Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 18 del 19/02/2019
Scarica la versione firmata del BUR n. 18 del 19/02/2019
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 18 del 19 febbraio 2019


Materia: Sanità e igiene pubblica

Deliberazione della Giunta Regionale n. 100 del 05 febbraio 2019

Autorizzazione al trasferimento di quote di budget nei confronti di alcuni erogatori ospedalieri privati accreditati richiedenti. DGR n. 597 del 28 aprile 2017.

Note per la trasparenza

Vengono autorizzati i trasferimenti di quote di budget nei confronti di alcuni erogatori ospedalieri privati accreditati richiedenti. DGR n. 597 del 28 aprile 2017.

L'Assessore Manuela Lanzarin riferisce quanto segue.

La deliberazione n. 597 del 28 aprile 2017, cui si fa rinvio, ha approvato i criteri e la determinazione dei tetti di spesa e dei volumi di attività per il triennio 2017-2019 per l’assistenza ospedaliera e specialistica ambulatoriale erogata nei confronti dei cittadini residenti nel Veneto dagli erogatori ospedalieri privati accreditati e l’aggiornamento dello schema tipo di accordo contrattuale.

Per quanto riguarda eventuali richieste di trasferimenti di quote di budget, per i quali gli erogatori ospedalieri privati accreditati devono presentare formale istanza entro il 30 settembre di ciascun anno, la citata deliberazione prevede:

  • la possibilità di beneficiare, per gli anni 2017, 2018 e 2019, della quota finanziaria del budget per l’assistenza ospedaliera non utilizzata, in aggiunta al budget per l’assistenza ambulatoriale dell’anno in corso, deve essere preventivamente autorizzata con proprio atto dalla Giunta Regionale, sentita l’Azienda Ulss di riferimento territoriale e previo parere della Commissione Regionale per l'Investimento in Tecnologia ed Edilizia (CRITE). Il trasferimento di budget, che comporterà una diminuzione definitiva del budget ospedaliero a fronte di un corrispondente aumento definitivo del budget ambulatoriale, dovrà essere finalizzato prioritariamente alla riduzione dei tempi di attesa presenti nell’Azienda Ulss di riferimento territoriale. I nuovi budget risultanti da tali trasferimenti costituiranno i nuovi budget di riferimento dell’erogatore;
  • la possibilità di beneficiare, per gli anni 2017, 2018 e 2019, della quota finanziaria del budget per l’assistenza ambulatoriale non utilizzata, in aggiunta al budget per l’assistenza ospedaliera dell’anno in corso, deve essere preventivamente autorizzata con proprio atto dalla Giunta Regionale, sentita l’Azienda Ulss di riferimento territoriale e previo parere della CRITE. Il trasferimento di budget, che comporterà una diminuzione definitiva del budget ambulatoriale a fronte di un corrispondente aumento definitivo del budget ospedaliero, dovrà essere finalizzato prioritariamente alla riduzione dei tempi di attesa presenti nell’Azienda Ulss di riferimento territoriale. I nuovi budget risultanti da tali trasferimenti costituiranno i nuovi budget di riferimento dell’erogatore;
  • la possibilità di beneficiare, per gli anni 2017, 2018 e 2019, all’interno del budget per l’assistenza ambulatoriale, della quota finanziaria di una macroarea non utilizzata, in aggiunta alla quota finanziaria di un’altra macroarea dell’anno in corso, deve essere preventivamente autorizzata con proprio atto dalla Giunta Regionale, sentita l’Azienda Ulss di riferimento territoriale e previo parere della CRITE. Il trasferimento della quota finanziaria da una macroarea ad un’altra, che comporterà una diminuzione definitiva della quota finanziaria della macroarea a fronte di un corrispondente aumento definitivo dell’altra macroarea, dovrà essere finalizzato prioritariamente alla riduzione dei tempi di attesa presenti nell’Azienda Ulss di riferimento territoriale. Le nuove quote finanziarie risultanti da tali trasferimenti costituiranno le nuove quote finanziarie di riferimento dell’erogatore all’interno del budget per l’assistenza ambulatoriale.

L’Ospedale Classificato Villa Salus di Venezia-Mestre ha richiesto il trasferimento di euro 80.000,00 del budget assegnato per l’assistenza specialistica dalla macroarea “Laboratorio” alla macroarea “Radiologia”. L’Azienda Ulss 3 Serenissima ha espresso parere favorevole.

L’Azienda Ulss n. 8, previa intesa con la Casa di Cura Eretenia di Vicenza, ha richiesto il trasferimento di euro 400.0000,00 dal budget assegnato per l’assistenza ospedaliera al budget per l’assistenza ambulatoriale con la seguente ripartizione: euro 360.000,00 alla macroarea “Altro” ed euro 40.000,00 alla macroarea “Radiologia”

La CRITE, quindi, nella seduta del 17 dicembre 2018 ha espresso parere favorevole, giusta nota del Direttore generale dell’Area Sanità e Sociale prot. 521744 del 21 dicembre 2018 per quanto riguarda l’Ospedale Classificato Villa Salus e giusta nota del Direttore generale dell’Area Sanità e Sociale prot. 521712 del 21 dicembre 2018 per quanto riguarda la Casa di Cura Eretenia.

Con il presente provvedimento, si prende atto di quanto espresso dalla CRITE nella seduta del 17 dicembre 2018 e si propone quindi di autorizzare il trasferimento delle quote di budget dell’Ospedale Classificato Villa Salus e della Casa di Cura Eretenia così come riportato nella tabella 1 di cui all’Allegato A parte integrante del presente provvedimento. Il trasferimento in parola è coerente con i principi e le disposizioni di cui alla DGR n. 597/2017, non comporta un aumento di spesa ed è finalizzato prioritariamente alla riduzione dei tempi di attesa presenti nell’Azienda Ulss di riferimento territoriale.

I budget risultanti dal trasferimento di cui alla tabella 1 dell’Allegato A, come previsto dalla DGR n. 597/2017, costituiscono i nuovi budget di riferimento per l’assistenza ambulatoriale dell’Ospedale Classificato Villa Salus e della Casa di Cura Eretenia, per gli anni 2018-2019, e vengono riportati nella tabella 2 dell’Allegato A, parte integrante del presente atto, e si intendono sostitutivi di quelli approvati con la DGR n. 597/2017, così come modificata con la DGR n. 1977 del 6 dicembre 2017, per gli anni 2018 e 2019.

Per quanto riguarda la Casa di Cura Villa Maria di Padova si rappresenta che la CRITE, previa istruttoria delle strutture regionali competenti, nella seduta del 22 giugno 2018, a seguito della fusione Static srl/Casa di Cura Villa Maria srl, ha espresso parere favorevole alla cessazione dell’accreditamento del Poliambulatorio Medico sito in Via Pelizzo 3 Padova ed al trasferimento dell’attività dello stesso presso la citata Casa di Cura; ha espresso, altresì, parere favorevole allo spostamento del budget, assegnato con DGR n. 278 del 13 marzo 2018 al Poliambulatorio Medico, in aggiunta al budget assegnato con la DGR n. 597/2017 per l’assistenza ambulatoriale alla Casa di Cura Villa Maria, mantenendo la medesima ripartizione all’interno delle macroaree (giusta nota del Direttore Generale dell’Area Sanità e Sociale prot. n. 321127 del 1 agosto 2018).

L’Azienda Ulss 6 Euganea, con nota prot. 204546 del 13 dicembre 2018 ha rappresentato l’opportunità che la data di decorrenza della chiusura della struttura sita in via Pelizzo 3 Padova e l’accorpamento del relativo budget in capo alla Casa di Cura Villa Maria sia determinata nel 1 gennaio 2019.

Condividendo quanto proposto dall’Azienda Ulss 6 si propone lo spostamento del budget assegnato con DGR n. 278/2018 al Poliambulatorio Medico, in aggiunta al budget assegnato con la DGR n. 597/2017 per l’assistenza ambulatoriale alla Casa di Cura Villa Maria, mantenendo la medesima ripartizione all’interno delle macroaree.

Il budget per l’assistenza ambulatoriale della Casa di Cura Villa Maria risultante dallo spostamento sopra indicato è riportato nella tabella 3 dell’Allegato A, parte integrante del presente atto, e costituisce il nuovo budget di riferimento per l’anno 2019; lo stesso si intende sostitutivo di quanto approvato con la DGR n. 597/2017, per l’anno 2019.

Si demanda ad un decreto del Direttore Generale dell’Area Sanità e Sociale eventuali correzioni dell’Allegato A dovuti ad errori materiali.

Si dà atto che quanto finora disposto con il presente provvedimento non comporta spesa a carico del bilancio regionale trattandosi di meri spostamenti di quote di budget all’interno dei tetti di spesa di cui alla DGR n. 597/2017 ed alla DGR n. 278/2018.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTO l’articolo 8 quinquies e sexies del decreto legislativo 30 dicembre 2002, n. 502 e successive modifiche ed integrazioni;

VISTO il decreto legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito con modificazioni dalla legge 7 agosto 2012, n. 135;

VISTA la legge 28 dicembre 2015, n. 208;

VISTA la deliberazione n. 2122 del 19 novembre 2013 e s.m.i.;

VISTA la deliberazione n. 597 del 28 aprile 2017;

VISTA la deliberazione n. 1977 del 6 dicembre 2017;

VISTA la deliberazione n. 278 del 13 marzo 2018;

VISTO l'articolo 2, comma 2, della Legge Regionale n. 54 del 31 dicembre 2012;

delibera

  1. di approvare le disposizioni e i principi contenuti in premessa, non richiamati espressamente nel presente dispositivo;
  2. di prendere atto del parere positivo espresso dalla CRITE, nella seduta del 17 dicembre 2018, sulle richieste di trasferimento delle quote di budget relativamente agli erogatori ospedalieri privati accreditati Ospedale Classificato Villa Salus di Venezia-Mestre e Casa di Cura Eretenia di Vicenza, così come riportato in dettaglio in premessa;
  3. di autorizzare il trasferimento delle quote di budget così come riportato nella tabella 1 di cui all’Allegato A parte integrante del presente provvedimento;
  4. di dare atto che, ai sensi della DGR n. 597/2017, i budget risultanti dal trasferimento di cui alla tabella 1 dell’Allegato A, costituiscono i nuovi budget di riferimento per l’assistenza ambulatoriale degli erogatori ospedalieri privati accreditati Ospedale Classificato Villa Salus di Venezia-Mestre e Casa di Cura Eretenia di Vicenza, per gli anni 2018-2019, e vengono riportati nella tabella 2 nell’Allegato A, parte integrante del presente atto;
  5. di dare atto che i nuovi budget di cui alla tabella 2 dell’Allegato A si intendono sostitutivi di quelli approvati con la DGR n. 597/2017, così come modificata con la DGR n. 1977 del 6 dicembre 2017, per gli anni 2018 e 2019;
  6. di prendere atto del parere positivo espresso dalla CRITE, nella seduta del 22 giugno 2018 a seguito della fusione Static srl/Casa di Cura Villa Maria srl, sulla cessazione dell’accreditamento del Poliambulatorio Medico sito in Via Pelizzo 3 Padova e sul trasferimento dell’attività dello stesso presso la citata Casa di Cura; di prendere atto, altresì, del parere favorevole allo spostamento del budget, assegnato con DGR n. 278 del 13 marzo 2018 al Poliambulatorio Medico, in aggiunta al budget assegnato con la DGR n. 597/2017 per l’assistenza ambulatoriale alla Casa di Cura Villa Maria, mantenendo la medesima ripartizione all’interno delle macroaree;
  7. di dare atto che il nuovo budget della Casa di Cura Villa Maria risultante dallo spostamento di cui al punto 6. costituisce il nuovo budget di riferimento per l’assistenza ambulatoriale per l’anno 2019 e viene riportato nella tabella 3 nell’Allegato A, parte integrante del presente atto;
  8. di dare atto che il nuovo budget di cui alla tabella 3 dell’Allegato A si intende sostitutivo di quello approvato con la DGR n. 597/2017, per l’anno 2019;
  9. di dare atto che quanto disposto con il presente provvedimento non comporta spesa a carico del bilancio regionale trattandosi di meri spostamenti di quote di budget all’interno del tetto di spesa assegnato con la DGR n. 597/2017 e con la DGR n. 278/2018;
  10. di confermare i principi e le disposizioni di cui alla DGR n. 597/2017 non oggetto del presente atto;
  11. la Direzione Programmazione Sanitaria – LEA è incaricata dell’esecuzione del presente atto;
  12. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

100_AllegatoA_387854.pdf

Torna indietro