Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 93 del 09/12/2011
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 93 del 09 dicembre 2011


Materia: Sanità e igiene pubblica

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1937 del 22 novembre 2011

L.R. n. 5 del 9 febbraio 2001, art. 15. Ricerca Sanitaria Finalizzata. Attuazione programma annuale. Valutazione progetti pluriennali di ricerca per l'anno 2010.


Note per la trasparenza: 

Recepimento delle valutazioni del Gruppo Tecnico di cui alla DGR 2407/2010 e DSR 5/2011 delle Ricerche sanitarie finalizzate presentate in base al Bando 2010. Finanziamento delle Ricerche con gli score più alti e di quelle in linea con la Pianificazione Sanitaria Regionale. Impegno di spesa.

L'Assessore Luca Coletto riferisce quanto segue.

Con deliberazione n. 2407 del 14 ottobre 2010, la Giunta Regionale, ai sensi dell'art. 15 della L.R. n. 5 del 9 febbraio 2001, ha approvato il "Bando di Concorso pubblico per la realizzazione dei progetti pluriennali di Ricerca Sanitaria Finalizzata per l'anno 2010", individuando le Aree ed i Settori di intervento, di specifico interesse regionale, a cui ricondurre la Ricerca Sanitaria Finalizzata per il 2010.

In particolare nella Deliberazione citata si sono individuate le seguenti Aree:

AREA DI RICERCA FINALIZZATA BIOMEDICA - Settori:

1)                  RICERCA TRASLAZIONALE SU PATOLOGIE AD ELEVATO IMPATTO SULLA SALUTE DELLA POPOLAZIONE DELLA REGIONE DEL VENETO:

·                     oncologia, con particolare attenzione alle neoplasie pediatriche;

·                     malattie cardiovascolari, con particolare riferimento alla medicina di genere;

·                     patologie neurodegenerative associate all'invecchiamento della popolazione;

·                     patologie autoimmuni, comprese l'artrite, le malattie muscolo scheletriche e reumatiche;

2)                  APPROCCI INNOVATIVI NELL'APPLICAZIONE DI BIOTECNOLOGIE, TECNOLOGIE MEDICHE E CHIRURGICHE PER LA SALUTE:

·                     trapianti, medicina rigenerativa e terapia cellulare;

·                     approcci diagnostici e terapeutici mini invasivi;

·                     impiego di nanotecnologie per la terapia medica e antitumorale;

·                     ricerca in terapia genica;

AREA DI RICERCA FINALIZZATA SANITARIA - Settori:

3)                  PROPOSTE INNOVATIVE FINALIZZATE ALL'OTTIMIZZAZIONE DEI SERVIZI SOCIO SANITARI OFFERTI AI CITTADINI DEL VENETO:

·                     applicazioni riorganizzative dei servizi di salute mentale, con particolare attenzione a quelli rivolti ad infanzia ed adolescenza;

·                     valutazione dell'uso appropriato di nuove tecnologie, quali farmaci, dispositivi medici, grandi attrezzature, ICT;

·                     proposte di modelli erogativi ed organizzativi per l'attuazione delle aggregazioni funzionali territoriali nella medicina convenzionata;

·                     sviluppo di reti informatiche per il potenziamento della teleriabilitazione e della telemedicina.

È stato specificato che i progetti di ricerca non afferenti a nessuna delle aree citate, non sarebbero stati presi in considerazione.

Per l'insieme dei progetti pluriennali presentati ed approvati per ciascuna delle aree sopra indicate per la Ricerca Sanitaria Finalizzata per l'anno 2010 si è stabilito un finanziamento composto da:

- € 2.600.000,00 afferenti al Capitolo di Bilancio n. 60047 (UPB U0140);

- l'importo afferente al Capitolo di Bilancio n. 101547 (UPB U0140) "Ricerca Sanitaria finanziata con la quota del 5 per mille dell'IRPEF (art. 1, c. 1234, lett. C, L. 27/12/2006, n. 296)".

Considerato che l'importo afferente al Capitolo n. 101547, già accertato nel corrispondente Capitolo d'entrata, è pari ad € 25.726,68, l'importo totale risulta pari ad € 2.625.726,68.

Per quanto concerne le modalità ed i termini di presentazione delle domande e lo svolgimento dei progetti di ricerca, il Bando per l'anno 2010 allegato alla DGR n. 2407 del 14/10/2010, pubblicato sul BURV n. 82 del 29/10/2010, ha, in particolare, fissato che:

ART. 2 - Soggetti che possono presentare progetti di Ricerca Sanitaria Finalizzata

Possono presentare progetti di ricerca tutti i soggetti pubblici e privati operanti nel territorio regionale nel campo della ricerca sanitaria o di interesse sanitario, esclusivamente tramite le Aziende U.L.S.S, le Aziende Ospedaliere e gli IRCCS esistenti sul territorio regionale.

I progetti di ricerca, presentati dai singoli ricercatori, nonché dai soggetti di cui al precedente comma, saranno ammessi solo se viene documentata la disponibilità di idonee strutture di ricerca proprie o di enti o istituti con i quali intendono operare, correlati dalle firme dei loro legali rappresentanti, con sede legale nella Regione Veneto.

Saranno oggetto di particolare considerazione:

·      i progetti presentati da Aziende che vedano come partecipanti più Unità Operative della rete regionale, cioè che siano in grado di esprimere aggregazioni per Aree Disciplinari o Interdisciplinari, nonché progettualità di Area Vasta; ciò vale in particolare per quel che riguarda i progetti presentati o comunque coinvolgenti gli IRCCS;

·      i progetti che prevedono co-finanziamenti, garantiti con fondi privati documentati (che comunque dovranno essere esclusivamente in denaro);

·      la comprovata capacità del responsabile scientifico e dei suoi eventuali collaboratori di saper condurre la ricerca e di aver già dato contributi scientifici, ancorché preliminari, nel tema del progetto.

Ogni Azienda ULSS può presentare non più di due progetti, propri o di altri soggetti pubblici e/o privati operanti nel territorio regionale, nel campo della ricerca sanitaria o di interesse sanitario; le Aziende Ospedaliere di Padova e Verona non più di quattro progetti, di cui due propri e/o di altri soggetti pubblici e privati, operanti nel territorio regionale, nel campo della ricerca sanitaria o di interesse sanitario e due delle Università; gli IRCCS non più di due progetti, propri o di altri soggetti pubblici e/o privati operanti nel territorio regionale, nel campo della ricerca sanitaria o di interesse sanitario.

ART. 3 - Modalità e termini di presentazione dei progetti

Il progetto di ricerca, da redigersi in carta semplice e in tre copie, di cui una in originale, secondo lo schema allegato, dovrà essere trasmesso alla Giunta Regionale del Veneto - Segreteria per la Sanità, San Polo 2514 - 30125 Venezia entro il termine perentorio di giorni 60 dalla data di pubblicazione del presente bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto.

Ciascuna Azienda o IRCCS dovrà inviare i progetti, nel limite massimo consentito dal Bando, con lettera di accompagnamento del Direttore Generale (con raccomandata con avviso di ricevimento, e a tal fine farà fede il timbro dell'Ufficio Postale accettante), oppure mediante consegna presso gli Uffici della Segreteria per la Sanità, San Polo 2514 - 30125 Venezia, entro il termine prescritto.

I progetti pervenuti oltre i termini sopra indicati, o con diverse modalità di spedizione, non saranno presi in considerazione.

ART. 10 - Durata dei Progetti di Ricerca

I progetti di ricerca sanitaria finalizzata devono avere durata massima di anni 2. Solo in via del tutto eccezionale e per motivate e riconosciute cause di forza maggiore, la ricerca potrà essere prorogata al massimo per altri 18 mesi, per una sola volta previa richiesta da far pervenire alla Regione da parte del responsabile scientifico prima della scadenza del termine fissato per la conclusione della ricerca stessa.

Per l'anno 2010 sono pervenute da parte delle Aziende U.L.S.S, delle Aziende Ospedaliere e degli IRCCS esistenti sul territorio regionale complessivamente n. 52 domande di cui all'Allegato A, che forma parte integrante del presente provvedimento.

Viene escluso dalle ricerche valutabili il progetto di cui n. 28 dell'Allegato A n. 28 "Gestione del dolore toracico nel paziente a medio-basso rischio coronarico: studio sul valore diagnostico/prognostico della Tomografia Computerizzata (TC) e sul ruolo di nuovi biomarcatori cardiovascolari" presentato dall'Az. ULSS 9 e dal responsabile scientifico dr. Morara Giovanni, in quanto è stato inviato in data successiva alla scadenza dei termini di presentazione delle domande e, tra l'altro, come terzo progetto dell'Az. ULSS 9.

Rimangono escluse dalla valutazione, su espressa indicazione dei Direttori Generali interpellati al riguardo, in quanto inviate in numero eccedente rispetto a quello previsto dal bando all'articolo 2, le seguenti 2 domande di cui all'Allegato A:

-                    n. 33 "Sistema miniaturizzato, personale, portatile, riutilizzabile e wireless per il supporto infermieristico nella rilevazione di misure biometriche e segnalazione di situazioni potenzialmente critiche finalizzate ad un intervento precoce per pazienti in degenza e alla realizzazione di una banca dati bio-metrica per elaborazioni biostatistiche estese" presentata dall'Az. ULSS 13 e dal Responsabile Scientifico Dr. Azzarello Giuseppe;

-                    n. 40 "Progetto interaziendale per la definizione di modelli organizzativi evoluti in particolari contesti di medicina specialistica ambulatoriale interna" presentata dall'Az. ULSS 17 e dal Responsabile Scientifico Dr.ssa Campi Susi.

Inoltre il Gruppo Tecnico Consultivo non ha ritenuto valutabili, così come risulta dai verbali agli atti presso la Segreteria regionale per la Sanità, le 3 seguenti ricerche di cui all'Allegato A:

-                    n. 13 "Fattori patogenetici della degenerazione dei sistemi neuronali: neurotossicità legata a meccanismi di riparazione del DNA e inibizione trascrizionale" presentata dall'IRCCS E. Medea - Associazione "La Nostra Famiglia" e dal Responsabile Scientifico dott.ssa Orso Genny. Il Gruppo Tecnico Consultivo ha ritenuto non valutatabile tale ricerca in quanto l'IRCCS Medea ha sede legale a Bosisio Parini (Lecco), in Lombardia, mentre nel bando, e precisamente all'art. 2 sopracitato in cui si indicano i "Soggetti che possono presentare progetti di Ricerca Sanitaria Finalizzata", si precisa che i progetti vanno presentati esclusivamente tramite le Aziende U.L.S.S, le Aziende Ospedaliere e gli IRCCS esistenti sul territorio regionale;

-                    n. 14 "Ruolo della Neuroriabilitazione nel recupero funzionale del bambino con tumore cerebrale" presentata dall'IRCCS E. Medea - Associazione "La Nostra Famiglia" e dal Responsabile Scientifico dr. Perilongo Giorgio; non valutabile per gli stessi motivi di cui sopra;

-                    n. 29 "Studio Multicentrico per la valutazione di un nuovo Test (TQS) per la determinazione dello stato immunitario nei confronti del Tetano, del Paziente con ferita in Pronto Soccorso" presentata dall'Az. ULSS 10 e dalla Dr.ssa Prevaldi Carolina. Il Gruppo Tecnico Consultivo ha ritenuto non valutabile tale studio in quanto non afferente a nessuna delle aree citate.

In totale si sono considerati non valutabili n. 6 progetti.

Come previsto dagli artt. 6 e 7 del Bando, il Gruppo Tecnico Consultivo per la Ricerca Sanitaria Finalizzata, formato dai Dirigenti delle Strutture afferenti alla Segreteria regionale per la Sanità interessati per materia e dai componenti esterni all'Amministrazione Regionale nominati con Decreto del Segretario Regionale n. 5 del 3/2/2011, ha quindi valutato complessivamente n. 46 progetti, secondo le modalità previste dall'art. 6 del Bando.

L'ammontare complessivo richiesto dai progetti inviati dalle Aziende Sanitarie e considerati ammissibili a valutazione è di € 10.574.328,80 a fronte di un finanziamento massimo regionale di € 2.625.726,68.

I progetti che hanno ottenuto valutazione positiva da parte del Gruppo Tecnico Consultivo, e che sono dunque risultati finanziabili, con un importo rimodulato rispetto a quello richiesto, sono di seguito riportati, come evidenziato in Allegato A, che è parte integrante e sostanziale del presente provvedimento:

- Progetto n. 3 presentato dall'Az. Osp. di Padova e dal Resp. Sc. Parolin Maria Cristina € 180.266,02;

- Progetto n. 27 presentato dall'Az. ULSS 9 e dal Resp. Sc. Faronato Pietro Paolo € 243.889,32;

- Progetto n. 18 presentato dall'Az. ULSS 4 e dal Resp. Sc. Toffanin Roberto € 204.124,76;

- Progetto n. 43 presentato dall'Az. ULSS 18 e dal Resp. Sc. Conconi Maria Teresa € 244.705,00;

- Progetto n. 5 presentato dall'A.O.U.I. di Verona e dal Resp. Sc. Tinazzi Michele € 138.451,01;

- Progetto n. 12 presentato dall'IRCCS I.O.V. e dal Resp. Sc. Castoro Carlo € 119.905,46;

- Progetto n. 8 presentato dall'A.O.U.I. di Verona e dal Resp. Sc. Cesaro Simone € 99.350,23;

- Progetto n. 2 presentato dall'Az. Osp. di Padova e dal Resp. Sc. Vianello Andrea € 32.016,97;

- Progetto n. 15 presentato dall'Az. ULSS 1 e dal Resp. Sc. Smania Nicola € 152.389,94;

- Progetto n. 17 presentato dall'Az. ULSS 3 e dal Resp. Sc. Da Rin Giorgio € 84.015,39;

- Progetto n. 6 presentato dall'A.O.U.I. di Verona e dal Resp. Sc. Olivieri Oliviero € 85.402,04;

- Progetto n. 21 presentato dall'Az. ULSS 6 e dal Resp. Sc. Fortuna Paolo € 89.725,17;

- Progetto n. 11 presentato dall'IRCCS I.O.V. e dal Resp. Sc. Zagonel Vittorina € 161.505,30;

- Progetto n. 1 presentato dall'Az. Osp. di Padova e dal Resp. Sc. Baggio Giovannella € 89.725,17;

- Progetto n. 48 presentato dall'Az. ULSS 20 e dal Resp. Sc. Meffeis Claudio € 79.529,12;

- Progetto n. 34 presentato dall'Az. ULSS 13 e dal Resp. Sc. Thiene Gaetano € 101.960,42.

In aggiunta a questi, si propone di ammettere a finanziamento anche gli ulteriori seguenti progetti, valutati positivamente dal Gruppo Tecnico Consultivo e che presentano rilevanti specificità su tematiche di particolare interesse per la programmazione Regionale, così come riportato in Allegato A:

- Progetto n. 7 presentato dall'A.O.U.I. di Verona e dal Resp. Sc. Roberto Castello € 80.052,01;

- Progetto n. 25 presentato dall'Az. ULSS 8 e dal Resp. Sc. Visonà Adriana € 232.687,74;

- Progetto n. 36 presentato dall'Az. ULSS 14 e dal Resp. Sc. Valle Roberto € 47.991,85;

- Progetto n. 38 presentato dall'Az. ULSS 16 e dal Resp. Sc. Lo Giudice Giuseppe € 158.033,76.

In totale sono approvati ed ammessi a finanziamento, per un ammontare complessivo di €. 2.625.726,68, n. 20 progetti elencati nell'Allegato A che forma parte integrante della presente deliberazione.

Gli altri progetti riportati nell'Allegato A risultano pertanto non finanziabili.

Tutto ciò premesso, si propone, in applicazione di quanto previsto dal Bando per la Ricerca Sanitaria Finalizzata - anno 2010 - di procedere alle ammissioni ed esclusioni di cui all'Allegato A.

Considerato che i progetti di ricerca si svolgeranno in un periodo di tempo pluriennale (poiché la durata massima di due anni è prorogabile con richiesta motivata del responsabile scientifico per una sola volta per un massimo di altri 18 mesi) ed inizieranno successivamente alla stipula della convenzione di cui all'Allegato B, si propone che la copertura finanziaria della spesa complessiva di € 2.625.726,68, a favore dei beneficiari indicati nella colonna 2 dell'Allegato A, che abbiano ottenuto il finanziamento indicato nella colonna 9 del medesimo Allegato A, sia disposta come segue:

-                    per l'esercizio finanziario corrente con impegni di spesa pari all'acconto del 70%, ossia ad € 1.838.008,67 da assumere quanto ad € 25.726,68 sul Capitolo n. 101547 ad oggetto "Ricerca Sanitaria finanziata con la quota del 5 per mille dell'IRPEF (art. 1, c. 1234, lett. C, L. 27/12/2006, n. 296)" del Bilancio di previsione annuale che presenta sufficiente disponibilità, e quanto ad € 1.812.281,99 sul Capitolo 60047 ad oggetto "Quota del fondo sanitario regionale parte corrente in gestione accentrata presso la regione-realizzazione azioni strumentali-L. 23/12/1978, n. 833 - art. 15 L.R. 9/2/2001, n. 5" del Bilancio di previsione annuale che presenta sufficiente disponibilità;

-                    per l'esercizio finanziario 2013 con impegno di spesa pari al saldo del 30%, ossia ad € 787.718,01, sul Capitolo 60047 ad oggetto "Quota del fondo sanitario regionale parte corrente in gestione accentrata presso la regione - realizzazione azioni strumentali - L.23/12/1978, n. 833 - art. 15 L.R. 9/2/2001, n. 5" che nel bilancio di previsione pluriennale presenta sufficiente disponibilità, da assumere ad avvenuta esecutività del corrispondente Bilancio di previsione annuale.

I finanziamenti di acconto e saldo, di cui alle colonne 10 e 11 dell'Allegato A, verranno erogati ai beneficiari indicati alla colonna 2 dello stesso Allegato dalla Segreteria regionale per la Sanità, secondo le modalità stabilite nell'art. 4 dello schema di convenzione di cui all'Allegato B.

I progetti di ricerca finanziati sono conservati agli atti dei competenti uffici regionali e indicano gli obiettivi della ricerca e le modalità di attuazione della stessa, in conformità a quanto stabilito nel Bando approvato con DGR n. 2407 del 14/10/2010. Per quanto riguarda in particolare le modalità di spesa del finanziamento concesso ad ogni singolo progetto, si richiama quanto espressamente previsto dall'art. 9 del Bando e si approvano apposite istruzioni da fornire alle Aziende ed ai responsabili scientifici per la gestione del finanziamento (Allegato C al presente provvedimento).

I responsabili scientifici dei progetti allegati, i legali rappresentanti delle strutture che propongono la ricerca ed amministrano il finanziamento concesso ed il Segretario regionale per la Sanità, competente per materia, firmeranno apposita convenzione, secondo la bozza di cui all'Allegato B al presente provvedimento per la disciplina dei rapporti giuridici ed economici tra Regione del Veneto - Responsabile scientifico - Azienda ULSS, Ospedaliera o IRCCS (ossia i responsabili amministrativi che amministrano il finanziamento).

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta Regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

Udito il relatore incaricato dell'istruzione dell'argomento in questione ai sensi dell'art. 33, 2° comma, dello Statuto, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la legislazione regionale e statale;

Vista la L.R. n. 39 del 29/11/2001 "Ordinamento del bilancio e della contabilità della Regione";

Vista la L.R. n. 1 del 7/1/2011;

Vista la L.R. n. 8 del 18/3/2011;

Vista la L.R. 9/2/2001, n. 5, art. 15 "Ricerca Sanitaria Finalizzata";

Visto il Bando per la R.S.F. per l'anno 2010, approvato con DGR n. 2407 del 14/10/2010;

Visto il DSR n. 5 del 3/2/2011;

Visti i giudizi sui progetti esaminati dai componenti del Gruppo Tecnico Consultivo per la Ricerca Sanitaria Finalizzata, agli atti dei competenti uffici regionali;

delibera

1.       di ritenere le premesse parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

2.       di ammettere al finanziamento, per le motivazioni espresse in premessa, i seguenti progetti di cui all'Allegato A:

- Progetto n. 3 presentato dall'Az. Osp. di Padova e dal Resp. Sc. Parolin Maria Cristina € 180.266,02;

- Progetto n. 27 presentato dall'Az. ULSS 9 e dal Resp. Sc. Faronato Pietro Paolo € 243.889,32;

- Progetto n. 18 presentato dall'Az. ULSS 4 e dal Resp. Sc. Toffanin Roberto € 204.124,76;

- Progetto n. 43 presentato dall'Az. ULSS 18 e dal Resp. Sc. Conconi Maria Teresa € 244.705,00;

- Progetto n. 5 presentato dall'A.O.U.I. di Verona e dal Resp. Sc. Tinazzi Michele € 138.451,01;

- Progetto n. 12 presentato dall'IRCCS I.O.V. e dal Resp. Sc. Castoro Carlo € 119.905,46;

- Progetto n. 8 presentato dall'A.O.U.I. di Verona e dal Resp. Sc. Cesaro Simone € 99.350,23;

- Progetto n. 2 presentato dall'Az. Osp. di Padova e dal Resp. Sc. Vianello Andrea € 32.016,97;

- Progetto n. 15 presentato dall'Az. ULSS 1 e dal Resp. Sc. Smania Nicola € 152.389,94;

- Progetto n. 17 presentato dall'Az. ULSS 3 e dal Resp. Sc. Da Rin Giorgio € 84.015,39;

- Progetto n. 6 presentato dall'A.O.U.I. di Verona e dal Resp. Sc. Olivieri Oliviero € 85.402,04;

- Progetto n. 21 presentato dall'Az. ULSS 6 e dal Resp. Sc. Fortuna Paolo € 89.725,17;

- Progetto n. 11 presentato dall'IRCCS I.O.V. e dal Resp. Sc. Zagonel Vittorina € 161.505,30;

- Progetto n. 1 presentato dall'Az. Osp. di Padova e dal Resp. Sc. Baggio Giovannella € 89.725,17;

- Progetto n. 48 presentato dall'Az. ULSS 20 e dal Resp. Sc. Meffeis Claudio € 79.529,12;

- Progetto n. 34 presentato dall'Az. ULSS 13 e dal Resp. Sc. Thiene Gaetano € 101.960,42.

- Progetto n. 7 presentato dall'A.O.U.I. di Verona e dal Resp. Sc. Roberto Castello € 80.052,01;

- Progetto n. 25 presentato dall'Az. ULSS 8 e dal Resp. Sc. Visonà Adriana € 232.687,74;

- Progetto n. 36 presentato dall'Az. ULSS 14 e dal Resp. Sc. Valle Roberto € 47.991,85;

- Progetto n. 38 presentato dall'Az. ULSS 16 e dal Resp. Sc. Lo Giudice Giuseppe € 158.033,76.

Conseguentemente non sono ammessi a finanziamento i restanti progetti, così come elencati nell'Allegato A;

3.       di determinare che a ciascuno dei progetti di durata pluriennale di cui all'Allegato A elencati al precedente punto 2. è assegnato il finanziamento indicato alla colonna 9 del medesimo Allegato A, per un totale di € 2.625.726,68, da liquidare ai beneficiari di cui alla colonna 2 (Aziende ULSS, Ospedaliere ed IRCCS) con le modalità richiamate all'art. 8 del Bando, nel quale si specifica che il rendiconto finanziario formale e la relazione scientifica conclusiva devono essere presentate nei 90 giorni successivi il termine della ricerca e comunque entro e non oltre il 30/9/2015;

4.       di disporre che la copertura finanziaria della spesa complessiva di € 2.625.726,68, a favore dei beneficiari indicati nella colonna 2 dell'Allegato A, che abbiano ottenuto il finanziamento indicato nella colonna 9 dello stesso Allegato A, sia disposta come segue:

-      per l'esercizio finanziario corrente con impegni di spesa pari all'acconto del 70%, ossia ad € 1.838.008,67 da assumere quanto ad € 25.726,68 sul Capitolo n. 101547 ad oggetto "Ricerca Sanitaria finanziata con la quota del 5 per mille dell'IRPEF (art. 1, c. 1234, lett. C, L. 27/12/2006, n. 296)" del Bilancio di previsione annuale che presenta sufficiente disponibilità, e quanto ad € 1.812.281,99 sul Capitolo 60047 ad oggetto "Quota del fondo sanitario regionale parte corrente in gestione accentrata presso la regione-realizzazione azioni strumentali-L. 23/12/1978, n. 833 - art. 15 L.R. 9/2/2001, n. 5" del Bilancio di previsione annuale che presenta sufficiente disponibilità;

-      per l'esercizio finanziario 2013 con impegno di spesa pari al saldo del 30%, ossia ad € 787.718,01, sul Capitolo 60047 ad oggetto "Quota del fondo sanitario regionale parte corrente in gestione accentrata presso la regione - realizzazione azioni strumentali - L.23/12/1978, n. 833 - art. 15 L.R. 9/2/2001, n. 5" che nel bilancio di previsione pluriennale presenta sufficiente disponibilità, da assumere ad avvenuta esecutività del corrispondente Bilancio di previsione annuale;

5.       di delegare il Segretario regionale per la Sanità a sottoscrivere le convenzioni di cui all'art. 7 del Bando, per la disciplina dei rapporti giuridici ed economici relativi allo svolgimento delle ricerche secondo lo schema di convenzione di cui all'Allegato B che forma parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

6.       di approvare le indicazioni per la gestione del finanziamento da parte delle Aziende Sanitarie/Ospedaliere/IRCCS e dei responsabili scientifici di cui all'Allegato C, che forma parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

7.       di delegare il Segretario regionale per la Sanità di provvedere alla liquidazione delle somme indicate nella colonna 9 dell'Allegato A ai beneficiari di cui alla colonna 2 dello stesso, secondo le modalità stabilite dal bando e riportate nell'art. 4 dello schema di convenzione di cui all'Allegato B alla presente deliberazione;

8.       di dare atto che la spesa di cui si dispone l'impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. 1/2011;

9.       di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.


(seguono allegati)

1937_AllegatoA_236289.pdf
1937_AllegatoB_236289.pdf
1937_AllegatoC_236289.pdf

Torna indietro