Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 134 del 10 ottobre 2023


Materia: Formazione professionale e lavoro

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1197 del 05 ottobre 2023

P.R. Veneto FSE+ 2021-2027, Obiettivo "Investimenti per l'occupazione e la crescita" - Decisione di esecuzione della Commissione europea n. C(2022)5655 del 1/08/22 - Priorità 2, Obiettivo specifico f). Assegnazione di risorse integrative a favore dei progetti pervenuti nell'ambito dell'Avviso pubblico "MOVE 2023 - Giovani all'estero per la certificazione linguistica", di cui alla DGR n. 600 del 19 maggio 2023.

Note per la trasparenza

Si approva, nell’ambito del Programma Regionale Veneto per il sostegno del Fondo Sociale Europeo Plus per il ciclo di programmazione 2021-2027- Priorità 2, Obiettivo specifico f, l’assegnazione di risorse integrative, pari ad euro 3.000.000,00, a favore dei progetti pervenuti nell’ambito dell’Avviso pubblico “MOVE 2023 - Giovani all’estero per la certificazione linguistica”, di cui alla DGR n. 600 del 19.5.2023.

L'Assessore Elena Donazzan riferisce quanto segue.

Con Deliberazione n. 600 del 19 maggio 2023 la Giunta Regionale ha approvato l’Avviso pubblico “MOVE 2023 - Giovani all’estero per la certificazione linguistica”, destinando all’iniziativa, finanziata nell’ambito del Programma Regionale Veneto per il sostegno del Fondo Sociale Europeo Plus per il ciclo di programmazione 2021-2027, la somma di euro 3.000.000,00, con l’obiettivo di proporre una nuova esperienza di mobilità transnazionale degli studenti del secondo ciclo dell’istruzione e della IeFP, ottenendo una certificazione linguistica nell’ambito del QCER.

L’iniziativa ha registrato un notevole interesse da parte dei soggetti ammessi alla presentazione delle proposte progettuali, testimoniato dall’elevato numero di progetti presentati entro il termine previsto (169) e dall’ammontare del finanziamento richiesto che, nel complesso dell’iniziativa, arriva a 12.635.197,60 Euro, al netto delle verifiche di ammissibilità.

Considerando la notevole adesione, si propone di destinare ulteriori risorse, pari ad euro 3.000.000,00, al fine di favorire una più ampia realizzazione dell’iniziativa sul territorio, incrementando il numero dei potenziali destinatari e conseguentemente la conoscenza delle lingue straniere da parte dei giovani che rappresenta un valore aggiunto al fine di assicurare un sempre più pieno esercizio dei diritti di cittadinanza ed un inserimento nel mondo del lavoro più rapido ed efficace. Si propone, pertanto, di ridefinire lo stanziamento complessivo della spesa in euro 6.000.000,00.

Nel rispetto del principio contabile applicato della competenza finanziaria potenziata, di cui all’Allegato 4/2 del D. Lgs. 118/2011 e s.m.i., punto 5.2, lett. c, si prevede che le obbligazioni di spesa, pari a complessivi euro 6.000.000,00, saranno assunte con atti giuridicamente vincolanti del Direttore della Direzione Formazione e Istruzione, a carico del bilancio regionale 2023-2025, approvato con L.R. 23.12.2022, n. 32, a valere sulle dotazioni di cui al P.R. FSE+ 2021-2027, con specifico riferimento alla Priorità 2 - Istruzione e Formazione, Obiettivo Specifico f) Promuovere la parità di accesso e di completamento di un'istruzione e una formazione inclusive e di qualità, in particolare per i gruppi svantaggiati, dall'educazione e cura della prima infanzia, attraverso l'istruzione e la formazione generale e professionale, fino al livello terziario e all'istruzione e all'apprendimento degli adulti, anche agevolando la mobilità ai fini dell'apprendimento per tutti e l'accessibilità per le persone con disabilità, secondo la seguente ripartizione:

  • Capitolo 104650 “Programmazione P.R-FSE Plus 2021-2027 - Priorità 2 – Istruzione e Formazione – Istruzione Secondaria - Quota comunitaria - Trasferimenti correnti (Dec. UE 01/08/2022, n. 5655)” - euro 2.400.000,00, dei quali:
  • euro 1.920.000,00 con imputazione contabile nell’esercizio 2024;
  • euro    480.000,00 con imputazione contabile nell’esercizio 2025;
  • Capitolo 104651 “Programmazione P.R-FSE Plus 2021-2027 - Priorità 2 – Istruzione e Formazione – Istruzione Secondaria - Quota statale - Trasferimenti correnti (Dec. UE 01/08/2022, n. 5655)” - euro 2.520.000,00, dei quali:
  • euro 2.016.000,00 con imputazione contabile nell’esercizio 2024;
  • euro    504.000,00 con imputazione contabile nell’esercizio 2025;
  • Capitolo 104652 “Programmazione P.R-FSE Plus 2021-2027 - Priorità 2 – Istruzione e Formazione – Istruzione Secondaria – Cofinanziamento Regionale- Trasferimenti correnti (Art. 5, c.2, L.R. 15/12/2021, n. 34 - Dec. UE 01/08/2022, n. 5655)” - euro 1.080.000,00, dei quali:
  • euro 864.000,00 con imputazione contabile nell’esercizio 2024;
  • euro 216.000,00 con imputazione contabile nell’esercizio 2025.

A modifica dell’Allegato B alla citata DGR n. 600/2023, ferme restando le modalità di richiesta ivi indicate, si propone di erogare le suddette risorse come segue:

  • anticipazione nella misura del 80%, con esigibilità nell’esercizio 2024, su presentazione di polizza fideiussoria;
  • saldo finale nella misura del restante 20%, esigibile nell’esercizio 2025, subordinatamente all’approvazione direttoriale dell’attestazione finale delle attività realizzate.

Si propone di incaricare il Direttore della Direzione Formazione e Istruzione dell’esecuzione del presente atto e dell’adozione di ogni ulteriore e conseguente provvedimento che si rendesse necessario in relazione alle attività in oggetto, anche determinato dal sopravvenire di eventuali aggiornamenti normativi.

Per la gestione dei progetti finanziati si rimanda alla Direttiva di cui all’Allegato B della D.G.R. n. 600/2023.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato, con i visti rilasciati a corredo del presente atto, l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTI:

  • il Regolamento (UE) 2021/1057 del Parlamento europeo e del Consiglio del 24 giugno 2021 che istituisce il Fondo sociale europeo Plus (FSE+);
  • il Regolamento (UE) 2021/1060 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 giugno 2021, recante le disposizioni comuni applicabili al Fondo europeo di sviluppo regionale, al Fondo sociale europeo Plus, al Fondo di coesione, al Fondo per una transizione giusta, al Fondo europeo per gli affari marittimi, la pesca e l’acquacoltura, e le regole finanziarie applicabili a tali fondi e al Fondo Asilo, migrazione e integrazione, al Fondo Sicurezza interna e allo Strumento di sostegno finanziario per la gestione delle frontiere e la politica dei visti;
  • la Decisione di esecuzione della Commissione Europea n. C (2022)5655 del 1/08/2022, relativa all’approvazione del Programma Regionale Veneto per il sostegno del Fondo Sociale Europeo Plus nell'ambito dell'obiettivo “Investimenti per l'occupazione e la crescita” per il ciclo di programmazione 2021-2027;
  • la Legge 28 giugno 2012, n. 92 Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita;
  • la Legge 10 dicembre 2014, n. 183 Deleghe al Governo in materia di riforma degli ammortizzatori sociali, dei servizi per il lavoro e delle politiche attive, nonché in materia di riordino della disciplina dei rapporti di lavoro e dell'attività ispettiva e di tutela e conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro;
  • l’art. 1, commi da 125 a 129 della Legge n.124/2017;
  • il D.P.R. 5 febbraio 2018, n. 22 Regolamento recante i criteri sull’ammissibilità delle spese per i programmi cofinanziati dai Fondi strutturali di investimento europei per il periodo di programmazione 2014/2020;
  • la Decisione di Esecuzione della commissione C(2022) 4787 del 15.7.2022 che approva l'accordo di partenariato con la Repubblica italiana per il ciclo di programmazione 2021-2027;
  • il Decreto Legislativo 23 giugno 2011, n. 118 Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42;
  • la Legge regionale 13 marzo 2009, n. 3 Disposizioni in materia di occupazione e mercato del lavoro, così come modificata dalla legge regionale 8 giugno 2012, n. 21;
  • la Legge regionale 31 marzo 2017, n. 8 Il sistema educativo della Regione Veneto, come modificata con legge regionale 20 aprile 2018, n. 15;
  • la Legge regionale 29 novembre 2001, n. 39 Ordinamento del bilancio e della contabilità della Regione;
  • la Legge Regionale 23 dicembre 2022, n. 32 Bilancio di previsione 2023-2025;
  • la DGR n. 1665 del 30 dicembre 2022 Approvazione del Documento Tecnico di accompagnamento al Bilancio di previsione 2023-2025;
  • il Decreto del Direttore dell’Area Risorse Finanziarie, Strumentali, ICT ed Enti Locali n. 71 del 30 dicembre 2022 Bilancio finanziario gestionale 2023-2025;
  • la DGR n. 60 del 23 gennaio 2023 Direttive per la gestione del Bilancio di Previsione 2023-2025;
  • la DGR n. 2895 del 28 dicembre 2012 Approvazione Linee guida per la validazione di competenze acquisite in contesti non formali e informali. Conclusioni del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri relative ai principi comuni europei concernenti l'individuazione e la convalida dell'apprendimento non formale e informale del 18 maggio 2004. Legge 28 giugno 2012, n. 92 Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita;
  • la DGR n. 669 del 28 aprile 2015 Approvazione documento “Sistema di Gestione e di Controllo” Regione Veneto Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014-2020;
  • la DGR n. 670 del 28 aprile 2015 Approvazione documento “Testo Unico dei Beneficiari” Programma Operativo Regionale Fondo Sociale Europeo 2014-2020;
  • la DGR n. 671 del 28 aprile 2015 Fondo Sociale Europeo. Regolamento UE n. 1303/2013 e 1304/2013. Approvazione delle Unità di Costo Standard;
  • la DGR n. 2120 del 30 dicembre 2015 Aggiornamento delle disposizioni regionali in materia di Accreditamento degli Organismi di Formazione ai sensi della L.R. 19/2002 e s.m.i.;
  • la DGR n. 1010 del 16 agosto 2022 Programmazione 2021-2027 Obiettivo "Investimenti a favore dell'occupazione e della crescita". PR FESR e PR FSE+ della Regione del Veneto per il periodo 2021-2027 in attuazione del Reg. (UE) 2021/1060, del Reg. (UE) 2021/1058 e del Reg. (UE) 2021/1057. Presa d'atto della "Decisione di esecuzione della Commissione europea che approva il programma "P.R. Veneto FSE+ 2021-2027" per il sostegno del Fondo Sociale Europeo Plus nell'ambito dell'obiettivo Investimenti per l'occupazione e la crescita per la regione Veneto in Italia CCI 2021IT05SFPR018", n. C(2022)5655 del 01/8/2022, e trasmissione degli atti ai sensi dell'articolo 9 della L.R. 26 del 25 novembre 2011;
  • la DGR n. 600 del 19 maggio 2023 PR Veneto FSE+ 2021-2027 - Obiettivo “Investimenti per l’occupazione e la crescita” - Decisione di esecuzione della Commissione europea n. C(2022)5655 del 1/08/22 - Priorità 2, Obiettivo specifico f). Approvazione Avviso pubblico e Direttiva “MOVE 2023 - Giovani all’estero per la certificazione linguistica” per la presentazione di progetti formativi;
  • la L.R. 31 dicembre 2012, n. 54, art. 2, comma 2, lettera f).

delibera

  1. di approvare le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  1. di autorizzare l’assegnazione di un’ulteriore somma pari ad euro 3.000.000,00, a favore delle proposte pervenute in adesione all’Avviso pubblico “MOVE 2023 - Giovani all’estero per la certificazione linguistica, approvato con DGR n. 600 del 19 maggio 2023;
  1. di stabilire che lo stanziamento complessivo di spesa per le azioni oggetto del presente provvedimento viene ridefinito in euro 6.000,000,00;
  1. di rideterminare conseguentemente in euro 6.000.000,00 l’importo massimo delle obbligazioni di spesa, aventi natura non commerciale e relative a trasferimenti correnti, alla cui assunzione provvederà con propri atti il Direttore della Direzione Formazione e Istruzione, disponendo la copertura finanziaria a carico del bilancio regionale 2023-2025, approvato con L.R. 23.12.2022, n. 32, a valere sulle dotazioni di cui al P.R. FSE+ 2021-2027, con specifico riferimento alla Priorità 2 - Istruzione e Formazione, Obiettivo Specifico f) Promuovere la parità di accesso e di completamento di un'istruzione e una formazione inclusive e di qualità, in particolare per i gruppi svantaggiati, dall'educazione e cura della prima infanzia, attraverso l'istruzione e la formazione generale e professionale, fino al livello terziario e all'istruzione e all'apprendimento degli adulti, anche agevolando la mobilità ai fini dell'apprendimento per tutti e l'accessibilità per le persone con disabilità, secondo la seguente ripartizione:
  • Capitolo 104650 “Programmazione P.R-FSE Plus 2021-2027 - Priorità 2 – Istruzione e Formazione – Istruzione Secondaria - Quota comunitaria - Trasferimenti correnti (Dec. UE 01/08/2022, n. 5655)” - euro 2.400.000,00, dei quali:
  • euro 1.920.000,00 con imputazione contabile nell’esercizio 2024;
  • euro    480.000,00 con imputazione contabile nell’esercizio 2025;
  • Capitolo 104651 “Programmazione P.R-FSE Plus 2021-2027 - Priorità 2 – Istruzione e Formazione – Istruzione Secondaria - Quota statale - Trasferimenti correnti (Dec. UE 01/08/2022, n. 5655)” - euro 2.520.000,00, dei quali:
  • euro 2.016.000,00 con imputazione contabile nell’esercizio 2024;
  • euro    504.000,00 con imputazione contabile nell’esercizio 2025;
  • Capitolo 104652 “Programmazione P.R-FSE Plus 2021-2027 - Priorità 2 – Istruzione e Formazione – Istruzione Secondaria – Cofinanziamento Regionale- Trasferimenti correnti (Art. 5, c.2, L.R. 15/12/2021, n. 34 - Dec. UE 01/08/2022, n. 5655)” - euro 1.080.000,00, dei quali:
  • euro 864.000,00 con imputazione contabile nell’esercizio 2024;
  • euro 216.000,00 con imputazione contabile nell’esercizio 2025;
  1. di dare atto che la Direzione Formazione e Istruzione, cui sono stati assegnati i capitoli di cui al precedente punto 4, ha attestato che i medesimi presentano sufficiente capienza;
  1. di dare atto della diretta applicabilità al presente provvedimento del Testo Unico dei beneficiari di cui alla D.G.R. n. 670 del 28.4.2015;
  1. di disporre, a modifica dell’Allegato B alla DGR n. 600/2023, ferme restando le modalità di richiesta ivi indicate, che le risorse di cui al punto 4 saranno erogate come segue:

  • anticipazione nella misura del 80%, con esigibilità nell’esercizio 2024, su presentazione di polizza fideiussoria;
  • saldo finale nella misura del restante 20%, esigibile nell’esercizio 2025, subordinatamente all’approvazione direttoriale dell’attestazione finale delle attività realizzate;
  1. di dare atto che la presente iniziativa è riconducibile all’obiettivo gestionale di cui al DEFR 2023-2025 04.02.02 “promuovere lo sviluppo di nuove competenze per il lavoro e la formazione”;
  1. di incaricare il Direttore della Direzione Formazione e Istruzione dell’esecuzione del presente provvedimento e dell’adozione di ogni ulteriore e conseguente atto che si rendesse necessario in relazione al medesimo, anche determinato dal sopravvenire di eventuali aggiornamenti normativi, nonché ai fini delle modifiche del cronoprogramma dei pagamenti e delle modalità di liquidazione;
  1. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’articolo 26, comma 1, del Decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, così come modificato dal Decreto Legislativo 25 maggio 2016, n. 97;
  1. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione nonché nel sito Internet della Regione del Veneto.

Torna indietro