Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Atto di Enti Vari

Bur n. 91 del 09 luglio 2021


Materia: Protezione civile e calamità naturali

COMMISSARIO DELEGATO PRIMI INTERVENTI URGENTI DI PROTEZIONE CIVILE IN CONSEGUENZA DEGLI ECCEZIONALI EVENTI METEOROLOGICI CHE HANNO INTERESSATO IL TERRITORIO DELLA REGIONE VENETO, DAL 27 OTTOBRE AL 5 NOVEMBRE 2018

Decreto n. 981 del 9 giugno 2021

OCDPC 558 del 15/11/2018. O.C. 9/2019: Assegnazione di risorse finanziarie di cui all'Art. 24 quater del D.L. 23/10/2018 n. 119 convertito, con modificazioni, in Legge 17/12/2019 n. 136. Cod. Int.GCVI_006, Progetto n. 1380: "Interventi urgenti di ripristino sicurezza idraulica a protezione di nuclei di edifici abitati, di viabilità comunale ed attività produttive mediante rialzo e realizzazione difese idrauliche spondali e repellenti, ripristino e sistemazione briglie e platee, spostamento e/o rimozione depositi materiale litoide, recupero alberature schiantate in un tratto d'alveo del t. Astico tra la località Via Vittorio Emanuele nei comuni di Pedemonte e Valdastico e via Dogana nel comune di Valdastico (VI)". CUP J73H19000280001. Importo complessivo progetto : Euro 800.000,00. Liquidazione di Euro 3.213,00 a favore della Regione del Veneto per il pagamento della prestazione professionale al Dr. For. Enrico Pozza, relativa all'incarico per la progettazione esecutiva, assistenza alla D.L. per la redazione della contabilità nonchè coordinamento sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione dei lavori. ACCONTO. CIG Z79290FCE3.

IL SOGGETTO ATTUATORE

SETTORE RIPRISTINO IDRAULICO E IDROGEOLOGICO

AREA DI VICENZA

PREMESSO CHE:

  • nei mesi di ottobre e novembre 2018 il territorio della Regione del Veneto è stato colpito da particolari eventi meteorologici che hanno causato gravi danni al patrimonio boschivo nonché al patrimonio pubblico e privato nelle aree montane, costiere e in prossimità dei grandi fiumi con forti venti, mareggiate, frane e smottamenti;
  • con Decreto del Presidente della Regione del Veneto n. 136 del 28 ottobre 2018, integrato da successivo Decreto n. 139 del 29 ottobre 2018, pubblicati sul BUR n. 114 del 16 novembre 2018, a seguito delle criticità riscontrate è stato dichiarato lo “stato di crisi” ai sensi dell’art. 106, co. 1  lett. a), della L.R. n. 11/2001;
  • con Ordinanza n. 558 del 15 novembre 2018, pubblicata nella G.U. n. 270 del 20 novembre 2018, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con la Regione del Veneto, ha nominato il Presidente della Regione, Commissario Delegato, per fronteggiare l’emergenza derivante dagli eventi calamitosi di cui trattasi;
  • con l’Ordinanza n. 1 del 23 novembre 2018 il Commissario Delegato Dott. Luca Zaia ha nominato, tra i dirigenti e funzionari delle Amministrazioni Pubbliche coinvolte, i Soggetti Attuatori, ai quali vengono affidati i diversi settori di intervento;

APPURATO CHE il Soggetto Attuatore per  il Settore Ripristino Idraulico e Idrogeologico area di Vicenza, già individuato con precedente Ordinanza Commissariale n. 1/2018 nell’ing. Mauro Roncada – Direttore dell’Unità Organizzativa Genio Civile Vicenza, con Ordinanza Commissariale n. 19 del 31/10/2019 è sostituito con l’ing. Giovanni Paolo Marchetti,  Direttore dell’U.O. Genio Civile Vicenza a partire  dal 01/11/2019, che mantiene le medesime attribuzioni già formalizzate con la precedente O.C. 1/2018;

VISTO che :

  • con Ordinanza n. 9 del 22/05/2019  vengono approvati gli elenchi degli interventi del Piano degli Interventi di cui all’art. 1, comma 5, del DPCM  4 aprile 2019 e impegnata la spesa per l’effettuazione degli stessi;
  • nell’elenco, di cui all’Allegato B, della medesima Ordinanza,  è compreso l’intervento  denominato “Interventi urgenti di ripristino sicurezza idraulica a protezione di nuclei di edifici abitati, di viabilità comunale ed attività produttive mediante rialzo e realizzazione difese idrauliche spondali e repellenti, ripristino e sistemazione briglie e platee, spostamento e/o rimozione depositi materiale litoide, recupero alberature schiantate in un tratto d’alveo del t. Astico tra la località Via Vittorio Emanuele nei comuni di Pedemonte e Valdastico e via Dogana nel comune di Valdastico (VI)” con Cod. Int. GCVI_006  per un importo complessivo di Euro 800.000,00. Tale intervento è stato altresì codificato come Progetto n. 1380 dell’U.O. Genio Civile di Vicenza;

PRESO ATTO che :

  • nell’ambito del Progetto 1380, con decreto n. 328  del 01/08/2019 il Soggetto Attuatore-Settore Ripristino idraulico e Idrogeologico Area di Vicenza ha disposto l’affidamento al Dott. For. Enrico Pozza,  con studio professionale a Recoaro Terme  in Via Franco 4, C.F. : OMISSIS e  P.IVA: 03815140243 dell’incarico per   la progettazione esecutiva, assistenza alla D.L. per la redazione della contabilità nonchè  coordinamento  sicurezza in fase di progettazione  e di esecuzione dei lavori  verso il corrispettivo  € 33.400,00  oltre oneri previdenziali ed  esente IVA, per un totale di Euro 34.068,00, CIG Z79290FCE3; 
  • l’incarico di cui sopra è stato formalizzato in data 12/09/2019 con  convenzione  registrata al n. 181 di Repertorio VE;
  • Con decreto n. 76  del 28/11/2020  il Soggetto Attuatore- Settore Ripristino Idraulico e Idrogeologico Area di Vicenza  ha disposto la liquidazione di un acconto a favore del Dott. Enrico Pozza, per

     l’importo di Euro 23.380,00 oltre oneri previdenziali ed esente IVA, per un totale di Euro 23.847,60;

  • Con successivo decreto n. 1301  del 18/08/2020  il Soggetto Attuatore – Settore Ripristino Idraulico e Idrogeologico-Area di Vicenza ha integrato l’incarico sopra descritto, affidando al Dott. For. Enrico Pozza  anche l’incarico per la redazione della perizia di variante supplettiva – inerente il citato Progetto 1380 - comprensiva della progettazione esecutiva, assistenza alla D.L. per la redazione della contabilità  nonché coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione  e di esecuzione dei lavori;
  • Tale integrazione di  incarico è stato formalizzato con atto aggiuntivo in data 06/11/2020 n. 1177 Rep Ufficiale Rogante VE;

CONSIDERATO  che:

  • sono state compiute le attività propedeutiche la  redazione della perizia di variante al Progetto n.1380;
  • Con decreto n. 131  del 20/01/2021 del  Soggetto Attuatore- Settore Ripristino Idraulico e Idrogeologico-Area di Vicenza è stata approvata la perizia di variante n. 2  al Progetto n. 1380 con rimodulazione del quadro economico;
  • Ai sensi dell’atto aggiuntivo n. 1177 in data 06/11/2020  è previsto il pagamento di un acconto, pari al 70%  del corrispettivo pattuito per l’integrazione dell’incarico, quantificato in Euro 4.500,00 oltre oneri previdenziali ed esente IVA, all’avvenuta approvazione della perizia di variante;

APPURATO che l’incarico  in oggetto è stato formalizzato in tutte le sue parti e nei tempi previsti;

VISTA la seguente documentazione relativa al pagamento dell’ACCONTO:

  •  Decreto n. 328  del 01/08/2019 di  affidamento incarico professionale per la progettazione esecutiva assistenza alla D.L. per la redazione della contabilità nonchè  coordinamento  sicurezza in fase di progettazione  e di esecuzione dei lavori;
  • Convenzione  in data  12/09/2019   rep. Ufficiale Rogante VE n. 181,
  • Decreto n. 1301 del 18/08/2021 di integrazione incarico per la redazione della perizia di variante supplettiva – inerente il citato Progetto 1380 - comprensiva della progettazione esecutiva, assistenza alla D.L. per la redazione della contabilità  nonché coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione  e di esecuzione dei lavori;
  • Atto aggiuntivo in data 06/11/2021 n. 1177 Rep. Ufficiale Rogante VE;
  • Certificato per liquidazione dell’acconto  in data 21/04/2021,
  • la fattura n.  3/01   in data  27/04/2021  del  Dott. For. Enrico Pozza con studio professionale a Recoaro Terme in Via Franco 4 C.F. : OMISSIS e  P.IVA: 03815140243,   dell’importo complessivo di € 3.213,00 oneri compresi ed Iva esente,
  • tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi della L. 136/2010 e scheda dati anagrafici,
  • il Certificato regolarità contributiva rilasciato da Epap il 07/04/2021;

TENUTO CONTO che, pur trattandosi di un pagamento non assoggettato ad IVA e a ritenuta d’acconto, al fine della corretta liquidazione dell’onorario spettante  e del regolare assolvimento degli obblighi in capo alla Regione quale sostituto di imposta, è necessario il preventivo versamento delle somme a favore della Regione stessa da parte della gestione commissariale, nelle modalità definite con nota del Direttore dell’allora Sezione Ragioneria, prot.  n. 131940 del 27/03/2015;

RITENUTO, pertanto, di procedere alla  preventiva liquidazione alla Regione del Veneto della somma di Euro 3.213,00  per il pagamento della prestazione professionale  in favore del beneficiario come sopra individuato, nell’ambito dell’intervento in oggetto;

VISTO il D. Lgs 50/2016 e s.m.i.;

VISTA l’O.C.D.P.C. n. 558 del 15/11/2018;

VISTA l’Ordinanza Commissariale n. 1/2018;

VISTA l’Ordinanza Commissariale n. 9 del 22/05/2019;

VISTA l’Ordinanza Commissariale n. 19 del 31/10/2019;

VISTA la Legge n. 159 del 27/11/2020, art. 1 comma 4-duodevicies;

VISTA l’Ordinanza Commissariale n. 769 del 16/04/2021;

DECRETA

  1. di dare atto che le premesse formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.
  2. di liquidare alla Regione Veneto la somma complessiva di Euro 3.213,00  per il pagamento della fattura n. 3/01  in data  27/04/2021  emessa  dal  Dott. For. Enrico Pozza  con studio professionale a Recoaro Terme  in  Via Franco 4, C.F. : OMISSIS  P. IVA: 03815140243   per l’importo complessivo di Euro 3.213,00  oneri compresi ed esente IVA, quale compenso -  in ACCONTO-  dell’incarico per la progettazione esecutiva assistenza alla D.L. per la redazione della contabilità   nonchè   coordinamento  sicurezza per la perizia di variante supplettiva  inerente l’intervento “Interventi urgenti di ripristino sicurezza idraulica a protezione di nuclei di edifici abitati, di viabilità comunale ed attività produttive mediante rialzo e realizzazione difese idrauliche spondali e repellenti, ripristino e sistemazione briglie e platee, spostamento e/o rimozione depositi materiale litoide, recupero alberature schiantate in un tratto d’alveo del t. Astico tra la località Via Vittorio Emanuele nei comuni di Pedemonte e Valdastico e via Dogana nel comune di Valdastico (VI)” con Cod. Int. GCVI_006    di cui all’Ordinanza Commissariale n. 9/2019, Allegato B);
  3. di dare atto che alla spesa suindicata si fa fronte con i fondi impegnati a carico della Contabilità Speciale n. 6108, intestata a “C.D.R. VENETO – O.558-18 E 769-21 già C.D.PRES.REG.VENETO– OC.D.P.C. 558-18”   – come evidenziato con Ordinanza Commissariale n. 9 del 22/05/2019, che presenta sufficiente disponibilità.
  4. di trasmettere all’Ufficio di supporto al Commissario delegato, il presente provvedimento per la predisposizione dell’ordinativo di pagamento, per l’importo di cui al punto 2) pari ad Euro  3.213,00   a favore della Regione del Veneto.
  5. di pubblicare il presente Decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione e sul sito internet della Regione del Veneto nell’apposita sezione Sicurezza del Territorio dedicata alle Gestioni Commissariali e Post Emergenziali.

IL SOGGETTO ATTUATORE SETTORE RIPRISTINO IDRAULICO E IDROGEOLOGICO AREA DI VICENZA Ing. Giovanni Paolo Marchetti

Torna indietro