Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 18 del 06 febbraio 2024


Materia: Ambiente e beni ambientali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE AMBIENTE E TRANSIZIONE ECOLOGICA n. 253 del 29 novembre 2023

Ditta MAREFARM S.r.l. impianto di trattamento rifiuti farmaceutici e parafarmaceutici con sede legale in via Camiscia, 4/6, Moscufo (PE) e ubicazione dell'installazione in Viale del Commercio, 26, Soave (VR). Procedimento per approvazione del progetto e rilascio dell'Autorizzazione per l'esercizio provvisorio dell'impianto di gestione rifiuti, ai sensi dell'art. 208 del d.lgs. n. 152/2006 e dell'art. 4 della L.R. 3/2000.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si approva il progetto impiantistico presentato dalla Ditta MAREFARM S.r.l. e si rilascia l'Autorizzazione all'esercizio provvisorio, ai sensi dell'art. 208 del d.lgs. n. 152/2006 e dell'art. 4 della L.R. 3/2000, per l'installazione ubicata in Comune di Soave (VR), Viale del Commercio, 26.

Il Direttore

Iter procedura art. 208 del D. Lgs. n. 152/2006

VISTA l’istanza di verifica di assoggettabilità, presentata in data 03/08/2022 dalla società Marefarm S.r.l. (P.IVA 02132080686), con sede legale in via Camiscia n. 4/6, Moscufo (PE), acquisita dagli Uffici dell’Unità Organizzativa VIA con prot. n. 343017 del 03/08/2022;

PRESO ATTO che il DDR n. 89 del 04/11/2022 ha decretato “l’adozione del provvedimento di esclusione dal procedimento di VIA per il progetto relativo alla realizzazione del centro di raccolta di prodotti farmaceutici e parafarmaceutici invenduti/invendibili, situato nel Comune di Soave (VR)”;

VISTA la nota prot. reg. n. 423278 e 424079 del 07/08/2023, acquisita dagli Uffici dell’Unità Organizzativa Ciclo dei Rifiuti ed Economia circolare, con cui la Ditta Marefarm S.r.l. ha presentato istanza per l’approvazione del progetto e l’autorizzazione alla realizzazione di impianto di trattamento rifiuti, ai sensi dell'art. 208 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i.

CONSIDERATO che il progetto proposto si articola sinteticamente nella realizzazione di un impianto di gestione rifiuti consistente nell’attività di raccolta, raggruppamento, contabilizzazione e avvio a smaltimento/recupero presso altri impianti, di prodotti farmaceutici e parafarmaceutici fuori specifica e altre tipologie di rifiuto provenienti dal settore farmaceutico;

PRESO ATTO del parere favorevole agli interventi descritti nella documentazione rilasciato dal Comune (titolo edilizio)

PRESO ATTO dell’autodichiarazione della Ditta, riguardante la non necessità dell’attività di controllo di prevenzione incendi di cui al D.P.R. n. 151 del 01.08.2011;

VISTI gli esiti della Conferenza dei Servizi del 06.10.2023 per l’approvazione alla realizzazione del progetto, di cui al verbale redatto dalla Direzione Ambiente e Transizione Ecologica trasmesso con nota prot. n. 567061 del 18.10.2023;

CONSIDERATO che tra le operazioni richieste dalla Ditta è compresa la miscelazione di rifiuti aventi medesimo CER ma diverse HP;

RITENUTO di non applicare le seguenti prescrizioni di cui al paragrafo 4.3 dell’Allegato A alla DGR n. 119/2018, in ragione del fatto che la miscelazione, come chiarito dalla Ditta in sede di Conferenza di Servizi, avviene esclusivamente su rifiuti che mantengono la separazione fisica:

  • n.3 relativa all’accertamento preliminare di fattibilità e n. 11 relativo alla gestione per lotti in quanto non avviene commistione intima tra rifiuti;
  • n. 6 relativa al divieto di diluizione degli inquinanti sotto la soglia delle HP e n. 7 relativa al divieto di diluizione degli inquinanti non oggetto di trattamento presso il successivo impianto, in quanto ciascun rifiuto, mantenendo la separazione fisica, non subisce diluizioni;

RITENUTO che alla miscela di rifiuti aventi medesimo CER e diverse HP debbano essere attribuiti il CER di origine e tutte le HP dei rifiuti oggetto di miscelazione, in quanto ciascun singolo rifiuto componente la miscela continua a mantenere le proprie HP;

VISTA la documentazione integrativa acquisita al prot. reg. n. 598868 del 06.11.2023, trasmessa dalla Ditta a riscontro delle richieste della Conferenza dei Servizi di cui al sopracitato verbale;

VISTA la trasmissione del Layout impiantistico acquisita al prot. reg. n. 632816 del 27.11.2023;

CONSIDERATO che nessuna attività di gestione dei rifiuti verrà svolta all’esterno dello stabile, ad esclusione del trasporto su area pavimentata e su appositi mezzi, e nessuna attività di trasbordo, carico, scarico o stoccaggio provvisorio di rifiuti verrà effettuata sul piazzale esterno;

CONSIDERATO che non vi sono punti di emissioni in atmosfera o presenza di scarichi idrici soggetti ad autorizzazione;

CONSIDERATO che, in conformità ai più recenti orientamenti regionali, tutti i rifiuti prodotti presso l’installazione, qualora derivanti da attività di gestione rifiuti, devono essere gestiti in stoccaggio e non in deposito temporaneo, anche al fine del calcolo delle garanzie finanziarie, e contribuiscono quindi al conseguimento del limite sul quantitativo massimo di rifiuti autorizzato presso l’installazione;

RITENUTO per tutto quanto argomentato, con il presente provvedimento di:

  • prendere atto delle risultanze favorevoli degli incontri della Conferenza di Servizi del 06.10.2023;
  • approvare il progetto presentato dalla Ditta MAREFARM S.r.l. (CF e P.IVA 02132080686), relativo all’installazione ubicata in comune di Soave (VR), Viale del Commercio, 26;
  • rilasciare alla Ditta MAREFARM S.r.l. (CF e P.IVA 02132080686), con sede legale e ubicazione installazione in comune di Soave (VR), Viale del Commercio, 26; l’autorizzazione per l’esercizio provvisorio, ai sensi dell’art. 208 del d.lgs. n. 152/2006 e degli art. 4, 24, 25 della L.R. 3/2000, subordinatamente al rispetto di quanto stabilito nell’Allegato A al presente provvedimento che ne costituisce parte integrante;

decreta

  1. Le premesse formano parte integrante del presente provvedimento.
  2. Si prendere atto delle determinazioni della Conferenza di Servizi di cui all’art. 14 della L. 241/1990 espresse nella seduta del 06.10.2023.
  3. Si approva il progetto denominato “realizzazione del centro di raccolta di prodotti farmaceutici e parafarmaceutici invenduti/invendibili” presentato dalla Ditta MAREFARM S.r.l. (CF e P.IVA 02132080686), relativo all’installazione ubicata in comune di Soave (VR), Viale del Commercio, 26.
  4. Si rilascia alla Ditta MAREFARM S.r.l. (CF e P.IVA 02132080686), con sede legale e ubicazione installazione in Comune di Soave (VR), Viale del Commercio, 26, l’autorizzazione alla realizzazione e all’esercizio provvisorio, ai sensi dell’art. 208 del d.lgs. n. 152/2006 e degli art. 4, 24, 25 della L.R. 3/2000, dell’impianto catastalmente censito al Foglio n.35, part. n. 1079, subordinatamente al rispetto delle prescrizioni riportate nell’Allegato A al presente provvedimento di cui costituisce parte integrante.
  5. Per la messa in esercizio dell’impianto la Ditta dovrà presentare alla Regione del Veneto, Provincia di Verona, Comune di Soave e ARPAV la seguente documentazione:
  • attestazione dell’ultimazione delle opere in conformità al progetto approvato;
  • certificato di collaudo delle aree di stoccaggio;
  • comunicazione della data di avvio dell’impianto;
  • documentazione attestante la prestazione delle garanzie finanziarie a favore della Provincia di Verona, secondo le modalità previste dalla normativa vigente;
  • comunicazione del nominativo del Tecnico Responsabile dell’impianto (con presa d’atto formale).
  1. L'avvio dei conferimenti di rifiuti è in ogni caso subordinato all'accettazione delle garanzie finanziarie da parte della Provincia di Verona.
  2. È demandato alla Provincia di Verona, il successivo rilascio dell’autorizzazione all’esercizio ordinario dell’impianto ai sensi dell’art. 26 della L.R. n. 3/2000.
  3. Entro 180 giorni dalla comunicazione di avvio dell’impianto, la Ditta, ai sensi del comma 5 dell’art. 25 della LR n. 3/2000, è tenuta a trasmettere alla Provincia il certificato di collaudo funzionale, in allegato alla richiesta di autorizzazione all’esercizio.
  4. Si approva l’Allegato A Prescrizioni tecniche – MAREFARM S.r.l. - Autorizzazione per l’esercizio provvisorio, ai sensi dell’art. 208 del d.lgs. n. 152/2006 e dell’art. 4 della L.R. 3/2000, per il progetto relativo alla realizzazione del centro di raccolta di prodotti farmaceutici e parafarmaceutici invenduti/invendibili, situato nel Comune di Soave (VR), Viale del Commercio, 26” al presente provvedimento e i relativi sotto allegati di seguito elencati, che ne costituiscono parte integrante:

Allegato A1: Elenco dei CER;
Allegato A2: Planimetria del layout impiantistico.

  1. Il presente provvedimento conclude il procedimento avviato con nota reg. n. 0447195 del 21.08.2023.
  2. Il presente provvedimento è notificato alla MAREFARM S.r.l. e comunicato a Provincia di Verona, Comune di Soave, ARPAV.
  3. Il presente provvedimento assume efficacia dalla data di notifica di cui sopra.
  4. Sono fatti salvi i diritti di terzi nonché l'obbligo di acquisire le eventuali autorizzazioni di competenza di altri Enti.
  5. Il presente provvedimento è pubblicato integralmente sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.
  6. Avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale avanti il Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dall’avvenuta conoscenza ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni.

Paolo Giandon

(seguono allegati)

Allegato_A0_DDR_253_521678.pdf
Allegato_A1_DDR_253_29_521678.pdf
Allegato_A2_DDR_253_521678.pdf

Torna indietro