15 novembre 2017

Acquisizione mediante richiesta di offerta (RdO) sul Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA) di licenze d'uso, nell'ambito del contratto Corporate, per l'utilizzo dei prodotti Integraph di gestione dei sistemi informativi geografici e di servizi di assistenza. Art. 36 comma 2 lett. b) del D.Lgs n. 50/2016. Determina a contrarre - CIG 7277777392 Prenotazione di spesa.

Note per la trasparenza

Il provvedimento autorizza l’indizione di una procedura d’acquisto tramite richiesta di offerta (RdO) sul Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA), ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. b) del D.Lgs n. 50/2016, per l’acquisizione di licenze ad uso non esclusivo e a tempo determinato per l'utilizzo, mediante un contratto Corporate, dei prodotti Integraph di gestione dei sistemi informativi geografici, per un numero di n. 700 “UR” Unità di riferimento di prodotti informatici, comprensivo delle componenti software “ToolKit Strumenti integrativi, del modulo gestione Anagrafe Tributaria “Urbe” e di servizi di assistenza per n. 220 giornate, per il periodo 01/01/2018 – 31/12/2018. A tal fine sarà utilizzato il criterio di aggiudicazione del prezzo più basso ai sensi dell’art. 95, comma 4, lett. b, del D.Lgs. n. 50/2016, per un importo a base d’asta pari a complessivi € 204.000,00= (IVA al 22 % esclusa). Si procede altresì alla prenotazione della spesa.

Il Direttore

Premesso che:

  • A partire dagli inizi degli anni ottanta, l’Amministrazione regionale ha dato avvio ai primi interventi di forte contenuto innovativo con concrete politiche a favore dello sviluppo della Pubblica Amministrazione locale digitale. Gli interventi attuati sono stati contraddistinti da azioni di carattere strutturale, distribuiti nel tempo e che hanno coinvolto in maniera partecipata un numero elevato di amministrazioni.

Nel corso degli anni, sono state proposte iniziative di cui hanno beneficiato enti quali: medie e piccole Amministrazioni comunali, comuni Capoluogo di Provincia, Amministrazioni provinciali, Consorzi pubblici, Unioni di comuni e Comunità Montane.

L’obiettivo principale di garantire il pieno accesso all’innovazione anche da parte dei piccoli e medi comuni e da parte delle aree periferiche, è stato promosso attraverso la definizione di interventi tesi a favorire, in un quadro di strategie complessive, le piccole realtà locali.

Le azioni poste in essere dalla Amministrazione regionale in tema di innovazione degli enti locali del proprio territorio trovano la più importante espressione, in termini di efficacia operativa e di trasversalità di azione, attraverso la Legge regionale n.54 del 1988.

Nell’ambito delle azioni sopra descritte, l’Amministrazione regionale si è dotata di strumenti informatici GIS (Geographic Information System) per progettare, analizzare, gestire e condividere le informazioni di tipo geografico. Questi strumenti, messi a disposizione delle strutture della Regione Veneto, dei comuni, delle provincie, dei consorzi e di altri Enti locali, sono stati acquisiti attraverso un Contratto triennale denominato “Corporate” con Intergraph Italia LLC, autorizzato con D.G.R. n. 2465 del 23/12/2014, per un importo di Euro 822.800,00 iva esclusa, che verrà a scadenza il 31 dicembre 2017.

Considerato che:

  • Il contratto Corporate consiste in un accordo che disciplina un “modello di gestione” delle licenze estremamente flessibile ed efficace. Prevede il diritto di utilizzo di una serie di prodotti software, per un periodo determinato, comprensivo della manutenzione correttiva, conservativa ed evolutiva. Sotto il profilo dell’impegno delle risorse necessarie per l’approvvigionamento delle tecnologie di cui trattasi, il contratto Corporate è meno oneroso rispetto ad altre formule di licensing previste per gli stessi prodotti.
  • La composizione e le quantità dei singoli prodotti disponibili all’interno del catalogo, che rappresenta le esigenze complessive di tecnologie GIS degli enti, possono variare nel corso dell’esecuzione del contratto in funzione delle necessità emergenti dell’utenza. Ad ogni prodotto software corrispondono delle Unità di riferimento che possono essere articolate e combinate tra loro dinamicamente in funzione delle necessità, mantenendo inalterata la dimensione economica generale dello stesso contratto. Il contratto Corporate in essere prevede l’acquisizione di un numero di licenze pari 1000 Unità di riferimento e servizi di assistenza per un numero di 220 giornate l’anno.
  • Tale flessibilità ha permesso di evitare “ingessature” nella gestione dell’approvvigionamento di adeguate soluzioni applicative, in un contesto evolutivo variabile che necessita di continui adeguamenti tecnologici, in un ottica complessiva di un sistema informativo regionale integrato, tecnologicamente omogeneo. Inoltre, per dare massima diffusione alla tecnologia proposta, semplificandone l’utilizzo soprattutto da parte dell’utenza meno esperta, Regione Veneto ha provveduto a supportare le piccole e medie amministrazioni, integrando l’offerta applicativa “standard” con moduli semplificati sviluppati dal fornitore, che hanno garantito una maggior fruibilità nell’uso della tecnologia (Tool Kit Strumenti integrativi e modulo Urbe anagrafe immobiliare).
  • La necessità della diversa utenza veneta di realizzare tematiche connesse ad una corretta gestione informatizzata del proprio territorio, ha condotto alla realizzazione di progettualità attraverso complesse organizzazioni basate su specifiche competenze di dominio, calate nelle specificità funzionali tipiche della tecnologia utilizzata. Nel corso del tempo sono state realizzate applicazioni connesse alla pianificazione, seguendo gli atti di indirizzo regionali e le specifiche tecniche per la formazione e l’aggiornamento delle banche dati degli strumenti urbanistici e della base cartografica (DGR 3178/2004). Sono stati prodotti Piani di Assetto del Territorio (L.R. 11/04) e Piani degli Interventi (DGR 2690/2010); si è provveduto ad aggiornare le banche dati cartografiche (Carta Tecnica Regionale e DB Topografico) e sono stati attivati Piani Comunali di Protezione Civile (DGR 1575/2008 e DGR 3315/2010). Molte amministrazioni hanno utilizzato lo strumento per predisporre iter procedurali per la realizzazione di strutturate basi informative come quella dei Punti luce o del Catasto strade; sono stati progettati sistemi informativi comunali nei quali le varie informazioni provenienti da diversi verticali di gestione (Pratiche Edilizie, Anagrafe, Tributi, etc) vengono convogliate in maniera centralizzata e condivise all’interno del sistema, che provvede a georeferenziare le informazioni, costruendo una avanzata gestione del territorio dell’ente. La realizzazione e la vestizione grafica dei progetti di cui trattasi, la predisposizione di restituzioni grafiche automatizzate, la composizione delle articolate relazioni tra gli oggetti vettoriali/raster ed oggetti alfanumerici facenti parte dei singoli sistemi informativi, necessari per effettuare idonee query spaziali di analisi e di sintesi, sono state progettate attraverso modalità operative tipiche del contesto tecnologico utilizzato che ha richiesto anche un notevole sforzo di investimento in termini di formazione del personale dedicato.

Atteso che:

  • la prossima scadenza del contratto Cig impone la necessità di procedere ad un nuovo affidamento;
  • in questo complesso ed articolato processo di automazione e di gestione, una sostituzione del contesto tecnologico su cui si sono appoggiate le progettualità, appare, allo stato attuale, eccessivamente oneroso in termini di investimenti complessivi necessari per riconfigurare e riposizionare le applicazioni realizzate e, allo stesso tempo, introdurrebbe nell’immediatezza elementi di grande criticità per quanto concerne il mantenimento dei servizi erogati dagli enti coinvolti nelle progettualità realizzate.
  • presso l’Amministrazione regionale è in atto un deciso processo di convergenza tecnologica e di orientamento verso soluzioni open source, in una strategia complessiva che vede già in corso numerose attività di rinnovamento tecnologico dell’ ICT dell’ente, coerente con quanto indicato nel Codice dell’Amministrazione Digitale e nel Piano triennale dell’Informatica; allo stato attuale vi è la necessità di garantire continuità operativa di servizio rispetto alla molteplicità di amministrazioni venete coinvolte, che vada nella direzione di salvaguardare gli investimenti fin qui effettuati;
  • in seguito ad una attenta analisi di utilizzo delle licenze attribuite alle singole amministrazioni locali, è stato verificato che l’attuale fabbisogno di tecnologie si è ridotto da 1000 a 700 unità di riferimento (UR).

Considerato che:

  • ai sensi dell'articolo 36, comma 6, del D.Lgs. n. 50/2016 (come novellato dal D.Lgs. n. 56 del 19/04/2017, in vigore dal 20/05/2017) le Stazioni Appaltanti, ai fini dello svolgimento di procedure di affidamento di contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, possono procedere mediante l’uso di piattaforme di acquisto/negoziazione telematiche quali appunto il MePA;
  • ai sensi dell’art. 1 comma 512 della Legge n. 208 del 2015 e dell'articolo 1, comma 449 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, a seguito di esame degli strumenti di acquisto e di negoziazione di Consip Spa o dei soggetti aggregatori regionali disponibili, si dà atto dell’attuale inesistenza di convenzioni comparabili rispetto ai beni che si intendono acquisire e che pertanto consentano all’Amministrazione di soddisfare le proprie esigenze per le acquisizioni sotto soglia comunitaria di beni e servizi;
  • l'acquisto tramite MEPA viene obbligatoriamente previsto per le Regioni e gli EE.LL. dall’art. 1, co. 450, secondo periodo della Legge n. 296/2006 e dalla Legge n. 94 del 06/07/2012, recante “Conversione in legge, con modificazioni, del Decreto Legge del 07/05/2012, n. 52, recante disposizioni urgenti per la razionalizzazione della spesa pubblica”;
  • l’art. 37, co. 1, del D.Lgs. n. 50/2016 fa comunque salve le norme vigenti relative agli obblighi di utilizzo di strumenti di acquisto/negoziazione, anche telematici, previsti dalle vigenti disposizioni in materia di contenimento della spesa (vale a dire: obblighi di adesione alle convenzioni o accordi quadro, ovvero obblighi di ricorso al Mercato Elettronico o a sistemi telematici di negoziazione - vd. art. 1, co. 450, secondo periodo, L. n. 296/2006, art. 1 comma 512 della Legge n. 208 del 2015);

Ritenuto pertanto:

  • di far fronte alle esigenze sopra esposte mediante l’indizione di una procedura d’acquisto di licenze ad uso non esclusivo e a tempo determinato per l'utilizzo, nell’ambito di un contratto Corporate, dei prodotti Integraph di gestione dei sistemi informativi geografici per un numero di 700 “UR”, Unità di riferimento, di prodotti informatici, comprensivo delle componenti software “ToolKit Strumenti integrativi, del modulo gestione Anagrafe Tributaria “Urbe” e di servizi di assistenza per n. 220 giornate, per il periodo 01/01/2018 – 31/12/2018, mediante richiesta di offerta (RdO) sul Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA), ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. b) del D.Lgs n. 50/2016, sulla base dell’allegato Capitolato speciale (Allegato A);
  • di determinare, ai sensi dell'articolo 35, comma 4, del D.Lgs. n. 50/2016, il valore massimo del citato appalto, stimato, sulla base della pregressa esperienza maturata nel settore, in euro 204.000,00, IVA esclusa;
  • di applicare, trattandosi di prestazioni con caratteristiche standardizzate, in quanto rinvenibili sul mercato ordinario, di applicare il criterio di aggiudicazione del prezzo più basso ai sensi dell’art. 95, comma 4, lett. b, del D.Lgs. n. 50/2016;
  • di non suddividere l’appalto, per la sua natura tecnica ed economica unitaria, in lotti ai sensi dell'articolo 51, comma 1, del D.Lgs. n. 50/2016;
  • che la tipologia del servizio, fornitura di licenze e servizi di natura intellettuale, non comporta la presenza di rischi da interferenza nella sua esecuzione tali da richiedere la redazione del Documento Unico Valutazione Rischi Interferenti (DUVRI) di cui al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e che pertanto gli oneri per la sicurezza di natura interferenziale sono pari a zero;
  • di richiedere la prenotazione della suddetta spesa di € 204.000,00 Iva inclusa, che si configura debito commerciale, sul cap. 7200 “Spese per il Sistema Informativo Regionale: acquisti, manutenzione, assistenza tecnica e sistemistica ed altri servizi inerenti al funzionamento dello stesso e per le attività di aggiornamento e comunicazione nei settori dell’informatica e della telematica”, articolo 24 “Servizi informatici e di telecomunicazioni” V livello “Servizi per i sistemi e relativa manutenzione” - Piano dei Conti U.1.03.02.19.005, a carico dell’esercizio 2018 come di seguito:

Capitolo 7200, "Spese per il Sistema Informativo Regionale: acquisti, manutenzione, assistenza tecnica e sistemistica ed altri servizi inerenti al funzionamento dello stesso e per le attività di aggiornamento e comunicazione nei settori dell’informatica e della telematica” articolo 24 “Servizi informatici e di telecomunicazioni – V livello “Servizi per i sistemi e relativa manutenzione - Piano dei Conti U.1.03.02.19.005 -

Anno 2018 (importo comprensivo di IVA)
Euro 248.880,00

 

  • di individuare il Responsabile Unico del Procedimento ai sensi dell'articolo 31 del D.Lgs. n. 50/2016 nel Direttore pro tempore della Direzione ICT e Agenda Digitale, ing. Lorenzo Gubian;

Visto l'articolo 13 della legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54 che definisce i compiti dei Direttori di Direzione;

Vista la D.G.R. n. 1475 del 18/09/2017 di approvazione delle linee guida sull’utilizzo degli strumenti di e-procurement (Convenzioni Consip e Mepa e di indicazioni operative relative alla gestione delle procedure di acquisizione di forniture servizi e lavori al di sotto delle soglie di rilevanza comunitaria a seguito dell’entrata in vigore del nuovo Codice dei Contratti (D.Lgs 50/2016);

Visto l’art. 29 del D.Lgs n. 50/2016 che stabilisce gli atti relativi alle procedure per l’affidamento di appalti pubblici di servizi, forniture, opere devono essere pubblicati sul profilo del committente, nelle sezione “Amministrazione trasparente”, nonché sul sito del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti;

Precisato che i conseguenti impegni di spesa verranno assunti con successivo provvedimento del Direttore della Direzione ICT e Agenda Digitale, una volta conosciuto l’esito della procedura di acquisto;

TUTTO CIÒ PREMESSO

  • VISTO l’art. 36, comma 2, lett. b) del D.Lgs. 50/2016 e ss.mm.ii.;
  • VISTI gli artt. 37 del D.Lgs. 33/2013 e 1, comma 32 della Legge 190/2012;
  • VISTO il D.lgs. n. 118 del 2011, ss.mm.ii.;
  • VISTO il D.Lgs. n. 33 del 14/03/2013 e ss.mm.ii.;
  • VISTE la Legge n. 94 del 06/07/2012 nonché la Legge n. 296 del 27/12/2006 (art. 1, comma 450), la Legge n. 208 del 28/12/2015, all’art.1, commi 502 e 503 e la Legge n. 232 del 11/12/2016;
  • VISTA la Legge Regionale n. 39 del 29/11/2001 e ss.mm.ii. nonchè la Legge Regionale n. 1/2011;
  • VISTA legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54;
  • VISTA la DGR n. 2465 del 23/12/2014;
  • VISTO il Capitolato Speciale allegato al presente provvedimento quale parte integrante dello stesso (Allegato A);
  • VISTI gli allegati B e C denominati rispettivamente T1 “Beneficiari e scadenze” e T2 “Registrazioni contabili” prodotti dal Sistema NU.SI.CO.;
  • VISTE le linee guida ANAC n. 4 di attuazione del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii.;

decreta

  1. le premesse costituiscono parte integrante del presente provvedimento;
  2. di indire una procedura di acquisto tramite RdO su piattaforma CONSIP Mepa ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii., finalizzata all’acquisizione delle licenze ad uso non esclusivo e a tempo determinato per l'utilizzo, nell’ambito di un contratto Corporate, dei prodotti Integraph di gestione dei sistemi informativi geografici per un numero di n. 700 “UR” Unità di riferimento di prodotti informatici, comprensivo delle componenti software “ToolKit Strumenti integrativi, del modulo gestione Anagrafe Tributaria “Urbe” e di servizi di assistenza per n. 220 giornate, per il periodo 01/01/2018 – 31/12/2018, con utilizzo del criterio di aggiudicazione del prezzo più basso ai sensi dell’art. 95, comma 4, lett. b, del D.Lgs. n. 50/2016, dando atto che la stessa reca il codice cig 7277777392;
  3. di determinare in Euro 204.000,00, Iva esclusa, la spesa massima iva esclusa;
  4. di approvare il Capitolato Speciale d’Appalto (Allegato A) costituente parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  5. di prenotare la spesa complessiva pari a € 204.000,00 IVA compresa, che si configura debito commerciale, sul cap. 7200 “Spese per il Sistema Informativo Regionale: acquisti, manutenzione, assistenza tecnica e sistemistica ed altri servizi inerenti al funzionamento dello stesso e per le attività di aggiornamento e comunicazione nei settori dell’informatica e della telematica”, articolo 24 “Servizi informatici e di telecomunicazioni” V livello “Servizi per i sistemi e relativa manutenzione” - Piano dei Conti U.1.03.02.19.005, a carico dell’esercizio 2018 come di seguito:

Capitolo 7200, "Spese per il Sistema Informativo Regionale: acquisti, manutenzione, assistenza tecnica e sistemistica ed altri servizi inerenti al funzionamento dello stesso e per le attività di aggiornamento e comunicazione nei settori dell’informatica e della telematica” articolo 24 “Servizi informatici e di telecomunicazioni – V livello “Servizi per i sistemi e relativa manutenzione - Piano dei Conti U.1.03.02.19.005 -

Anno 2018 (importo comprensivo di IVA)
Euro 248.880,00

 

riservandosi, in sede di aggiudicazione definitiva e di relativa copertura dell’obbligazione passiva, di ripartire, con proprio atto, la spesa complessiva certa in più impegni, incidenti sul medesimo capitolo n. 7200, in base alla effettiva tipologia di prestazione dei servizi ICT descritti nel Capitolato Speciale d’appalto

  1. di individuare il Responsabile Unico del Procedimento nel Direttore pro tempore della Direzione ICT e Agenda Digitale, ing. Lorenzo Gubian;
  2. di dare atto che i servizi da acquisire non risultano presenti in convenzioni CONSIP o dei soggetti aggregatori regionali disponibili;
  3. di dare atto che gli impegni di spesa verranno assunti con provvedimento del Direttore della Direzione ICT e Agenda Digitale a seguito dell’aggiudicazione della procedura in oggetto;
  4. di dare atto che la spesa di cui si prevede la prenotazione con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. 1/2011;
  5. di pubblicare il presente provvedimento ai sensi dell’art. 37 del D.Lsg. n. 33/2013 e dell’art. 29 del D.Lgs. n. 50/2016;
  6. di pubblicare integralmente il presente decreto nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Lorenzo Gubian

Allegato “A” (omissis)

(seguono allegati)

117_Allegato_B_DDR_117_15-11-2017_360890.pdf
117_Allegato_C_DDR_117_15-11-2017_360890.pdf

Torna indietro