Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 59 del 13 giugno 2014


Materia: Agricoltura

Deliberazione della Giunta Regionale n. 956 del 10 giugno 2014

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013. Modifiche e integrazioni relative al bando di apertura termini di cui alla DGR n. 573 del 15/04/2014.

Note per la trasparenza

Vengono introdotte lievi modifiche ed integrazioni finalizzate a correggere alcuni refusi ed a introdurre precisazioni finalizzate a meglio completare le disposizioni del bando di cui alla DGR n. 573/2014.

L’Assessore Franco Manzato riferisce quanto segue.

Con la deliberazione n. 573 del 15 aprile 2014 è stata disposta l’apertura dei termini di presentazione delle domande di contributo per alcune misure dell’Asse 1 del Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013.

Per quanto attiene l’allegato B, nel bando relativo alla misura 112 “Insediamento di giovani agricoltori. Progettazione integrata nell’impresa: Pacchetto Giovani”, si rende necessaria una rettifica di un errore materiale del termine per la verifica delle condizioni di insediamento.

Nel bando relativo alla misura 121 “Ammodernamento delle aziende agricole”, si rende necessaria l’introduzione di correzioni e precisazioni volte a chiarire e rettificare alcuni refusi ed inesattezze occorsi in fase di predisposizione del testo. Vengono, inoltre, proposte alcune integrazioni finalizzate a meglio completare le disposizioni del bando. In particolare, si propone di definire più precisamente i termini e le condizioni relativi alla formazione del tetto massimo di spesa ammissibile cui l’impresa può beneficiare in cinque anni. Relativamente agli importi minimi di spesa per l’accesso al bando, in coerenza con la relativa scheda di misura del PSR 2007-2013, si propone di introdurre le condizioni di maggior favore per le zone svantaggiate di montagna già vigenti nei bandi precedenti. Vista la notevole rilevanza ambientale e di salvaguardia della salute umana ascrivibili agli interventi di sostituzione dell’amianto nelle coperture, si propone l’allargamento della loro ammissibilità anche su fabbricati non strettamente produttivi; inoltre si propone di correggere il livello di priorità relativo a tali interventi che, per mero errore materiale, non risulta coerente per alcuni settori produttivi. Con riferimento alle condizioni per l’accesso ai punteggi si propone di apportare alcune modifiche al fine di provvedere alla correzione di taluni errori materiali. Relativamente alla disposizioni di presentazione della domanda, si propone di integrare l’elenco dei documenti relativi alle autorizzazioni edilizie; viene meglio precisata, inoltre, la documentazione da presentarsi ai fini della dimostrazione dei dati economici e, infine, si dettagliano maggiormente i contenuti di alcune relazioni tecniche previste. Si propone, infine, la rimozione di alcuni refusi, in particolare nelle tabelle 7.1 e 7.2, al fine di assicurare la coerenza complessiva del testo.

Relativamente all’allegato A alla Deliberazione n. 573/2014, in connessione alle integrazioni e precisazioni che si propone di introdurre ai testi dei bandi sopra illustrate, al fine di favorire l’azione amministrativa e in esito anche alle sollecitazione pervenute dal territorio, si rende necessario apportare una modifica alla tempistica di presentazione delle domande per la misura 121, spostando i termini di scadenza attualmente previsti dal 30 giugno 2014 al 15 luglio 2014.

Le rettifiche, integrazioni e precisazioni relative alla Deliberazione n. 573/2014, vengono indicate nell’Allegato A al presente provvedimento.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all’approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

 

LA GIUNTA REGIONALE

 

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura proponente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

VISTO l’art. 2 co. 2 della legge regionale n. 54 del 31 dicembre 2012;

VISTA la Legge regionale 10 gennaio 1997, n. 1 “Ordinamento delle funzioni e delle strutture della Regione”;

VISTO il Regolamento (CE) n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e le modifiche successivamente apportate, in particolare con il regolamento (CE) n. 74/2009;

VISTO il Regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno diretto agli agricoltori nell'ambito della politica agricola comune e istituisce taluni regimi di sostegno a favore degli agricoltori, e che modifica i regolamenti (CE) n. 1290/2005, (CE) n. 247/2006, (CE) n. 378/2007 e abroga il regolamento (CE) n. 1782/2003;

VISTO il Regolamento (CE) del Consiglio n. 1290 del 21 giugno 2005 relativo al finanziamento della politica agricola comune rurale e le successive modifiche apportate, da ultimo con Regolamento (CE) n.73/2009;

VISTA la Decisione del Consiglio del 20 febbraio 2006 relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale (periodo di programmazione 2007-2013) e la successiva Decisione 2009/61/CE;

VISTO il Regolamento (CE) n. 1974/2006 del 15 dicembre 2006 della Commissione recante disposizioni di applicazione del regolamento (CE) n. 1698/2005 e le successive modifiche apportate, da ultimo con Regolamento (CE) n. 363/2009;

VISTO il Regolamento (UE) n. 65/2011 recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio per quanto riguarda l’attuazione delle procedure di controllo e della condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale;

VISTO il Regolamento (CE) n. 1122/2009 della Commissione recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio per quanto riguarda la condizionalità, la modulazione e il sistema integrato di gestione e di controllo nell'ambito dei regimi di sostegno diretto agli agricoltori di cui al medesimo regolamento e modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1234/2007 del Consiglio per quanto riguarda la condizionalità nell'ambito del regime di sostegno per il settore vitivinicolo;

VISTO il Regolamento (CE) n. 1320 della Commissione, del 5 settembre 2006 recante disposizioni per la transizione al regime di sostegno alla sviluppo rurale istituito dal regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio;

VISTO il Regolamento n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio;

VISTO il Regolamento n. 1307/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, recante norme sui pagamenti diretti agli agricoltori nell'ambito dei regimi di sostegno previsti dalla politica agricola comune e che abroga il regolamento (CE) n. 637/2008 del Consiglio e il regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio;

VISTO il Regolamento n. 1310/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, che stabilisce alcune disposizioni transitorie sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR), modifica il regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto concerne le risorse e la loro distribuzione in relazione all'anno 2014 e modifica il regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio e i regolamenti (UE) n. 1307/2013, (UE) n. 1306/2013 e (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto concerne la loro applicazione nell'anno 2014;

VISTA la Decisione C(2007) 4682 del 17 ottobre 2007 e s.m.i. con la quale la Commissione Europea ha formalmente approvato il Programma, dando garanzia del cofinanziamento comunitario e dell’ammissibilità delle spese a valere sulle risorse assegnate;

VISTA la Deliberazione della Giunta regionale del 30 dicembre 2013, n. 2877, che approva l’ultima versione del Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007 – 2013, l’approccio strategico previsto, la ripartizione finanziaria approvata e le disposizioni tecnico-amministrative di attuazione, comprensive anche della conseguente gestione finanziaria;

VISTA la Deliberazione del 15 aprile 2014, n. 573, con cui la Giunta regionale ha approvato alcuni bandi relativi all’Asse 1 del PSR 2007-2013;

RAVVISATA la necessità di apportare alcune modifiche, integrazioni e chiarimenti relativi ai termini di scadenza di presentazione per domande individuali e progetti integrati, di cui all’allegato A alla DGR n. 573/2014 e ai contenuti dei bandi di cui all’allegato B alla medesima deliberazione;

DATO ATTO che il direttore responsabile della Struttura competente ha verificato che le modifiche, integrazioni e chiarimenti di cui al presente provvedimento non risultano pregiudizievoli per le posizioni giuridiche dei soggetti a vario titolo coinvolti nei procedimenti in corso;

RAVVISATA l’opportunità di accogliere la proposta del relatore facendo proprio quanto esposto in premessa;

Delibera

  1. di approvare il documento Allegato A al presente provvedimento, relativo alle modifiche, integrazioni e precisazioni ai bandi di apertura termini di cui agli Allegati A e B alla DGR n. 573/2014;
  2. di incaricare la Sezione Piani e Programmi Settore Primario dell’esecuzione del presente atto;
  3. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;
  4. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell'articolo 26 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
  5. di pubblicare il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

956_AllegatoA_275995.pdf

Torna indietro