Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 118 del 30/11/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 118 del 30/11/2018
Scarica versione stampabile Atto di Enti Vari

Bur n. 118 del 30 novembre 2018


Materia: Agricoltura

AGENZIA VENETA PER I PAGAMENTI IN AGRICOLTURA (AVEPA), PADOVA

Decreto del Dirigente dell'Area tecnica pagamenti diretti n. 142 del 23 novembre 2018

Programma di Sviluppo Rurale del Veneto 2014-2020. Misura 13. Integrazione dell'elenco delle domande ammissibili e finanziabili campagna 2018 approvato con decreto n. 1047 del 24 agosto 2018.

Il dirigente

decreta

1. di approvare, per le motivazioni illustrate in premessa, che qui si intendono integralmente richiamate, gli elenchi delle domande finanziabili nell’ambito della Misura 13 ovvero delle domande che hanno superato con esito favorevole le verifiche di ammissibilità, di seguito riportati:
- elenco delle domande finanziabili per l’intervento 13.1.1 - ZOO (Allegato A);
- elenco delle domande finanziabili per l’intervento 13.1.1 - ALTRE (Allegato B);

2. di allegare, al fine di facilitare un pronto riscontro, un prospetto riepilogativo contenente gli identificativi della domanda unificata e della domanda di misura 13 corrispondente (Allegato C);

3. di pubblicare il presente decreto:
- nella sezione Amministrazione trasparente del sito web istituzionale dell’Agenzia (www.avepa.it), ai sensi di quanto disposto dall’articolo 26 del d.lgs. 33/2013, secondo le modalità ivi previste;
- all’Albo ufficiale dell’AVEPA, che può essere consultato attraverso il sito web istituzionale dell’Agenzia (www.avepa.it/albo);
- per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto, secondo quanto previsto dalla deliberazione della Giunta regionale n. 1937 del 23 dicembre 2015 e s.m.i. (paragrafo 3.3).

Avverso il presente provvedimento potrà essere proposto alternativamente ricorso giurisdizionale al Tribunale amministrativo regionale del Veneto nel termine perentorio di 60 giorni ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, limitatamente ai motivi di legittimità, nel termine perentorio di 120 giorni, dalla data di notificazione o di comunicazione in via amministrativa dell’atto o da quando l’interessato ne abbia piena conoscenza.

Il Dirigente Gianluca Bevilacqua

Torna indietro