Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 174 del 20/11/2020
Scarica la versione firmata del BUR n. 174 del 20/11/2020
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 174 del 20 novembre 2020


Materia: Ambiente e beni ambientali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE AMBIENTE n. 804 del 21 settembre 2020

D.G.R. n. 1235 del 20.08.2019 e D.G.R. n. 946 del 14.07.2020. Concessione di contributi per la rottamazione di veicoli inquinanti e sostituzione con veicoli a basso impatto ambientale Nuovo Bando Auto 2019. Impegno di spesa.

Note per la trasparenza

L'iniziativa è finalizzata a contrastare l'inquinamento atmosferico derivante dal traffico di autoveicoli attraverso la concessione di contributi a soggetti residenti nel Veneto, finanziati con i fondi per attività connesse alla pianificazione degli interventi in materia ambientale. Si procede con l'impegno a favore dei beneficiari indicati nell'elenco di cui all'Allegato A.

Il Direttore

PREMESSO CHE:

- la Giunta Regionale, con la Deliberazione n. 1235 del 20.08.2019, ha attivato un nuovo bando per la concessione di contributi per la rottamazione di autoveicoli per l'annualità 2019;

- il Direttore della Direzione Ambiente, con decreto n. 584 del 25.11.2019, ha approvato la graduatoria definitiva delle istanze ammesse al contributo e la lista delle istanze escluse, pervenute ai sensi del bando richiamato;

CONSIDERATO CHE i fondi a disposizione, inizialmente insufficienti per erogare il contributo a tutti i beneficiari ammessi alla graduatoria succitata, sono stati incrementati nel tempo e con deliberazione n. deliberazione n. 946 del 14.07.2020, la Giunta regionale ha deliberato di finanziare la somma di € 272.000,00 (duecentosettantaduemila//00) per l’erogazione del contributo dalla posizione n. 331 alla posizione n. 407 delle istanze ammesse in graduatoria;

PRESO ATTO che l’erogazione del contributo è condizionata alla produzione della documentazione prevista dal bando allegato alla Delibera di Giunta Regionale n. 1235 del 20.08.2019, nonché alla verifica dei requisiti richiesti;

VISTI i provvedimenti approvati per contenere le gravi conseguenze a livello economico e sociale provocate dall’emergenza da COVID-19, tra i quali si ricordano la delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, il decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, convertito, con modificazioni, dalla legge 5 marzo 2020, n. 13, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1 marzo 2020 “Ulteriori disposizioni attuative del decreto- legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 8 marzo 2020 “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 11 marzo 2020 “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, il decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1 aprile 2020 “Disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale”, il decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23, convertito, con modificazioni, dalla legge 5 giugno 2020, n. 40, “Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali”,

VISTA la deliberazione n. 492 del 21.04.2020 con la quale la Giunta Regionale, a seguito dei diversi DPCM approvati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per affrontare l’emergenza COVID-19, sono state prorogate le scadenze previste per i bandi precedentemente pubblicati, tra i quali quello approvato con la deliberazione della Giunta regionale n. 1235 del 20.08.2019;

PRESO ATTO:

- dell’autocertificazione presentata ai sensi del DPR n° 445/2000 da ciascun beneficiario, che attesta la conformità della documentazione trasmessa agli originali trattenuti;

- che la documentazione allegata alla succitata autocertificazione è conforme ai requisiti richiesti dal bando;

- che dalla predetta documentazione è stato possibile, tra l’altro, confrontare i livelli di emissioni inquinanti massimi di CO2 e NOx consentiti dal bando con quelli indicati nel libretto di circolazione dei veicoli acquistati, consentendo di quantificare con esattezza l’importo del contributo attribuito ad ognuno;

DATO ATTO, altresì, che il totale della somma complessivamente erogabile ai beneficiari indicati nell’elenco di cui all’Allegato A, ciascuno per la parte di competenza, a seguito della verifica succitata, ammonta complessivamente ad € 77.500,00 (settantasettecinquecento//00);

DATO ATTO che ricorrono pertanto i presupposti di diritto e di fatto per provvedere a dare copertura finanziaria all’obbligazione in argomento per la spesa complessiva di € 77.500,00 (settantasettecinquecento//00), con imputazione a carico del capitolo n. 100069 ad oggetto “Attività connesse alla pianificazione degli interventi in materia ambientale”;

DATO ATTO altresì che le obbligazioni per la quale si dispone l’impegno di spesa con il presente provvedimento sono perfezionate ed esigibili nel corrente esercizio finanziario;

RITENUTO per quanto sopra esposto, di impegnare la somma di € 77.500,00 (settantasettecinquecento//00) al capitolo 100069 anno 2020 “Attività connesse alla pianificazione degli interventi in materia ambientale” del bilancio regionale per l'esercizio finanziario del bilancio di previsione 2020-2022, a favore dei nominativi indicati nell’elenco di cui all’Allegato A, che costituisce parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

VISTA la D.G.R. n. 1347 del 22.08.2017;

VISTA la D.G.R. n. 1235 del 20.08.2019;

VISTA la D.G.R. n. 1738 del 29.11.2019;

VISTO il D.Lgs. 118/2011 e s.m.i.;

VISTA la L.R. del 25.11.2019 n. 44 “Collegato alla Legge di stabilità regionale 2020”;

VISTA la L.R. del 25.11.2019 n. 45 “Legge di stabilità regionale 2020”;

VISTA la L.R. del 25.11.2019 n. 46 “Bilancio di previsione 2020 - 2022”;

VISTA la D.G.R. n. 30 del 21.01.2020 “Direttive per la gestione del Bilancio di Previsione 2020 – 2022”;

VISTA la L.R. 54/2012 e il regolamento adottato con D.G.R. n. 2139 del 25.11.2013 inerente le funzioni dirigenziali;

VISTI gli atti d'ufficio;

decreta

  1. di dare atto che le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  1. di riconoscere ai nominativi indicati nell’elenco di cui all’Allegato A il contributo riconosciuto con decreto del Direttore della Direzione Ambiente n. 584 del 25.11.2019, ridefinito nell’importo a seguito di verifica della rendicontazione;
  1.  di impegnare la somma complessiva di € 77.500,00 (settantasettecinquecento//00), avente natura di debito non commerciale, a favore dei nominativi indicati di cui all’Allegato A, ciascuno per l’importo riconosciuto, sul capitolo n. 100069 del bilancio regionale denominato “Attività connesse alla pianificazione degli interventi in materia ambientale” del bilancio per l’esercizio 2020 che presenta sufficiente disponibilità D.G.R. n. 30 del 21.01.2020, in conformità al D.M. 31.08.2012 con articolazione al V livello del Piano dei Conti Integrato al numero U.2.03.02.01.001, art. 5;
  1. di dare atto che la spesa di cui dispone l’impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. 1/2001;
  1. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’articolo 26 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
  1. di dare atto che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica, così come previsto dal D.Lgs 118/2011 art. 56 comma 6;
  1. di trasmettere il presente atto alla Direzione Bilancio e Ragioneria e al BURV per la sua pubblicazione integrale;
  1. di dare atto che, avverso il presente provvedimento, è ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) oppure in via alternativa al Presidente della Repubblica, nei termini e nelle modalità previste dal D.Lgs. 104/10.

Loris Tomiato

(seguono allegati)

804_Allegato_A_DDR_804_21-09-2020_432908.pdf

Torna indietro