Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 37 del 15 marzo 2022


Materia: Edilizia scolastica

Deliberazione della Giunta Regionale n. 181 del 28 febbraio 2022

Contratti di Mutuo Edilizia Scolastica Rep. n. 7355 del 29.12.2015 e Rep. n. 7589 del 12.12.2017. Autorizzazione alla stipula di Atti di ricognizione finale del debito.

Note per la trasparenza

 Con il presente provvedimento si autorizza la stipula degli Atti di ricognizione finale del debito dei Contratti di Mutuo sottoscritti per l’Edilizia Scolastica ai sensi dell’art. 10 del D.L. 12.09.2013, n. 104 (Rep. n. 7355/2015 e Rep. n. 7589/2017).

L'Assessore Francesco Calzavara riferisce quanto segue.

L’articolo 10 “Mutui per l'edilizia scolastica e per l'edilizia residenziale universitaria e detrazioni fiscali” del D.L. 12.9.2013, n. 104, convertito con modificazioni dalla L. 8.11.2013, n. 128, al comma 1 stabilisce che le Regioni interessate alla programmazione degli interventi di edilizia scolastica possono essere autorizzate dal Ministero dell'economia e delle finanze, d'intesa con il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, a stipulare appositi mutui trentennali, sulla base di criteri di economicità e di contenimento della spesa, con oneri di ammortamento a totale carico dello Stato, con la Banca europea per gli investimenti, con la Banca di Sviluppo del Consiglio d'Europa, con la società Cassa depositi e prestiti Spa, e con i soggetti autorizzati all'esercizio dell'attività bancaria, ai sensi del decreto legislativo 1.9.1993, n. 385. Gli interventi sono finalizzati a favorire interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento antisismico, efficientamento energetico di immobili di proprietà pubblica adibiti all'istruzione scolastica e all'alta formazione artistica, musicale e coreutica e di immobili adibiti ad alloggi e residenze per studenti universitari, di proprietà degli enti locali, nonché la costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici e la realizzazione di palestre nelle scuole o di interventi volti al miglioramento delle palestre scolastiche esistenti.

La Regione del Veneto ha in essere ad oggi tre Contratti di mutuo su provvista integrale Banca Europea per gli Investimenti (BEI) con Cassa Depositi e Prestiti Spa: il Contratto di mutuo Rep. n. 7355 del 29.12.2015, per l’importo di € 68.783.506,00, sottoscritto ai sensi del decreto interministeriale 1.9.2015 (e successivi Atti aggiuntivi Rep. n. 7588/2017, Rep. n. 7662/2019 e Rep. n. 7734/2021 con periodo di utilizzo fino al 25.11.2021),  il Contratto di mutuo Rep. n. 7589 del 12.12.2017 per l’importo di € 20.677.420,27, sottoscritto ai sensi del decreto interministeriale 6.6.2017 (e successivi Atti aggiuntivi Rep. n. 7700/2019 e Rep. n. 7735/2021, con periodo di utilizzo fino al 25.11.2021) e il Contratto di mutuo Rep. n. 7701 del 19.12.2019 per l’importo di € 119.821.005,43, sottoscritto ai sensi del decreto interministeriale 3.1.2018 (con periodo di utilizzo fino al 25.10.2023).

Ora la Regione, come previsto dall’articolo 4.01B del Contratto di mutuo Rep. n. 7355 del 29.12.2015 e del Contratto di mutuo Rep. n. 7589 del 12.12.2017, essendo terminato il periodo di utilizzo e non essendo più previste proroghe, deve sottoscrivere gli atti di ricognizione finale del debito. Per quanto riguarda il terzo contratto sottoscritto per l’edilizia scolastica, (Rep. n. 7701 del 19.12.2019), l’atto di ricognizione finale del debito sarà sottoscritto dopo la scadenza del periodo di utilizzo prevista per il 25.10.2023.

Cassa Depositi e Prestiti Spa ha trasmesso con nota del 14.02.2022 prot. reg. 65879 gli schemi degli Atti di ricognizione finale del debito relativi al Contratto di mutuo Rep. n. 7355 del 29.12.2015 e al Contratto di mutuo Rep. n. 7589 del 12.12.2017, che sono disponibili a sottoscrivere.

Si propone quindi:

- di incaricare il Direttore dell’Area Risorse Finanziarie, Strumentali, ICT ed Enti locali, quale responsabile finanziario dell’Ente, alla stipula degli Atti di ricognizione finale del debito del Contratto di Mutuo sottoscritto in data 29.12.2015 rep. n. 7355 e del Contratto di Mutuo sottoscritto in data 12.12.2017, Rep. n. 7589 negli schemi trasmessi da Cassa Depositi e Prestiti Spa con nota del 14.02.2022 prot. reg. 65879  (Allegato A);

- di incaricare l’Ufficiale rogante della Regione del rogito degli Atti di ricognizione finale del debito di cui sopra;

- di incaricare la Direzione Lavori Pubblici ed Edilizia, struttura competente alla programmazione e coordinamento con gli enti locali degli interventi per l’edilizia scolastica finanziati con i mutui citati, dell’adozione di tutti i provvedimenti necessari all’attuazione della presente deliberazione, per quanto di competenza.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato, con i visti rilasciati a corredo del presente atto, l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTO il D.Lgs. 1.9.1993, n. 385 “Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia”.

VISTO l’articolo 45, comma 32, della L. 23.12.1998, n. 448 “Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo” e successive modificazioni ed integrazioni.

VISTA la L. 23.12.1999, n. 488 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato. (Legge finanziaria 2000)”

VISTA la L.R. 29.11.2001, n. 39 “Ordinamento del bilancio e contabilità della Regione” e successive modificazioni ed integrazioni.

VISTO l’articolo 1, comma 75 della L. 30.12.2004, n. 311 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2005)”.

VISTO l’articolo 1, commi 511 e 512 della L.27.12.2006, n. 296 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007)”.

VISTA la Circolare del Ministero dell’economia e delle finanze n. 15 del 28.02.2007 “Procedure da seguire per l’utilizzo di contributi pluriennali – Legge n. 296 del 2006, articolo 1, commi 511 e 512”.

VISTO l’articolo 20, comma 10-quinquies.1 del D.L. 29.11.2008, n. 185 convertito in legge, con modificazioni 28.01.2009, n. 2.

VISTO il D.Lgs. 23.06.2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5.5..2009, n. 42” e successive modificazioni ed integrazioni.

VISTO il D.Lgs. 14.03.2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”.

VISTO l’articolo 10 del D.L. 12.09.2013, n. 104, convertito con modificazioni dalla L. 8.11.2013, n. 128 “Misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca” e successive modificazioni ed integrazioni.

VISTA la L. 28.12.2015, n. 208 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016)”.

VISTA la L. 11.12.2016, n. 232 “Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019”.

VISTA la L. 27.12.2017, n. 205 “Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020”.

VISTI i decreti del Ministro dell'economia e delle finanze di concerto con il Ministro dell'istruzione dell'università e della ricerca e con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti del Decreti Interministeriali del 1.9.2015, del 6.6.2017 e del 3.1.2018.

VISTI i decreti del Ministro dell'istruzione dell'università e della ricerca n. 640/2015 e n. 87/2019.

VISTA la L.R. 20.12.2021, n. 36 “Bilancio di previsione 2022-2024”.

VISTO il Contratto Rep. n. 7355 del 29.12.2015 e gli Atti aggiuntivi Rep. n. 7588/2017, Rep. n. 7662/2019 e Rep. n. 7734/2021.

VISTO  il Contratto Rep. n. 7589 del 12.12.2017 e gli Atti aggiuntivi Rep. n. 7700/2019 e Rep. n. 7735/2021.

VISTO la nota di Cassa Depositi e Prestiti Spa con nota del 14.02.2022 prot. reg. 65879.

delibera

  1. di dare atto che le premesse, compreso l’Allegato A, costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di incaricare il Direttore dell’Area Risorse Finanziarie, Strumentali, ICT ed Enti locali, quale responsabile finanziario dell’Ente, alla stipula degli Atti di ricognizione finale del debito del Contratto di Mutuo sottoscritto in data 29.12.2015 rep. n. 7355 e del Contratto di Mutuo sottoscritto in data 12.12.2017, Rep. n. 7589 negli schemi trasmessi da Cassa Depositi e Prestiti Spa (Allegato A);
  3. di incaricare l’Ufficiale rogante della Regione del rogito degli atti di ricognizione finale del debito di cui al punto 2;
  4. di incaricare la Direzione Lavori Pubblici ed Edilizia, struttura competente alla programmazione e coordinamento con gli enti locali degli interventi per l’edilizia scolastica finanziati con i mutui citati, dell’adozione di tutti i provvedimenti necessari all’attuazione della presente deliberazione, per quanto di competenza;
  5. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;
  6. di pubblicare la presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

Dgr_181_22_AllegatoA_471624.pdf

Torna indietro