Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Avviso

Bur n. 156 del 01 dicembre 2023


MINISTERO DELLA CULTURA - SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGIA BELLE ARTI E PAESAGGIO PER L'AREA METROPOLITANA DI VENEZIA E LE PROVINCE DI BELLUNO, PADOVA E TREVISO

Comune di Borca di Cadore (BELLUNO) - "Ex Villaggio turistico ENI"- Comunicazione di avvio del procedimento per la dichiarazione dell'interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 13, 14 D.Lgs. 42/2004 e ss.mm.ii. e ai sensi degli artt. 7 e 8 della Legge 241/1990 e ss.mm. ii. ART. 13.

In applicazione degli artt. 7 e 8 della L. 241/90 e ss.mm.ii, degli artt. 10, 13, 14 del D.Lgs 42/04 e ss.mm.ii. e degli artt. 1 e 2 del D.P.C.M. 231/2010;

Ai sensi del combinato disposto dell’art. 41, comma 1, lettera l) e art. 47, comma 2, lettera b) del D.P.C.M. 02 dicembre 2019, n. 169 recante il Regolamento di organizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, degli uffici di diretta collaborazione del Ministro e dell’Organismo indipendente di valutazione della performance (come modificato dal D.P.C.M. 24 giugno 2021, n. 123);

Visto il provvedimento 28 gennaio 2015 trascritto in data 12 febbraio 2016 Registro generale n. 1419 Registro particolare n. 1114 di dichiarazione dell’interesse storico-artistico particolarmente importante previsto dall'art. 10, comma 3 lettera a) del D.lgs. 42/2004 a carico del bene immobile denominato: “Villaggio Turistico ENI: Colonia-Chiesa-Alberghi – Campeggio – Case ed aree di pertinenza”;

Richiamate le comunicazioni n.8145 del 20 settembre 2021 della Direzione Generale Creatività Contemporanea e n.11426 del 14 luglio 2014 della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Veneto;

In considerazione del valore storico-testimoniale dell’intero complesso di cui all’oggetto e del suo ruolo identitario per l’ambito geografico in cui si colloca, per la valenza sociale del "villaggio turistico" realizzato su iniziativa di Enrico Mattei e originale progetto di Edoardo Gellner;

Si comunica l'avvio del procedimento per la dichiarazione dell'interesse culturale particolarmente importante ai sensi dell’art. 10 comma 3 lettera d) del D.Lgs. 42/2004 del complesso denominato “Ex Villaggio turistico ENI, costituito dall’intero complesso edilizio e territoriale realizzato in località Corte di Cadore alle pendici del Monte Antelao e nei pressi del torrente Boite.

Dati Catastali:

Catasto Fabbricati:

foglio 11, particelle catastali 284 – 285 – 286 – 287 – 288 – 289 – 290 – 291 – 292 – 293 – 294 – 295 – 296 – 297 – 300 – 301 – 302 – 269 – 270 – 271 – 272 – 273 – 274 – 137 – 138 – 139 – 140 – 141 – 142 – 143 – 144 – 246 – 247 – 248 – 249 – 250 – 251 – 252 – 125 – 126 – 127 – 254 – 255 – 256 – 257 – 241 – 242 – 243 – 244 – 129 – 130 – 131 – 132 – 133 – 134 – 135 – 260 – 261 – 262 – 146 – 276 – 277 – 278 – 279 – 280 – 281 – 282 – 264 – 265 – 267 – 117 – 118 – 120 – 121 – 123 – 158 – 221 – 222 – 223 – 224 – 225 – 226 – 227 – 228 – 229 – 230 – 231 – 232 – 168 – 169 – 170 – 200 – 201- 202 – 203 – 204 – 205 – 206 – 207 – 209 – 210 – 211 – 212 – 213 – 214 – 172 – 173 – 174 – 175 – 235 – 236 – 237 – 238 – 239 – 240 – 195 – 196 – 198 – 178 – 179 – 180 – 181 – 182 – 183 – 184 – 185 - 186 – 187 – 188 – 189 – 190 – 191 – 192 – 193 – 194 – 216 – 217 – 218 – 219;

foglio 12, particelle catastali: 100 – 101 – 102 – 103 – 104 – 105 – 106 – 107 – 116 – 95 – 118 – 119 – 121 – 122 – 123 – 124 – 125 – 126 – 127 – 128 – 131 – 132 – 134 – 135 – 61 – 62 – 229 – 235 – 236 – 237 – 238 – 209 – 210 – 211 – 212 – 213 – 214 – 215 – 216 – 203 – 204 – 205 – 206 – 207 – 198 – 199 – 200 – 201 – 270 – 271 – 272 – 273 – 274 – 275 – 276 – 278 – 279 – 280 – 281 – 282 – 283 – 284 – 194 – 195 – 196 – 240 – 241 – 242 – 243 – 244 – 245 – 246 – 247 - 248 – 249 – 251 – 252 – 253 – 254 – 255 – 256 – 257 – 258 – 259 – 260 – 262 – 263 – 264 - 265 - 266 – 267 – 137 – 138 – 139 – 140 – 141 – 142 – 143 – 144 – 145 – 146 – 147 – 148 – 149 – 150 – 151 – 152 -  153 – 154 – 155 – 156 – 157 – 158 – 159 – 160 – 161 – 162 – 163 – 164 – 165 – 166 – 167 – 168 – 169 – 170 – 171 – 172 – 173 – 174 – 175 – 176 – 177 – 178 – 179 – 180 – 181 – 182 – 183 – 184 – 185 – 186 – 187 – 188 – 189 – 190;

Catasto Terreni:

foglio 11, particelle catastali: 283 – 83 – 306 – 299 – 308 – 268 – 310 – 312 – 105 – 106 – 107 – 94 – 95 – 96 – 97 – 98 – 99 – 100 – 101 – 102 – 103 – 104 – 79 – 80 – 81 – 318 – 84 – 85 – 314 – 315 – 316 – 317 – 245 – 253 – 86 – 87 – 88 – 89 – 90 – 91 – 92 – 109 – 110 – 112 – 113- -114 – 115 – 266 – 259 – 263 – 275 – 37 – 38 – 39 – 40 – 52 – 320 – 42 – 319 – 43 – 47 – 50 – 220 – 199 – 69 – 75 – 76 – 74 – 78 – 72 – (78) – 234 – 197 – 56 – 177 – 324 – 167 – 323 – 61

foglio 12, particelle catastali: 38 – 80 – 93 – 97 – 87 – 88 – 114 – 113 – 86 – 85 – 117 – 115 – 96 – 89 – 99 – 94 – 90 – 91 – 133 – 57 – 58 – 41 – 40 – 130 – 111 – 98 – 108 – 109 – 112 – 110 – 120 – 325 – 230 – 231 – 232 – 233 – 234 – 65 – 326 – 329 – 51 - 60 – 327 – 328 – 52 – 71 – 59 – 53 – 277 – 193 - 261 – 54 – 55 – 56 – 57 – 58 – 73 – 75 – 77 – 269 – 197 – 202 – 208 – 84 – 79 – 83 – 192 – 81 – 82 – 191 – 136

foglio 23, particella 295 e foglio 24 particelle 336 e 346

meglio evidenziato nell’estratto di mappa catastale allegato alla presente.

Per gli effetti delle sopraccitate disposizioni normative si rende noto quanto segue:

il compendio immobiliare in argomento riveste l’interesse culturale particolarmente importante di cui all'art. 10, comma 3, lettera d) del Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, in quanto testimonianza dell’identità e della storia delle scelte imprenditoriali e sociali di Enrico Mattei e di una delle istituzioni pubbliche italiane, l'Ente Nazionale Idrocarburi, che nel secondo dopoguerra ha rivestito un ruolo particolarmente significativo per la storia istituzionale, industriale e sociale dell'intera Nazione. Il complesso edilizio, profondamente integrato nel paesaggio circostante, concepito in maniera unitaria nella sua tipologia costruttiva e stilistica molto particolare, assurge a simbolo e fondamentale testimonianza di una delle iniziative sociali promosse durante la ripresa economica del secondo dopoguerra, commissionata da Enrico Mattei e che si avvale delle scelte progettuali degli architetti Edoardo Gellner e Carlo Scarpa. I materiali impiegati, le forme costruttive ed architettoniche rispondono alle esigenze del committente, tese a creare architetture essenziali con finalità sociali, in grado di armonizzarsi tra loro e con il paesaggio deputato ad ospitarle, come si evince dalla documentazione istruttoria e iconografica agli atti d’Ufficio.

L'organo collegiale competente all'adozione del provvedimento finale è la Commissione Regionale per il Patrimonio Culturale del Veneto (c/o Segretariato Regionale del Ministero della cultura per il Veneto: tel. 041/3420101 sr-ven@pec.cultura.gov.it  - sr-ven@cultura.gov.it ).

Presso detta Commissione Regionale e presso la Soprintendenza scrivente (sabap-ve-met@pec.cultura.gov.it  - sabap-ve-met@cultura.gov.it ), in quanto Ufficio responsabile del procedimento - Soprintendente Dott. Vincenzo Tiné - , è possibile effettuare sia la richiesta di accesso agli atti  sia la presentazione di memorie scritte e documenti, ai sensi del combinato disposto dell’art. 8, comma 2, lettera d-bis) e dell’art. 10, comma 1 della Legge 241/1990.

La presente comunicazione comporta, a norma dell’art. 14, comma 4 del Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, l’applicazione in via cautelare delle disposizioni di tutela previste dal citato Decreto alla Parte Seconda (Beni Culturali), Titolo I (Tutela), al Capo II (Vigilanza e ispezione), al Capo III (Protezione e conservazione), sezione I (Misure di protezione) ed al Capo IV (Circolazione in ambito nazionale), sezione I (Alienazione e altri modi di trasmissione).

Tali effetti cessano all'esaurimento del termine per la conclusione del procedimento di dichiarazione previsto dal sopraccitato D.P.C.M. 231/2010, stabilito in complessivi gg. 120 (centoventi) decorrenti dalla data di ricezione della presente comunicazione.

Il Sindaco del Comune di Borca di Cadore cui la presente si inoltra per opportuna conoscenza, è invitato ad esercitare la necessaria vigilanza affinché non siano intraprese iniziative che possano pregiudicare la salvaguardia del bene in parola e, in particolare, a inibire o sospendere opere o lavori in contrasto con le prescrizioni di cui sopra.

(seguono allegati)

estratto_mappa_borca_cadore_art_10_comma_d_517337.pdf

Torna indietro