Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 9 del 19 gennaio 2024


Materia: Relazioni internazionali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA UNITA' ORGANIZZATIVA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE n. 116 del 28 dicembre 2023

Ripartizione del Fondo nazionale per la tutela delle minoranze linguistiche - Anno 2023. Accertamento entrata e contestuale impegno di spesa per il successivo trasferimento agli Enti assegnatari. Legge 15 dicembre 1999, n. 482 "Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche" - Articoli 9 e 15. DPCM 25/10/2023.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si provvede all’accertamento in entrata della somma trasferita dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e all’assunzione di impegni di spesa per il successivo trasferimento agli Enti beneficiari del Fondo Nazionale per progetti a tutela delle minoranze linguistiche per l’anno 2023. I contributi sono stati concessi in esecuzione del DPCM del 25/10/2023.

Il Direttore

VISTI:

  • la Legge 15 dicembre 1999, n. 482 recante norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche che favorisce e sostiene, tra le altre, la promozione e la valorizzazione delle lingue e delle culture delle popolazioni germanofone, friulanofone e ladine nell’ambito della Regione del Veneto;
  • il Protocollo d’Intesa stipulato in data 01/03/2002 tra la Regione del Veneto e la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Affari Regionali che definisce le procedure per l’istruttoria dei progetti e, nel § 4, l’erogazione dei finanziamenti che, nella fase di avvio di ciascun progetto, prevede un acconto non inferiore al 60% del finanziamento ed il restante saldo del 40% a rendicontazione del progetto stesso;
  • le note del 06/03/2003 (prot. DAR/1873/13.3.5.17) - e successive integrazioni - e del 22/12/2009 (prot. DAR-0007312 P-13.3.5.17) della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Affari Regionali con le quali vengono indicante, per le Regioni, le linee guida alle quali debbono attenersi per una conforme gestione dei finanziamenti e vengono fissate ulteriori direttive a cui devono conformarsi nella gestione procedimentale di erogazione dei finanziamenti;
  • il DPCM del 30 marzo 2023 che stabilisce, per il triennio 2023-2025, i criteri per la ripartizione dei fondi della Legge n. 482/1999 (articoli 9 e 15) e gli ambiti di intervento valevoli.

PRESO ATTO CHE:

  • la DGR n. 1017 del 11/08/2023 approva le schede di analisi delle domande di finanziamento presentate per l’accesso ai Fondi statali 2023, successivamente inviate alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Affari regionali e le Autonomie per le valutazioni di competenza;
  • con il DPCM del 25/10/2023, concernente la ripartizione di tali risorse, è stato attribuito alla Regione del Veneto un contributo complessivo di euro 263.760,95 per il successivo trasferimento ai cinque enti beneficiari per l’attuazione dei progetti valutati ammissibili, secondo la seguente ripartizione:
 

Ente

Importo finanziamento
Euro

BL

Provincia di Belluno

111.690,00

BL

Comune di Colle Santa Lucia

113.584,00

VE

Comune di Portogruaro

14.080,00

VE

Comune di San Michele al Tagliamento

5.074,95

VR

Comune di Selva di Progno

19.332,00

 

TOTALE

263.760,95

 
  • la nota della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Affari regionali e le Autonomie del 20/12/2023 (ns. prot. n. 674357) comunica tali risultanze;
  • in esito al riparto dei fondi sancito dal DPCM sopra citato sono stati accreditati presso la Tesoreria regionale euro 263.760,95, suddivisi in due tranche di euro 176.595,56 (bolletta n. 0044379 del 07/12/2023) e euro 87.165,39 (bolletta n. 0046912 del 27/12/2023).

RILEVATO:

  •  che con la DGR n. 1534 del 12/12/2023, Variazione al Bilancio di previsione 2023-2025 e al documento tecnico di accompagnamento al bilancio di previsione 2023-2025 ai sensi dell’art. 51, comma 2, D. Lgs. 118/2011 (provvedimento di variazione n. BIL061) // VINCOLATE, sono stati implementati gli stanziamenti di competenza e di cassa per l’importo di Euro 263.760,95 del capitolo di entrata E/100091 “Assegnazione statale per la tutela delle minoranze linguistiche storiche (L. 15/12/1999, n. 482)” e del capitolo di spesa U/100233 “Spese per la realizzazione di progetti a tutela delle minoranze linguistiche storiche (Legge 15.12.1999, n. 482)”, condizione necessaria per poter procedere all’assunzione degli impegni di spesa a copertura delle obbligazioni in parola;
  • che, secondo quanto previsto dal paragrafo 3.1 dell’Allegato 4/2 al D. Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii. (Principio contabile applicato concernente la contabilità finanziaria), il perfezionamento dell’accertamento avviene mediante l’atto gestionale con il quale vengono verificati ed attestati i requisiti previsti dal paragrafo stesso;
  • che si rende necessario provvedere all’accertamento della somma complessiva di Euro 263.760,95, con imputazione all’esercizio corrente sul capitolo di entrata 100091 “Assegnazione statale per la tutela delle minoranze linguistiche storiche (L. 15/12/1999, n. 482)” del Bilancio di previsione 2023-2025.

DATO ATTO CHE:

  • si è sono trasmesse delle note, presenti agli atti, agli Enti beneficiari e in copia conoscenza al Dipartimento per gli Affari Regionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con le quali sono state comunicate le risultanze del riparto ministeriale e gli adempimenti richiesti per l’erogazione del finanziamento;
  • gli Enti beneficiari hanno provveduto a inviare l’accettazione del contribuito da cui si traggono e ricavano i dati sottostanti e il CUP dei progetti, dichiarando comunque la data di avvio delle attività, sancendo così il perfezionamento giuridico delle obbligazioni ai sensi del paragrafo 5.1 dell’Allegato n. 4/2 al decreto Legislativo n. 118/2011 “Principio contabile applicato concernente la contabilità finanziaria”:
 

Ente

Data
avvio delle attività progettuali

Data presentazione relazione intermedia

Data conclusione delle attività progettuali

Data presentazione rendicontazione

BL

Provincia di Belluno

01/10/2024

30/03/2025

01/10/2025

30/11/2025

BL

Comune di Colle Santa Lucia

01/01/2024

29/06/2024

31/12/2024

28/02/2025

VE

Comune di Portogruaro

01/06/2024

28/11/2024

01/06/2025

31/07/2025

VE

Comune di San Michele al Tagliamento

02/05/2025

01/09/2025

31/12/2025

28/02/2026

VR

Comune di Selva di Progno

01/02/2024

30/07/2024

31/01/2025

31/03/2025

 

CONSIDERATO CHE:

  • ricorrono i presupposti di diritto e di fatto per provvedere a dare copertura finanziaria alle obbligazioni in argomento per la spesa complessiva di Euro 263.760,95 a favore dei beneficiari che si individuano nell’Allegato A al presente provvedimento, con imputazione a carico del capitolo n. 100233 ad oggetto “Spese per la realizzazione di progetti a tutela delle minoranze linguistiche storiche (Legge 15.12.1999, n. 482)” del Bilancio di previsione 2023-2025 in base all’esigibilità della spesa, secondo la seguente ripartizione, concordata con il citato Protocollo d’Intesa, riportato nell’Allegato B al presente provvedimento:
    • esercizio finanziario 2024 (euro 200.645,20):
      • acconto, per un totale di euro 155.211,60, alla Provincia di Belluno e ai Comuni di Colle Santa Lucia, Portogruaro e Selva di Progno (60% del contributo per ogni ente);
      • saldo, per un totale di euro 45.433,60, al Comune di Colle Santa Lucia (rimanente 40% del contributo).
    • esercizio finanziario 2025 (euro 63.115,75):
      • acconto, per un totale di euro 3.044,97, al Comune di San Michele al Tagliamento (60% del contributo);
      • saldo, per un totale di euro 60.070,78, alla Provincia di Belluno e ai Comuni di Portogruaro, San Michele al Tagliamento e Selva di Progno (rimanente 40% del contributo per ogni ente).
  • le obbligazioni per le quali si dispongono gli impegni di spesa con il presente provvedimento sono perfezionate nel corrente esercizio finanziario e saranno esigibili nell’esercizi 2024 e 2025.

RICHIAMATI:

  • il punto 6 del dispositivo della citata DGR n. 1017/2023 che incarica il Direttore della Unità Organizzativa Cooperazione internazionale di dare attuazione al provvedimento medesimo, ivi compresa l’adozione degli atti che impegnano l’Amministrazione verso l’esterno;
  • il decreto del Direttore della Direzione Relazioni Internazionali n. 1 del 7 luglio 2021 che specifica, ai sensi dell’articolo 18 della legge regionale n. 54/2012 e ss.mm.e ii., le attività di competenza del Direttore dell’Unità Organizzativa Cooperazione internazionale e contestualmente delega il medesimo Direttore all’esercizio dei poteri di spesa e di acquisizione delle entrate in relazione ai limiti degli atti e provvedimenti per le competenze ivi individuate.

VISTO il D. Lgs. n. 118 del 23.06.2011 come corretto ed integrato dal D. Lgs. 126/2014;

VISTA la L.R. n. 54 del 31.12.2012 e ss.mm. e ii;

VISTO il D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e ss.mm. e ii.;

VISTA la L.R. n. 32 del 23.12.2022 “Bilancio di previsione 2023-2025”;

VISTA la DGR n. 1665 del 30.12.2022 "Approvazione del documento tecnico di accompagnamento al bilancio di previsione 2023-2025";

VISTO il Decreto del Direttore dell'Area Risorse Finanziarie, Strumentali, ICT ed Enti Locali n. 71 del 30.12.2022 “Bilancio finanziario gestionale 2023-2025”;

VISTA la DGR n. 60 del 26.01.2023 "Direttive per la gestione del Bilancio di previsione 2023-2025";

VISTI gli atti d’ufficio;

decreta

  1. di approvare le premesse e gli Allegati A e B quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di procedere, ai sensi dell'articolo 53 del D. Legislativo n. 118/2011 e ss.m.e ii., Allegato 4/2, principio 3.2, all'accertamento per competenza della somma complessiva di Euro 263.760,95, corrispondente alla somma attribuita alla Regione del Veneto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per gli Affari regionali (anagrafica n. 00037548) in esecuzione del DPCM del 25/10/2023 di ripartizione delle risorse del Fondo Nazionale per la tutela della minoranze linguistiche di cui agli articoli 9 e 15 della Legge 15 dicembre 1999, n. 482 - Esercizio finanziario 2023, sul capitolo di entrata 100091 "Assegnazione statale per la tutela delle minoranze linguistiche storiche (L. 15/12/1999, n. 482)" P.d.c. E.2.01.01.01.003 - Trasferimenti correnti da Presidenza del Consiglio dei Ministri del Bilancio di previsione 2023-2025;
  3. di dare atto che l'obbligazione di cui al precedente punto è perfezionata, ai sensi del D. Lgs. n. 118/2011 e che il credito di cui al punto 2. è scaduto nel corrente esercizio finanziario;
  4. di dare atto che presso il conto della Tesoreria regionale risultano accreditati gli importi di euro 176.595,56 (bolletta n. 0044379 del 07/12/2023) e di euro 87.165,39 (bolletta n. 0046912 del 27/12/2023), per un totale di euro 263.760,95, come da DPCM sopra citato; 
  5. di attestare che le obbligazioni relative ai finanziamenti previsti dal DPCM del 25/10/2023 a favore degli enti di cui agli Allegati A e B per l’importo complessivo di Euro 263.760,95 sono giuridicamente perfezionate;
  6. di dare atto altresì che le obbligazioni per le quali si dispongono gli impegni di spesa con il presente provvedimento sono perfezionate nel corrente esercizio finanziario e saranno esigibili negli esercizi 2024 e 2025 e che la copertura finanziaria delle obbligazioni stesse è assicurata dall’accertamento di entrata disposto con il presente provvedimento;
  7. di dare atto che il piano di scadenza delle obbligazioni riferite a ciascun beneficiario è quello esposto nell’Allegato B;
  8. di assumere gli impegni di spesa per le obbligazioni in argomento per complessivi Euro 263.760,95, con imputazione a carico del capitolo 100233 “Spese per la realizzazione di progetti a tutela delle minoranze linguistiche storiche (Legge 15.12.1999, n. 482)” del Bilancio di previsione 2023-2025 a favore degli Enti assegnatari dei finanziamenti, in base alla esigibilità della spesa e con le imputazioni contabili indicate nell’Allegato A contabile, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, con istituzione, a copertura delle obbligazioni che verranno a scadere negli esercizi 2024 e 2025, del fondo pluriennale vincolato;
  9. di dare atto che le obbligazioni assunte con il presente provvedimento non hanno natura di debito commerciale;
  10. di dare atto che gli impegni assunti con il presente provvedimento non sono correlati agli obiettivi DEFR 2023-2025;
  11. di dare atto che il presente decreto è attuativo della DGR n. 1017 del 11/08/2023;
  12. di attestare che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
  13. di attestare la regolarità amministrativa del provvedimento;
  14. di trasmettere il presente atto alla Direzione Bilancio e Ragioneria per l’apposizione del visto di regolarità contabile al fine del perfezionamento e dell’efficacia;
  15. di provvedere alla liquidazione del finanziamento, nel rispetto delle seguenti modalità:
  • 60% in acconto, ad esecutività del presente provvedimento, a favore dei beneficiari: 
  •  entro il primo semestre dell’esercizio 2024 per la Provincia di Belluno e dei Comuni di Colle Santa Lucia, Portogruaro e Selva di Progno; 
  •  entro il primo semestre dell’esercizio 2025 per il Comune di San Michele al Tagliamento. 
  • 40% a saldo, che verrà liquidato, previa presentazione da parte del rappresentante legale dell’ente beneficiario di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, resa ai sensi del DPR 445/2000, comprensiva di:
    1. relazione finale sull’attività svolta, corredata dalla eventuale documentazione fotografica disponibile (su supporto informatico), da redigere secondo il modello denominato “Scheda Ministeriale” per la rendicontazione dei progetti, in osservanza della circolare Ministeriale prot. DAR 3193-13-04-2007/13.3.5.17 del 13.04.2007, per la successiva trasmissione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Affari Regionali;
    2. rendiconto finanziario, sulla base del prospetto riepilogativo entrate/spese fornito dalla Regione, indicante, per ciascuna delle spese, gli estremi dei documenti contabili che ne attestino l’effettivo sostenimento;
    3. dichiarazione di conformità del progetto finale a quello presentato e finanziato;
    4. attestazione che gli originali dei documenti di spesa sono depositati nella sede legale del soggetto beneficiario;

La relazione finale e il rendiconto finanziario dovranno essere prodotti con provvedimento dell’organo competente dell’ente stesso;

  1. di determinare i seguenti termini per la presentazione della documentazione di rendicontazione:
 

Ente

Termini presentazione rendicontazione

Bl

Provincia di Belluno

30/11/2025

Bl

Comune di Colle Santa Lucia

28/02/2025

Ve

Comune di Portogruaro

31/07/2025

Ve

Comune di San Michele al Tagliamento

28/02/2026

Vr

Comune di Selva di Progno

31/03/2025

  1. di comunicare gli Enti beneficiari, ai sensi dell’articolo 56, comma 7, del D. Lgs. n. 118/2011 le informazioni relative agli impegni di spesa assunti con il presente provvedimento;
  2. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’articolo 26 e 27 del decreto legislativo 14/03/2013, n. 33;
  3. di pubblicare il presente provvedimento in forma integrale sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto, omesso l'Allegato A contabile.

Per il Direttore Il Direttore della Direzione Relazioni Internazionali Annalisa Bisson

Allegato A (omissis)

(seguono allegati)

116_Allegato_B_DDR_116_28-12-2023_520934.pdf

Torna indietro