Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 20 del 09/02/2024
Scarica la versione firmata del BUR n. 20 del 09/02/2024
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 20 del 09 febbraio 2024


Materia: Servizi sociali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA UNITA' ORGANIZZATIVA DIPENDENZE, TERZO SETTORE, NUOVE MARGINALITA' E INCLUSIONE SOCIALE n. 1388 del 29 novembre 2023

Prosecuzione dell'attività di Supervisione del personale dei servizi sociali. Determinazioni in merito all'annualità 2024. Impegno di spesa. DGR n. 1297 del 30 ottobre 2023.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si dispone l'impegno di spesa e la successiva erogazione della somma pari a euro 740.000,00, per l'esercizio 2024, in favore degli Ambiti Territoriali Sociali (ATS) per il tramite dei loro enti capofila a supporto delle attività di Supervisione del personale dei servizi sociali. DGR n. 1297/2023. 

Il Direttore

VISTA la Legge di bilancio dello Stato per l'anno 2022 n. 234 del 30 dicembre 2021, che individua i Livelli Essenziali delle Prestazioni Sociali (LEPS) come prioritari nell'ambito del Piano nazionale degli interventi e dei servizi sociali 2021-2023, approvato dalla Rete della protezione e inclusione sociale del MLPS nella seduta del 28 luglio 2021;

CONSIDERATO che tra i LEPS è prevista la "Supervisione del personale dei servizi sociali", che si configura come un percorso di accompagnamento dell'operatore sociale nell'esercizio della professione al fine di garantire e di mantenere il suo benessere e di prevenire il fenomeno del burn-out;

VISTE la DGR n. 1454/2022 avente ad oggetto la realizzazione di "Percorsi di supervisione del personale dei servizi sociali – 2022” e la destinazione delle risorse per l'anno 2022 agli Ambiti Territoriali Sociali (ATS) in linea con il quadro normativo nazionale sopra citato;

la DGR n. 1297/2023 con la quale è stata approvata la prosecuzione delle attività di Supervisione del personale dei servizi sociali e si sono stabilite le indicazioni operative per la loro realizzazione per l’anno 2024, contenute nell’Allegato A del medesimo atto;

TENUTO CONTO che la DGR sopra richiamata ripartisce il finanziamento pari a euro 740.000,00 in favore degli ATS, per il tramite del loro Ente capofila, in proporzione al numero totale degli assistenti sociali presenti in ciascun ATS, usando i dati del Sistema Informativo dell’Offerta dei Servizi Sociali (SIOSS) al 31.12.2022;

che tale finanziamento sarà gestito tenendo conto dei fabbisogni specifici all’interno di ciascun ATS;

che in ottemperanza alla DGR 1297/2023 le attività di supervisione si svolgeranno nell’esercizio 2024 (data di inizio attività: 1 gennaio 2024 - data di fine attività: 31 dicembre 2024);

CONSIDERATO che la DGR n. 1297/2023 incarica il Direttore dell’Unità Organizzativa Dipendenze, Terzo Settore, Nuove Marginalità e Inclusione Sociale dell’esecuzione della stessa ed in particolare della definizione delle modalità di monitoraggio intermedio e di rendicontazione finale delle spese;

VISTA la nota prot n. 14313 del 23.10.2023 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con la quale gli ATS che beneficiano di risorse del Fondo Nazionale Politiche Sociali vincolate alla supervisione, devono accedere alla Piattaforma Multifondo per la compilazione del Piano Operativo Analitico (POA) e che tale operazione dovrà essere ripetuta ogni anno solare;

TENUTO CONTO della necessità di dare evidenza dell’attività di supervisione del personale dei servizi sociali nel documento attuativo annuale del piano di zona per l’anno 2024, di cui alla DGR n. 1312/2022;

che le spese ammissibili riportate nell’Allegato A della DGR sono riferibili ad attività che si svolgeranno nell’esercizio 2024 con termine di conclusione al 31 dicembre 2024;

RITENUTO di effettuare nel corso dell’annualità 2024 un’attività di monitoraggio intermedio (ad esempio rilevazioni presenze, questionari, eventuali accordi sulla privacy, ecc.) in linea con quanto già previsto dal Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali;

di assegnare e impegnare la somma complessiva di euro 740.000,00 a favore degli enti capofila degli ATS secondo la ripartizione definita nell’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, con le specifiche e la esigibilità riportate nell’Allegato D contabile, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, con attivazione del Fondo Pluriennale Vincolato;

di liquidare l’intero ammontare in un’unica soluzione nel mese di gennaio;

che la rendicontazione finale dovrà essere inviata a mezzo PEC all’indirizzo servizi.sociali@pec.regione.veneto.it entro il 31.01.2025 secondo le modalità di cui all’Allegato B e lo schema di rendicontazione di cui all’Allegato C, entrambi parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

DATO ATTO che non è previsto co-finanziamento a carico di ciascun ATS e che vige il divieto di doppio finanziamento previsto espressamente dalla normativa europea e richiamato dalla DGR;

che la spesa è finanziata attraverso i trasferimenti statali del Fondo Nazionale per le Politiche Sociali e che la copertura dell’obbligazione è assicurata dall’accertamento in entrata n. 2390 del 26 giugno 2023, di complessivi euro 28.558.500,17, disposto con DDR n. 6 del 14 giugno 2023, ai sensi dell’art. 53 del D.lgs. n. 118/2011 e s.m.i. a valere sul capitolo di entrata n. 1623 “Assegnazione del fondo nazionale per le politiche sociali - risorse indistinte (art. 20, l. 08/11/2000, n.328 - art. 80, c. 17, l. 23/12/2000, n. 388)”;

che le obbligazioni, di natura non commerciale, per le quali si dispone l’impegno con il presente atto sono giuridicamente perfezionate ed esigibili con le specifiche contenute nell’Allegato D contabile; che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica e che la copertura è assicurata sino al V° livello del P.d.C.;

che la spesa di cui si dispone l’impegno con il presente atto non fa riferimento ad alcun obiettivo del D.E.F.R. 2023-2025;

TENUTO CONTO che tutti i dati personali di cui l’Amministrazione venga in possesso in occasione dell’espletamento del presente procedimento verranno trattati nel rispetto del D.lgs. 101/2018 di adeguamento al Regolamento n. 2016/679/UE, del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza. Il titolare del trattamento è la Regione del Veneto/Giunta regionale con sede a Palazzo Balbi – Dorsoduro, 3901, 30123 Venezia (PEC servizi.sociali@pec.regione.veneto.it) e il delegato al trattamento dei dati è il Direttore della UO Dipendenze, Terzo Settore, Nuove Marginalità ed Inclusione sociale.

DATO ATTO che la spesa di cui al presente provvedimento non rientra nelle fattispecie per le quali è prevista l’acquisizione del CUP;

VISTI il D.Lgs. n. 126/2014 integrativo e correttivo del D.lgs. n. 118/2011;

la L. n. 234 del 30 dicembre 2021;

le L.R. n. 39 del 29.11.2001; n. 54 del 31.12.2012 e s.m.i. e n. 32 del 23.12.2022;

la DGR n. 1454 del 18 novembre 2022; n. 144 del 30 novembre 2022; n. 1297 del 30 ottobre 2023 e n. 60 del 26 gennaio 2023;

Il DDR n. 1 del 5 gennaio 2022 e n. 6 del 14 giugno 2023, entrambi del Direttore della Direzione Servizi Sociali;

la documentazione agli atti;

decreta

  1. che le premesse costituiscono parte integrante del presente dispositivo;
  2. di assegnare e impegnare la somma complessiva di euro 740.000,00 a favore degli enti capofila degli ATS secondo la ripartizione definita nell’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento con le specifiche e la esigibilità riportate nell’Allegato D contabile, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento con attivazione del Fondo Pluriennale Vincolato;
  3. di liquidare l’intero ammontare in un’unica soluzione nel mese di gennaio;
  4. che le spese ammissibili sono riferibili ad attività che si svolgeranno nell’esercizio 2024 con termine di conclusione al 31 dicembre 2024;
  5. di dare atto della nota ministeriale n. 14313 del 23.10.2023 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con la quale gli ATS che beneficiano di risorse del Fondo Nazionale Politiche Sociali vincolate alla supervisione, dovranno accedere alla Piattaforma Multifondo per la compilazione del Piano Operativo Analitico (POA) e che tale operazione dovrà essere ripetuta ogni anno solare;
  6. di dare evidenza dell’attività della supervisione del personale dei servizi sociali nel documento attuativo annuale dei piani di zona per l’anno 2024, di cui alla DGR n. 1312/2022;
  7. di effettuare nel corso dell’annualità 2024 un’attività di monitoraggio intermedio (ad esempio rilevazioni presenze, questionari, eventuali accordi sulla privacy, ecc.) in linea con quanto già previsto dal Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali;
  8. che la rendicontazione finale dovrà essere inviata a mezzo PEC all’indirizzo 
    servizi.sociali@pec.regione.veneto.it entro il 31.01.2025 secondo le modalità di cui all’Allegato B e lo schema di rendicontazione di cui all’Allegato C, entrambi parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  9. di dare atto che non è previsto co-finanziamento a carico di ciascun ATS e che vige il divieto di doppio finanziamento previsto espressamente dalla normativa europea e richiamato dalla DGR 1297/2023;
  10. che le obbligazioni, di natura non commerciale, per le quali si dispone l’impegno con il presente atto sono giuridicamente perfezionate ed esigibili con le specifiche contenute nell’Allegato D contabile di cui al punto 2; che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica e che la copertura è assicurata sino al V° livello del P.d.C.;
  11. di dare atto che la spesa di cui al presente atto è finanziata attraverso i trasferimenti statali del Fondo Nazionale per le Politiche Sociali e che la copertura delle obbligazione è assicurata dall’accertamento in entrata n. 2390 del 26 giugno 2023, di complessivi euro 28.558.500,17, disposto con DDR n. 6 del 14 giugno 2023, ai sensi dell’art. 53 del D.lgs. n. 118/2011 e s.m.i. a valere sul capitolo di entrata 001623 “Assegnazione del Fondo nazionale per le Politiche sociali – risorse indistinte (art. 20, L. 8.11.2000, n. 328 –art. 80, co. 17, L. 23.12.2000, n. 388)”;
  12. che tutti i dati personali di cui l’Amministrazione venga in possesso in occasione dell’espletamento del presente procedimento verranno trattati nel rispetto del D.lgs. 101/2018 di adeguamento al Regolamento n. 2016/679/UE, del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza. Il titolare del trattamento è la Regione del Veneto/Giunta regionale con sede a Palazzo Balbi – Dorsoduro, 3901, 30123 Venezia e il delegato al trattamento dei dati è il Direttore della UO Dipendenze, Terzo Settore, Nuove Marginalità ed Inclusione sociale;
  13. di attestare la regolarità amministrativa del provvedimento;
  14. la trasmissione del presente provvedimento alla Direzione Bilancio e Ragioneria per quanto di competenza;
  15. la trasmissione del presente provvedimento munito del visto di regolarità contabile agli enti capofila degli ATS;
  16. di informare che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale (T.A.R.) del Veneto o, in alternativa, ricorso straordinario al Capo dello Stato rispettivamente entro 60 e 120 giorni dall’avvenuta conoscenza, fatte salve diverse determinazioni degli interessati;
  17. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi degli artt. 26 e 27 del Decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
  18. di pubblicare il presente decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione.

Maria Carla Midena

(seguono allegati)

1388_Allegato_A_DDR_1388_29-11-2023_522872.pdf
1388_Allegato_B_DDR_1388_29-11-2023_522872.pdf
1388_Allegato_C_DDR_1388_29-11-2023_522872.pdf
1388_Allegato_D_DDR_1388_29-11-2023_522872.pdf

Torna indietro