Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 141 del 24 ottobre 2023


Materia: Associazioni, fondazioni e istituzioni varie

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1232 del 10 ottobre 2023

IPAB - Casa di Riposo di Legnago (VR). Autorizzazione all'alienazione di parte del proprio patrimonio disponibile al fine di realizzare lavori di manutenzione straordinaria dell'edificio sede della Casa di Riposo. DGR n. 757 dell'11 marzo 2005. Articolo 45, comma 1, della Legge Regionale 9 settembre 1999, n. 46, e articolo 8 della Legge Regionale 23 novembre 2012, n. 43.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si autorizza l'IPAB - Casa di Riposo di Legnago (VR) all'alienazione di un bene immobile appartenente al proprio patrimonio disponibile al fine di realizzare lavori di manutenzione straordinaria dell’edificio sede della Casa di Riposo, sita in Corso della Vittoria, n. 14, Legnago (VR), intervento denominato “Manutenzione Straordinaria – Tinteggiature e Rifacimento Pavimentazioni Reparti Casa di Riposo di Legnago”.

L'Assessore Manuela Lanzarin riferisce quanto segue.

La Regione del Veneto, con Legge Regionale n. 46 del 9 settembre 1999, art. 45, comma 1, dapprima e poi con Legge Regionale n. 43 del 23 novembre 2012, art. 8, ha stabilito che le Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza "su istanza corredata da parere dei revisori, possono alienare e acquistare il patrimonio disponibile unicamente con l'autorizzazione della Giunta regionale, allo scopo di incrementarne la redditività e la resa economica ai fini di un miglioramento economico-gestionale dell'ente, nonché per conseguire i mezzi finanziari necessari a ristrutturare o incrementare i beni immobili e la loro dotazione iniziale, destinati a produrre i servizi socio-sanitari". All'interno del quadro normativo descritto, la DGR n. 757/2005 disciplina specifiche indicazioni sulla modalità di rilascio dell'autorizzazione regionale alle alienazioni e le successive DGR nn. 2307/2005 e 455/2006 stabiliscono i criteri per l'accoglimento delle istanze di alienazione del patrimonio disponibile presentate dalle IPAB.

Con nota acquisita al prot. reg. n. 172813 del 29 marzo 2023, l’IPAB - Casa di Riposo di Legnago (VR) di classe 1B, con sede legale in Corso della Vittoria, n. 14, Legnago (VR), ha presentato istanza di autorizzazione all’alienazione dell’immobile facente parte del proprio patrimonio disponibile sito in Piazza della Costituzione, n. 12, Legnago (VR), consistente in un negozio di mq. 161, al piano terra di un condominio. Nello specifico, l’IPAB ha chiesto l’autorizzazione alla vendita del suddetto immobile catastalmente identificato come segue:

  • Catasto Fabbricati, Fg. 26, Part. 1378, Sub. 78, Cat. C/1- Negozi e botteghe, Classe 6, mq. 154, rendita 2.553,05 €;
  • Catasto Fabbricati, Fg. 26, Part. 1378, Sub. 69, Cat. F/5 – Lastrici solari, Rendita 20,00 €;
  • Catasto Terreni, Fg. 26, Part. 1419, Qualità: incolto sterile, 0 ha 00 a 25 ca, RD 0,50 €, RA 0,20 €.

La richiesta di autorizzazione alla vendita è stata trasmessa congiuntamente alla perizia asseverata del cespite, rilasciata il 21 marzo 2023 dal Geom. Luca De Gani, iscritto all’Albo dei C.T.U. del Tribunale di Verona al n. 1945, che attesta un valore di stima dell'immobile pari a € 156.400,00.

L’istanza di autorizzazione è stata approvata dall’IPAB con delibera consiliare n. 10 del 17 marzo 2023, con la quale il Consiglio di Amministrazione dell’Ente ha dichiarato di voler utilizzare il ricavato dalla vendita per il finanziamento di parte degli interventi di manutenzione straordinaria dell’edificio sede della Casa di Riposo denominati “Manutenzione Straordinaria – Tinteggiature e Rifacimento Pavimentazioni Reparti Casa di Riposo di Legnago”: trattasi, in particolare, di lavori di tinteggiatura, sanificazione e rifacimento della pavimentazione nei reparti della struttura. Tale intervento è stato inserito dall’IPAB nel Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2023 - 2025, per l’annualità 2023, per un costo complessivo stimato dall’Ente in € 200.000,00. Successivamente, con determinazione dirigenziale n. 165 del 5 giugno 2023 l’IPAB ha provveduto all’affidamento dell’incarico per la progettazione dell’intervento sopra descritto, la cui versione definitiva è stata approvata dal Consiglio di Amministrazione con delibera n. 33 del 12 settembre 2023 e acquisita al prot. reg. n. 513735 del 21 settembre 2023. L’elaborato tecnico ha riportato un quadro economico complessivo di finanziamento degli interventi maggiore rispetto a quello preventivato e precisamente pari a € 321.000,00.

Sulla base dell’iniziale stima dei costi di € 200.000,00, con delibera consiliare n. 10/2023 l’IPAB aveva dichiarato che gli interventi di manutenzione sarebbero stati finanziati per € 156.400,00 con i proventi dall’alienazione e, per € 43.600,00 con fondi propri di bilancio dell’Ente. A seguito dell’acquisizione del progetto tecnico e preso atto della nuova stima di realizzazione dei lavori, con delibera consiliare n. 33 del 12 settembre 2023 l’IPAB ha dichiarato che la maggiore spesa di € 121.000,000 verrà assunto a carico del bilancio dell’Ente, trovando copertura di bilancio nel conto “Altri Fondi per Rischi ed Oneri”. Al riguardo, i bilanci consuntivi approvati dall’IPAB con riferimento agli esercizi 2021 e 2022 si sono chiusi rispettivamente con utili pari a € 255.484,00 e a € 83.706,00 e descrivono una capacità economico finanziaria dell’Ente capace di sostenere la suddetta spesa.

L’istanza di autorizzazione è, quindi, ascrivibile al criterio di cui alla lettera b) della DGR n. 2307/2005, così come modificato dalla DGR n. 455/2006, il quale prevede la possibilità per le IPAB di alienare beni immobili il cui valore complessivo non superi il 15% del patrimonio disponibile. Pertanto, preso atto che il valore del patrimonio disponibile dell’IPAB - Casa di Riposo di Legnago (VR) ammonta a € 1.170.904,26, il valore dell’immobile per cui si chiede l’autorizzazione alla vendita, pari a € 156.400,00, non supera il limite del 15% del patrimonio disponibile.

L'istanza di autorizzazione è stata sottoposta al Revisore dei Conti dell'IPAB, il quale, preso atto della delibera consiliare n. 10/2023 e riscontrato che il valore dell’immobile da vendere non supera il 15% del patrimonio disponibile dell’Ente, con parere del 28 marzo 2023 si è espresso favorevolmente “sulla proposta di alienazione dell’immobile sito in Piazza Costituzione, 12 a Legnago […] al fine di realizzare lavori di manutenzione straordinaria dell’edificio sede della Casa di Riposo”.

Inoltre, in ottemperanza alla Legge Regionale n. 43 del 23 novembre 2012, nonché alle DGR nn. 455/2006, 3476/2007, è stato acquisito il parere favorevole della Commissione tecnica regionale competente per la valutazione delle istanze di alienazione/acquisto del patrimonio immobiliare da parte delle IPAB, rinnovata nella composizione, da ultimo, con DDR n. 124 del 11 novembre 2021.

Le risultanze dell'istruttoria, compiuta dal Direttore dell'Unità Organizzativa Non Autosufficienza, in merito all'autorizzabilità dell'alienazione richiesta dall'IPAB - Casa di Riposo di Legnago (VR) confermano la capacità di far fronte all'operazione in ragione del quadro economico esposto dall'Ente, come risultante dai bilanci consuntivi approvati.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato, con i visti rilasciati a corredo del presente atto, l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTA la Legge 17 luglio 1890 n. 6972;

VISTA la Legge Costituzionale 18 ottobre 2001 n. 3;

VISTO il R.D. 5 febbraio 1891, n. 99;

VISTO l'art. 45, comma 1, della Legge regionale 9 settembre 1999, n. 46;

VISTO l'art. 8, della Legge regionale 23 novembre 2012, n. 43;

VISTE la DGR n. 757 del 11 marzo 2005, la DGR n. 2307 del 9 agosto 200, la DGR n. 455 del 28 febbraio 2006 e la DGR n. 3476 del 30 ottobre 2007;

VISTA la DGR n. 725 del 22 giugno 2023;

VISTO il DDR n. 124 del 11 novembre 2021;

VISTO l'art. 2 comma 2, lett. O) della legge regionale n. 54 del 31 dicembre 2012

delibera

1. di approvare le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

2. di autorizzare l'IPAB - Casa di Riposo di Legnago (VR) all’alienazione, per un valore complessivo di € 156.400,00, dell’immobile facente parte del proprio patrimonio disponibile sito in Piazza della Costituzione, n. 12, Legnago (VR), catastalmente individuato come segue:

  • Catasto Terreni, Fg. 26, Part. 1419, Qualità: incolto sterile, R.D. 0,50 €;
  • Catasto Fabbricati, Fg. 26, Part. 1378, Sub. 69, Cat. F/5 – Lastrici solari, Rendita 20,00 €;
  • Catasto Fabbricati, Fg. 26, Part. 1378, Sub. 78, Cat. C/1- Negozi e botteghe, Classe 6, mq. 154, rendita 2.553,05 €;

3. di dare atto che il ricavato dalla vendita verrà interamente destinato dall’IPAB - Casa di Riposo di Legnago (VR) per il finanziamento di parte degli interventi di manutenzione straordinaria dell’edificio sede della Casa di Riposo, sita in Corso della Vittoria, n. 14, Legnago (VR), denominati “Manutenzione Straordinaria – Tinteggiature e Rifacimento Pavimentazioni Reparti Casa di Riposo di Legnago”;

4. di prescrivere che l'IPAB autorizzata produca alla Direzione regionale Servizi Sociali gli esiti delle attività relative alla procedura di vendita;

5. di stabilire che l'autorizzazione di cui al punto 2, ai sensi di quanto previsto dalla DGR n. 725 del 22 giugno 2023, avrà durata biennale a decorrere dalla data del presente provvedimento e si considererà automaticamente decaduta allo scadere del predetto termine;

6. di informare che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale avanti il Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dall'avvenuta conoscenza ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni;

7. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;

8. di incaricare la Direzione regionale Servizi Sociali dell'esecuzione del presente atto;

9. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Torna indietro