Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 13 del 26 gennaio 2024


Materia: Agricoltura

Deliberazione della Giunta Regionale n. 49 del 23 gennaio 2024

Modifica al bando di apertura dei termini di presentazione delle domande di aiuto per il tipo di intervento 4.2.1 del Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2022. DGR n. 1635/2023. Regolamenti (UE) n. 1303/2013 e n. 1305/2013.

Note per la trasparenza

Il provvedimento dispone la disapplicazione del limite unitario di spesa per spacci aziendali inserito nel bando del tipo di intervento 4.2.1 Investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli del Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2022 approvato con DGR n. 1635 del 22 dicembre 2023.

L'Assessore Federico Caner riferisce quanto segue.

In attuazione della strategia “Europa 2020”, che prevede una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva, la Regione del Veneto ha predisposto la proposta di Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020 (PSR 2014-2020), adottata con DGR n. 71/CR del 10 giugno 2014 e approvata dal Consiglio regionale con Deliberazione amministrativa n. 41 del 9 luglio 2014. La proposta di PSR 2014-2020 è stata quindi trasmessa alla Commissione europea tramite il sistema di scambio elettronico SFC2014 il 22 luglio 2014. A seguito della conclusione del negoziato, con decisione di esecuzione C(2015) 3482 del 26 maggio 2015 la Commissione europea ha approvato il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Veneto e ha concesso il sostegno da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale FEASR.

Con DGR n. 947 del 28 luglio 2015 la Giunta regionale ha approvato in via definitiva il testo del Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020 ai sensi del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio. Il testo del Programma è stato successivamente oggetto di ulteriori modifiche, tra le quali quella conseguente al Regolamento (UE) n. 2020/2220 che ne ha esteso la durata di ulteriori due anni (cioè fino al 2022) e che, tenendo conto del principio del disimpegno automatico "n+3", determina la durata del Programma sino al 31 dicembre 2025. L’ultima modifica è stata ratificata con DGR n. 1126 del 19 settembre 2023 a seguito della decisione di esecuzione della Commissione Europea C(2023) 6139 del 6 settembre 2023.

Con DGR n. 1635 del 22 dicembre 2023 è stato approvato il bando di apertura dei termini di presentazione delle domande di aiuto a valere sul tipo di intervento 4.2.1 Investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli che prevede il finanziamento di investimenti materiali nelle imprese agroalimentari per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli di cui all’Allegato I al Trattato di Funzionamento della UE, esclusi i prodotti della pesca.

Gli investimenti finanziabili sono finalizzati a favorire l’integrazione verticale e orizzontale di filiera; migliorare gli aspetti tecnologici in funzione di una competitività rivolta al mercato globale; promuovere la qualificazione delle produzioni; aumentare il valore aggiunto delle produzioni.

La Direzione Agroalimentare, competente per il bando relativo al tipo di intervento 4.2.1 Investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, confermando alcune segnalazioni raccolte presso gli operatori, ha rappresentato la necessità di modificare il paragrafo 4.3 Limiti stabiliti all’intervento e alla spesa, stralciando il testo seguente in quanto incoerente con gli obiettivi del bando: "Per la realizzazione di spacci aziendali e di punti espositivi viene riconosciuta una spesa massima, comprensiva delle relative attrezzature, di 1.500,00 euro/mq, ad eccezione del settore vinicolo per il quale la spesa può essere esclusivamente per interventi strutturali con un massimale di 900,00 euro/mq."

Si propone pertanto di approvare l'Allegato A al presente provvedimento che riporta la modifica al bando del tipo di intervento 4.2.1 Investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli del PSR 2014-2022, approvato con DGR n. 1635 del 22 dicembre 2023.

Trattandosi di modifica non sostanziale alla DGR/CR n. 129 del 27 novembre 2023 e successiva DGR n. 1635 del 22 dicembre 2023, si trasmette il presente provvedimento per opportuna conoscenza alla competente Commissione consiliare.

La Direzione AdG FEASR Bonifica e Irrigazione - Autorità di Gestione del PSR 2014-2022 - ha verificato che la modifica al bando del tipo di intervento 4.2.1 Investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, di cui all’Allegato A al presente provvedimento, non risulta pregiudizievole per le posizioni giuridiche dei soggetti a vario titolo coinvolti nel procedimento in corso.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato, con i visti rilasciati a corredo del presente atto, l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTO l’articolo 2 comma 2 della Legge regionale n. 54 del 31 dicembre 2012 e ss.mm.ii.;

VISTO il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del 17 dicembre 2013 del Parlamento europeo e del Consiglio recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;

VISTO il Regolamento (UE) n. 1305/2013 del 17 dicembre 2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il regolamento (CE) n. 1698/2005;

VISTO il Regolamento (UE) n. 1306/2013 del 17 dicembre 2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 352/78, (CE) n. 165/94, (CE) n. 2799/98, (CE) n. 814/2000, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 485/2008;

VISTO il Regolamento (UE) n. 1307/2013 del 17 dicembre 2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, recante norme sui pagamenti diretti agli agricoltori nell'ambito dei regimi di sostegno previsti dalla politica agricola comune e che abroga il regolamento (CE) n. 637/2008 del Consiglio e il regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio;

VISTA la Deliberazione n. 71/CR del 10 giugno 2014, con cui la Giunta regionale ha approvato la proposta di Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020 (PSR 2014-2020);

VISTA la Deliberazione amministrativa del Consiglio regionale n. 41 del 9 luglio 2014, di adozione del Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020;

VISTA la decisione di esecuzione C(2015) 3482 del 26 maggio 2015 con cui la Commissione europea ha approvato il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Veneto e ha concesso il sostegno da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale FEASR;

VISTA la Deliberazione n. 1126 del 19 settembre 2023 con cui la Giunta regionale ha approvato l’ultima versione del Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2022 a seguito della decisione di esecuzione della Commissione Europea C(2023) 6139 del 6 settembre 2023;

VISTO l'Allegato B alla Deliberazione n. 1937 del 23 dicembre 2015 e s.m.i. che definisce gli Indirizzi procedurali generali per la presentazione e l'istruttoria delle domande di aiuto relative al PSR 2014-2022;

VISTA la Deliberazione n. 992 del 29 giugno 2016 e s.m.i. che approva la normativa in attuazione al DM n. 3536 del 8 febbraio 2016, "Disciplina del regime di condizionalità ai sensi del Regolamento (UE) n. 1306/2013 e delle riduzioni ed esclusioni per inadempienze dei beneficiari dei pagamenti diretti e dei programmi di sviluppo rurale". Disposizioni regionali di applicazione per gli impegni vigenti dall'anno 2016 compreso;

VISTA la Deliberazione n. 1635 del 22 dicembre 2023 che approva il bando di apertura dei termini di presentazione delle domande di aiuto a valere sul tipo di intervento 4.2.1 Investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli del PSR 2014-2022;

delibera

  1. di approvare le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di approvare l’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, che riporta la modifica al bando del tipo di intervento 4.2.1 Investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli del Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2022, approvato con DGR n. 1635 del 22 dicembre 2023;
  3. di dare atto che il presente provvedimento non comporta pregiudizio nei confronti dei terzi;
  4. di dare atto che, pur non trattandosi di modifica sostanziale alla DGR/CR n. 129 del 27 novembre 2023 e successiva DGR n. 1635 del 22 dicembre 2023, si trasmette il presente provvedimento per opportuna conoscenza alla competente Commissione consiliare;
  5. di dare atto che il presente provvedimento non comporta spesa a carico del Bilancio regionale;
  6. di incaricare la Direzione AdG FEASR Bonifica e Irrigazione dell’esecuzione del presente atto;
  7. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell'art. 26 del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33;
  8. di pubblicare il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

Dgr_49_24_AllegatoA_521836.pdf

Torna indietro