Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 17 del 02 febbraio 2024


Materia: Protezione civile e calamità naturali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE PROTEZIONE CIVILE, SICUREZZA E POLIZIA LOCALE n. 1282 del 22 dicembre 2023

Assegnazione contributo, impegno di spesa e liquidazione a favore dei comuni beneficiari del contributo stanziato per il ristoro dei danni al patrimonio pubblico, danneggiato a seguito degli eccezionali eventi meteo di rilevanza regionale, riconosciuti con dichiarazioni di "Stato di crisi" e di "Stato di emergenza regionale" nell'anno 2022 di cui alla D.G.R. n. 1334 del 07 novembre 2023 per l'importo di 580.781,94 Euro. Rettifica e sostituisce il Decreto n. 1080 del 14 novembre 2023.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si assegna il contributo, si assume l’impegno di spesa e si liquida il contributo ai comuni per il ristoro subiti al patrimonio pubblico, danneggiati a seguito degli eccezionali eventi meteo di rilevanza regionale, riconosciuti con dichiarazioni di “Stato di crisi” e di “Stato di emergenza regionale” nell’anno 2022 di cui alla L. R. n. 32 del 23 dicembre 2022 per 580.781,94 Euro a valere sul capitolo di spesa 104550 “Interventi regionali a favore della popolazione per il superamento dell’emergenza e il ripristino in condizioni di sicurezza delle strutture o infrastrutture pubbliche o di interesse pubblico danneggiate – contributi agli investimenti (art. 25, c. 1, L. R. 01/06/2022, n. 13)”.

Il Direttore

PREMESSO che con legge regionale n. 32 del 23 dicembre 2022 di “Bilancio di Previsione 2023-2025” si è disposto il riparto dei fondi e l’assegnazione dei contributi regionali ai comuni per il ristoro dei danni al patrimonio pubblico, danneggiato a seguito degli eccezionali eventi meteo di rilevanza regionale, riconosciuti con dichiarazioni di “Stato di crisi” e di "Stato di emergenza" nell’anno 2022 per un importo pari a 350.000,00 Euro;

PRESO ATTO che con legge regionale n. 21 del 4 agosto 2023 di assestamento al bilancio di previsione 2023-2025 è stata apportata una modifica al capitolo 104550 “Interventi regionali a favore della popolazione per il superamento dell’emergenza e il ripristino in condizioni di sicurezza delle strutture o infrastrutture pubbliche o di interesse pubblico danneggiate – contributi agli investimenti (art. 25, c. 1, L. R. 01/06/2022, n. 13)” stanziando l’ulteriore somma di 100.000,00 Euro;

DATO ATTO che il fabbisogno dei beni mobili registrati danneggiati dagli eventi calamitosi del 2022, calcolando la percentuale del 50% applicabile come contributo massimo ristorabile dalla Regione del Veneto, è risultato inferiore alla cifra stanziata dal bilancio di previsione 2023-2025 pari a 350.000,00 Euro sul capitolo U/104555 “Interventi regionali per la popolazione e le attività produttive danneggiate dagli eventi calamitosi, a ristoro dei danni subiti dai beni mobili registrati di proprietà – contributi agli investimenti (art. 25, c. 3, l.r. 01/06/22, n. 13)”. La somma rimanente, pari a 130.781,94 Euro, è stata compensata a favore del capitolo 104550 “Interventi regionali a favore della popolazione per il superamento dell’emergenza e il ripristino in condizioni di sicurezza delle strutture o infrastrutture pubbliche o di interesse pubblico danneggiate – contributi agli investimenti (art. 25, c. 1, L. R. 01/06/2022, n. 13)” con nota prot. n. 366379 del 07/07/2023 di richiesta di variazione compensativa e successivamente approvata con D.G.R. n. 881 del 18/07/2023;

PRESO ATTO che, con D.G.R. n. 1334 del 07 novembre 2023, la Giunta regionale del Veneto ha approvato gli importi e i beneficiari di cui all’allegato D del medesimo provvedimento per la somma di 580.781,94 Euro;

DATO ATTO che con la citata D.G.R. n. 1334/2023 si è rinviato a successivo provvedimento l’assunzione dell’impegno di spesa e la liquidazione del contributo in anticipazione, in un’unica soluzione a valere sul capitolo di spesa 104550 “Interventi regionali a favore della popolazione per il superamento dell’emergenza e il ripristino in condizioni di sicurezza delle strutture o infrastrutture pubbliche o di interesse pubblico danneggiate – contributi agli investimenti (art. 25, c. 1, L. R. 01/06/2022, n. 13)”;

PRESO ATTO che la già citata D.G.R. stabilisce che il contributo complessivo spettante a ciascun Comune sarà liquidato a favore delle Amministrazioni Comunali con provvedimento del Direttore della Direzione Protezione Civile, Sicurezza e Polizia Locale;

RITENUTO di assegnare il contributo a favore dei comuni beneficiari e per gli importi indicati nell’Allegato A del presente provvedimento per complessivi 580.781,94 Euro;

RICORDATO che la D.G.R. n. 1334/2023 stabilisce che entro il 30 settembre 2024 ciascun Comune beneficiario del contributo per il ristoro dei danni al patrimonio pubblico dovrà rendicontare alla Direzione Protezione Civile, Sicurezza e Polizia Locale la spesa sostenuta e la mancata rendicontazione nei termini stabiliti comporterà la revoca del contributo e la restituzione della somma erogata;

RITENUTO pertanto di assumere l’impegno di spesa per complessivi 580.781,94 Euro sul capitolo di spesa 104550 “Interventi regionali a favore della popolazione per il superamento dell’emergenza e il ripristino in condizioni di sicurezza delle strutture o infrastrutture pubbliche o di interesse pubblico danneggiate – contributi agli investimenti (art. 25, c. 1, L. R. 01/06/2022, n. 13)”;

RAVVISATA la necessità di acquisire i CUP per i singoli progetti relativi agli interventi finanziati dalla D.G.R. n. 1334/2023 e, pertanto, di rettificare il precedente provvedimento di impegno e liquidazione n. 1080/2023;

DATO ATTO:

  • che con nota protocollo regionale n. 665879 del 15 dicembre 2023 è stato richiesto ai comuni beneficiari di fornire i Codici Univoci di Progetto per i relativi interventi;
  • di aver provveduto ad acquisire i CUP dai Comuni beneficiari come da Allegato A – Elenco Beneficiari del presente provvedimento;
  • che per alcuni interventi il CUP non si rende necessario, come comunicato:
    • dal Comune di Mira (VE) con nota n. 59952, assunta al protocollo regionale n. 679195 del 21 dicembre 2023:
    • dal Comune di Cavarzere (VE) con nota n. 24684, assunta al protocollo regionale n. 673761 del 19 dicembre 2023;
    • dal Comune di San Stino di Livenza (VE) con nota n. 24365, assunta al protocollo regionale n. 672414 del 19 dicembre 2023:
    • dal Comune di Arcade (TV) per le vie brevi;

DATO ATTO che per quanto concerne i “controlli” rimangono confermate le disposizioni di cui all’allegato B della D.G.R. n. 1334/2023;

VISTI:

  • la L.R. n. 4/1997;
  • la L.R. n. n. 11/2001;
  • la L.R. n. 39/2001 e s.m.i.;
  • le D.P.G.R. nn. 42, 66 e 107 del 2022;
  • la L.R. n. 32/2022 “Bilancio di previsione 2023-2025” e successive variazioni;
  • la L.R. n. 21/2023 di assestamento del bilancio di previsione 2023-2025;
  • la D.G.R. n. 881/2023 di variazione al "Bilancio finanziario gestionale 2023-2025;
  • la D.G.R. n. 1665 del 30/12/2022 che approva il Documento tecnico di accompagnamento del Bilancio di previsione 2023-2025;
  • la D.G.R. n. 60 del 26/01/2022 “Direttive per la gestione del Bilancio di Previsione 2023-2025”;
  • la L. R. n. 13 del 01 giugno 2022, Disciplina delle attività di Protezione Civile;
  • la D.G.R. n. 1334 del 07 novembre 2023;

decreta

  1. di approvare le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di rettificare e sostituire con il presente provvedimento il Decreto n. 1080 del 14 novembre 2023;
  3. di assegnare il contributo a favore dei comuni beneficiari e per gli importi indicati nell’Allegato A – Elenco Beneficiari del presente provvedimento per complessivi 580.781,94 Euro;
  4. di attestare che l’obbligazione di spesa per cui si dispone l’impegno è perfezionata;
  5. di impegnare e liquidare la spesa secondo le specifiche e l’esigibilità contenute nell’Allegato B contabile del presente atto, del quale costituisce parte integrante e sostanziale, per le motivazioni di cui alla premessa;
  6. di dare atto che entro il 30 settembre 2024 i Comuni beneficiari devono trasmettere la rendicontazione di spesa, pena la revoca del contributo e la restituzione della somma erogata;
  7. di dare atto che in caso di minori spese rendicontate rispetto all’importo erogato si provvederà a rideterminare il contributo e si avvierà l’iter per la restituzione delle somme erogate in eccesso;
  8. di dare atto che in caso di rinuncia si provvederà alla revoca del contributo e alla restituzione delle somme;
  9. di attestare che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
  10. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto alla pubblicazione ai sensi degli artt. 26 e 27 del
    D. lgs. n. 33/2013;
  11. di trasmettere il presente atto alla Direzione Bilancio e Ragioneria per gli adempimenti di relativa competenza;
  12. di trasmettere il presente atto ai Comuni di cui all’Allegato A – Elenco Beneficiari;
  13. di dare atto che avverso i vizi del presente decreto è ammesso ricorso avanti il Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dell'avvenuta conoscenza ovvero, alternativamente, avanti il Capo dello Stato entro 120 giorni;
  14. di pubblicare integralmente il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Per Il Direttore Il Direttore Vicario Tommaso Settin

(seguono allegati)

1282_Allegato_A_DDR_1282_22-12-2023_521607.pdf
1282_Allegato_B_DDR_1282_22-12-2023_521607.pdf

Torna indietro