Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 37 del 22/04/2016
Scarica la versione firmata del BUR n. 37 del 22/04/2016
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 37 del 22 aprile 2016


Materia: Organizzazione amministrativa e personale regionale

Deliberazione della Giunta Regionale n. 515 del 19 aprile 2016

Organizzazione amministrativa della Giunta regionale: ridefinizione dell'assetto organizzativo delle Aree di coordinamento (art. 9, comma 3, l.r. n. 54/2012). Deliberazione della Giunta regionale n. 435 del 15 aprile 2016. Provvedimenti attuativi.

Note per la trasparenza

Si tratta con il presente provvedimento di procedere agli adempimenti attuativi della DGR n. 435 del 15 aprile 2016, con la quale si è provveduto alla ridefinizione dell'assetto organizzativo delle nuove Aree di coordinamento, a seguito del parere favorevole della Prima Commissione Consiliare n. 84 del 13 aprile 2016.

Il Vicepresidente Gianluca Forcolin riferisce quanto segue.

Con deliberazione n. 2045 del 23 dicembre 2015 la Giunta regionale ha dato seguito allo sviluppo del progetto di "ridefinizione dell'assetto organizzativo" delle strutture regionali, approvato con deliberazione n. 1197 del 15 settembre 2015. In particolare, è stato autorizzato l'avvio delle ulteriori due fasi di ridefinizione del modello organizzativo : l'analisi della situazione organizzativa attuale e la definizione del modello organizzativo futuro.

Nell'ambito del processo di riorganizzazione e modifica della L.R. n. 54/2012, si è ritenuto di anticipare la definizione della nuova Macrostruttura con l'istituzione di cinque aree di coordinamento generale, nella coerenza del quadro generale del nuovo disegno organizzativo, lasciando invariata l'area Sanità e Sociale in relazione alle competenze attribuite al Direttore Generale della stessa dall'art. 1, comma 4, della L.R. n. 23/2012.

Con deliberazione n. 25/CR del 7 aprile 2016 è stata sottoposta al parere della Prima Commissione del Consiglio regionale la ridefinizione dell'assetto organizzativo delle Aree di coordinamento. Il predetto provvedimento proponeva la seguente nuova configurazione organizzativa:

NUOVA MACROSTRUTTURA
AREE DI COORDINAMENTO

Area 1

Area Sviluppo Economico

Coordinamento e sviluppo in materia di Turismo, Sviluppo Economico, Agricoltura e Sistema Rurale

-         DIPARTIMENTO TURISMO

-         DIPARTIMENTO SVILUPPO ECONOMICO

-         DIPARTIMENTO AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE

Area 2

Area Capitale Umano e Cultura

Coordinamento e sviluppo in materia di Cultura, Istruzione, Formazione e Lavoro

-         DIPARTIMENTO CULTURA

-         DIPARTIMENTO ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

Area 3

Area Programmazione e Sviluppo Strategico

Coordinamento e sviluppo in materia di Enti Locali, Persone Giuridiche, Controllo Atti, Gestione Commissariali e Post-emergenziali, Grandi Eventi, Politiche e Cooperazione Internazionali

-         DIPARTIMENTO POLITICHE E COOPERAZIONE INTERNAZIONALI

-         DIPARTIMENTO ENTI LOCALI, PERSONE GIURIDICHE E CONTROLLO ATTI, GESTIONI COMMISSARIALI E POST EMERGENZIALI GRANDI EVENTI

Area 4

Area Tutela e Sviluppo del Territorio

Coordinamento e sviluppo in materia di Infrastrutture, Mobilità, Governo del Territorio, Lavori Pubblici, Ambiente e Difesa del Suolo .

-         DIPARTIMENTO RIFORMA SETTORE TRASPORTI

-         DIPARTIMENTO TERRITORIO

-         DIPARTIMENTO COORDINAMENTO OPERATIVO RECUPERO TERRITORIALE/ AMBIENTALE

-         DIPARTIMENTO DIFESA DEL SUOLO E FORESTE

-         DIPARTIMENTO AMBIENTE

-         DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI

Area 5

Area Risorse Strumentali

Coordinamento e sviluppo in materia di Bilancio, Affari Generali, Demanio Patrimonio e Sedi

-        DIPARTIMENTO BILANCIO

-        DIPARTIMENTO AFFARI GENERALI DEMANIO PATRIMONIO E SEDI

AREE DI COORDINAMENTO INVARIATE

Area 6

Area Sanità e sociale

Coordinamento e sviluppo in materia di politiche Sanitarie e Socio-Sanitarie - competenze competenze attribuite al Direttore Generale della stessa dall'art. 1, comma 4, della L.R. n. 23/2012


La Prima Commissione Consiliare ha espresso - in merito alla citata deliberazione n. 25/CR - parere favorevole n. 84, nel corso della seduta del 13 aprile 2016.

La Giunta regionale con provvedimento n. 435 del 15 aprile 2016 ha preso atto del parere favorevole suddetto, individuando le nuove Aree di coordinamento nei termini sopra esposti.

Ai fini della copertura dei nuovi posti di Direttore di Area (Aree da 1 a 5), viene conferito mandato alla Sezione Risorse Umane di pubblicare, nel sito istituzionale, apposito avviso di selezione ai sensi dell'art. 12 del Regolamento regionale di attuazione della legge regionale n. 54/2012 approvato con deliberazione n. 2139 del 25.11.2013, per un periodo di 10 giorni, stante la necessità di assicurare adeguato presidio alle strutture entro la data del 30 giugno 2016.

La parametrazione economica delle nuove Aree è provvisoriamente determinata secondo quanto previsto per le Aree attualmente coperte e oggetto dell' avviso, in attesa del completamento del quadro organizzativo e della conseguente ridefinizione generale dei trattamenti economici della dirigenza.

 

Al conferimento degli incarichi si provvederà ad avvenuta ricognizione della dotazione organica regionale della dirigenza e a seguito del riordino delle competenze, ai sensi e per gli effetti dell'art. 1 commi 219 e 221 della legge 28 dicembre 2015, n.208 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello stato - legge di stabilità 2016) così come stabilito nella Conferenza Unificata del 14 aprile u.s..

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta Regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura proponente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTA la Legge Regionale n. 54 del 31 dicembre 2012 e il suo regolamento attuativo di cui alla deliberazione n. 2139 del 25.11.2013;

VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 25/CR del 7 aprile 2016;

VISTO il parere favorevole n. 84, espresso dalla Prima Commissione Consiliare in data 13 aprile 2016;

VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 435 del 15 aprile 2016;

delibera

  1. di approvare le premesse quali parti integranti e sostanziali del presente provvedimento;
  2. di dare atto che con deliberazione n. 435 del 15 aprile 2016 è stato ridefinito l'assetto organizzativo delle nuove Aree di coordinamento - a seguito di parere favorevole n. 84 espresso dalla Prima Commissione Consiliare in data 13 aprile 2016;
  3. di conferire mandato alla Sezione Risorse Umane di pubblicare, nel sito istituzionale, apposito avviso di selezione ai sensi dell'art. 12 del Regolamento regionale di attuazione della legge regionale n. 54/2012 approvato con deliberazione n. 2139 del 25.11.2013, per un periodo di 10 giorni, stante la necessità di assicurare adeguato presidio alle strutture;
  4. la parametrazione economica delle nuove Aree è provvisoriamente determinata secondo quanto previsto per le Aree attualmente coperte e oggetto dell' avviso, in attesa del completamento del quadro organizzativo e della conseguente ridefinizione generale dei trattamenti economici della dirigenza;
  5. di stabilire che al conferimento degli incarichi si provvederà ad avvenuta ricognizione della dotazione organica regionale della dirigenza e a seguito del riordino delle competenze, ai sensi e per gli effetti dell'art. 1 commi 219 e 221 della legge 28 dicembre 2015, n.208 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello stato - legge di stabilità 2016) così come stabilito nella Conferenza Unificata del 14 aprile u.s.;
  6. di dare atto che la presente deliberazione non comporta ulteriore spesa a carico del bilancio regionale;
  7. di incaricare la Sezione Risorse Umane dell'esecuzione del presente atto;
  8. di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione.

 

Torna indietro