Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 91 del 20/09/2016
Scarica la versione firmata del BUR n. 91 del 20/09/2016
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 91 del 20 settembre 2016


Materia: Organizzazione amministrativa e personale regionale

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1422 del 15 settembre 2016

Completamento dell'assetto organizzativo a seguito dell'avvio della X legislatura. Individuazione delle Alte Professionalità presso l'Avvocatura regionale e altre disposizioni in materia di posizioni organizzative. Art. 20 L.R. n. 54 del 31 dicembre 2012 e s.m.i.. Art. 10 CCNL 22.01.2004.

Note per la trasparenza

Si tratta, con il presente provvedimento, di adottare alcune disposizioni relative al completamento dell'assetto organizzativo a seguito dell'avvio della X legislatura e di individuare il quadro delle Alte Professionalità presso l'Avvocatura regionale, specificando i contenuti delle posizioni e autorizzando, nel contempo, l'emanazione del relativo avviso di selezione. Nel contempo si dispone la non immediata copertura di talune posizioni organizzative dell'Area Sanità e Sociale, così come viene individuata una disciplina transitoria per la copertura di posizioni che dovessero rendersi vacanti entro l'anno in corso.

Il Vicepresidente Gianluca Forcolin riferisce quanto segue.

Con deliberazione n. 1354 del 1° settembre 2016, la Giunta regionale ha provveduto alla individuazione delle Posizioni Organizzative e delle Alte professionalità, ai sensi dell'art. 20 della L.R. n. 54 del 31 dicembre 2012 e s.m.i., approvando altresì requisiti e criteri per l'assegnazione delle medesime posizioni.

Al punto 6 dell'allegato A alla predetta deliberazione, dalla rubrica "Procedure e Modalità per il conferimento degli incarichi", per quanto concerne " le Alte Professionalità dell'Avvocatura regionale" è stato previsto che, "stante la specificità di dette figure e in considerazione della disciplina particolare stabilita dalla legge regionale 16 agosto 2001, n. 24, l'Amministrazione regionale si riserva di procedere successivamente con separata autonoma procedura, mentre quelle già assegnate rimangono tali fino a diversa determinazione".

A questo riguardo l'Avvocato coordinatore, con nota del 8 settembre 2016 prot. 337437 ha confermato che le prime 7 posizioni di Alta Professionalità corrispondono ai 7 Avvocati inseriti nella struttura a seguito del superamento della selezione effettuata in ossequio alla prescrizione di cui all'art. 4 della L.R. n. 24/2001 istitutiva dell'Avvocatura regionale. Pertanto le predette 7 posizioni di Alta Professionalità con la qualifica "Avvocato" e con numeri identificativi da 1 a 7, possono essere oggetto di assegnazione immediata, essendo tutte a contenuto funzionale simile e non esistendo altri soggetti che abbiano conseguito tale inquadramento, secondo quanto previsto dalla deliberazione n. 46 del 21.1.2003.

Mentre, per le restanti tre posizioni di Alte Professionalità, l'Avvocato Coordinatore ha segnalato nella stessa nota che non essendo queste soggette al predetto vincolo di riconoscimento, esse possono essere identificate con contenuti riconducibili tipici dell'attività stragiudiziale afferibile all'attività professionale dell'avvocato, con esclusione della gestione del mandato alle liti.

Essendo queste figure non assoggettate al preventivo superamento della selezione di cui all'art. 4 della legge regionale n. 24/2001, ad esse possono accedere tutti i dipendenti regionali in possesso di idonea attitudine e competenza professionale, ed essere assegnate con le procedure di conferimento previste dalla deliberazione n. 1354/2016.

Si propone, pertanto, che queste tre Alte Professionalità, individuate dai numeri 8, 9 e 10, nell'ambito dell'Avvocatura regionale nell'allegato B della DGR 1354/2016, in luogo della dicitura "Avvocato", siano diversamente denominate nel seguente modo:

  • "A. P. Gestione delle procedure fallimentari e concorsuali di interesse regionale".
  • "A. P. Gestione delle attività di recupero crediti stragiudiziali e di mediazione civile e tributaria".
  • "A. P. Assistenza al contenzioso costituzionale e all'attività consultiva precontenziosa a favore degli organi ed uffici della Regione, nonché agli enti strumentali e società partecipate".

Per l'individuazione degli assegnatari di queste Alte Professionalità si darà luogo alla applicazione della procedura ordinaria prevista per l'assegnazione delle Posizioni organizzative e delle Alte Professionalità prevista dall'allegato A alla deliberazione n. 1354/2016.

Si tratta, pertanto, di autorizzare la Direzione Organizzazione e Personale ad emanare il relativo avviso di selezione per un periodo di sette giorni, così come precedentemente effettuato per tutte le altre Posizioni Organizzative ed Alte Professionalità.

Si espone inoltre che, con nota prot. n. 332616 del 5 settembre 2016, il Direttore Generale dell'Area Sanità e Sociale, ai sensi di quanto previsto dall'avviso per il conferimento dell'incarico di Posizione Organizzativa o Alta Professionalità pubblicato il 6 settembre scorso, proponeva la momentanea sospensione dell'attribuzione delle Posizioni Organizzative sotto indicate, per ragioni organizzative e in considerazione delle specifiche professionalità richieste per la copertura delle medesime :

  • Area Sanità e Sociale: PO A Coordinamento amministrativo di Area;
  • Direzione Risorse Strumentali SSR-CRAV: PO C Attività di supporto alla direzione della struttura;
  • Direzione Risorse Strumentali SSR-CRAV: PO C Coordinamento attività ECM.

Da ultimo, considerato che è attualmente in corso la procedura per la presentazione delle candidature per gli incarichi di Posizioni Organizzative e Alte Professionalità, e che sulla base delle domande pervenute verrà elaborata da ogni Direttore di Area - per ogni singola posizione - una lista dei candidati idonei con relativi punteggi, si propone che le risultanze finali delle valutazioni possano essere considerate utili fino alla data del 31.12.2016, al fine di attribuire le posizioni rimaste nel frattempo vacanti. Successivamente, di norma ogni sei mesi, potrà essere pubblicato apposito avviso per l'assegnazione delle ulteriori posizioni da ricoprire.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTA la Legge regionale n. 54 del 31 dicembre 2012 e s.m.i.;

VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 1354 del 1° settembre 2016;

VISTA la nota prot. n. 337437 del 8 settembre 2016 dell'Avvocato Coordinatore dell'Avvocatura regionale;

VISTA la nota prot. n. 332616 del 5 settembre 2016, del Direttore Generale dell'Area Sanità e Sociale;

delibera

1.   di approvare le premesse quali parti integranti e sostanziali del presente provvedimento;

2.   di modificare l'allegato B della deliberazione n. 1354 del 1° settembre 2016, precisando che le tre Alte Professionalità, individuate dai numeri 8, 9 e 10, nell'ambito dell'Avvocatura regionale, in luogo della dicitura "Avvocato", siano diversamente denominate nel seguente modo:

  • "A. P. Gestione delle procedure fallimentari e concorsuali di interesse regionale"
  • "A. P. Gestione delle attività di recupero crediti stragiudiziali e di mediazione civile e tributaria"
  • "A. P. Assistenza al contenzioso costituzionale e all'attività consultiva precontenziosa a favore degli organi ed uffici della Regione, nonché agli enti strumentali e società partecipate".

3.   di dare atto che la nuova configurazione organizzativa dell'Avvocatura regionale è contenuta nell'Allegato A al presente provvedimento, di cui costituisce parte integrante e sostanziale;

4.   di dare atto che le tre Alte Professionalità sopraccitate possono essere identificate con contenuti riconducibili tipici dell'attività stragiudiziale afferibile all'attività professionale dell'avvocato, con esclusione della gestione del mandato alle liti . Essendo queste figure non assoggettate al preventivo superamento della selezione di cui all'art. 4 della legge regionale n. 24/2001, ad esse possono accedere tutti i dipendenti regionali in possesso di idonea attitudine e competenza professionale, ed essere assegnate con le procedure di conferimento previste dalla deliberazione n. 1354/2016;

5.   di autorizzare la Direzione Organizzazione e Personale ad emanare avviso di selezione per la copertura delle tre posizioni di Alta Professionalità dell'Avvocatura regionale sopra citate, per un periodo di sette giorni, così come precedentemente effettuato per tutte le altre Posizioni Organizzative ed Alte Professionalità;

6.   di dare atto che le 7 posizioni di Alta Professionalità con la qualifica "Avvocato" e con numeri identificativi da 1 a 7, di cui all'allegato B della deliberazione n. 1354/2016, possono essere oggetto di assegnazione immediata, essendo tutte a contenuto funzionale simile e non esistendo altri soggetti che abbiano conseguito tale inquadramento, secondo quanto previsto dalla deliberazione n. 46 del 21.1.2003;

7.   di sospendere momentaneamente, in conformità a quanto richiesto dal Direttore Generale dell'Area Sanità e Sociale, con nota prot. n. 332616 del 5.09.2016, l'attribuzione delle Posizioni Organizzative sotto indicate nell'ambito dell'Area medesima:

  • Area Sanità e Sociale: PO A Coordinamento amministrativo di Area
  • Direzione Risorse Strumentali SSR-CRAV: PO C Attività di supporto alla direzione della struttura
  • Direzione Risorse Strumentali SSR-CRAV: PO C Coordinamento attività ECM;

8.   di dare inoltre atto che - sulla base delle candidature pervenute nell'ambito della procedura per il conferimento degli incarichi di Posizione Organizzativa ed Alte Professionalità - verrà elaborata da ogni Direttore di Area, per ogni singola posizione, una lista dei candidati idonei con relativi punteggi. Le risultanze finali delle valutazioni potranno essere considerate utili fino alla data del 31.12.2016, al fine di attribuire le posizioni rimaste nel frattempo vacanti. Successivamente, di norma ogni sei mesi, potrà essere pubblicato apposito avviso per l'assegnazione delle ulteriori posizioni da ricoprire;

9.   di dare atto che il presente provvedimento non comporta spesa a carico del bilancio regionale;

10.   di incaricare la Direzione Organizzazione e Personale dell'esecuzione del presente atto;

11.   di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

1422_AllegatoA_330094.pdf

Torna indietro