Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 157 del 23/11/2021
Scarica la versione firmata del BUR n. 157 del 23/11/2021
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 157 del 23 novembre 2021


Materia: Turismo

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1558 del 11 novembre 2021

Determinazione della quota associativa a favore del Centro Internazionale di Studi sull'Economia Turistica (CISET) e approvazione del programma delle attività per l'anno 2021. Legge regionale 23 dicembre 1991, n. 37.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento, ai sensi dell’articolo 3 della legge regionale 23 dicembre 1991, n. 37, si determina in euro 100.000,00 la quota associativa regionale a favore del CISET e si approva il programma delle attività per l’anno 2021 a supporto delle iniziative previste dalla Regione del Veneto nel settore del turismo.

L'Assessore Federico Caner riferisce quanto segue.

La Regione del Veneto – al fine di promuovere ed incrementare le attività di studio, ricerca, informazione e formazione sui temi del turismo in tutte le sue dimensioni, internazionali e nazionali, regionali e locali, con particolare riferimento agli aspetti economici – aderisce all’Associazione denominata “Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica” (CISET) che ha per finalità statutarie la promozione e l’organizzazione di attività di ricerca, studio e formazione in materia di economia e politica turistica.

Il CISET - associazione che ha personalità giuridica e non ha fini di lucro - è stato costituito nel 1991 dall’Università Cà Foscari di Venezia e dal Touring Club Italiano; quest’ultimo è recesso l’anno successivo. Con legge regionale 23 dicembre 1991, n. 37 la Regione del Veneto ha aderito all’Associazione acquisendo, come previsto dall’articolo 1 dello Statuto, la qualifica di socio fondatore. La Regione del Veneto e l’Università Ca’ Foscari sono attualmente gli unici soci dell’associazione.

Con l’approvazione della legge regionale n. 11 del 14 giugno 2013 “Sviluppo e sostenibilità del turismo veneto” la Regione si è dotata di una legge quadro che rinnova l’organizzazione complessiva dell'industria turistica in modo da rendere il settore più flessibile ed operativo.

Ai fini dell’attuazione della programmazione regionale è fondamentale disporre di elementi conoscitivi dell’andamento dei flussi, della rispondenza dei mercati alle sollecitazioni promozionali, alle evoluzioni congiunturali dell’economia nazionale ed internazionale ed alle modifiche delle abitudini dei turisti. Elementi, questi, di fondamentale importanza, vista la crisi del settore dovuta alla pandemia, e che influiscono in modo sistematico sulle dinamiche turistiche che la Regione e gli operatori del settore devono costantemente monitorare e valutare per definire strategie di politica turistica e per raffrontare i segmenti del turismo veneto (balneare, montano, termale, ecc.) con le altre realtà, individuando quindi i punti di forza e di debolezza della policy regionale.

Si ritiene, pertanto, opportuno continuare a sostenere l’attività del CISET che, con la propria attività di ricerca e studio in materia di economia e politica turistica è funzionale alle iniziative previste dai documenti programmatori, quali, il Programma Regionale per il Turismo (PRT), con validità triennale ed il Piano Turistico Annuale (PTA) con validità annuale, previsti dagli artt. 6 e 7 della legge regionale n. 11/2013.

In tal senso l'attività di supporto del CISET alle strutture regionali, sarà finalizzata da un lato al percorso per la elaborazione e condivisione del nuovo Programma Regionale per il Turismo 2021-2023, dall’altro alla collaborazione nell’attuazione di alcune delle attività previste dal Piano Turistico Annuale 2021.

La Giunta regionale con deliberazione n. 343 del 23 marzo 2021 – nelle more della revisione del Programma Pluriennale Regionale per il Turismo per il periodo 2021-2023 -  ha infatti approvato il Piano Turistico Annuale 2021, quale strumento di programmazione e coordinamento dell’operatività della valorizzazione dell’offerta turistica e della sua promozione sui mercati nazionali ed esteri, tenendo conto del P.R.T. attualmente vigente e degli  orientamenti strategici di medio-lungo periodo in esso definiti, nonché delle risorse finanziarie disponibili sul bilancio 2021-2023.

Tra le azioni previste dal PTA 2021 vi è anche l’implementazione delle attività dell’Osservatorio turistico regionale federato con funzioni di analisi predittive oltre che di sintesi sui dati statistici ufficiali, indagini continuative e “on demand” sui temi di particolare interesse e attualità per gli attori del sistema turistico veneto, sulla base di un protocollo d’intesa tra soggetti potenziali fornitori e fruitori di informazioni e dati (es. associazioni di categoria, università, enti locali, Unioncamere, etc.). L’apporto di CISET, quindi, per lo svolgimento di alcune di queste attività e per l’avvio dell’Osservatorio regionale, risulterà determinante.

E’ inoltre opportuno ricordare che il programma degli interventi regionali di applicazione del POR FESR in materia di turismo è ormai in fase di completa attuazione con le due edizioni dei bandi rivolti ad aggregazioni di imprese per la promozione su mercati nazionali ed internazionali (3.3.4. D).

In tale contesto, coerentemente con il quadro normativo complessivo – L.R. n. 11/2013, POR FESR 2014 – 2020, PTA 2021, si conferma l’esigenza di analisi e ricerche da parte di Ciset, funzionali alle iniziative previste dalla programmazione turistica, relative ai seguenti filoni di attività:

Relativamente alla valutazione dell’efficacia delle azioni del POR, alle azioni di marketing e alle iniziative nei mercati italiani ed esteri il CISET fornisce infatti il necessario supporto tecnico-scientifico e le opportune indicazioni operative per la definizione del set di indicatori - di risultato e di output; per le metodologie più appropriate di raccolta dei dati necessari e di misurazione dei risultati dell’azione e sull’efficacia nel raggiungimento degli obiettivi stabiliti al fine di contribuire al cambiamento richiesto.

In tale contesto, coerentemente con il quadro normativo complessivo – L.R. n. 11/2013, POR FESR 2014 – 2020, PTA 2021, si conferma l’esigenza di analisi e ricerche da parte di Ciset, funzionali alle iniziative previste dalla programmazione turistica, relative ai seguenti filoni di attività:

1. Attività di indagine, analisi, ricerca e relativa elaborazione reportistica nell’ambito delle priorità indicate dal Board dell’Osservatorio turistico regionale federato, con particolare riferimento a:

a. attività di indagine, analisi e ricerca sulla propensione alla vacanza e motivazioni di viaggio dei turisti;

b. analisi della spesa turistica in Veneto;

c. analisi e ricerca sulla performance del Veneto in relazione a diretti competitors ed elaborazione di scenari evolutivi;

2. Programmazione Europea 2021-2027.

Proseguirà anche nel 2021 la collaborazione ed il supporto alle progettualità alle quali la Regione del Veneto partecipa, in qualità di leader o di partner quale frutto della programmazione che sta per chiudersi, o intende partecipare nella nuova programmazione. Si valuterà la partecipazione a nuove progettualità sulla base delle call che si apriranno.

3. POR FESR 2014 - 2020 Azione 3.3.4 Sub azione D “Bandi per l’attivazione, sviluppo, consolidamento di aggregazioni di PMI per interventi che favoriscano l’orientamento alla domanda turistica e ai mercati nazionali e internazionali” (prima e seconda edizione).

Nell'ambito dell'azione indicata il CISET analizzerà i progetti presentati, approvati e finanziati al fine di valutare l'impatto delle attività di innovazione proposta sui modelli di business delle strutture ricettive.

4. Una specifica attività di supporto verrà richiesta al Ciset con riferimento alle attività della Regione del Veneto per i Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali “Milano Cortina 2026”.

Tra le attività necessarie per garantire l’avvio della fase di organizzazione dei Giochi - nel rispetto dei principi previsti dalla Carta Olimpica, dall’Host City Contract ed in ottemperanza al modello di Governance definito nel Dossier di Candidatura - in data 9 dicembre 2019, è stato costituito il Comitato organizzativo, nella forma giuridica della Fondazione di diritto privato, denominata “Milano Cortina 2026”, i cui schemi di Atto costitutivo e di Statuto sono stati approvati con DGR n. 1687 del 19 novembre 2019. In questo contesto ha assunto rilievo fondamentale la definizione di un progetto strategico di ampia portata e di carattere trasversale, nella prospettiva di realizzare, sotto una regia unica a livello regionale, il supporto, la programmazione ed il coordinamento di tutte le iniziative da intraprendere sul territorio, in relazione ai vari ambiti di rilevanza strategica; tra i quali lo sviluppo del turismo. I Giochi Olimpici e Paralimpici Milano Cortina 2026 rappresentano, infatti, un evento di rilevanza internazionale e un’opportunità unica per lo sviluppo del “Sistema Veneto”. A tal fine è stata istituita la “Veneto in Action Commission”, quale Organismo stabile di indirizzo e di coordinamento delle azioni da intraprendere a livello regionale - “Veneto in Action” - ossia un vasto programma di grandi eventi di rilievo nazionale ed internazionale finalizzato a promuovere la conoscenza e lo sviluppo delle eccellenze del territorio veneto, in vista dei Giochi.

Nel corso della seduta del Consiglio di Amministrazione tenutosi l’8 aprile 2021 è stato presentato ed approvato il bilancio consuntivo dell’esercizio 2020 che espone un utile di 30.656 euro con conseguente incremento del patrimonio netto che passa da 298.891 euro a 329.547 euro. Si evidenzia che il risultato positivo è stato raggiunto malgrado l’assenza della quota associativa per l’esercizio 2020 del socio Regione del Veneto dovuta all’emergenza sanitaria ed economica che ha portato al provvedimento legislativo n. 13 del 2020 con il quale si è azzerato lo stanziamento per l’esercizio finanziario 2020 del capitolo di Bilancio destinato alla copertura della quota di adesione al Ciset dell'esercizio 2020.

Valutati i risultati ottenuti dal piano di ristrutturazione attuato a partire dal 2017 è auspicabile che il CdA prosegua nella ristrutturazione organizzativa e di ampliamento delle competenze del CISET che hanno fatto registrare negli ultimi 3 anni risultati positivi, prestando una particolare ed oculata attenzione ai risultati economici che dovranno essere confermati, raggiungendo uno stabile pareggio di bilancio, ponendo così le basi per la ricostruzione del patrimonio netto. Solo a fronte di tale impegno, nel corso degli anni, la Regione del Veneto potrà confermare l’importo della propria quota associativa.

Per quanto riguarda la determinazione della quota associativa per la realizzazione dei programmi annuali di attività del CISET, ai sensi dell’articolo 3 della L.R. n. 37/1991, come modificato dall’articolo 94 comma 1 lettera a) e b) della legge regionale 30 dicembre 2016 n. 30, con il presente provvedimento si propone di determinarla, per l’anno 2021, in € 100.000,00.

Per quanto concerne la corresponsione della quota associativa, come già previsto nelle precedenti annualità, viene versata in due quote: un acconto pari al 60% dell’ammontare, un saldo del 40% collegato alla verifica del risultato dell’esercizio 2021, che dovrà registrare un avanzo di esercizio, al fine di ricostituire il Patrimonio netto eroso nel corso dei precedenti anni. La verifica si attuerà in sede di approvazione del rendiconto dell’esercizio 2021 (entro maggio 2022).

In ordine all’aspetto finanziario l’importo massimo della obbligazione di spesa derivante dalla partecipazione della Regione al CISET per l’annualità 2021, pari a € 100.000,00, trova copertura finanziaria a carico dei fondi stanziati sul capitolo n. 102688 “Spese per l’adesione all’associazione – Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica – Acquisto di beni e servizi (art. 3, L.r. 23/12/1991, n. 37)” del bilancio di previsione 2021-2023.

Si dà atto che i dati, i documenti, le analisi e le valutazioni che potranno scaturire dall’attività di cui al presente provvedimento, ovvero formati, acquisiti od elaborati in esecuzione del programma di attività sono di proprietà della Regione del Veneto e potranno essere oggetto di divulgazione esclusivamente previo assenso della medesima.

Si propone infine di demandare alla Direzione Turismo la gestione tecnica, finanziaria ed amministrativa dei procedimenti derivanti dall’adozione della presente deliberazione.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato, con i visti rilasciati a corredo del presente atto, l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTA la legge regionale 23 dicembre 1991, n. 37 “Adesione della Regione del veneto all’Associazione Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica – CISET” e successive modificazioni;

VISTA la legge regionale 14 giugno 2013, n. 11 “Sviluppo e sostenibilità del turismo veneto”;

VISTA la legge regionale n. 41 del 29 dicembre 2020 "Bilancio di previsione 2021-2023";

VISTO l’art. 2 comma 2 della legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54 e le successive modifiche ed integrazioni;    

DATO ATTO che il Direttore di Area, nominato con DGR n. 1807 del 22/12/2020, ha espresso in relazione al presente atto il proprio nulla osta senza rilievi, agli atti dell'Area medesima;

delibera

  1. di ritenere le premesse parte integrante ed essenziale del presente atto;
  2. di approvare, ai sensi della legge regionale 23 dicembre 1991, n. 37, il programma di attività del Centro Internazionale di Studi per l’Economia Turistica (CISET) per l’anno 2021 come descritto nelle premesse;
  3. di determinare la quota associativa regionale annua di adesione al Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica (CISET) ai sensi dell’articolo 3 della legge regionale 23 dicembre 1991, n. 37 come modificata dall’articolo 94 comma 1 lettere a) e b) della legge regionale 30 dicembre 2016 n. 30, nell’importo di euro 100.000,00;
  4. di determinare in euro 100.000,00 l’importo massimo dell'obbligazione di spesa in favore dell’Associazione Centro Internazionale di Studi sull’Economia turistica (CISET), alla cui assunzione provvederà con propri atti il Direttore della Direzione Turismo, disponendo la copertura finanziaria a carico dei fondi stanziati per l’esercizio finanziario 2021 sul capitolo 102688 “Spese per l’adesione all’associazione – Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica – Acquisto di beni e servizi (art. 3, L.r. 23/12/1991, n. 37)” del bilancio di previsione 2021-2023;
  5. di dare atto che la Direzione Turismo, a cui è stato assegnato il capitolo di cui al precedente punto 4, ha attestato che il medesimo presenta sufficiente capienza;
  6. di dare atto che la quota associativa a favore del CISET sarà corrisposta in due rate, la prima sarà pari al 60% dell’ammontare e verrà liquidata a seguito dell'approvazione della presente DGR e dell’assunzione dell’obbligazione di spesa da parte del Direttore della Direzione Turismo. Il saldo del 40% sarà collegato alla verifica del risultato dell’esercizio 2021, che dovrà registrare un avanzo di esercizio, al fine di ricostituire il Patrimonio netto eroso nel corso dei precedenti anni. La verifica si attuerà in sede di approvazione del rendiconto dell’esercizio 2021 (entro maggio 2022);
  7. di incaricare il Direttore della Direzione Turismo all’esecuzione tecnica, finanziaria ed amministrativa dei procedimenti derivanti dall’adozione della presente deliberazione;
  8. di stabilire che i dati e i documenti formati, acquisiti o elaborati in esecuzione del programma di attività di cui al punto 2, sono di proprietà della Regione del Veneto, devono essere resi integralmente disponibili dal CISET alla Giunta regionale sia durante l’anno di attività, sia alla conclusione delle attività di analisi e ricerca e che i medesimi potranno essere oggetto di divulgazione esclusivamente previo assenso della Regione;
  9. di dare atto che il CISET è tenuto a trasmettere alla Regione, in qualità di socio, tutte le proprie pubblicazioni e i lavori, comprensivi dei dati e della documentazione raccolti e utilizzati per gli stessi, da fornire alla Direzione Turismo e alla Unità Organizzativa Sistema Statistico regionale (SISTAR) sia in copia cartacea che in formato elettronico;
  10. di pubblicare il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione.

Torna indietro