Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 109 del 17/12/2013
Scarica la versione firmata del BUR n. 109 del 17/12/2013
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 109 del 17 dicembre 2013


Materia: Referendum

Deliberazione della Giunta Regionale n. 2266 del 10 dicembre 2013

Indizione referendum consultivo sul progetto di legge n. 372 concernente la "Istituzione del nuovo Comune di Civitanova Polesine mediante fusione dei Comuni di Arquà Polesine, Costa di Rovigo, Frassinelle Polesine, Pincara, Villamarzana e Villanova del Ghebbo della Provincia di Rovigo".

Note per la trasparenza:

Con questo provvedimento la Giunta Regionale indice il referendum consultivo per la fusione dei Comuni di Arquà Polesine, Costa di Rovigo, Frassinelle Polesine, Pincara, Villamarzana e Villanova del Ghebbo della Provincia di Rovigo, convoca i comizi elettorali per lo svolgimento del referendum e approva il quesito referendario.

 

L'Assessore Roberto Ciambetti riferisce quanto segue:

Con provvedimento n. 97 in data 26 novembre 2013, il Consiglio Regionale ha deliberato di ritenere meritevole di prosecuzione, ai sensi dell'articolo 5, commi 2 e 3, della legge regionale 24 dicembre 1992, n. 25, l'iter legislativo del progetto di legge n. 372 - disegno di legge d'iniziativa della Giunta Regionale relativo a "Istituzione del nuovo Comune di Civitanova Polesine mediante fusione dei Comuni di Arquà Polesine, Costa di Rovigo, Frassinelle Polesine, Pincara, Villamarzana e Villanova del Ghebbo della Provincia di Rovigo".

Occorre, ora, procedere, ai sensi del combinato disposto dagli articoli 5 e 6 della legge regionale n. 25/92 e articoli 24, 25 e 26 della legge regionale n. 1/73 e successive modificazioni, alla indizione del referendum consultivo delle popolazioni interessate che può aver luogo, sentite le Amministrazioni Comunali coinvolte, domenica 9 febbraio 2014 dalle ore 07.00 alle ore 22.00, nonché alla formulazione del relativo quesito.

Si propone, pertanto, di deliberare in merito, avvalendosi, nell'espletamento delle operazioni riguardanti il referendum, degli Uffici dei Comuni di Arquà Polesine, Costa di Rovigo, Frassinelle Polesine, Pincara, Villamarzana e Villanova del Ghebbo della Provincia di Rovigo, ai sensi dell'articolo 17, primo comma, della legge regionale 12 gennaio 1973, n. 1 e successive modificazioni, formulando il seguente quesito:

"E' lei favorevole al progetto di legge n. 372 relativo alla istituzione del nuovo Comune di Civitanova Polesine mediante fusione dei Comuni di Arquà Polesine, Costa di Rovigo, Frassinelle Polesine, Pincara, Villamarzana e Villanova del Ghebbo della Provincia di Rovigo?"

Considerato poi che gli oneri del referendum sono a carico della Regione, ai sensi dell'articolo 28 della legge regionale 12 gennaio 1973, n. 1 e successive modificazioni, si propone di demandare al dirigente regionale della Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti di impegnare la spesa necessaria ed occorrente per lo svolgimento del referendum, nonché l'approvazione, su presentazione della relativa rendicontazione, della spesa sostenuta e l'erogazione del rimborso ai Comuni di Arquà Polesine, Costa di Rovigo, Frassinelle Polesine, Pincara, Villamarzana e Villanova del Ghebbo della Provincia di Rovigo.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta Regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, incaricato dell'istruzione dell'argomento in questione ai sensi dell'art. 53, quarto comma, dello Statuto, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione regionale e statale.

VISTO l'articolo 133, secondo comma, della Costituzione.

VISTO l'articolo 27 dello Statuto del Veneto.

VISTE le leggi regionali 24 dicembre 1992, n. 25 e 12 gennaio 1973, n. 1 e successive modificazioni.

VISTA la deliberazione del Consiglio Regionale n. 97 del 26 novembre 2013.

VISTA la legge regionale del 29 novembre 2011, n. 39.

VISTA la legge regionale 5 aprile 2013, n. 4.

VISTA la DGR n. 631 del 7 maggio 2013.

delibera

1.       di indire il referendum consultivo sul progetto di legge n. 372 concernente la "Istituzione del nuovo Comune di Civitanova Polesine mediante fusione dei Comuni di Arquà Polesine, Costa di Rovigo, Frassinelle Polesine, Pincara, Villamarzana e Villanova del Ghebbo della Provincia di Rovigo". Al referendum partecipa, ai sensi dell'articolo 6, comma 2, della legge regionale 24 dicembre 1992, n. 25 e successive modificazioni ed integrazioni, la popolazione elettorale dei Comuni di Arquà Polesine, Costa di Rovigo, Frassinelle Polesine, Pincara, Villamarzana e Villanova del Ghebbo della Provincia di Rovigo;

2.       di convocare per domenica 9 febbraio 2014 i comizi elettorali per la consultazione referendaria le cui operazioni di voto si svolgeranno dalle ore 07.00 alle ore 22.00 della stessa giornata. Per lo svolgimento della consultazione referendaria si osservano le norme previste dallo Statuto del Veneto, dalla legge regionale 12 gennaio 1973, n. 1 e successive modificazioni, dalla legge regionale 24 dicembre 1992, n. 25 e successive modificazioni e, per quanto non previsto dalle stesse, si osservano le norme sui referendum e sulla iniziativa legislativa del popolo previste dalla Costituzione;

3.       di approvare il sottoelencato quesito, da rivolgere alla popolazione elettorale interessata, da iscrivere nella scheda per il referendum:

"E' LEI FAVOREVOLE AL PROGETTO DI LEGGE N. 372 RELATIVO ALLA ISTITUZIONE DEL NUOVO COMUNE DI CIVITANOVA POLESINE MEDIANTE FUSIONE DEI COMUNI DI ARQUA' POLESINE, COSTA DI ROVIGO, FRASSINELLE POLESINE, PINCARA, VILLMARZANA E VILLANOVA DEL GHEBBO DELLA PROVINCIA DI ROVIGO?"

SI'

 

NO

 

4.       di avvalersi, per l'espletamento delle operazioni riguardanti il referendum consultivo, degli Uffici dei Comuni di Arquà Polesine, Costa di Rovigo, Frassinelle Polesine, Pincara, Villamarzana e Villanova del Ghebbo ai sensi dell'articolo 17, primo comma, della legge regionale 12 gennaio 1973, n. 1 e successive modificazioni ed integrazioni;

5.       di dare atto che le spese per lo svolgimento del referendum consultivo sono a carico della Regione ai sensi dell'articolo 28 della legge regionale 12 gennaio 1973, n. 1 e successive modificazioni ed integrazioni;

6.       di demandare al dirigente regionale della Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti di impegnare la spesa necessaria ed occorrente per lo svolgimento del referendum, nonché l'approvazione, su presentazione della relativa rendicontazione, della spesa sostenuta e l'erogazione del rimborso ai Comuni di Arquà Polesine, Costa di Rovigo, Frassinelle Polesine, Pincara, Villamarzana e Villanova del Ghebbo della Provincia di Rovigo;

7.       di dare atto che le spese di cui al punto 5. non rientrano nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. 1/2011;

8.       di incaricare la Direzione Regionale Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti dell'esecuzione del presente atto;

9.       di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino ufficiale della Regione.

Torna indietro