Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 110 del 31/12/2012
Scarica la versione firmata del BUR n. 110 del 31/12/2012
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 110 del 31 dicembre 2012


Materia: Ambiente e beni ambientali

Deliberazione della Giunta Regionale n. 2610 del 18 dicembre 2012

S.I.F.A. S.c.p.a. - Progetto definitivo del "Trattamento dei rifiuti contaminati da inorganici nella piattaforma logistica in area 23 ha", previsto dall'art. 4 punto B dell'A.d.P. per la gestione dei fanghi di dragaggio dei canali di grande navigazione e la riqualificazione ambientale, paesaggistica, idraulica e viabilistica dell'area Malcontenta - Marghera. Comune di Venezia. Procedura di V.I.A. ai sensi del D.Lgs. 152/2006, DGR n. 1539/2011 (O.P.C.M. 3383/2004 - O.P.C.M. 3932/2011). Giudizio favorevole di compatibilità ambientale.

Note per la trasparenza:

Il presente provvedimento esprime giudizio di compatibilità ambientale favorevole per il progetto relativo all'impianto di trattamento rifiuti contaminati da inorganici nella piattaforma 23 ha, previsto nell'ambito degli interventi di cui all'Accordo di Programma per la gestione dei fanghi di dragaggio dei canali di grande navigazione e la riqualificazione ambientale, paesaggistica, idraulica e viabilistica dell'area Malcontenta - Marghera (A.d.P. Moranzani).

L'Assessore Renato Chisso, di concerto con l'Assessore Maurizio Conte, riferisce quanto segue.

In data 09/08/2012 è stata presentata, per l'intervento in oggetto, dalla società S.I.F.A. - Sistema Integrato Fusina Ambiente - S.c.p.a., con sede legale: Mestre (Venezia), Via Torino, 141, CAP 30172, P.IVA e C.F. 03628140273, domanda di procedura di valutazione d'impatto ambientale, ai sensi del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii. (D.G.R. 1539/2011) e delle O.P.C.M. n. 3383 del 03/12/2004 e n. 3932 del 07/04/2011, acquisita con prot. n. 369641/63.01.07 del 09/08/2012.

Contestualmente alla domanda sono stati depositati, presso l'Unità Complessa V.I.A. della Regione Veneto, presso la Provincia di Venezia, presso il Comune di Venezia e presso la sede del Commissario Delegato per l'emergenza socio-economica-ambientale relativa ai canali portuali di grande navigazione della laguna di Venezia, il progetto definitivo, lo studio di impatto ambientale ed il relativo riassunto non tecnico.

Il proponente ha provveduto a pubblicare, in data 29/08/2012 sul quotidiano "Il Gazzettino", l'avviso a mezzo stampa di cui al comma 2 dell'art. 24 del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii.. Lo stesso ha inoltre provveduto alla presentazione al pubblico dei contenuti del progetto e del SIA, ai sensi dell'art. 15 della L.R. 10/1999 e ss.mm.ii., in data 05/09/2012 presso la sede del Commissario Delegato per l'emergenza socio-economica-ambientale relativa ai canali portuali di grande navigazione della laguna di Venezia.

Il gruppo istruttorio al quale è stato affidato l'esame del progetto ha effettuato due incontri tecnici rispettivamente in data 04/10/2012 ed in data 28/11/2012.

In data 22/11/2012 il proponente ha trasmesso documentazione aggiuntiva, acquisita con prot. n. 531885 del 22/11/2012.

Con riferimento alla verifica della relazione di valutazione d'incidenza ambientale, in data 30/08/2012 con prot. n. 391490, gli uffici dell'U.C. V.I.A. hanno provveduto a trasmettere al Servizio Pianificazione Territoriale dell'Unità di Progetto Coordinamento Commissioni la dichiarazione della non necessità della procedura di valutazione di incidenza depositata dal proponente.

In data 29/11/2012 con prot. n. 538500/63.01.07, il Servizio Pianificazione Territoriale dell'Unità di Progetto Coordinamento Commissioni ha trasmesso la relazione istruttoria tecnica n. 193/2012, con la quale si prende atto della dichiarazione della non necessità della procedura di valutazione di incidenza e si dichiara che la stessa è redatta in modo conforme alla D.G.R. 3173/2006.

Il Presidente della Commissione nella riunione del 07/11/2012 ha disposto, ai sensi dell'art. 26 del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii. e delle O.P.C.M. n. 3383 del 03/12/2004 e n. 3932 del 07/04/2011, la proroga di 30 giorni per l'espressione del parere sul progetto in esame.

Conclusa l'istruttoria tecnica con parere n. 383 del 05/12/2012, Allegato A del presente provvedimento, la Commissione Regionale V.I.A., all'unanimità dei presenti, ha espresso parere favorevole al rilascio del giudizio di compatibilità ambientale sul progetto, prendendo atto della non necessità della procedura di valutazione di incidenza ambientale, con le prescrizioni di cui al citato parere.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta Regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, incaricato della istruzione dell'argomento in questione ai sensi dell'art. 53, quarto comma dello Statuto, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la legislazione statale e regionale;

VISTO il D.Lgs. n. 152 /2006 e ss.mm.ii.;

VISTO il D.Lgs. n. 104/2010;

VISTA l'O.P.C.M. n. 3383/2004;

VISTA l'O.P.C.M. n. 3932/2011;

VISTA la L.R. n. 10/1999 e ss.mm.ii.;

VISTA la D.G.R. n. 3173/2006;

VISTA la D.G.R. n. 1539/2011;

VISTO il parere n. 383 del 05/12/2012, Allegato A, che forma parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

delibera

1. di dare atto che le premesse costituiscono parte integrante del presente provvedimento;

2. di prendere atto, facendolo proprio, del parere n. 383 espresso dalla Commissione Regionale V.I.A. nella seduta del 05/12/2012, Allegato A del presente provvedimento di cui forma parte integrante, ai fini del rilascio del giudizio di compatibilità ambientale del progetto definitivo inerente la realizzazione del "Trattamento dei rifiuti contaminati da inorganici nella piattaforma logistica in area 23 ha", previsto dall'art. 4 punto B dell'Accordo di Programma per la gestione dei fanghi di dragaggio dei canali di grande navigazione e la riqualificazione ambientale, paesaggistica, idraulica e viabilistica dell'area Malcontenta - Marghera", presentato dalla società S.I.F.A. S.c.p.a. - Sede legale in Mestre (Venezia), Via Torino, 141, CAP 30172, P.IVA e C.F. 03628140273;

3. di esprimere, ai sensi del D.Lgs. n. 152/2006 e ss.mm.ii., giudizio favorevole di compatibilità ambientale per l'intervento in oggetto, dando atto della non necessità della procedura di valutazione di incidenza ambientale, secondo le prescrizioni di cui all'allegato parere (Allegato A);

4. di dare atto che, ai sensi di quanto stabilito dall'art. 26, comma 6 del D.Lgs. n. 152/2006, l'intervento dovrà essere realizzato entro cinque anni dalla pubblicazione del presente provvedimento. Trascorso detto periodo, salvo proroga concessa su istanza del proponente, la valutazione di impatto ambientale dovrà essere reiterata;

5. di dare atto che il presente provvedimento costituisce adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione Europea;

6. di trasmettere il presente provvedimento alla società S.I.F.A. S.c.p.a - Sistema Integrato Fusina Ambiente (C.F. e P.IVA 03628140273) con sede legale in Via Torino, 151 - 30172 Mestre (VE) e di comunicare l'adozione dello stesso alla Provincia di Venezia, al Comune di Venezia (VE), alla Direzione Regionale Urbanistica e Paesaggio, al Servizio Pianificazione Ambientale dell'Unità di Progetto Coordinamento Commissioni (VAS VINCA NUV), alla Direzione Regionale Progetto Venezia, all'Unità di Progetto Genio Civile di Venezia, all'Area Tecnico-Scientifica della Direzione Generale dell'ARPAV, al Dipartimento Provinciale ARPAV di Venezia, all'ARPAV - Servizio Osservatorio Suolo e Rifiuti, all'Autorità Portuale di Venezia, al Magistrato alle Acque di Venezia, al Consorzio di Bonifica Acque Risorgive ed al Commissario Delegato per l'Emergenza Socio Economico Ambientale relativa ai Canali Portuali di Grande Navigazione della Laguna di Venezia;

7. di dare atto che avverso il presente provvedimento, è ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) oppure in via alternativa al Presidente della Repubblica, nei termini e nelle modalità previste dal Decreto Legislativo n.104/2010;

8. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;

9. di incaricare la Direzione Regionale Tutela Ambiente - U.C. V.I.A. dell'esecuzione del presente atto;

10. di pubblicare il presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto.


(seguono allegati)

2610_AllegatoA_244751.pdf

Torna indietro