Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 20 del 09/02/2024
Scarica la versione firmata del BUR n. 20 del 09/02/2024
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 20 del 09 febbraio 2024


Materia: Sanità e igiene pubblica

Decreto DEL DIRETTORE GENERALE DELL' AREA SANITA' E SOCIALE n. 7 del 26 gennaio 2024

DGR n. 1025 del 16 agosto 2022 - Linee guida per la predisposizione dell'atto aziendale dell'Azienda per il governo della sanità della Regione del Veneto - Azienda Zero. Ricognizione delle funzioni in tema di gestione del contenzioso.

Note per la trasparenza

Con il presente Decreto si prende atto dell’incidenza della DGR n. 1025 del 16 agosto 2022 e del nuovo atto aziendale di Azienda Zero sulla funzione di gestione del contenzioso all’interno dell’ente di governance della sanità regionale.

Il Direttore generale

PREMESSO che con Legge 25 ottobre 2016, n. 19, la Regione del Veneto ha istituto Azienda Zero, quale ente di governance della sanità veneta, attribuendogli, tra le altre funzioni, la gestione degli acquisiti centralizzati per conto del SSR e le procedure di selezione del personale del comparto sanità (cfr. art. 2, comma 1, lett. g), n. 1 e 2 l.r. n. 19/2016).

VISTA la Deliberazione della Giunta regionale n. 733 del 29 maggio 2017 con cui venivano approvate le linee guida per la predisposizione dell’atto aziendale di Azienda Zero.

PRESO ATTO che con Deliberazione n. 212 del 24 febbraio 2021 la Giunta regionale, rilevato che l’organizzazione interna di Azienda Zero includeva in quel momento una Unità Operativa Complessa “UOC Ufficio legale” (prevista dall’atto aziendale adottato secondo le linee guida approvate con la menzionata DGR n. 733/2017), ha impartito alcuni indirizzi ad Azienda Zero, diretti a favorire il potenziamento di tale struttura organizzativa, in modo da renderla idonea a gestire le funzioni sopra menzionate.

CONSIDERATO che secondo le menzionate linee guida e il conseguente atto aziendale l’“UOC Ufficio legale” avrebbe dovuto gestire sia il contenzioso proprio di Azienda Zero (tramite “l’assistenza, la difesa, la rappresentanza dell’Azienda in ogni stato e grado dei giudizi attivi e passivi proposti avanti alla magistratura ordinaria, amministrativa, nei procedimenti di arbitrato, di mediazione e di negoziazione, nonché nei processi avanti ad ogni altro organo giurisdizionale”) sia quello che gli enti del SSR avessero inteso affidarle (“l’esercizio del patrocinio e della difesa delle Aziende ULSS, delle Aziende Ospedaliere e Ospedaliero universitarie e dell’Istituto Oncologico Veneto (IOV) nella materie di lavoro e sanitarie, previa convenzione”), secondo quanto previsto dall’art. 2, comma 1, lett. g), n. 8, legge regionale n. 19/2016.

ATTESO che la disposizione appena richiamata prevede che Azienda Zero svolga attività tecnico specialistiche per il sistema e per gli enti del SSR, attività che comprende anche “la gestione del contenzioso del lavoro e sanitario, attraverso la sottoscrizione di una convenzione tra ogni singola Azienda ULSS, Aziende ospedaliere e ospedaliero universitarie, Istituto Oncologico Veneto (IOV) e l'Azienda Zero, che garantisce il patrocinio e la difesa”.

CONSTATATO che con la DGR n. 212/2021, oltre agli indirizzi per il potenziamento dell’Ufficio legale di Azienda Zero, è stato anche approvato il modello di convenzione diretto a regolare, una volta sottoscritto dalle parti, la gestione del contenzioso del lavoro e sanitario tra Azienda Zero ed i singoli enti del SSR.

CONSIDERATO che per il tempo strettamente necessario a dare attuazione alla DGR n. 212/2021, con deliberazione n. 1325 del 28 settembre 2021 la Giunta regionale ha individuato nell’Avvocatura regionale l’ufficio idoneo ad assicurare ad Azienda Zero un temporaneo supporto operativo, in applicazione dell’art. 1, comma 2, lett. c) della legge regionale 16 agosto 2001, n. 24.

VISTA la DGR n. 1025 del 16 agosto 2022 con cui si è operata una revisione delle linee guida per la predisposizione dell’atto aziendale di Azienda Zero, in sostituzione di quelle approvate con DGR 733 del 29 maggio 2017.

APPRESO che le nuove linee guida, nell’ambito di una analisi e ridefinizione complessiva delle strutture amministrative interne all’Azienda non prevedono più un “Ufficio legale” con il compito, tra gli altri, di svolgere attività di patrocinio legale per l’Azienda, come invece previsto dalle precedenti linee guida approvate con la DGR n. 733/2017, mentre le funzioni in precedenza previste per l’UOC Ufficio legale vengono limitate alla fase istruttoria delle cause instaurate contro l’Azienda, e ricomprese all’interno dell’Unità Operativa Complessa “Convenzioni e assicurazioni SSR”.

DATO ATTO che il nuovo atto aziendale è stato adottato dal Direttore Generale di Azienda Zero con Deliberazione n. 30 del 23 gennaio 2023 e approvato con Decreto del Direttore Generale Area Sanità e sociale n. 9 del 1° febbraio 2023 sulla base delle suddette linee guida.

RICHIAMATO quanto stabilito dalla Corte Costituzionale, con sentenza n. 91 del 22 maggio 2013, in cui la Corte, alla luce del quadro normativo riguardante l’esercizio della professione forense, quadro che per quanto in questa sede rileva nel tempo non è mutato (cfr. r.d.l. n. 1578 del 27 novembre 1933 e oggi l. n. 247 del 31 dicembre 2012), ha evidenziato che gli avvocati dipendenti di enti pubblici sono abilitati alla trattazione degli affari legali dell'ente stesso, “a condizione che siano incardinati in un ufficio legale stabilmente costituito e siano incaricati in forma esclusiva dello svolgimento di tali funzioni.”.

CONSTATATO che, attualmente, per effetto della DGR n. 1025 del 16 agosto 2022 Azienda Zero non prevede un Ufficio legale stabilmente costituito con avvocati incaricati in forma esclusiva alla difesa dell’ente, gli indirizzi organizzativi riguardanti il settore legale di Azienda Zero assunti con DGR n. 212/2021 (che, come si è detto, si basavano sull’assetto organizzativo definito sulla base delle linee guida per la predisposizione dell’atto aziendale di Azienda Zero allora vigenti (DGR 733/2017), le quali prevedevano l’”UOC Ufficio legale”) e con DGR n. 1325/2021 (provvedimento diretto esclusivamente a favorire l’attuazione della DGR n. 212/2021, nelle more della riorganizzazione del settore legale di Azienda Zero) devono ritenersi superati in forza di una deliberazione della Giunta regionale successivamente adottata (la DGR 1025/2022).

decreta

  1. di approvare le premesse quali parti integranti e sostanziali del presente provvedimento;
  2. di dare atto che il nuovo atto aziendale di Azienda Zero, approvato sulla base della deliberazione di Giunta regionale n. 1025 del 16 agosto 2022 con cui si è operata una revisione delle linee guida per la predisposizione dell’atto aziendale in sostituzione di quelle approvate con deliberazione di Giunta regionale n. 733 del 29 maggio 2017, non prevede un Ufficio legale stabilmente costituito con avvocati dedicati in forma esclusiva alla difesa dell’ente;
  3. di dare atto, conseguentemente, che la deliberazione di Giunta Regionale n. 212 del 24 febbraio 2021 e la deliberazione di Giunta regionale n. 1325 del 28 settembre 2021, che si basavano sull’assetto organizzativo definito sulla base delle linee guida per la predisposizione dell’atto aziendale di Azienda Zero di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 733 del 29 maggio 2017, allora vigente, devono intendersi superate in forza della DGR 1025 del 16 agosto 2022 successivamente adottata;
  4. di comunicare il presente decreto ad Azienda Zero e alle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Regionale;
  5. di dare atto che il presente provvedimento non comporta spesa a carico del bilancio regionale;
  6. di pubblicare integralmente il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Massimo Annicchiarico

Torna indietro