Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 12 del 23 gennaio 2024


Materia: Sanità e igiene pubblica

Deliberazione della Giunta Regionale n. 22 del 16 gennaio 2024

Disposizioni per l'anno 2024 in materia di personale del SSR e specialistica ambulatoriale interna. Articolo 29 della L.R. 30 dicembre 2016, n. 30. Deliberazione /CR n. 127 del 27/11/2023.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si approvano, per l’anno 2024, misure dirette a definire l’ammontare della spesa a disposizione per il personale del SSR con rapporto di dipendenza, con rapporto di lavoro autonomo e di specialistica ambulatoriale interna e per promuovere l’ottimizzazione della gestione dello stesso personale.

L'Assessore Manuela Lanzarin riferisce quanto segue.

Con Deliberazioni della Giunta regionale, adottate sentito il parere della competente Commissione consiliare, vengono annualmente impartite disposizioni nei confronti delle aziende ed enti del SSR (di seguito denominate aziende), compresa Azienda Zero, riguardanti il personale dipendente, il personale a rapporto di lavoro autonomo e il personale specialista ambulatoriale interno. Si tratta di indicazioni dirette a definire gli obiettivi di costo delle aziende, a disciplinare il reclutamento del personale nelle sue varie forme, ad orientare, alla luce della legislazione di riferimento, i processi di internalizzazione ed esternalizzazione dei servizi e, più in generale, ad assicurare omogeneità di comportamenti in relazione a taluni istituti.

Si ritiene opportuno impartire anche per l’anno 2024 disposizioni nei confronti delle aziende, contenute nel documento allegato (Allegato A), che costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto. Tali disposizioni sono in gran parte analoghe, laddove non identiche, a quelle contenute nella D.G.R. n. 1718 del 30 dicembre 2022, prevedendo solo alcune limitate modifiche/integrazioni connesse  principalmente alle novità introdotte dalla legislazione statale nel corso del 2023 in materia di personale.

Si rappresenta, preliminarmente, che l’obiettivo di costo per il personale, è, per il 2024, pari a  3.197.896.437 euro, rispetto ai 3.102.183.123 euro del 2023. Tale obiettivo rispetta i vincoli di spesa per le aziende ed enti del SSN posti dalla legislazione statale e, in particolare, dall’articolo 11 del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 35, convertito dalla legge 25 giugno 2019, n. 60  e s.m. e i..

L’obiettivo di costo per la specialistica ambulatoriale interna, veterinaria e altre professionalità sanitarie ambulatoriali (biologi, chimici e fisici) relativo all’anno 2024 è, invece, pari a 90.397.876 euro rispetto agli 84.897.876 euro del 2023.

Si propone, comunque, di autorizzare il Direttore Generale dell’Area Sanità e Sociale a modificare i predetti limiti, nel rispetto della legislazione nel tempo vigente, per assicurare l’erogazione dei LEA e/o il funzionamento delle strutture aziendali.

Si propone altresì di incaricare lo stesso Direttore Generale dell’Area Sanità e Sociale di determinare, con proprio decreto, gli obiettivi di costo per ciascuna azienda e, se necessario, di variarli in corso d’anno.

Si evidenzia poi che rimane inalterato il regime autorizzatorio in materia di assunzioni di personale e di acquisizione di personale convenzionato relativo alla specialistica ambulatoriale interna, veterinaria e alle altre professionalità sanitarie. Viene invece eliminato l’obbligo della richiesta di preventiva autorizzazione all’Area Sanità e Sociale alla stipula delle convenzioni di consulenza in ambito regionale ex articolo 117, comma 2 del CCNL dell’Area Sanità del 19.12.2019 (che sarà sostituito dall’articolo 91 del CCNL 2019-2021, la cui Ipotesi è stata sottoscritta il 28 settembre 2023), richiesta che viene sostituita dalla preventiva comunicazione alla stessa Area Sanità e Sociale.

Si evidenziano altresì, in modo particolare, le indicazioni relative alle esternalizzazioni di servizi, che oltre a confermare quelle contenute nella DGR 1718/2022 richiamano la nuova disciplina in materia introdotta dall’articolo 10 del decreto-legge 30 marzo 2023, n. 34, convertito dalla legge 26 maggio 2023, n. 56.

Viene, invece, confermata l’autorizzazione alle aziende di avvalersi anche per il 2024 della deroga prevista (sulla base di linee di indirizzo regionali), da ultimo, dall’articolo 70, comma 2 del CCNL del Comparto del 2 novembre 2022, nel limite di 12 mesi, alla durata massima di 36 mesi del contratto di lavoro a tempo determinato per il personale sanitario. Tale deroga, in conformità alla predetta disposizione contrattuale, dovrà essere funzionale alla garanzia della costante erogazione dei servizi sanitari e del rispetto dei livelli essenziali di assistenza.

Si segnala anche quanto precisato in relazione all’utilizzo delle graduatore concorsuali alla luce del novellato articolo 35, comma 5-ter del D.Lgs. 165/2001.

Si evidenziano, infine, gli aggiornamenti in materia di anticorruzione.

Con deliberazione /CR n. 127 del 27/11/2023 la Giunta regionale ha approvato le disposizioni sopra illustrate e ha contestualmente disposto la trasmissione della stessa deliberazione al Consiglio regionale per l’acquisizione del parere della competente Commissione consiliare previsto dall’articolo 29, comma 6, della L.R. 30 dicembre 2016, n. 30.

Con nota prot. n. 416 del 12 gennaio 2024 la Quinta Commissione consiliare ha comunicato il parere favorevole, a maggioranza, della medesima Commissione rilasciato nella seduta n. 104 dell’11 gennaio 2024.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato, con i visti rilasciati a corredo del presente atto, l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTO articolo 35, comma 5-ter del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e s.m. e i.;

VISTO l’articolo 11 del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 35, convertito dalla legge 25 giugno 2019, n. 60. e s.m. e i.;

VISTO l’articolo 10 del decreto-legge 30 marzo 2023, n. 34, convertito dalla legge 26 maggio 2023, n. 56;

VISTO l’articolo 117, comma 2 del CCNL dell’Area Sanità del 19.12.2019;

VISTO l’articolo 70 del Contratto collettivo nazionale del Comparto Sanità, stipulato il 2 novembre 2022;

VISTA la D.G.R. n. 1718 del 30 dicembre 2022;

VISTO l’articolo 2, comma 2, lett. o), della L.R. 31 dicembre 2012, n. 54;

VISTO l’articolo 29 della L.R. 30 dicembre 2016, n. 30;

VISTA la propria deliberazione /CR  n. 127 del 27/11/2023;

VISTO il parere della Quinta Commissione consiliare rilasciato in data 11 gennaio 2024;

delibera

  1. di approvare le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di approvare le disposizioni a valere per l’anno 2024 in materia di personale del SSR e di specialistica ambulatoriale interna contenute nel documento allegato (Allegato A), che costituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;
  3. di determinare l’obiettivo di costo per il personale  relativo all’anno 2024 per tutte le Aziende ULSS, l’Azienda Ospedale-Università di Padova, l’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, l’IRCCS IOV e l’Azienda Zero nella misura complessiva di € 3.197.896.437,00  autorizzando nel contempo il Direttore Generale dell’Area Sanità e Sociale, per assicurare l’erogazione dei LEA e/o il funzionamento delle strutture aziendali, a modificare il predetto importo nel rispetto delle disposizioni in materia di personale per le aziende ed enti del SSN contenute nell’articolo 11 del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 35, convertito dalla legge 25 giugno 2019, n. 60;
  4. di determinare l’obiettivo di costo per la specialistica ambulatoriale interna, veterinaria, altre professionalità sanitarie (biologi, chimici, psicologi) ambulatoriali relativo all’anno 2024 nella misura complessiva di € 90.397.876,00, autorizzando nel contempo il Direttore Generale dell’Area Sanità e Sociale, per assicurare l’erogazione dei LEA e/o il funzionamento delle strutture aziendali, a modificare il predetto importo;
  5. di incaricare il Direttore Generale dell’Area Sanità e Sociale di determinare, con proprio decreto, gli obiettivi di costo, complessivamente indicati ai precedenti punti 3 e 4, per ciascuna delle Aziende ed Enti del SSR e, sussistendone la necessità, a modificarli in corso d’anno, effettuando eventuali manovre compensative;
  6. di confermare l’autorizzazione per le aziende ed enti del SSR ad avvalersi nell'anno 2024, per il personale sanitario del Comparto Sanità, della deroga alla durata massima di trentasei mesi del contratto a tempo determinato, nel limite di dodici mesi, qualora sussistano i presupposti di cui all’articolo 70, comma 2 del CCNL del Comparto Sanità del 2 novembre 2022;
  7. di autorizzare il Direttore Generale dell’Area Sanità e Sociale a impartire indicazioni attuative, ed eventualmente integrative, delle disposizioni contenute nella presente deliberazione;
  8. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;
  9. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

Dgr_22_24_AllegatoA_521129.pdf

Torna indietro