Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 161 del 12 dicembre 2023


Materia: Viabilità e trasporti

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1492 del 04 dicembre 2023

Approvazione del riparto dei finanziamenti erariali destinati a compensare l'incremento del costo dei carburanti per autotrazione e per l'acquisto di energia elettrica per l'alimentazione dei mezzi di trasporto. Secondo e terzo quadrimestre 2022.

Note per la trasparenza

Il presente provvedimento approva il riparto dei finanziamenti erariali destinati a compensare l’incremento del costo dei carburanti per autotrazione sostenuto dalle aziende del trasporto pubblico locale nel secondo e terzo quadrimestre 2022, nonché per l’acquisto di energia elettrica per l’alimentazione dei mezzi di trasporto nel secondo quadrimestre 2022.

Il Vicepresidente Elisa De Berti riferisce quanto segue.

Il Decreto-Legge n. 115 del 9 agosto 2022, convertito con modificazioni dalla Legge 21 settembre 2022, n. 142, ha istituito presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti un fondo con la dotazione di euro 40.000.000,00 per l’anno 2022, destinato al riconoscimento di un contributo per l’incremento del costo dei carburanti sostenuto nel secondo quadrimestre 2022, rispetto all’analogo periodo del 2021, per l’alimentazione dei mezzi di trasporto utilizzati per il trasporto pubblico locale e regionale (art. 9, comma 1).

Il successivo Decreto-Legge n. 144 del 23 settembre 2022, convertito dalla Legge 17 novembre 2022, n. 175, ha incrementato la dotazione del predetto Fondo di ulteriori euro 100.000.000,00 per l’anno 2022, destinati al riconoscimento di un contributo per le stesse finalità da destinare al terzo quadrimestre 2022 (art. 6).

Con Decreto-Legge n. 176 del 18 novembre 2022, convertito con modificazioni dalla L. 13 gennaio 2023, n. 6, il Fondo è stato ulteriormente incrementato di euro 320.000.000,00, da destinare al riconoscimento di un contributo per l’incremento del costo dei carburanti e per l’acquisto dell’energia elettrica per il settore del trasporto pubblico regionale, con riferimento al secondo quadrimestre 2022 (art. 3-bis, comma 2).

Sulla base dei dati consuntivi, relativi ai consumi di carburante ed energia elettrica, caricati e certificati dalle aziende affidatarie di servizi di trasporto pubblico locale sulla Piattaforma dell’Osservatorio Nazionale per il supporto alla programmazione e per il monitoraggio della mobilità pubblica sostenibile entro il termine del 30.09.2023, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha conseguentemente quantificato i finanziamenti spettanti per ciascuna Regione a ristoro dell’incremento della spesa sostenuta per l’acquisto dei carburanti per autotrazione nel secondo e terzo quadrimestre 2022, nonché dell’incremento relativo all’energia elettrica nel secondo quadrimestre 2022.

In sede di Commissione Infrastrutture, Mobilità e Governo del Territorio della Conferenza delle Regioni e Province autonome del 7.11.2023 è stata sancita l’intesa sullo schema di decreto interministeriale di riparto, nel quale vengono complessivamente riepilogate le assegnazioni complessive spettanti a ciascuna Regione.

L'intesa è stata, successivamente sancita in sede di Conferenza Unificata in data 23.11.2023 (Rep. atti n. 171/CU del 23.11.2023). 

Sulla base dello schema di decreto interministeriale di cui sopra, al Veneto vengono complessivamente assegnati 22.473.805,02 euro di cui 11.271.916,24 euro per l’incremento dei carburanti per autotrazione nel secondo quadrimestre 2022, 8.193.393,89 euro per l’incremento dei carburanti nel terzo quadrimestre 2022, 3.008.494,89 euro per l’incremento relativo all’energia elettrica nel secondo quadrimestre 2022.

Si propone, pertanto, con il presente provvedimento di approvare il riparto dei finanziamenti, complessivamente ammontanti a 22.473.805,02 euro, tra gli Enti affidanti servizi di trasporto pubblico locale, da destinare alle aziende affidatarie dei servizi, secondo quanto indicato nell’Allegato A al presente provvedimento, quale sua parte integrante e sostanziale.

Gli enti affidanti provvederanno ad assegnare ed erogare alle aziende di trasporto pubblico locale e regionale titolari di contratti di servizio, le risorse di cui al presente provvedimento, nel rispetto delle procedure definite nel richiamato schema di decreto interministeriale su cui è stata sancita l'Intesa in data 7 novembre 2023.

Le predette verifiche saranno effettuate dagli enti affidanti avvalendosi degli strumenti che verranno messi a disposizione dall’Osservatorio Nazionale per il supporto alla programmazione e per il monitoraggio della mobilità pubblica sostenibile.

Nei limiti delle risorse assegnate gli Enti affidanti possono procedere alle necessarie correzioni nella determinazione del contributo da riconoscere a ciascuna azienda.

Si sottolinea che l’efficacia del riparto di cui si propone l’approvazione rimane condizionata alla registrazione a parte della Corte dei Conti del Decreto Interministeriale in corso di perfezionamento.

Con nota a firma del Direttore della Direzione Infrastrutture e Trasporti prot. n. 611693 del 13.11.2023 sono state richieste le necessarie variazioni di bilancio per l’iscrizione in esercizio finanziario 2023 delle predette risorse erariali, al fine dell’assunzione degli atti gestionali di accertamento dell’entrata e di impegno delle correlate spese, approvate con deliberazione n. 1444 del 27 novembre 2023.

Il Direttore della Direzione Infrastrutture e Trasporti provvederà con propri atti all’assunzione dei conseguenti adempimenti di spesa, disponendo la copertura finanziaria a valere sul capitolo 105087 “Incremento dei costi del carburante e dell’energia elettrica per l’alimentazione dei mezzi utilizzati per il trasporto pubblico locale automobilistico, tramviario e di navigazione lagunare (D.L. 09/08/2022, n. 115 - Art. 9, D.L. 23/09/2022, n.144 - Art. 6, D.L. 18/11/2022, n. 176 – Decreto Infrastrutture e Trasporti 15/05/2023, n. 128)” e sul capitolo 105088 “Incremento dei costi del carburante e dell’energia elettrica per l’alimentazione dei mezzi utilizzati per il trasporto pubblico ferroviario (D.L. 09/08/2022, n. 115 - Art. 9, D.L. 23/09/2022, n. 144 - Art. 6, D.L. 18/11/2022, n. 176 - Decreto Infrastrutture e Trasporti 15/05/2023, n. 128)”, che presentano sufficiente disponibilità.

Le successive fasi contabili gestionali dell’accertamento dell'entrata e dell'impegno ed erogazione della spesa saranno realizzate a cura della Direzione Infrastrutture e Trasporti a seguito dell'impegno di spesa da parte della competente Struttura Ministeriale dei finanziamenti erariali di che trattasi.

Si dà atto infine che, relativamente al presente provvedimento, il Direttore della Direzione Infrastrutture e Trasporti è autorizzato ad apportare, con propri atti, le modifiche che si rendessero necessarie per ovviare ad eventuali errori materiali di calcolo o di arrotondamento.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.


LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato, con i visti rilasciati a corredo del presente atto, l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

Visto il D.Lgs. n. 422/97 "Conferimento alle regioni ed agli enti locali di funzioni e compiti in materia di trasporto pubblico locale, a norma dell'articolo 4, comma 4, della legge 15 marzo 1997, n. 59" e successive modificazioni;

Visto il D.Lgs. n. 118/2011;

Visto il D.L. n. 115/2022, convertito con modificazioni dalla L. 21 settembre 2022, n. 142;

Visto il D.L. n. 144/2022, convertito dalla L. 17 novembre 2022, n. 175;

Visto il D.L. n. 176/2022, convertito con modificazioni dalla L. 13 gennaio 2023, n. 6;

Vista la L.R. n. 25/1998 e successive modificazioni e integrazioni;

Vista la L.R. n. 39/2001;

Visto il decreto n. 71/2022 del Direttore dell’Area Risorse Finanziarie, Strumentali, ICT ed Enti Locali;

Visto il decreto n. 1/2023 del Segretario Generale della Programmazione;

Visto l'art. 2, comma 2 lett. a) e b) della legge regionale n. 54 del 31.12.2012 e ss.mm.ii.;

delibera

  1. di approvare le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di approvare il riparto dei finanziamenti, complessivamente ammontanti a 22.473.805,02 euro, tra gli Enti affidanti servizi di trasporto pubblico locale, da destinare alle aziende affidatarie dei servizi a ristoro dell’incremento della spesa sostenuta per l’acquisto dei carburanti per autotrazione nel secondo e terzo quadrimestre 2022, nonché dell’incremento relativo all’energia elettrica nel secondo quadrimestre 2022, come riportato nell’Allegato A al presente provvedimento, quale sua parte integrante e sostanziale;
  3. di dare atto che l’efficacia del riparto di cui si propone l’approvazione rimane condizionata alla registrazione da parte della Corte dei Conti del Decreto Interministeriale in corso di perfezionamento;
  4. di determinare in 22.473.805,02 euro l’importo massimo delle obbligazioni di spesa relative al riparto di cui al precedente punto 2., alla cui assunzione provvederà con propri atti il Direttore della Direzione Infrastrutture e Trasporti a valere sul capitolo 105087 “Incremento dei costi del carburante e dell’energia elettrica per l’alimentazione dei mezzi utilizzati per il trasporto pubblico locale automobilistico, tramviario e di navigazione lagunare (D.L. 09/08/2022, n. 115 - Art. 9, D.L. 23/09/2022, n.144 - Art. 6, D.L. 18/11/2022, n. 176 – Decreto Infrastrutture e Trasporti 15/05/2023, n. 128)” e sul capitolo 105088 “Incremento dei costi del carburante e dell’energia elettrica per l’alimentazione dei mezzi utilizzati per il trasporto pubblico ferroviario (D.L. 09/08/2022, n. 115 - Art. 9, D.L. 23/09/2022, n. 144 - Art. 6, D.L. 18/11/2022, n. 176 - Decreto Infrastrutture e Trasporti 15/05/2023, n. 128)”, che presentano sufficiente disponibilità;
  5. di dare atto che la Direzione Infrastrutture e Trasporti, a cui sono assegnati i capitoli di entrata e di uscita di cui punto 4 ha attestato che i medesimi presentano sufficiente disponibilità;
  6. di dare atto le fasi contabili gestionali dell’accertamento dell'entrata e dell'impegno ed erogazione della spesa delle risorse di cui al precedente punto 2 saranno realizzate a cura della Direzione Infrastrutture e Trasporti a seguito dell'impegno di spesa da parte della competente Struttura Ministeriale dei finanziamenti erariali di che trattasi;
  7. di incaricare il Direttore della Direzione Infrastrutture e Trasporti ad apportare con propri atti le modifiche all’Allegato A del presente provvedimento, quale sua parte integrante e sostanziale, che si rendessero necessarie per ovviare ad eventuali errori materiali di calcolo o di arrotondamento;
  8. di informare che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale avanti il Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dall’avvenuta conoscenza, ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni;
  9. di incaricare la Direzione Infrastrutture e Trasporti dell’esecuzione del presente atto;
  10. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi degli articoli 26 e 27 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
  11. di pubblicare il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

Dgr_1492_23_AllegatoA_518113.pdf

Torna indietro