Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 49 del 26 giugno 2012


Materia: Sanità e igiene pubblica

Deliberazione della Giunta Regionale n. 989 del 05 giugno 2012

Applicazione ai medici veterinari dell'Accordo Collettivo Nazionale (ACN) per la disciplina dei rapporti con i medici specialisti ambulatoriali interni, medici veterinari ed altre professionalità sanitarie (biologi, chimici, psicologi) ambulatoriali ai sensi dell'art. 48 della Legge n.833/78 e dell'art.8 del D.Lgs. n. 502/92 e s.m.i.

Note per la trasparenza:

Approvazione delle disposizioni necessarie per avviare il processo di piena integrazione della Medicina Veterinaria all'interno dell'ACN 23/03/2005 e s.m.i. che disciplina i rapporti con i medici specialisti ambulatoriali interni, medici veterinari e altre professionalità sanitarie e in particolare ai fini della predisposizione delle prime graduatorie provinciali.

L'Assessore Luca Coletto riferisce quanto segue.

L'ACN 23 marzo 2005 per la disciplina dei rapporti con i medici specialisti ambulatoriali interni, medici veterinari ed altre professionalità sanitarie (biologi, chimici, psicologi) ambulatoriali prevede, tra gli obiettivi da conseguire con il successivo accordo nazionale, anche: "La piena integrazione della medicina veterinaria all'interno dell'ACN".

A tale previsione è stata data attuazione normativa dapprima con l'ACN 1 marzo 2006, integrato dall'Accordo 30 novembre 2006, contenenti normativa specifica rivolta ai Medici Veterinari e, successivamente, con l'ACN 29 luglio 2009, integrato dall'ACN 8 luglio 2010.

La concreta realizzazione dell'obiettivo di integrazione dei medici veterinari, nell'ambito della medicina convenzionata e, in particolare, nell'area contrattuale della specialistica ambulatoriale interna (e delle altre professionalità sanitarie), deve tener conto della realtà esistente sul territorio che vede la presenza, accanto ai veterinari dirigenti, di un certo numero di veterinari "a contratto" incaricati dalle Aziende ULSS di svolgere una serie di prestazioni.

Gli Accordi del 2006, rivolti specificamente ai veterinari, avevano affrontato la questione prevedendo la possibilità di accesso alla prima graduatoria annuale, anche per quei Medici Veterinari non in possesso del titolo di specializzazione, ma in possesso dei requisiti alternativi alla specializzazione, individuati dalla Norma Finale n. 2, punti a) e b) dell'ACN 1 marzo 2006, di attuazione della Norma Finale n. 6 dell'ACN 23 marzo 2005 che qui si riporta:

"Norma finale n. 2

Alla prima graduatoria può partecipare anche il medico veterinario in attività presso il servizio sanitario nazionale alla data di entrata in vigore dell'Accordo collettivo nazionale per la specialistica ambulatoriale e le altre professionalità del 23 marzo 2005 purché abbia maturato:

a. in caso di attività oraria un numero minimo di seicento ore in una delle specifiche aree di attività;

b. in caso di attività a prestazione almeno due anni di attività.

Ai medici sopra citati non verrà attribuito il punteggio per l'attività di servizio computata quale requisito di ammissione nella graduatoria."

L'art. 1, comma 2 dell'ACN 1 marzo 2006 inoltre recita: "Le situazioni e i contratti in essere restano in vigore, salvo diverse determinazioni regionali, fino alla entrata in vigore della prima graduatoria e in ogni caso fino alla loro scadenza."

Gli ACN 29 luglio 2009 e 8 luglio 2010 hanno integrato l'ACN 23 marzo 2005 e superato gli Accordi specifici veterinari.

La situazione attualmente esistente nella Regione Veneto vede la presenza di 69 Medici Veterinari operanti con contratti libero professionali, dei quali:

  • n. 27 in possesso del titolo di specializzazione,
  • n. 34 in possesso dei requisiti previsti dalla Norma Finale n. 2 dell'ACN 1 marzo 2006,
  • n. 8 non in possesso dei requisiti di cui sopra.

Tenuto conto di quanto sopra, e allo scopo di salvaguardare le professionalità che operano nel settore, si ritiene di dare le seguenti disposizioni ai fini della predisposizione delle graduatorie provinciali dei medici veterinari in applicazione dell'Accordo collettivo nazionale 23 marzo 2005 come integrato dagli Accordi collettivi nazionali del 29 luglio 2009 e dell'8 luglio 2010:

1. Ai fini dell'applicazione ai Medici veterinari dell'Accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i Medici specialisti ambulatoriali interni, Medici veterinari ed altre professionalità sanitarie (Biologi, Chimici, Psicologi), per l'accesso alla prima graduatoria, e cioè quella del 2012, saranno aperti i termini per la presentazione delle domande, onde consentire agli interessati di produrre la domanda e la documentazione richiesta. Il termine sarà fissato a 60 giorni dalla data di approvazione del presente provvedimento.

In sede di formazione delle graduatorie di cui all'art. 21 dell'Accordo collettivo nazionale 23 marzo 2005, si applicano i criteri di valutazione previsti dall'Allegato A, Parte Seconda dell'ACN 29/07/2009 come modificato ed integrato dall'ACN 08/07/2010.

2. Per quanto riguarda i rapporti professionali in essere, sono adottati, da parte delle Aziende ULSS, i provvedimenti di conferma dei contratti in vigore alla data di approvazione del presente provvedimento, anche in favore dei Medici veterinari in possesso dei soli requisiti previsti dalla Norma Finale n. 2 dell'ACN 1 marzo 2006. Tali contratti restano in vigore fino all'approvazione della graduatoria 2012; dalla data di entrata in vigore della suddetta graduatoria, e fino al completo espletamento delle procedure previste dagli articoli 22 e 23 dell'ACN, dovranno essere applicate, a tali rapporti, le clausole normative ed economiche previste dall'Accordo stesso.

3. Doveri e Compiti dei Veterinari - Progettualità

Si richiama, in proposito, quanto previsto dall'art. 29 bis dell'ACN:

"1. Il medico veterinario convenzionato ai sensi del presente Accordo, concorre ad assicurare - nell'ambito delle attività distrettuali e territoriali dei Servizi del Dipartimento di Prevenzione e del Dipartimento di Prevenzione Veterinario, come individuate dal Piano sanitario nazionale e dai piani sanitari regionali vigenti - le attività istituzionali unitamente agli altri operatori sanitari. Concorre all'espletamento delle funzioni e delle attività istituzionali secondo quanto previsto dalla normativa nazionale e comunitaria, in particolare dai Regolamenti CE 852, 853, 854 e 882/04 e successive modificazioni ed integrazioni, in materia di ispezione degli alimenti di origine animale, sanità animale e igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche nei settori degli animali produttori di alimenti e di affezione, selvatici o sinantropi e altre prestazioni professionali specialistiche richieste nell'ambito delle competenze delle Aziende ed Istituti del SSR per cui opera.

2. È demandata alla contrattazione regionale la definizione dei compiti inerenti lo svolgimento delle attività istituzionali, nell'ambito del modello organizzativo della medicina veterinaria definito dalla stessa Regione fermo restando il divieto per il medico veterinario di effettuare prestazioni che siano in contrasto con il Codice Deontologico e con la legislazione vigente."

Nell'ambito della normativa richiamata potranno essere sviluppate tutte le progettualità specifiche dell'area che tengano conto della specificità, tra cui anche la stagionalità, delle attività proprie della medicina veterinaria.

4. alla graduatoria del 2012 saranno ammessi anche i Medici veterinari non in possesso del titolo di specializzazione, ma in possesso dei requisiti alternativi previsti dalla Norma Finale n. 2 dell'ACN 1 marzo 2006.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta Regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

Udito il relatore, incaricato dell'istruzione dell'argomento in questione ai sensi dell'art. 53, 4° comma, dello Statuto, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione regionale e statale;

VISTA la Legge 23 dicembre 1978, n. 833;

Visto il Decreto Legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, come modificato dal Decreto Legislativo 7 dicembre 1993, n. 517 e dal Decreto Legislativo 19 giugno 1999, n. 229;

Visto l'Accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici specialisti ambulatoriali interni, medici veterinari ed altre professionalità sanitarie (biologi, chimici, psicologi) ambulatoriali ai sensi dell'art. 48 della Legge n. 833/78 e dell'art.8 del D.Lgs. n. 502 del 1992 e successive modifiche e integrazioni.

VISTO l'Accordo Collettivo Nazionale 1 marzo 2006 per l'attuazione della Norma Finale n. 6 dell'ACN 23 marzo 2005;

VISTO il verbale di Accordo del 21 settembre 2006 tra la SISAC e le OO.SS. firmatarie dell'ACN 23 marzo 2005, relativo agli allegati dell'ACN 1 marzo 2006, reso esecutivo in data 30 novembre 2006 a seguito dell'Intesa sancita dalla Conferenza permanente Stato-Regioni;

VISTO l'art. 2-nonies della Legge 26 maggio 2004, n. 138, che prevede che il contratto del personale sanitario a rapporto convenzionale è garantito sull'intero territorio nazionale da convenzioni conformi agli accordi collettivi nazionali stipulati mediante il procedimento della contrattazione collettiva;

PRESO ATTO dell'intesa raggiunta sulla proposta, in data 23 giugno 2011, con le OO.SS. firmatarie degli AA.CC.NN. di categoria

delibera

1. di ritenere le premesse parte integrante ed essenziale del presente atto;

2. di approvare le seguenti indicazioni:

a) ai fini dell'applicazione ai Medici veterinari dell'Accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i Medici specialisti ambulatoriali interni, Medici veterinari ed altre professionalità sanitarie (Biologi, Chimici, Psicologi), per l'accesso alla prima graduatoria, e cioè quella del 2012, sono aperti i termini per la presentazione delle domande, onde consentire agli interessati di produrre la domanda e la documentazione richiesta. Il termine è fissato a 60 giorni dalla data di approvazione del presente provvedimento.

In sede di formazione delle graduatorie di cui all'art. 21 dell'Accordo collettivo nazionale 23 marzo 2005, si applicano i criteri di valutazione previsti dall'Allegato A, Parte Seconda dell'ACN 29/07/2009 come modificato ed integrato dall'ACN 08/07/2010;

b) per quanto riguarda i rapporti professionali in essere, sono adottati, da parte delle Aziende ULSS, i provvedimenti di conferma dei contratti in vigore alla data di approvazione del presente provvedimento, anche in favore dei Medici veterinari in possesso dei soli requisiti previsti dalla Norma Finale n. 2 dell'ACN 1 marzo 2006. Tali contratti resteranno in vigore fino all'approvazione della graduatoria 2012; dalla data di entrata in vigore della suddetta graduatoria e fino al completo espletamento delle procedure previste dagli articoli 22 e 23 dell'ACN, dovranno essere applicate, a tali rapporti, le clausole normative ed economiche previste dall'Accordo stesso.

c) Doveri e Compiti dei Veterinari - Progettualità

Si richiama quanto previsto dall'art. 29bis dell'ACN:

"1. Il medico veterinario convenzionato ai sensi del presente Accordo, concorre ad assicurare - nell'ambito delle attività distrettuali e territoriali dei Servizi del Dipartimento di Prevenzione e del Dipartimento di Prevenzione Veterinario, come individuate dal Piano sanitario nazionale e dai piani sanitari regionali vigenti - le attività istituzionali unitamente agli altri operatori sanitari. Concorre all'espletamento delle funzioni e delle attività istituzionali secondo quanto previsto dalla normativa nazionale e comunitaria, in particolare dai Regolamenti CE 852, 853, 854 e 882/04 e successive modificazioni ed integrazioni, in materia di ispezione degli alimenti di origine animale, sanità animale e igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche nei settori degli animali produttori di alimenti e di affezione, selvatici o sinantropi e altre prestazioni professionali specialistiche richieste nell'ambito delle competenze delle Aziende ed Istituti del SSR per cui opera.

2. È demandata alla contrattazione regionale la definizione dei compiti inerenti lo svolgimento delle attività istituzionali, nell'ambito del modello organizzativo della medicina veterinaria definito dalla stessa Regione fermo restando il divieto per il Medico veterinario di effettuare prestazioni che siano in contrasto con il Codice Deontologico e con la legislazione vigente."

Nell'ambito della normativa richiamata potranno essere sviluppate tutte le progettualità specifiche dell'area che tengano conto della specificità, tra cui anche la stagionalità, delle attività proprie della medicina veterinaria.

d) alla graduatoria del 2012 saranno ammessi anche i Medici veterinari non in possesso del titolo di specializzazione, ma in possesso dei requisiti alternativi previsti dalla Norma Finale n. 2 dell'ACN 1 marzo 2006.

3.       di approvare l'Allegato A "Disposizioni tecniche per la formulazione delle graduatorie Veterinari", quale parte integrante del presente atto, incaricando la Direzione Attuazione Programmazione Sanitaria di provvedere agli adempimenti conseguenti al presente provvedimento, comprese le eventuali ulteriori indicazioni di carattere tecnico da fornire ai Comitati Zonali, necessarie al fine della puntuale ed uniforme predisposizione delle graduatorie annuali.

4. Di dare atto che il testo del presente provvedimento, dopo adeguato approfondimento e confronto, è stato licenziato dalla Direzione Affari Legislativi in data 2 aprile 2012 senza rilevazioni ostative.

5. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale.

6. di incaricare la Direzione regionale Attuazione Programmazione Sanitaria all'esecuzione del presente atto.

7. di pubblicare nel Bollettino Ufficiale della Regione il presente atto.


(seguono allegati)

989_AllegatoA_240573.pdf

Torna indietro