Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 18 del 06 febbraio 2024


Materia: Ambiente e beni ambientali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE AMBIENTE E TRANSIZIONE ECOLOGICA n. 307 del 22 dicembre 2023

Impegno di spesa. DGR n. 1383 del 20 novembre 2023 "Rinnovo del Protocollo d'Intesa tra la Regione Veneto, ARPAV e il Comando Gruppo Carabinieri per la Tutela Ambientale e la Sicurezza Energetica di Venezia, inerente all'attività di vigilanza e controllo sul trasporto transfrontaliero dei rifiuti".

Note per la trasparenza

Rapporto triennale di collaborazione tra la Regione Veneto, l'ARPAV e il Comando Gruppo Carabinieri per la Tutela Ambientale e la Sicurezza Energetica di Venezia, inerente attività di vigilanza e controllo sul trasporto transfrontaliero dei rifiuti.

Il Direttore

PREMESSO che a fronte della obiettiva necessità di attuare in modo coordinato e organico i necessari controlli sulla gestione dei rifiuti ed in particolare sui trasporti transfrontalieri di rifiuti, in data 23/10/2001 è stato sottoscritto, tra Regione Veneto, ARPAV e N.O.E., un Protocollo d’Intesa più volte prorogato, avente lo scopo di definire i rapporti di reciproca collaborazione e di meglio coordinare le varie azioni intraprese sul territorio;

PRESO ATTO che, in ragione dei concreti e riscontrabili esiti positivi conseguiti grazie alla sinergica attività di vigilanza e controllo sul trasporto transfrontaliero dei rifiuti messa organicamente in atto a seguito dell’attivazione del suddetto Protocollo d’Intesa, con provvedimento n. 1274 del 21/09/2021, la Giunta Regionale ha inteso proseguire il rapporto di collaborazione con il Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente – Gruppo di Milano, approvando lo schema del nuovo protocollo d’Intesa triennale;

PRESO ATTO che, come richiamato con Deliberazione n. 1383 del 20/11/2023, in data 08/06/2022 è stato attivato il Gruppo Carabinieri T.A.S.E. di Venezia, con uffici in Venezia-Marghera, via Longhena 6, specificando che il medesimo Gruppo Carabinieri ha alle dipendenze i Nuclei Operativi Ecologici (N.O.E.) Carabinieri di Bologna, Treviso, Trento, Udine e Venezia, sino a quella data inquadrati nel Gruppo di Milano;

PRESO ATTO che il medesimo provvedimento indicato in oggetto ha approvato lo schema del nuovo Protocollo d’Intesa, con validità triennale, tra la Regione del Veneto, l’ARPAV e il Comandante del Gruppo Carabinieri per la Tutela Ambientale e la Sicurezza Energetica di Venezia, per il proseguimento delle attività di vigilanza e controllo sul trasporto transfrontaliero di rifiuti precisando che l’accordo in parola andrà a sostituire, dalla data di sottoscrizione, il Protocollo fino ad ora in vigore il cui schema è stato approvato con DGR n. 1274 del 21/09/2021 e che avrebbe avuto scadenza naturale alla data del 10/10/2024;

PRESO ATTO che in data odierna è stata perfezionata la sottoscrizione da parte delle Strutture interessate del nuovo Protocollo d’Intesa, in continuità con il precedente analogo accordo triennale firmato in data 11/10/2021;

PRESO ATTO che il citato Protocollo d’Intesa, al punto 3. “Disposizioni Finanziarie”, dispone che la Regione si impegna a garantire annualmente, per il periodo di validità dell’accordo e subordinatamente alla disponibilità di risorse nel corrispondente capitolo di Bilancio regionale, l’importo di € 40.000,00, coerentemente con la programmazione delle attività all’uopo predisposta;

VERIFICATO che nel corrispondente capitolo di Bilancio n. 100716, legato alla “gestione amministrativa delle spedizioni transfrontalieri di rifiuti” per il corrente esercizio finanziario risulta disponibile la somma di euro 40.000,00;

RITENUTO di dover provvedere, in relazione alla corrente annualità, a sostegno del proseguimento delle attività connesse alla fattiva esecuzione del citato accordo con il Comando Gruppo Carabinieri per la Tutela Ambientale e la Sicurezza Energetica di Venezia, al riconoscimento favore del Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale e la Sicurezza Energetica di Roma, C.F.:97103490583, in conto entrate dello Stato sul capitolo 2466/5 “Somme da riassegnare all’Arma dei Carabinieri in base all’art.13, comma 3 lettera b), del Decreto Legislativo 19 agosto 2016 n.177", della somma di euro 40.000,00 a valere sul capitolo n. 100716 Trasferimenti per la gestione amministrativa delle spedizioni transfrontaliere di rifiuti(d.m. 03/09/1998, n.370)” del bilancio annuale di previsione dell’esercizio finanziario corrente che presenta sufficiente disponibilità;

CONSIDERATO che l’obbligazione di spesa è perfezionata ed esigibile;

RITENUTO di dover procedere all’impegno di spesa e alla liquidazione della somma di euro 40.000,00 a favore del Comando CC Tutela Ambiente Roma, C.F.:97103490583 (IBAN IT64H0100003245224016246605 – Banca d’Italia, Tesoreria Provinciale di Venezia), sul capitolo n. 100716 “Trasferimenti per la gestione amministrativa delle spedizioni transfrontaliere di rifiuti(d.m. 03/09/1998, n.370)” del bilancio annuale di previsione dell’esercizio finanziario corrente che presenta sufficiente disponibilità, Piano dei conti integrato V Livello, art. 1 - U. 1.04.01.01.999, dando atto che le obbligazioni sono riconducibili a debiti non commerciali;

VISTA la L.R. 21 gennaio 2000, n. 3;

VISTA la L.R. 13 aprile 2001, n. 11;

VISTA la L.R. 29 novembre 2001, n. 39;

VISTO il Regolamento Comunitario n. 1013/2006;

VISTA la DGR n. 1274 del 21 settembre 2021;

VISTA La DGR n. 1383 del 20 novembre 2023;

VISTO il Protocollo d’Intesa sottoscritto dalle parti in data 11/10/2021;

VISTO il Decreto Legislativo n. 118 del 23 giugno 2011;

VISTA la L.R. del 23.12.2022 n. 32 “Bilancio di previsione 2023 - 2025”;

VISTA la DGR n. 1665 del 30.12.2022 che approva il Documento tecnico di accompagnamento del Bilancio di previsione 2023-2025 e successive variazioni;

VISTO il Decreto n. 71 del 28.12.2022 del Direttore dell’Area Risorse Finanziarie, Strumentali, ICT ed Enti locali di approvazione del Bilancio finanziario gestionale 2023–2025, su delega conferita con Decreto del Segretario Generale della Programmazione n.15 del 28 dicembre 2022;

 

decreta

  1.  di dare atto che le premesse sono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  1.  di impegnare e liquidare la somma di euro 40.000,00, secondo le specifiche contenute nell’allegato contabile, del quale costituisce parte integrante e sostanziale, a favore del Comando CC Tutela Ambiente Roma, C.F.:97103490583 (IBAN IT64H0100003245224016246605 – Banca d’Italia, Tesoreria Provinciale di Venezia) da corrispondere in conto entrate dello Stato sul capitolo 2466/5 “Somme da riassegnare all’Arma dei carabinieri in base all’art. 13, comma 3 lettera b) del Decreto Legislativo 19 agosto 2016, n. 177”, sul capitolo n. 100716 “Trasferimenti per la gestione amministrativa delle spedizioni transfrontaliere di rifiuti(d.m. 03/09/1998, n.370)” del bilancio annuale di previsione dell’esercizio finanziario corrente che presenta sufficiente disponibilità, Piano dei conti integrato V Livello, art. 1 - U. 1.04.01.01.999, dando atto che le obbligazioni sono riconducibili a debiti non commerciali;
  1. di attestare che l’imputazione della spesa avviene secondo esigibilità negli esercizi finanziari indicati nel suddetto Allegato Contabile.
  1.  di prevedere, secondo quanto espressamente previsto dal Protocollo d’Intesa in parola, a conclusione della corrente annualità, la presentazione da parte del Comando Carabinieri di Milano - Gruppo per la Tutela Ambientale e la Transizione Ecologica, di una relazione descrittiva delle attività di vigilanza e controllo effettuate;
  1. di dare atto che, sulla base di quanto indicato in premessa, l’obbligazione di cui si dispone l’impegno di spesa è giuridicamente perfezionata ed esigibile e che la copertura finanziaria risulta essere completa fino al V livello del piano dei conti e che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
  1. di dare atto che la spesa di cui si dispone l’impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. 1/2011;
  1.  di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’articolo 26 del D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33;
  1. di dare atto che, avverso il presente provvedimento, è ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) oppure in via alternativa al Presidente della Repubblica, nei termini e nelle modalità previste dal D.lgs. 104/10;
  1. di trasmettere il presente provvedimento all’Ufficio Bilancio del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri (PEC: crm38896@pec.carabinieri.it), ai sensi dell’art. 56, comma 7 del Decreto Legislativo n. 118/2011 e ss.mm.ii..;
  1. di trasmettere il presente provvedimento alla Direzione Bilancio e Ragioneria per l’apposizione del visto di regolarità contabile al fine del perfezionamento dell’efficacia.
  1. di pubblicare integralmente il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione;

Paolo Giandon

Allegato (omissis)

Torna indietro