Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 66 del 14/07/2017
Scarica la versione firmata del BUR n. 66 del 14/07/2017
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 66 del 14 luglio 2017


Materia: Informatica

Deliberazione della Giunta Regionale n. 978 del 27 giugno 2017

Approvazione del documento programmatico denominato "Linee Guida dell'Agenda Digitale del Veneto - ADVeneto2020", in attuazione della DGR n. 1299 del 16/08/2016, della DGR 102 del 31/01/2017 e della DGR n. 161 del 14/02/2017.

Note per la trasparenza

Il provvedimento approva il documento programmatico denominato “Linee Guida dell'Agenda Digitale del Veneto - ADVeneto2020", in attuazione della DGR n. 1299 del 16/08/2016, della DGR n. DGR 102 del 31/01/2017 e della DGR n. 161 del 14/02/2017, nonché in linea con l'Agenda Digitale Europea, con la Strategia italiana e con il POR FESR Veneto 2014-2020. Con tali Linee Guida (Allegato A)  la Regione del Veneto intende definire il proprio impegno strategico per la promozione della Società e dell’Economia Digitale nel proprio territorio, avviando il processo diretto ad aggiornare/definire la nuova Agenda Digitale del Veneto per il periodo fino al 2020.

Estremi dei principali documenti dell’istruttoria:

  • DGR n. 1650 del 07/08/2012, DGR n. 554 del 03/05/2013, DGR n. 734/2016, DGR n. 1299 del 16/08/2016, DGR 101 del 31/01/2017, DGR n. 102 del 31/01/2017 e DGR n. 161 del 14/02/2017;
  • Documento di Economia e Finanza Regionale (DEFR 2016-2018) approvato con Delibera del Consiglio Regionale n. 95/2015 nonché dal DEFR 2017/2019 adottato con DGR n. 58/CR del 29/06/2016 ed integrato con nota di aggiornamento approvata con DCR n. 168 del 07/12/2016;
  • Linee Guida dell'Agenda Digitale del Veneto “ADVeneto2020” (Allegato A al presente atto).

Il Vicepresidente Gianluca Forcolin riferisce quanto segue.

La strategia Europa 2020 individua gli obiettivi per la crescita nell'Unione Europea da raggiungere entro il 2020, proponendo, tra l’altro, di sfruttare al meglio il potenziale delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (TIC) per sviluppare un mercato unico digitale che conduca l'Europa verso una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. Tale strategia individua n. 7 iniziative-faro, tra cui figura anche l'Agenda Digitale, presentata dalla Commissione Europea nel maggio 2010 e istituita in data 01/03/2012 a seguito della sottoscrizione di tutti gli Stati Membri. Nell’ambito del contesto europeo, l'Italia  (con il contributo della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome) ha elaborato a sua volta una propria strategia individuando le priorità/modalità d’intervento nonché le azioni da compiere e da misurare sulla base di specifici indicatori, in linea con quelli dell'Agenda Digitale Europea.

Nell'ambito dell'Accordo di Partenariato 2014-2020, la Presidenza del Consiglio (unitamente al Ministero dello Sviluppo Economico, all'Agenzia per l'Italia Digitale e all'Agenzia per la Coesione) ha predisposto, nel marzo 2015, il «Piano nazionale Banda Ultra Larga» e «la Strategia per la crescita digitale 2014 - 2020» per il perseguimento degli obiettivi dell'Agenda Digitale.

In tale contesto europeo/nazionale, con DGR n. 1650 del 07/08/2012 la Giunta Regionale del Veneto ha approvato la realizzazione dell'Agenda Digitale del Veneto, vale a dire del documento programmatico avente il compito di delineare (con riferimento al periodo 2013-2015) gli sviluppi della Società dell'Informazione in ambito regionale, in continuità coi processi pianificatori già intrapresi e in armonia con le prescrizioni della Legge Regionale n. 19 del 14/11/2008 "Norme in materia di pluralismo informatico, diffusione del riuso e adozione di formati per documenti digitali aperti e standard nella società dell'informazione del Veneto". Con l’Agenda Digitale l’Amministrazione Regionale ha inteso perseguire una strategia di crescita intelligente, inclusiva e sostenibile del Veneto attraverso le tecnologie digitali (a livello sociale, culturale e economico) in linea col contesto di riferimento europeo/nazionale (Digital Agenda 2010 e Decreto Crescita 2.0).

Con successiva deliberazione n. 554 del 03/05/2013 sono state approvate le "Linee Guida per l'Agenda Digitale del Veneto 2013-2015" le quali hanno formulato i seguenti obiettivi: 1) miglioramento della qualità della vita delle persone e delle famiglie; 2) sostegno alla competitività delle imprese del territorio; 3) accrescimento dei livelli di efficienza ed efficacia della Pubblica Amministrazione locale.

L'Agenda Digitale rappresenta peraltro anche il tema dell'omonimo Asse 2 del POR FESR 2014-2020 Veneto, approvato dalla Commissione europea in data 17/08/2015 con Decisione (CE) C(2015) 5903, il quale si prefigge di: 1) ridurre i divari digitali nei territori e diffondere la connettività in banda larga e ultra larga; 2) potenziare la domanda di ICT di cittadini/imprese in termini di utilizzo di servizi on line, inclusione digitale e partecipazione in rete attraverso soluzioni tecnologiche per l'alfabetizzazione e l'acquisizione di nuove competenze ICT, stimolando la diffusione del web e dei servizi pubblici digitali; 3) favorire la digitalizzazione dei processi amministrativi e diffondere i servizi digitali pienamente interoperabili mediante lo sviluppo di soluzioni tecnologiche nell'ambito della PA, dell'e-government e dell'utilizzo delle banche dati pubbliche.

Ciò detto, posto che nell’anno 2015 è venuta a scadenza l'Agenda Digitale del Veneto approvata con le citate deliberazioni n. 1650/2012 e n. 554/2013, si è reso necessario avviare il percorso per l'aggiornamento del documento programmatico "Linee Guida dell'Agenda Digitale del Veneto" per il successivo periodo fino al 2020, così come previsto dal Documento di Economia e Finanza Regionale (DEFR 2016-2018) approvato con Delibera del Consiglio Regionale n. 95/2015 nonché dal DEFR 2017/2019 adottato con DGR n. 58/CR del 29/06/2016 ed integrato con nota di aggiornamento approvata con DCR n. 168 del 07/12/2016.

A tal fine, con DGR n. 1299 del 16/08/2016 è stato approvato il percorso per l'aggiornamento - fino al 2020 - del documento programmatico in parola. Tale provvedimento, allo scopo di individuare gli obiettivi regionali in materia (in linea con l'Agenda Digitale Europea, la Strategia italiana e il POR FESR Veneto 2014-2020) ha previsto l’organizzazione di un percorso di consultazione articolato in una serie di incontri tematici tenuti in ciascuna Provincia veneta con gli stakeholder del territorio, finalizzati a far emergere idee, proposte e soluzioni da inserire nel documento programmatico di cui si tratta.

La medesima deliberazione ha dato mandato alla Direzione ICT e Agenda Digitale di elaborare un Piano degli interventi sul territorio per la definizione degli obiettivi regionali necessari alla revisione/aggiornamento in parola, prevedendo il coinvolgimento in tali attività di figure professionali/intellettuali di elevato spessore culturale, dotate di particolare conoscenza e capacità di osservazione e analisi dei fenomeni legati allo sviluppo e alla diffusione delle nuove tecnologie.

Conseguentemente, con DGR n. 102 del 31/01/2017 è stato approvato uno specifico Piano di interventi, articolato in n. 10 incontri tematici sul territorio, di carattere operativo, finalizzati a far emergere idee, proposte e soluzioni da inserire da inserire nel documento programmatico in oggetto.

Sono stati inoltre coinvolti specialisti ed esperti di elevato spessore culturale, dotati di particolare conoscenza e capacità di osservazione/analisi dei fenomeni legati allo sviluppo e alla diffusione delle nuove tecnologie, che si sono confrontati, a titolo gratuito, nell’ambito di “focus group”, supportando - attraverso i propri con tributi - il processo redazionale dell’aggiornamento dell’Agenda Digitale del Veneto. Tale gruppo di esperti (a seguito di rettifica disposta con DGR n. 161 del 14/02/2017) è risultato composto da: prof. Michele Bugliesi, dr. Claudio Saccavini, prof. Marco Mazzarino, dott.ssa Cristina Loglio, dr. Mirko Lalli, dr. Gianni Potti, prof. Maurizio Borin, prof. Luigi Di Prinzio, dr. Carlo Mochi Sismondi.

Infine è stato previsto un ambito online dedicato alla partecipazione pubblica, vale a dire un forum in cui tutti i cittadini hanno potuto informarsi, discutere delle proposte che sono emerse dagli incontri e dagli esperti nonchè apportare il proprio contributo per la migliore definizione dell’Agenda Digitale del Veneto.

La predetta DGR n. 1299/2016 ha demandato il coordinamento/supervisione del percorso redazionale alla Direzione ICT e Agenda Digitale, autorizzandola ad avvalersi di una Segreteria Tecnica con compiti operativi di gestione/organizzazione del processo di revisione/aggiornamento del documento, oltre che di sintesi dei contributi raccolti sul tema. Tale incarico di Segreteria Tecnica è stato affidato - in forza di DGR 101 del 31/01/2017 - alla società Veneto Innovazione Spa (in conformità ai contenuti del “Piano di Attività per l’annualità 2016” e del "Piano pluriennale di attività 2016-2018 - documento d'indirizzo" presentati dalla medesima Società ed approvati con DGR n. 734/2016). 

A conclusione delle sedute del predetto gruppo di esperti ed in recepimento dei contributi emersi durante gli incontri tematici tenutisi sul territorio, si è giunti alla redazione del testo definitivo delle “Linee Guida dell'Agenda Digitale del Veneto - ADVeneto2020", da sottoporre alla previa approvazione della Giunta Regionale. Tale documento programmatico ha altresì recepito gli ulteriori contributi forniti dalle Strutture regionali interessate e/o coinvolte in progettualità digitali nonché quelli pervenuti online.

Più in dettaglio, dagli incontri tematici realizzati sul territorio veneto, sono emersi i seguenti 5 “principi cardine” (costituenti obiettivi/priorità di lungo termine) della nuova Agenda Digitale del Veneto 2020:

  • l’ADVeneto2020 rappresenta piu di un documento programmatico sul digitale, qualificandosi come vero e proprio strumento di “sviluppo” della Regione del Veneto per la crescita sostenibile, per l’occupazione (in particolare dei giovani) e per la qualità della vita dei veneti;
  • il focus dell’ADVeneto2020 è incentrato sulla persona nella sua/e comunità di riferimento;
  • l’ADVeneto2020 propone un’Innovazione culturale e non solo meramente tecnologica;
  • emersione di un ruolo della PA come “piattaforma abilitante”, capace di investire e sostenere nelle “precondizioni” per lo sviluppo aprendosi alle “energie e all’intraprendenza” degli altri soggetti attivi sul territorio e non solo (associazioni, imprese, persone etc);
  • ADVeneto2020 come processo continuo dal basso e non solo come “documento”, connesso ad un modello di governance dinamico che continuamente si confronti con le persone, le comunità, gli stakeholders istituzionali.

Giova evidenziare altresì che il documento “ADVeneto2020”, al fine di attuare la strategia regionale per lo sviluppo della società e dell’economia digitale nel rispetto dei succitati 5 principi cardine, è strutturata considerando due dimensioni rilevanti:

  1. la prima dimensione è relativa a n. 3 driver trasversali che vengono identificati: nella presenza di infrastrutture tecnologiche adeguate e abilitanti; nel valore che hanno i dati per lo sviluppo digitale; nell’importanza che rivestono le risorse umane nei processi di innovazione e che - per tale ragione - vanno formate, valorizzate e incluse pienamente in tali processi (empowerment);
  2. la seconda dimensione viene declinata in n. 10 “ecosistemi verticali” ovvero ambiti tematici prioritari individuati nei seguenti settori: imprese, agrifood, infrastrutture e mobilità, promozione turistica, Pubblica Amministrazione, sanità, servizi sociali, smart communities, capitale umano e competenze digitali, patrimonio culturale.

Ciò detto, si reputa allo stato opportuno ed indifferibile, in attuazione del percorso avviato con la citata DGR n. 1299/2016, procedere all’approvazione del documento programmatico denominato “Linee Guida dell'Agenda Digitale del Veneto - ADVeneto2020" con riferimento al periodo 2017-2020, allegato al presente provvedimento quale parte integrante e sostanziale dello stesso (Allegato A).

Si dà atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del Bilancio regionale.

Si demanda al Direttore della Direzione ICT e Agenda Digitale il compimento di ogni atto connesso, consequenziale e comunque necessario a dar corso al presente provvedimento.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

- UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

- VISTA la Legge Regionale n. 19 del 14/11/2008;

- VISTO l’art. 2, comma 2, lett. a) della Legge Regionale n. 54 del 31/12/2012;

- RICHIAMATE le deliberazioni n. 1650 del 07/08/2012, n. 554 del 03/05/2013, n. 734/2016, n. 1299 del 16/08/2016, n. 101 del 31/01/2017, n. 102 del 31/01/2017 e n. 161 del 14/02/2017;

- VISTI il DDR n. 73 del 17/10/2016 e il DDR n. 102 del 07/12/2016 della Direzione ICT e Agenda Digitale;

- VISTA la nota Prot. n. 0109135 del 16/03/2017, agli atti della Direzione ICT e Agenda Digitale;

- VISTA la deliberazione n. 1299 del 16/08/2016 che ha approvato il percorso per l'aggiornamento (fino al 2020) del documento programmatico "Linee Guida dell'Agenda Digitale del Veneto";

 - RICHIAMATO l’Asse 2 del POR FESR 2014-2020 Veneto, approvato dalla Commissione europea il 17/08/2015 con Decisione (CE) C(2015) 5903;

- RICHIAMATI il DEFR 2016-2018 approvato con Delibera del Consiglio regionale n. 95/2015 (BUR n. 125 del 31/12/2015) e il DEFR 2017/2019 adottato con DGR n. 58/CR del 29/06/2016, integrato con nota di aggiornamento approvata con DCR n. 168 del 07/12/2016;

- VISTO il documento programmatico denominato “Linee Guida dell'Agenda Digitale del Veneto- ADVeneto2020", allegato al presente provvedimento quale parte integrante e sostanziale dello stesso (Allegato A).

delibera

  1. le premesse costituiscono parte integrante del presente provvedimento;
  1. di approvare, quale Allegato A al presente provvedimento nonché parte integrante/sostanziale dello stesso, il documento programmatico denominato “Linee Guida dell'Agenda Digitale del Veneto - ADVeneto2020" in attuazione della DGR n. 1299 del 16/08/2016, della DGR 101 del 31/01/2017 e della DGR n. DGR 102 del 31/01/2017 nonché in linea con l'Agenda Digitale Europea, con la Strategia italiana e con il POR FESR Veneto 2014-2020;
  1. di dare atto che il documento programmatico di cui al punto 2) individua i seguenti 5 “principi cardine” (costituenti obiettivi/priorità di lungo termine) della nuova Agenda Digitale del Veneto 2020:
  • ADVeneto2020 non solo come documento programmatico sul digitale, ma anche come vero e proprio strumento di “sviluppo” della Regione del Veneto per la crescita sostenibile, per l’occupazione (in particolare dei giovani) e per la qualità della vita dei veneti;
  • focus dell’ADVeneto2020 incentrato sulla persona nella sua/e comunità di riferimento;
  • ADVeneto2020 come atto propositivo di un’innovazione culturale e non solo meramente tecnologica;
  • ruolo della P.A. come “piattaforma abilitante”, capace di investire e sostenere nelle “precondizioni” per lo sviluppo aprendosi alle “energie e all’intraprendenza” degli altri soggetti attivi sul territorio e non solo (associazioni, imprese, persone etc);
  • ADVeneto2020 come processo continuo dal basso e non solo come “documento”, connesso ad un modello di governance dinamico basato sul confronto continuo con persone, comunità e stakeholders istituzionali;
  1. di incaricare la Direzione ICT e Agenda Digitale dell’esecuzione del presente atto;
  1. di incaricare il Direttore della Direzione ICT e Agenda Digitale del compimento di ogni atto connesso, consequenziale e comunque necessario a dar corso al presente provvedimento;
  1. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del Bilancio regionale;
  1. di pubblicare il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

978_AllegatoA_348972.pdf

Torna indietro