Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 17 del 02 febbraio 2024


Materia: Protezione civile e calamità naturali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE PROTEZIONE CIVILE, SICUREZZA E POLIZIA LOCALE n. 1289 del 22 dicembre 2023

Accertamento delle entrate, impegno di spesa e liquidazione acconto a favore dell'Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto (ARPAV) per la realizzazione di attività nell'ambito del progetto europeo "MOSAIC" (Managing prOtective foreSt fAcIng clImate Change compound events) - Programma di Cooperazione Transfrontaliera Alpine Space 2021-2027. C.U.P. H15E22000460007.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si dispone l’accertamento delle entrate, l’impegno di spesa e la liquidazione di un acconto a favore di ARPAV per la realizzazione di attività nell’ambito del progetto europeo “MOSAIC” - Programma di Cooperazione Transfrontaliera Alpine Space 2021-2027.

Estremi dei principali documenti di istruttoria:
DGR 147/2022
DGR 391/2022
DGR 1575/2022
DGR 1589/2023.

Il Direttore

PREMESSO che con la Delibera n. 147 del 22 febbraio 2022 la Giunta regionale ha approvato e dato avvio alle attività di competenza regionale finalizzate alla presentazione delle proposte progettuali relative al Programma di Cooperazione transnazionale Interreg “Alpine Space” 2021-2027 per i progetti c.d. “classic”;

RICHIAMATA la DGR n. 760 del 29 giugno 2022, relativa ai progetti “classic”, con la quale la Giunta Regionale, preso atto dell’approvazione del Programma da parte della Commissione europea, ha autorizzato le Strutture regionali coinvolte a presentare la documentazione necessaria a candidare le proposte preselezionate alla seconda fase di valutazione, finalizzata al finanziamento da parte del Comitato di Programma;

PRESO ATTO che tra le proposte candidate, elencate nel documento allegato alla Delibera, rientra il Progetto “MOSAIC” (Managing prOtective foreSt fAcIng clImate Change compound events) che non era previsto nel primo elenco di progetti allegato alla DGR 147/2022 in quanto la Regione vi ha aderito in qualità di partner solo a ridosso della scadenza del termine per la presentazione delle proposte;

VISTA la DGR n. 1575 del 13 dicembre 2022, con cui la Giunta Regionale ha preso atto della Decisione del 18-19 ottobre 2022 con cui il Comitato di Programma ha approvato e finanziato alcune proposte, tra cui il Progetto “MOSAIC”, e conseguentemente ha autorizzato l’avvio dei progetti;

PRESO ATTO che, con la medesima delibera, la Giunta Regionale ha dato mandato al Direttore della Direzione Protezione Civile, Sicurezza, e Polizia Locale, o a un suo delegato, di procedere alla sottoscrizione dei necessari documenti e all'adozione degli atti di adempimento amministrativo e contabile per avviare le attività tecniche e di gestione del Progetto “MOSAIC”;

VISTO il contratto di finanziamento (Subsidy Contract) sottoscritto in data 12 dicembre 2022 tra l’Institut national de recherche pour l’agricolture, l’alimentation et l’environnment INRAE, capofila del progetto (Lead Partner) e The Land of Salzburg, Autorità di Gestione del Programma, e il contratto di partenariato (Partnership Agreement), sottoscritto dal capofila e da tutti i partner di progetto, firmato in data 3 giugno 2022 dal direttore della Direzione Protezione Civile, Sicurezza e Polizia Locale;

PRESO ATTO che il progetto intende analizzare il ruolo dei cambiamenti climatici nel determinare alterazioni del regime dei disturbi naturali, verificandone le ricadute, in particolare in relazione ad un potenziale aumento del rischio in ambienti montani; considerando inoltre l’effetto combinato dei diversi agenti di disturbo e il loro impatto sui servizi ecosistemici, il progetto intende testare diversi scenari in aree pilota e soluzioni green (nature or eco based solutions) da implementare;

PRESO ATTO che nell’ambito del progetto, la Regione del Veneto collabora con i Partner scientifici e intende aggiornare il sistema di previsione degli incendi boschivi attualmente in uso, basato sull’indice FWI, tramite la validazione delle previsioni effettuate e l’eventuale ricalibratura del sistema, l’ampiamento della base dati utilizzata, l’incremento del numero di stazioni meteorologiche utilizzate per il calcolo dell’indice FWI, anche con acquisto di nuove stazioni;

PRESO ATTO che nell’ambito del Progetto ALPFFIRS del Programma Interreg Alpine Space 2007-2013, la Regione U.P. Protezione Civile - Servizio Antincendi Boschivi, ora Direzione Protezione Civile, Sicurezza e Polizia Locale, e ARPAV - Dipartimento Regionale per la Sicurezza del Territorio, in qualità di “Local Partner”, hanno sviluppato un ambiente web funzionale al calcolo quotidiano dell’indice FWI e dei sottoindici;

PRESO ATTO che ARPAV attualmente, sulla base delle elaborazioni svolte giornalmente provvede alla pubblicazione dell’indice FWI e dei sottoindici, nonché del bollettino di pericolo incendi boschivi nell’ambiente web dedicato;

PRESO ATTO che la L.R. n. 32/96 istitutiva di ARPAV” all’art. 3 comma 2 dispone che l’Agenzia provveda:

- lettera i), a fornire alla Regione e agli enti locali, il supporto tecnico-scientifico necessario all'elaborazione di piani e progetti per la protezione ambientale;

- lettera n), a svolgere attività finalizzate a fornire previsioni, informazioni ed elaborazioni meteoclimatiche e radarmeteorologiche;

- lettera n bis) a svolgere le funzioni dell’ex Ufficio Idrografico e Mareografico di Venezia in materia di idrografia ed idrologia ed in particolare quelle indicate dall’articolo 22 del DPR 24 gennaio 1991, n. 85, concernente il Servizio tecnico nazionale idrografico e mareografico;

- lettera lett. r) a collaborare con istituzioni ed enti scientifici nazionali e internazionali secondo le disposizioni di legge e le eventuali convenzioni stipulate con gli stessi e a cooperare, per conto della Regione, con programmi di ricerca nazionali e comunitari nelle materie di competenza;

PRESO ATTO che il D.Lgs. n.1 del 2 gennaio 2018 “Codice della Protezione Civile”, di seguito Codice, all’art. 1 dispone che il Servizio nazionale della protezione civile, definito di pubblica utilità, è il sistema che esercita la funzione di protezione civile, costituita dall'insieme delle competenze e delle attività volte a tutelare la vita, l’integrità fisica, i beni, gli insediamenti, gli animali e l'ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da eventi calamitosi di origine naturale o derivanti dall’attività dell'uomo;

PRESO ATTO che il Codice, all’art. 2, definisce le attività di protezione civile quelle volte alla previsione, prevenzione e mitigazione dei rischi, alla gestione delle emergenze e al loro superamento;

PRESO ATTO che tra le tipologie dei rischi di protezione civile contemplati all’art. 17 del Codice rientra quella da incendi boschivi;

PRESO ATTO che secondo quanto indicato dall’art. 4 del Codice, lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano e gli enti locali sono componenti del Servizio nazionale e provvedono all'attuazione delle attività di cui all'articolo 2, secondo i rispettivi ordinamenti e competenze e che le componenti del Servizio nazionale possono stipulare convenzioni con le strutture operative e i soggetti concorrenti di cui all'articolo 13, comma 2 o con altri soggetti pubblici;

PRESO ATTO che la legge regionale 1^ giugno 2022, n. 13 “Disciplina delle attività di protezione civile”, all’art. 2, istituisce il Servizio regionale della protezione civile, individuando ARPAV, tra le strutture operative del Servizio regionale;

VISTO che l’art. 15 della Legge 7 agosto 1990, n. 241 “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”, stabilisce che le Amministrazioni Pubbliche possono sempre concludere tra loro accordi per disciplinare lo svolgimento in collaborazione di attività di interesse comune;

VISTA l’attività prevista dal progetto MOSAIC, e in particolare le seguenti azioni del progetto:

- Collezione, selezione, valutazione dei dati relativi al cambiamento climatico presenti in database europei/nazionali e regionali e realizzazione di un database cartografico comune;

- Capitalizzazione dei risultati ottenuti dai precedenti progetti di Alpine Space;

- Armonizzazione e selezione dei dati raccolti per realizzare dei trends passati e futuri relativi ai rischi correlati al cambiamento climatico;

- Messa a disposizione dei risultati ottenuti in open. access webGis;

- Individuazione di hotspots particolarmente significativi relativi ai rischi da cambiamento climatico da utilizzare come punti di monitoraggio;

- Calibrazione e validazione di rischi naturali per la realizzazione di modelli di rischio;

- Libero accesso ai modelli aggiornati implementandoli in piattaforme consolidate;

CONSIDERATO che la struttura competente in materia di protezione civile della Regione non ha al proprio interno personale competente e disponibile per l’espletamento di tutte le indicate azioni e che pertanto intende avvalersi della collaborazione tecnico-scientifica di ARPAV - Dipartimento Regionale per la Sicurezza del Territorio, dotato di conoscenze specifiche e di adeguata esperienza nell’attività di studio e di ricerca sulle tematiche trattate dal progetto MOSAIC ;

RILEVATO che le Parti intendono cooperare per creare sinergie finalizzate ad accrescere le rispettive competenze e favorire l’interscambio di informazioni e conoscenze di carattere scientifico e metodologico nell’ambito del succitato progetto, avviando una collaborazione tecnico-scientifica, ex art. 15 L. 241/1990;

VISTA la DGR n. 1589 del 19.12.2023 con la quale è stato approvato schema di Accordo di collaborazione tecnico-scientifica ai sensi dell’art. 15 della L. 241/1990 con l’Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto (ARPAV) per la realizzazione delle seguenti attività nell’ambito del progetto europeo “MOSAIC” (Managing prOtective foreSt fAcIng clImate Change compound events) - Programma di Cooperazione Transfrontaliera Alpine Space 2021-2027:

  • WP1 - DOJO: Data mining and prOJection of climate change effects on the Alpine Space fOrests;
  • WP2 – NAZCA NaturAl haZards modelling platform for analysing CC Compound events on AS protective forests;

DATO ATTO che, con la medesima delibera, viene determinato in € 30.000,00 l’importo massimo delle obbligazioni di spesa a favore di ARPAV per la realizzazione delle attività succitate, incaricando il Direttore della Direzione Protezione Civile, Sicurezza e Polizia locale di assumere con proprio atto i conseguenti impegni di spesa sui capitoli sottoindicati:

  • 104934 “Programma Interreg "Alpine Space" 2021-2027 - Progetto "Mosaic - Managing Protective Forest Facing Climate Change Compound Events" - quota statale - trasferimenti correnti (dec. ue 05/05/2022, n.2881)” del bilancio 2023-2025
  • 104936 “Programma Interreg "Alpine Space" 2021-2027 - Progetto "Mosaic - Managing Protective Forest Facing Climate Change Compound Events" - quota comunitaria - trasferimenti correnti (dec. ue 05/05/2022, n.2881)” del bilancio 2023-2025;

DATO ATTO che la Regione rimborserà ad ARPAV, per le spese sostenute nello svolgimento delle attività di cui all’art. 2 dell’Accordo di collaborazione, l’importo massimo pari ad € 30.000,00, fuori campo IVA, ai sensi degli artt. 1 e 4, DPR n.633/1972, con le seguenti modalità:

a. € 8.000,00 per l’avvio delle attività di competenza, da liquidare in anticipazione a titolo di acconto entro il 31.12.2023, previa sottoscrizione dell’accordo;

b. € 22.000,00, a saldo, a conclusione di tutte le attività, previo invio entro il 30.09.2025 alla Regione del Veneto, a mezzo PEC, della rendicontazione delle spese sostenute per il personale impiegato e della relazione tecnica complessiva delle attività svolte di cui all’art. 2 dell’Accordo di collaborazione;

DATO ATTO che la copertura della spesa pari a euro 30.000,00 (IVA esente) è garantita da fondi comunitari nella percentuale dell’75% (FESR), a valere sul capitolo n. 101844 “Assegnazione comunitaria per il programma Interreg Alpine Space 2021-2027 - progetto;Mosaic - Managing Protective Forest Facing Climate Change Compound Events (Dec. UE 05/05/2022, n.2881)” e da fondi statali nella percentuale del 25% (FDR) a valere sul capitolo di entrata n. 101843 “Assegnazione statale per il programma Interreg "Alpine Space" 2021-2027 - progetto "Mosaic - Managing Protective Forest Facing Climate Change Compound Events" (Dec. UE 05/05/2022, n.2881);

DATO ATTO che l’INRAE – anagrafica 183995 - è il soggetto debitore della somma da accertare pari a euro 22.500,00, per la quota di assegnazione comunitaria e l’IGRUE Ministero dell’Economia e delle Finanze – anagrafica 144009 - è il soggetto debitore della somma da accertare pari a euro 7.500.00 per la quota di assegnazione statale, come di seguito indicato:

capitolo

soggetto debitore

anno 2023

anno 2025

importo totale

101844

INRAE

6.000,00

16.500,00

22.500,00

101843

IGRUE

2.000,00

5.500,00

7.500,00

 

 Totale

8.000,00

22.000,00

30.000,00

 

RITENUTO di procedere nel corrente esercizio finanziario, ai sensi dell’art. 53 e dell’allegato 4/2 al D.Lgs. 118/2011 paragrafo 3.12, all’accertamento per competenza delle entrate secondo le specifiche e l’esigibilità contenute nell’Allegato A contabile del presente atto:

RITENUTO di assumere l’impegno di spesa a favore di ARPAV per la realizzazione delle attività succitate, a valere sui capitoli 104934 e 104936 secondo le specifiche e l’esigibilità contenute nell’Allegato A contabile del presente atto, del quale costituisce parte integrante e sostanziale.

CONSIDERATO che in data 22.12.2023 è stato sottoscritto tra le parti l’accordo di collaborazione tecnico-scientifica;

RITENUTO pertanto di liquidare in anticipazione, a favore di ARPAV, l’importo di euro 8.000,00 a titolo di acconto per l’avvio delle attività di competenza; 

RICHIAMATA la Deliberazione della Giunta regionale n. 1595 del 19.11.2021 con la quale, ai sensi dell’art. 17 della Legge regionale n. 54/2012 e ss.mm.ii., viene conferito all’Ing. Tommaso Settin l’incarico di Direttore dell’Unità Organizzativa Prevenzione e Coordinamento Emergenza, incardinata nella Direzione Protezione Civile, Sicurezza e Polizia Locale;

RITENUTO di individuare quale Responsabile Unico del Progetto per il servizio in oggetto l’Ing. Tommaso Settin;

VISTI:

  • il D.lgs. n. 36/2023;
  • il D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;
  • il D.lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii.;
  • il D.lgs. n. 1/2018 “Codice della Protezione Civile” e ss.mm.ii.;
  • la Legge Statutaria n. 1/2012 e ss.mm.ii.;
  • le LL. RR. n. 6/1980, n. 39/2001, n. 36/2004 e n. 54/2012 e ss.mm.ii.;
  • le DD.GG.RR. nn. 1823/2019 e 1004/2020;
  • la L.R. n. 13 del 1° giugno 2022 “Disciplina delle attività di Protezione Civile”;
  • la L.R. n. 30 del 23/12/2022 “Legge di stabilità regionale 2023”;
  • la L.R. n. 31 del 23/12/2022 “Collegato alla legge di stabilità regionale 2023”;
  • la L.R. n. 32 del 23/12/2022 “Bilancio di previsione 2023-2025” e successive variazioni;
  • il Decreto n. 71 del 30/12/2022 del Direttore dell’Area Risorse Finanziarie, Strumentali, ICT ed Enti locali di approvazione del Bilancio Finanziario Gestionale 2023-2025 e successive variazioni;
  • la D.G.R. n. 60 del 26/01/2023 “Direttive per la gestione del bilancio di previsione 2023-2025”;
  • la documentazione agli atti;

ATTESTATA l’avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

Tutto ciò premesso e considerato,

decreta

  1. di dare atto che le premesse formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
     
  2. di dare atto che in data 22.12.2023 è stato sottoscritto l’accordo di collaborazione tecnico-scientifica tra la Regione del Veneto e l’Arpav;
     
  3. di attestare che l’obbligazione relativa all’accertamento è perfezionata;
     
  4. di attestare che l’obbligazione di spesa per cui si dispone l’impegno è perfezionata;
     
  5. di accertare l’entrata e impegnare la spesa secondo le specifiche e l’esigibilità contenute nell’Allegato A contabile del presente atto, del quale costituisce parte integrante e sostanziale, per le motivazioni di cui alla premessa, disponendo altresì la liquidazione delle somme previste in anticipazione a titolo di acconto, pari a € 8.000.00;
     
  6. di dare atto che alla liquidazione del saldo si procederà ai sensi dell’art. 44 della L.R. n. 39/2001, previo invio a mezzo PEC, entro il 30.09.2025, della rendicontazione delle spese sostenute per il personale impiegato e della relazione tecnica complessiva delle attività svolte di cui all’art. 2 dell’Accordo di collaborazione;
     
  7. di attestare che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
     
  8. di comunicare ad ARPAV le informazioni relative all’impegno di spesa ai sensi di quanto disposto dall’art. 56 comma 7 del D.Lgs. n. 118/2011;
     
  9. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto alla pubblicazione ai sensi dell’art. 23 del D.lgs. n. 33/2013;
     
  10. di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.

Luca Soppelsa

(seguono allegati)

1289_Allegato_A_DDR_1289_22-12-2023_521617.pdf

Torna indietro