Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 87 del 08/09/2017
Scarica la versione firmata del BUR n. 87 del 08/09/2017
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 87 del 08 settembre 2017


Materia: Organizzazione amministrativa e personale regionale

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1405 del 29 agosto 2017

Area Sviluppo Economico. Autorizzazione alla delega di funzioni ad un Vicedirettore e individuazione del Vicedirettore di Area ai sensi dell'art. 9, comma 5-bis della L.R. 31 dicembre 2012 n. 54 e s.m.i..

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento la Giunta regionale autorizza il Direttore Area Sviluppo Economico a delegare proprie funzioni ed individua il Vicedirettore delegato, ai sensi dell'art. 9, comma 5-bis della L.R. 31 dicembre 2012 n. 54 e s.m.i. e in attuazione a quanto previsto dalla Deliberazione della Giunta Regionale n. 1014 del 04/07/2017.

Il Vicepresidente Gianluca Forcolin riferisce quanto segue.

L'art. 9, comma 5-bis, della L.R. 31/12/2012 n. 54 prevede quanto segue: "La Giunta regionale, anche ai sensi dell'art. 24, può autorizzare ciascun Direttore di Area a delegare proprie funzioni ad altro Direttore, che assume la denominazione di Vicedirettore di Area. L'individuazione del Vicedirettore è effettuata dalla Giunta regionale su proposta del Direttore di Area interessato".

L'art. 3 del regolamento regionale relativo alla disciplina delle funzioni dirigenziali della Giunta regionale n. 1 del 31 maggio 2016, nel disciplinare la figura del Vicedirettore di Area, ai commi 3 e 4, prevede - a seguito dell'adozione del provvedimento della Giunta regionale di cui sopra - quanto segue:

"3. Il Direttore di Area, a seguito del provvedimento di cui al comma 2, con proprio decreto, delega al Vicedirettore di Area l'esercizio delle funzioni di propria competenza indicandole espressamente; la delega ha effetto per tutta la durata dell'incarico del Direttore di Area delegante e può essere revocata con decreto dello stesso.

4. Nell'esercizio della delega il Vicedirettore di Area agisce in nome proprio con i poteri del Direttore di Area, fatta salva la facoltà per quest'ultimo, previa comunicazione scritta al delegato, di esercitare in qualsiasi momento le funzioni delegate".

Con Deliberazione n. 1014 del 4/7/2017 "Organizzazione amministrativa della Giunta regionale: assestamento del processo di riorganizzazione. Determinazioni e indirizzi", la Giunta regionale, nel dare atto dell'avvenuta rilevazione, nel corso del 2017, dei procedimenti amministrativi e dei processi a carico delle varie strutture, evidenziandone altresì alcuni elementi importanti di pesatura del rispettivo carico quali il numero di addetti gestiti e la spesa gestita, nell'adottare immediate misure di razionalizzazione dell'organizzazione amministrativa incentrate sull'accorpamento delle competenze omogenee in capo alle strutture specializzate, condizione fondamentale per l'efficientamento dell'azione amministrativa sotto il profilo delle sinergie e valorizzazione della qualificazione, ha disposto la formulazione di proposte da parte dei Direttori di Area di sistemazione dell'organizzazione degli organismi di assegnazione, autorizzando anche la proposta dell'attivazione dell'istituto della Vice Dirigenza d'Area previsto dalla norma sopra richiamata.

Vista la proposta prot. n. 298726 del 20 luglio 2017 a firma del Direttore dell'Area Sviluppo Economico che, con debite motivazioni sia in ordine all'ampiezza e complessità delle attribuzioni dell'Area che al congruo curriculum del dirigente indicato, propone come Vicedirettore di Area il dott. Andrea Comacchio, Direttore della Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca.

Rilevato che, a seguito del presente atto, il Direttore di Area ha facoltà di conferire al citato Direttore di Direzione deleghe inerenti l'ambito delle strutture di Giunta incardinate nell'Area inerenti il settore primario.

Considerato che, nell'individuare tale figura, è stato esaminato il curriculum formativo e professionale e sono state valutate le attitudini e le capacità professionali del Direttore individuato, con particolare riferimento alle materie di competenza dell'Area in questione.

Premesso quanto sopra esposto, si ritiene di conferire l'incarico di Vicedirettore di Area del Direttore dell'Area Sviluppo Economico, al Signor Andrea Comacchio, nato a Bassano del Grappa (Vi) il 21 ottobre 1961, attuale Direttore della Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca, in possesso delle attitudini e capacità professionali per ricoprire l'incarico in oggetto. L'incarico decorrerà dal 1° ottobre 2017 con durata collegata all'incarico del Direttore dell'Area Sviluppo Economico, fatta salva diversa scadenza in relazione ad eventuali cambiamenti organizzativi delle strutture.

Il Vicedirettore di Area godrà di un trattamento economico aggiuntivo annuo pari a € 10.000 a titolo di retribuzione di posizione, come previsto nel contratto decentrato integrativo per il personale dirigenziale della Giunta regionale attualmente vigente.

Il Direttore d'Area conferirà la delega di funzioni con proprio decreto, ai sensi dell'art. 3 del regolamento regionale relativo alla disciplina delle funzioni dirigenziali della Giunta regionale n. 1 del 31 maggio 2016, da trasmettere alla Segreteria di Giunta, alla Segreteria Generale della Programmazione, alla Direzione del Presidente e ai Direttori di Area.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTA la Legge regionale n. 54 del 31 dicembre 2012 e s.m.i.;

VISTO l'art. 3 del regolamento regionale relativo alla disciplina delle funzioni dirigenziali della Giunta regionale n. 1 del 31 maggio 2016;

VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 1014 del 04 luglio 2017;

VISTA la proposta prot. n. 298726 del 20 luglio 2017 a firma del Direttore dell'Area Sviluppo Economico;

delibera

  1. di approvare le premesse quali parti integranti e sostanziali del presente provvedimento;
  2. di autorizzare il Direttore dell'Area Sviluppo Economico a conferire, entro il 30 settembre 2017, delega di proprie funzioni ai sensi dell'art. 9, comma 5 bis della L.R. 31.12.2012, n. 54, provvedendo all'emanazione di apposito decreto ai sensi dell'art. 3 del regolamento regionale relativo alla disciplina delle funzioni dirigenziali della Giunta regionale n. 1 del 31 maggio 2016 e trasmettendo tempestivamente l'atto di delega alla Segreteria di Giunta, alla Segreteria Generale della Programmazione, alla Direzione del Presidente e ai Direttori di Area;
  3. di individuare quale Vicedirettore dell'Area Sviluppo Economico il Signor Andrea Comacchio, nato a Bassano del Grappa (Vi) il 21 ottobre 1961, attuale Direttore della Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca, in possesso delle attitudini e capacità professionali per ricoprire l'incarico in oggetto;
  4. di stabilire che l'incarico decorrerà dal 1° ottobre 2017 con durata collegata all'incarico del Direttore dell'Area Sviluppo Economico, fatta salva diversa scadenza in relazione ad eventuali cambiamenti organizzativi delle strutture;
  5. di dare atto che il Vicedirettore di Area godrà di un trattamento economico aggiuntivo annuo pari a € 10.000 a titolo di retribuzione di posizione, come previsto nel contratto decentrato integrativo per il personale dirigenziale della Giunta regionale attualmente vigente;
  6. di dare atto che la spesa conseguente al presente provvedimento trova copertura finanziaria al corrispondente capitolo del bilancio per l'anno in corso;
  7. di incaricare la Direzione Organizzazione e Personale dell'esecuzione del presente atto;
  8. di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Torna indietro