Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 60 del 19/06/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 60 del 19/06/2018
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 60 del 19 giugno 2018


Materia: Trasporti e viabilità

Deliberazione della Giunta Regionale n. 834 del 08 giugno 2018

Lavori di somma urgenza per la messa in sicurezza del ponte sul fiume Tione lungo la S.R. 10 "Padana Inferiore " al km 307+525 in Comune di Sorgà. Finanziamento a favore della Veneto Strade S.p.A.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si assegna la somma di € 400.000,00 a favore della società Veneto Strade S.p.A. a copertura dell’intervento di somma urgenza per la messa in sicurezza del ponte sul fiume Tione, posto al km 307+525 della S.R. 10 “Padana Inferiore” in Comune di Sorgà (VR) che, a causa di un improvviso dissesto strutturale, richiede un immediato intervento di ripristino; si autorizza inoltre il Direttore dell’U.O. Infrastrutture Strade e Concessioni della Direzione Infrastrutture Trasporti e Logistica all’adozione dell’atto di impegno della spesa.

L'Assessore Elisa De Berti riferisce quanto segue.

In data 22/05/2018, la società Veneto Strade S.p.A., con nota protocollo n. 12446/2018 (Protocollo Regione del Veneto n. 187344 del 22/05/2018), ha comunicato che lungo la S.R. 10 “Padana Inferiore” al km 307+525 in Comune di Sorgà (VR) si è verificato un dissesto del ponte sul fiume Tione, consistente nella presenza di una fessura longitudinale al centro dell’arco di notevole estensione; e si sono manifestati inoltre diffusi percolamenti con presenza di concrezioni, di efflorescenze e in generale di umidità sulla volta.

Nella nota medesima la società riscontra anche fenomeni di erosione dell’imposta di fondazione della spalla del ponte, con messa in luce della testa dei pali in legno e disgregazione della muratura nella parte inferiore del paramento.

Per tali motivi sono stati posti in essere dalla società Veneto Strade S.p.A. immediate azioni cautelative di limitazione del traffico, in modo da ridurre l’entità dei carichi transitanti sull’infrastruttura ammalorata, amplificati peraltro dalla presenza di avvallamenti sul piano viabile che inducono effetti dinamici.

Oltre alla riduzione dei carichi, attuata mediante restringimento della carreggiata con traffico alternato e divieto di transito ai mezzi pesanti, deviati su percorsi alternativi, si è resa necessaria la sorveglianza continuativa del manufatto ed un monitoraggio strumentale permanente, per cogliere eventuali ulteriori dissesti o lesioni che potrebbero richiedere la chiusura immediata e completa del ponte.

Tali attività sono state affrontate da Veneto Strade S.p.A. con fondi del proprio bilancio e ammontano ad un importo di circa € 109.900,00.

Peraltro, lo stato di emergenza causato dalla parzializzazione del ponte e dalla conseguente deviazione del traffico pesante, ha comportato fenomeni di usura e di ammaloramento del piano viabile circostante. Tale evidenza è stata segnalata dai Sindaci delle Amministrazioni Comunali di Sorgà, Gazzo Veronese e Nogara, poste nel territorio della Regione del Veneto, oltre che Villimpenta, posto in territorio lombardo nella Provincia di Mantova con nota a firma congiunta del 22/05/2018, con la quale evidenziano la necessità, al temine degli interventi di ripristino del ponte, di provvedere ad una adeguata manutenzione della viabilità locale, interessata negli ultimi mesi dai provvedimenti di deviazione del traffico in argomento.

Con successiva nota in data 06 giugno 2018 la società Veneto Strade S.p.A., fatte le opportune valutazioni progettuali, ha quantificato in € 400.000,00, IVA inclusa, il fabbisogno economico necessario all’esecuzione dei lavori di ripristino del manufatto e delle originarie condizioni di percorribilità della sede stradale, prevedendo altresì anche l’esecuzione delle attività manutentive ritenute opportune lungo la viabilità locale sopracitata, e chiedendo alla Regione del Veneto il riconoscimento degli oneri necessari alla copertura di tali costi.

In considerazione di quanto sopra esposto, si ritiene necessario dare urgente copertura finanziaria all’intervento in parola secondo il fabbisogno sopra specificato, per un totale di € 400.000,00, IVA inclusa; resta ferma la responsabilità di Veneto Strade S.p.A. in ordine all’affidamento dei lavori.

Al riguardo, attesa la natura del dissesto verificatosi, l’intervento, qualificabile come somma urgenza, sarà eseguito avvalendosi delle usuali modalità di rendicontazione previste dall’atto di concessione in essere tra società Veneto Strade S.p.A. e la Regione del Veneto.

La copertura finanziaria può ravvisarsi nei fondi disponibili per l’attuazione dei Piani Triennali degli Interventi per l’adeguamento della rete viaria, strutturato mediante le DDCR n. 60 del 24/07/2002 “Piano Triennale di Interventi per l’adeguamento della rete viaria 2002-2004”, n. 10 del 21/02/2007, “Piano Triennale di Interventi per l’adeguamento della rete viaria – Triennio 2006-2008”, n. 6 del 04/03/2009 “Piano Triennale di Interventi per l’adeguamento della rete viaria – Triennio 2009-2011”, n. 115 del 19/09/2012, “Integrazione al Piano Triennale di Interventi per l’adeguamento della rete viaria 2009-2011”, nel capitolo di spesa n. 102330 denominato “Interventi aggiuntivi a favore del piano triennale per l’adeguamento della rete viaria – contributi agli investimenti – finanziamento mediante ricorso ad indebitamento (art. 25, L.R. 19/02/2007, n. 2)” del bilancio di previsione 2018-2020, annualità 2018.

Si propone altresì di incaricare l’Unità Organizzativa Infrastrutture Strade e Concessioni della Direzione Infrastrutture Trasporti e Logistica dell’esecuzione del presente atto e di demandare al Direttore della stessa UO l’assunzione dei relativi atti finalizzati all’adozione del provvedimento di impegno, una volta concluse le procedure di “affidamento” connesse al ricorso all’indebitamento soprarichiamato.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;
VISTA la Legge Regionale Statutaria n. 1/2012;
VISTI gli atti di concessione tra Regione del Veneto e la Società Veneto Strade S.p.A. (accordo sottoscritto il 20/12/2002, approvato con DGR n. 3739 del 20/12/2002; accordo integrativo del 12/11/2003, approvato con DGR n. 2911 del 03/10/2003; atto aggiuntivo di concessione del 30/12/2011, approvato con DGR 1853 del 15/11/2011);
VISTA la DCR n. 60 del 24/07/2002, “Piano Triennale di Interventi per l’adeguamento della rete viaria 2002-2004”;
VISTA la DCR n. 10 del 21/02/2007, “Piano Triennale di Interventi per l’adeguamento della rete viaria – Triennio 2006-2008”;
VISTA la DCR n. 6 del 04/03/2009, “Piano Triennale di Interventi per l’adeguamento della rete viaria – Triennio 2009-2011”;
VISTA la DCR n. 115 del 19/09/2012, “Integrazione al Piano Triennale di Interventi per l’adeguamento della rete viaria 2009-2011”;
VISTO l’art. 2, comma 2, lett. a) e f) della L.R. n. 54 del 31/12/2012;
DATO ATTO che il Direttore di Area ha attestato che il Vicedirettore di Area nominato con DGR n. 1404 del 29/08/2017, ha espresso in relazione al presente atto il proprio nulla osta senza rilievi, agli Atti dell’Area medesima;

delibera

  1. di considerare le premesse parte integrante del presente provvedimento;
  2. di determinare in € 400.000,00  (IVA inclusa), la somma da destinarsi a favore di Veneto Strade S.p.A. per la copertura dei lavori di somma urgenza per la messa in sicurezza del ponte sul fiume Tione lungo la S.R. 10 “Padana Inferiore “ al km 307+525, in Comune di Sorgà;
  3. di determinare in € 400.000,00 l'importo massimo delle obbligazioni di spesa, alla cui assunzione provvederà con propri atti il Direttore dell’Unità Organizzativa Infrastrutture Strade e Concessioni della Direzione Infrastrutture Trasporti e Logistica, disponendo la copertura finanziaria a carico dei fondi stanziati per l’annualità 2018 sul capitolo n. 102330 denominato “Interventi aggiuntivi a favore del piano triennale per l’adeguamento della rete viaria – contributi agli investimenti – finanziamento mediante ricorso ad indebitamento (art. 25, L.R. 19/02/2007, n. 2)”  del bilancio di previsione 2018-2020;
  4. di incaricare l’UO Infrastrutture Strade e Concessioni della Direzione Infrastrutture Trasporti e Logistica dell'esecuzione del presente atto;
  5. di incaricare il Direttore dell’U.O. Infrastrutture Strade e Concessioni della Direzione Infrastrutture Trasporti e Logistica dell’adozione degli atti di impegno di cui al punto 3);
  6. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi degli articoli 26 e 27 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
  7. di informare che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale avanti il Tribunale Amministrativo Regionale del Veneto entro 60 giorni dall’avvenuta conoscenza ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni;
  8. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Torna indietro